Almanacco dell’8 Ottobre

0
713

E’ il 282° giorno dell’anno, 41ª settimana. Alla fine del 2020 mancano 84 giorni

A Roma il sole sorge alle 06:16 e tramonta alle 17:39 (ora solare)
A Milano il sole sorge alle 06:32 e tramonta alle 17:48 (ora solare)
Luna: 12.23 (tram.) 21.34 (lev).

Santi del Giorno

Santa Pelagia
San Deusdedit (Diodato, Deodato di Montecassino – Abate venerato a Sora)
San Donnino (o Donino di Città di Castello, Eremita)
San Gemino (Anacoreta)
San Gisleno (Gisileno), Lamberto e Bernero (Monaco)
Sant’Abramo (Patriarca d’Israele)
Santi Andronico e Atanasia (Sposi)
San Giovanni Leonardi (Sacerdote)
Sant’Ivano

Etimologia

 Ivano, deriva dall’antico personale provenzale “Yvain”, corrispondente all’italiano Giovanni. Diffuso a partire dal Medioevo grazie alla notorietà di alcuni poemi cavallereschi, è ancora attestato ai nostri giorni sia nella versione maschile che in quella femminile.

Proverbio del giorno

A Santa Reparata ogni oliva inoliata.

Aforisma del giorno

Nei mutamenti di governo i poveri spesso non cambiano che il nome del padrone. (Fedro)

Sei nato oggi? 

Per i nati l’8 ottobre, la vita è una favolosa avventura romantica. Hanno un concetto elevatissimo dell’amore di fronte al quale sono pronti a sacrificare tutto oppure a tenersene lontani per sempre.

Il romanticismo che li caratterizza non investe solo la sfera amorosa: essi sono capaci di
rimanere incantati per le meraviglie della natura quanto i misteri dello spazio, per i movimenti del mare come per la semplice rotazione dei pianeti.

Oroscopo quotidiano

Oroscopo di Giovedì 08 Ottobre 2020

Accadde Oggi

Impiantato il primo pacemaker

mercoledì 8 ottobre 1958 (62 anni fa)

Impiantato il primo pacemaker: Arne Larsson, colpito da arresto cardiaco a 43 anni, fu il primo uomo a vedersi impiantato un pacemaker, dispositivo elettrico in grado di regolare il battito del cuore. Lo stesso paziente ne ricevette altri 26 prima di morire a 86 anni.

A eseguire lo straordinario intervento fu il chirurgo svedese Ake Senning, che si avvalse della consulenza tecnica di Rune Elmqvist, progettista dei primi modelli di defibrillatori. Fu un momento decisivo nella storia della medicina, che aprì la strada a nuove scoperte nel campo della prevenzione delle patologie cardiache.

I primi pacemaker, come quello impiantato nel petto di Larsson, utilizzavano batterie al nichel-cadmio, ricaricabili mensilmente, ed erano esterni. Ciò provocava non pochi disagi al paziente, sia per quanto riguarda le operazioni di ricarica delle batterie, sia per il rischio di infezioni.

La svolta si ebbe con l’introduzione della miniaturizzazione, che consentì la realizzazione di dispositivi sempre meno invasivi e più affidabili, con una maggiore durata delle batterie.

Volo del primo elicottero moderno

mercoledì 8 ottobre 1930 (90 anni fa)

Volo del primo elicottero moderno: Prima ancora di far sfrecciare sulle strade milioni di persone con la mitica Vespa, da lui brevettata nel 1946, Corradino D’Ascanio legò il proprio nome a un evento di cruciale importanza nella conquista del traffico aereo.

Finanziato dalla società che egli stesso aveva fondato con il barone Pietro Trojani, l’ingegnere abruzzese lavorò su alcuni prototipi di “macchine volanti”, che inizialmente riuscivano a staccarsi da terra solo per pochi centimetri e a mantenersi in sospensione per brevissimo tempo.

Con il modello D’AT3 trovò le giuste misure e l’8 ottobre del 1930 lo testò all’aeroporto di Ciampino. Fu un trionfo: il velivolo raggiunse i 18 metri di altezza e restò in quota per 8 minuti e 45 secondi, coprendo una distanza di oltre un chilometro.

Equipaggiato con motore a scoppio da 90 cavalli, il D’AT3 non venne messo in commercio per la miopia del Governo italiano di allora. Partendo da quel prototipo, quattordici anni dopo, il russo Igor Sikorsky mise a punto il VS-300, primo elicottero di successo e prodotto in serie.

Il più grave disastro aereo della storia dell’aviazione italiana

08 ottobre 2001

A Milano Linate un MD 87 della compagnia scandinava SAS si schianta contro un deposito bagagli in fondo alla pista, dopo aver urtato un aereo privato tedesco su cui viaggiavano in quattro.

Le vittime saranno 118. Si tratta del più grave disastro aereo della storia dell’aviazione italiana. Nel febbraio 2008 la Cassazione conferma le condanne a cinque imputati e due assoluzioni.

Nati in questo giorno

Matt Damon

data di nascita: giovedì 8 ottobre 1970 (50 anni fa)

Matt Damon: Nato a Cambridge, nello stato del Massachusetts, è una star del cinema made in USA, apprezzato per la versatilità di attore anche se l’unico Oscar lo ha vinto, insieme a Ben Affleck, per la sceneggiatura di Will Hunting – Genio ribelle.

In trent’anni di carriera recita in oltre cinquanta film, molti diretti da registi famosi, del calibro di Francis Ford Coppola (in “L’uomo della pioggia”), Steven Spielberg (in “Salvate il soldato Ryan”) e Clint Eastwood (in “Invictus – L’invincibile”).

Nel 2013 è protagonista del film di fantascienza Elysium (con Jodie Foster) e del drammatico “The Monuments Men”, diretto da George Clooney e ispirato alla storia di un gruppo di storici dell’arte che, durante la Seconda guerra mondiale, fu impegnato nel recupero di capolavori dell’arte razziati dai nazisti.

Nell’autunno del 2015 impersona un astronauta abbandonato sul pianeta Marte nel fantascientifico The Martian di Ridley Scott, che gli vale un Golden Globe e una nomination agli Oscar come “migliore attor protagonista”. L’anno seguente interpreta l’ex agente CIA Jason Bourne, nel quinto capitolo dell’omonima saga ispirata dai romanzi di Robert Ludlum.

Nel 2017 è il protagonista di Downsizing – Vivere alla grande, incentrato sulla questione ambientale. Nel 2019 interpreta il progettista Carroll Shelby nel film Le Mans ’66 – La grande sfida.

Franco Cosimo Panini

data di nascita: giovedì 8 ottobre 1931 (89 anni fa)
data morte: venerdì 30 marzo 2007 (13 anni fa)

Franco Cosimo Panini: È il re delle figurine che lanciò insieme ai fratelli negli anni Sessanta, facendone un fenomeno sociale e culturale, prima che uno straordinario successo editoriale.

Nato a Maranello, nel modenese, con i fratelli Giuseppe, Umberto e Benito iniziò a gestire un’edicola a Modena, da cui passarono a fondare una casa editrice, la Panini, che in pochi anni arrivò a fatturati miliardari grazie alla mitiche figurine dei calciatori.

Cedute queste ultime, alla fine degli anni Ottanta Franco Cosimo si dedicò all’editoria per l’infanzia, puntando su personaggi dei fumetti molto amati, come Pimpa di Altan. Negli ultimi anni di vita curò pubblicazioni d’arte e, insieme con il giornalista Marino Bartoletti, la preziosa Enciclopedia Panini del Calcio Italiano.

Insignito del Premio cultura 2002 dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, scomparve a Modena nel marzo 2007.

Sigourney Weaver

data di nascita: sabato 8 ottobre 1949 (71 anni fa)

Sigourney Weaver: Dai malvagi alieni ai misteriosi abitanti “blu” di Pandora passando per bizzarri e improbabili spettri, sul set ha interpretato ruoli di donna sempre in lotta contro qualcosa o per un ideale, dimostrando particolare propensione verso la fantascienza e il drammatico.

Newyorchese di nascita e figlia d’arte, Susan Alexandra Weaver studia teatro e a 28 anni debutta come comparsa nella celebre commedia Io e Annie di Woody Allen. Due anni dopo Ridley Scott le offre il passaporto per il successo, affidandole il ruolo di protagonista in Alien, un classico della fantascienza (di cui interpreta anche i tre sequel).

Sfiorati Oscar e Golden Globe, quest’ultimo premio lo porta a casa due volte, nel 1989, con il drammatico Gorilla nella nebbia e la commedia Una donna in carriera (con entrambi arriva nuovamente a un passo dall’Oscar).

Ricordata anche per la saga di Ghostbusters (a marzo 2021 uscirà il terzo film Ghostbusters: Legacy) e il kolossal in 3D Avatar (il cui primo sequel è previsto in uscita per la fine del 2022), nel 2014 Scott la scrittura per il film biblico Exodus – Dei e re.

Nasce Juan Domingo Peron

08 ottobre 1895

Nasce a Buenos Aires Juan Domingo Peron, presidente dell’Argentina dal 1946 al 1955 e dal 1973 al 1974. Coinvolto nel golpe militare contro Ramon Castillo e arrestato nel 1945, Peron viene rilasciato grazie a manifestazioni di massa guidate dalla moglie, Evita, popolarissima fra i descamisados argentini.

Il sostegno popolare gli apre la strada alla presidenza nelle elezioni del 24 febbraio 1946. La politica di Peron, indirizzata all’industrializzazione del Paese e all’aumento di potere della classe operaia, si pone come una “terza posizione”, tra il capitalismo e il comunismo. Peron muore il primo luglio 1974.

Nati… sportivi

Matt Biondi

data di nascita: venerdì 8 ottobre 1965 (55 anni fa)

Matt Biondi: Nato a Palo Alto (California), è stato un campione di nuoto statunitense, capace di vincere, tra il 1984 e 1992, undici medaglie alle Olimpiadi (di cui ben otto ori) e altrettante ai campionati mondiali di nuoto.

È stato il primo uomo a scendere sotto i 49 secondi nei 100 metri stile libero.

Antonio Cabrini

data di nascita: martedì 8 ottobre 1957 (63 anni fa)

Antonio Cabrini: Nato a Cremona (Lombardia), è un allenatore di calcio, già terzino sinistro. È campione del mondo nel 1982. Da maggio 2012 al termine dell’Europeo 2017 è commissario tecnico della Nazionale italiana femminile di calcio.

Ha giocato 352 partite in Serie A, realizzando 35 reti in quindici stagioni. Ha indossato la maglia della Juventus per tredici stagioni (1976/1989), in 297 partite e con 33 reti. Ha vinto sei scudetti, due Coppe Italia e cinque trofei europei, tra i quali la Coppa dei Campioni 1984-85.

Nel Bologna (89/91) ha concluso la carriera agonistica, iniziata nella Cremonese (nelle cui giovanili è cresciuto) e Atalanta. In Nazionale ha disputato 73 gare, di cui dieci da capitano, realizzando nove reti. È anche opinionista sportivo per RadioRai e, nel 2017, collaboratore fisso della trasmissione di Fabio Fazio “Che fuori tempo che fa”, in onda su Rai 1.

Eventi Sportivi

Pallavolo maschile campione del mondo

sabato 8 ottobre 1994 (26 anni fa)

Pallavolo maschile campione del mondo: In Grecia gli azzurri della pallavolo maschile si confermano campioni del mondo battendo per 3-1 in semifinale Cuba e in finale l’Olanda. Nella rosa, allenata dal CT Julio Velasco, ci sono Bernardi, Cantagalli, Gardini, Giani, De Giorgi, Gravina, Papi (21 anni) e Zorzi.

Anche quattro anni dopo, in Giappone, l’Italvolley sarà per la terza volta sul tetto del mondo pallavolistico, sono gli anni della “Nazionale del secolo”, della “generazione di fenomeni”.

L’Italia domina i Mondiali di scherma

giovedì 8 ottobre 2009 (11 anni fa)

L’Italia domina i Mondiali di scherma: Si è concluso il campionato mondiale di scherma in Turchia. Alle 12 gare hanno partecipato 699 fra schermidori e schermitrici, di 82 nazioni diverse. L’Italia ha dominato questi Mondiali, avendo vinto nove medaglie, di cui ben quattro d’oro.

Il fiorettista italiano Andrea Baldini è stato l’unico atleta a vincere entrambe le gare cui ha partecipato: fioretto individuale e a squadre. Gli altri ori sono stati conquistati dalle squadre femminili di spada e fioretto.

I Doodle di Google

César Milstein

8 ottobre

César Milstein: Chi è César Milstein? È un biochimico argentino, naturalizzato britannico, nato a Bahia Blanca (a sud-est di Buenos Aires) l’8 ottobre 1927 e morto a Cambridge nel 2002. Ma soprattutto è un premio Nobel della medicina (ottenuto nel 1984, insieme ad altri due immunologi).

Si dedicò in gran parte allo studio della struttura degli anticorpi e del meccanismo con cui si genera la loro diversità. Da qui nel 1975 l’invenzione di una tecnica per la produzione di anticorpi monoclonali, che lo portò al premio Nobel. Tale scoperta ha incrementato, notevolmente, lo sfruttamento degli anticorpi nel campo della scienza e della medicina. Nel 2010 con un doodle locale in Argentina, Google ricordò il 73° anniversario della sua nascita.

Il Mondo degli Animali

Babbuino verde

mercoledì 8 ottobre 2014 (6 anni fa)

Babbuino verde: Il babbuino verde o anubi, nome scientifico Papio anubis, è una scimmia appartenente alla famiglia dei Cercopithecidae.

L’anubi appartiene a una delle cinque specie di babbuino. Può raggiungere i 40 chili di peso e una lunghezza di 120 centimetri. Questi primati hanno un mantello che in lontananza sembra abbia sfumature verdi, da questa caratteristica l’aggettivo verde del nome. In realtà la livrea è multicolore: gialla, marrone e nera. La coda termina con un ciuffo di peli, non è prensile, e può raggiungere una lunghezza di 60 centimetri. Il principale dimorfismo tra maschio e femmina è la grandezza, i primi, infatti, sono notevolmente più grossi, inoltre hanno sul collo e sulle spalle una criniera di lunghi peli.

Questi primati vivono nella savana, nelle steppe e nelle foreste di molte regioni africane quali: Etiopia, Tanzania, Mali. Sono animali onnivori e si nutrono di erbe, semi, frutta, radici, ma apprezzano anche la carne. Si cibano anche di uccelli, piccoli roditori, a volte anche cuccioli di pecore o antilopi.
Vivono prevalentemente a terra, ma scalano gli alberi per dormire e nutrirsi.

Sono animali che vivono in grossi gruppi composti da decine o centinaia di esemplari. Una complessa gerarchia consente la gestione dei gruppi, tutti gli individui passano molto tempo a pulirsi l’un l’altro rimuovendo insetti e pelle secca dalle pellicce.

Il nome anubi deriva dal Dio Anubis, divinità egizia che proteggeva le necropoli. Spesso questo Dio era rappresentato con una testa di cane, infatti il volto dell’anubi, essendo allungato, ricorda quello di un cane.

Scomparsi oggi

Muore Willy Brandt

08 ottobre 1992

Muore a settantotto anni Willy Brandt. Nato a Lubecca il 18 dicembre 1913, socialista sin dall’adolescenza, lascia la Germania per la Norvegia, per sfuggire alle persecuzioni naziste e qui rinuncia per sempre al suo vero nome, Herbert Frahm, e decide di chiamarsi Willy Brandt.

Nel 1949 è eletto per la prima volta al Bundestag. Ministro degli esteri dal 1966, getta le prime basi di quella che passerà alla storia come la “Ostpolitik”, la politica verso l’Est che gli vale nel 1971, il premio Nobel per la pace.

Il 10 dicembre 1989, il giorno successivo alla caduta del Muro, è sul balcone del municipio di Berlino Ovest. E la folla lo applaude quando dichiara che “ora torna a crescere insieme ciò che era nato per crescere insieme”.

Vittorio Alfieri

data di nascita: giovedì 16 gennaio 1749 (271 anni fa)
data morte: sabato 8 ottobre 1803 (217 anni fa)

Vittorio Alfieri: Figura di primo piano dell’illuminismo italiano, con il suo spirito inquieto e avverso ad ogni forma di tirannia fu un precursore del Romanticismo e un mirabile esempio per numerosi letterati, su tutti Ugo Foscolo.

Nato ad Asti e morto a Firenze nel 1803, Alfieri visse un’intensa attività letteraria alternando l’attività di drammaturgo a quella di poeta e trattatista politico. Autore di ventidue tragedie (compresa “Cleopatra”, che poi fu ripudiata dall’autore stesso) in endecasillabi sciolti (seguendo il concetto di unità aristotelica), scrisse, tra le altre, 17 satire, sei commedie, cinque prose politiche e una raccolta di Rime.

Ardente sostenitore della libertà ideale, si pose sempre contro la tirannide e contro tutto ciò che impedisce la realizzazione totale di sé ed ostacola l’agire per l’affermazione di sé.

Aldo Biscardi

data di nascita: mercoledì 26 novembre 1930 (89 anni fa)
data morte: domenica 8 ottobre 2017 (3 anni fa)

Aldo Biscardi: Nato a Larino, in provincia di Campobasso, e morto a Roma nell’ottobre 2017, è stato un conduttore televisivo, celebre per il programma, da lui ideato, prima in RAI Il processo del Lunedì e poi, in onda su diverse reti televisive fino al 2016, Il Processo di Biscardi.

Ha scritto per “Il Mattino”, “Paese Sera” e ha viaggiato per tutto il mondo come reporter. Nel 1979 è assunto in RAI come caporedattore e diventa vicedirettore del TG3; su questa rete nel 1980 ha messo in onda e anche presentato il programma calcistico “il Processo del Lunedì”.

Dopo un attacco di Silvio Berlusconi, che contestava le sue modalità di presentare notizie che lo riguardavano, Biscardi ha lasciato la RAI per TELE+, diventandone direttore responsabile.

Nel 1996 ha condotto “Il Processo di Biscardi” su Telemontecarlo, dal 2001 La7, assumendo in seguito la direzione della testata giornalistica sportiva. Coinvolto nel 2006 nello scandalo di Calciopoli, a causa di alcune intercettazioni telefoniche, ha lasciato La7 e ha subito una sospensione di sei mesi dall’Ordine dei giornalisti. Al termine non ha rinnovato l’iscrizione.