Almanacco Dell’8 Novembre

0
495

E’ il 313° giorno dell’anno, 45ª settimana. Alla fine del 2020 mancano 53 giorni.

A Roma il sole sorge alle 06:52 e tramonta alle 16:55 (ora solare)
A Milano il sole sorge alle 07:14 e tramonta alle 16:59 (ora solare)
Luna: 13.33 (tram.) 23.28 (lev.)
Luna: ultimo quarto alle ore 14.48.

Santi del Giorno

San Goffredo di Amiens (Vescovo)
Santi Quattro Coronati (Martiri)
Sant’Adeodato I (o Deusdedit, Papa)

San Severo di Cagliari (Vescovo e Martire)
San Villeado di Brema (Vescovo)

I Santi Quattro Coronati sono i protettori di scalpellini, scultori e muratori.

Etimologia

 Goffredo, dal germanico “Godefrit”, composto da “Got”, “Dio”, e da “fridu”, “amicizia”, nel significato di “amicizia (pace) di Dio”, questo personale si diffuse in Italia dopo la prima Crociata, grazie al prestigio di Goffredo di Buglione, che liberò Gerusalemme nel 1099. Oggi è presente quasi esclusivamente nel Centro Italia.

Proverbio del giorno

Acqua di novembre, benedizione dei prati.

Aforisma del giorno

Colui che incolpa gli altri delle proprie disgrazie è un ignorante: colui che incolpa se stesso comincia a migliorare; il galantuomo non incolpa nè sè nè gli altri, ma pensa a rimediarvi. (C. Cantù)

Sei nato oggi? 

Sei testardo, coraggioso e determinato. Se decidi di raggiungere una posizione importante nel lavoro, nulla riuscirà a fermarti e vedrai le tue ambizioni coronate dal successo, se pure dopo anni. In amore sai essere molto appassionato, ma, purtroppo, sei terribilmente geloso e questo tuo difetto rischia d’incrinare anche rapporti validissimi. Cerca di controllarti: sarà meglio per tutti.

Oroscopo quotidiano

Oroscopo di Domenica 08 Novembre 2020

Accadde Oggi

Röntgen scopre i raggi X

venerdì 8 novembre 1895 (125 anni fa)

Röntgen scopre i raggi X: Lo scheletro di una mano sinistra con una fede nuziale all’anulare. È ciò che apparve sulla prima radiografia della storia, compiuta dal fisico tedesco Wilhelm Conrad Röntgen sulla mano della propria consorte.

Quell’evento fu il risultato di un’altra e ben più epocale scoperta compiuta dallo stesso scienziato, qualche giorno prima, nel laboratorio di fisica dell’Università di Würzburg. Qui, partendo dalle conclusioni di illustri suoi colleghi del calibro di Heinrich Hertz e Philipp Lenard, si dedicò allo studio dei raggi catodici.

Per caso, mentre tentava un esperimento al buio, si accorse di un foglio di carta diventato improvvisamente luminoso; di qui comprese che ciò avveniva per via di raggi invisibili provenienti da un “tubo a vuoto” (caricato cioè elettricamente), in grado di scatenare le proprietà fluorescenti di alcuni elementi, nel caso specifico di un sale di platino e di bario, posti sul foglio. Quella sera dell’8 novembre 1895 avvenne così la scoperta dei raggi, da lui definiti X, perché sconosciuti.

Per testare le proprietà dei raggi utilizzò diversi oggetti, verificando ogni volta che questi ultimi risultavano trasparenti ai raggi, in modo da produrre un’immagine della loro struttura interna sulla lastra fotografica. Il test con la mano della moglie gli mostrò che anche il corpo umano era trasparente ai raggi, ad eccezione dello scheletro.

La scoperta dei raggi X, fondamentale per i successivi studi sulla radioattività, valse a Röntgen il Nobel per la Fisica nel 1901.

Pirandello riceve il Nobel

giovedì 8 novembre 1934 (86 anni fa)

Pirandello riceve il Nobel«Per il suo coraggio e l’ingegnosa ripresentazione dell’arte drammatica e teatrale» con questa motivazione, nel 1934, venne assegnato a Luigi Pirandello il Nobel per la Letteratura. Dopo Giosuè Carducci e Grazia Deledda, fu il terzo italiano a ottenere il prestigioso riconoscimento.

Si coronò così una vita di filosofo, scrittore e drammaturgo spesa a scandagliare l’io più profondo e la vita in tutte le sue molteplici forme. Una riflessione che partì dalla sua Girgenti (nome dialettale di Agrigento) teatro privilegiato, insieme alla Sicilia intera, del male di vivere dei tanti personaggi raccontati nelle Novelle.

Accusato ingiustamente di essere troppo “intellettualistico”, in realtà la critica lo ha sempre ricordato tra i più popolari della letteratura italiana, per la sua abilità di osservare la gente comune nel vano tentativo di ingabbiare in forme fisse il flusso continuo della vita, finendo per indossare una maschera di sopravvivenza.

Lo si evince nella ricca prosa come nei romanzi, da L’esclusa a Uno, nessuno e centomila, passando per il capolavoro immortale de Il fu Mattia Pascal. Le punte più alte di questo racconto della realtà, secondo il parere unanime degli studiosi, vengono toccate con il teatro che ha la sua espressione più sublime nel dramma Sei personaggi in cerca d’autore, vero manifesto della poetica pirandelliana.

Annoverato tra i più grandi drammaturghi del XX secolo, il suo teatro fece scuola nelle generazioni successive, trovando in Eduardo de Filippo (con il quale nacque un breve sodalizio maturato nella commedia L’abito nuovo) un erede tra i più meritevoli.
In occasione del centenario della sua nascita, il Comune di Agrigento gli dedicò la piazza principale, dove tra gli altri affaccia il teatro che porta anch’esso il suo nome.

Kennedy eletto presidente USA

08 novembre 1960

Nelle elezioni generali per la presidenza degli Stati Uniti d’America, John Fitzgerald Kennedy batte l‘avversario repubblicano Richard Nixon. JFK diventa all’età di 43 anni il primo presidente cattolico e il più giovane presidente eletto.

Per molti, ad aver influito sulla vittoria sono stati i confronti televisivi registrati per la prima volta fra i due candidati, trasmessi in settembre e ottobre.

Consiglio di sicurezza ONU contro l’Iraq di Saddam

08 novembre 2002

Il Consiglio di Sicurezza dell’ONU approva all’unanimità la sua diciassettesima risoluzione, che vieta all’Iraq il possesso di armi di sterminio e stabilisce la ripresa delle ispezioni nel paese governato da Saddam Hussein. Risultato di un compromesso franco-americano, il documento dà a Saddam sette giorni per accettare la risoluzione.

Nati in questo giorno

Alain Delon

data di nascita: venerdì 8 novembre 1935 (85 anni fa)

Alain Delon: Attore simbolo del cinema francese, il suo nome è entrato nel linguaggio comune come termine di paragone del fascino maschile.

Nato a Sceaux, nel nord della Francia, per il carattere ribelle e le ristrettezze economiche si vede costretto a vivere di espedienti nel primo periodo della sua vita, fin quando Yves Allegret (regista e sceneggiatore) lo sceglie per il film “Godot” (1958).

Dopo aver recitato con un altro grande del cinema francese, alias Jean Paul Belmondo, ottiene un primo assaggio di celebrità con Luchino Visconti che lo scrittura per Rocco e i suoi fratelli (1960) e in seguito per Il Gattopardo (tratto dall’omonimo romanzo di Tomasi di Lampedusa).

Protagonista in pellicole di vario genere, dal western di Zorro (1975) al gangster Borsalino (1970), conquista diversi riconoscimenti, tra cui il David di Donatello (1972), il Premio César come “miglior attore” (1985) e l’Orso d’Oro alla carriera nel 1995.

Virna Lisi

data di nascita: domenica 8 novembre 1936 (84 anni fa)
data morte: giovedì 18 dicembre 2014 (5 anni fa)

Virna Lisi: Tra le attrici più affascinanti del cinema italiano, nasce ad Ancona ma vive per molto a Jesi, prima di trasferirsi a Roma con la sua famiglia.

Nella Capitale incontra il cantante e attore Giacomo Rondinella, che le fa avere le prime scritturazioni per il cinema. Il pubblico inizia a conoscerla con Carosello nel 1957, ma è negli anni Sessanta che va incontro alla fama, recitando accanto a grandi interpreti della commedia all’italiana, quali Totò, Ugo Tognazzi e Raimondo Vianello.

Popolare anche a Hollywood, dove partecipa a film con Frank Sinatra e Tony Curtis, conquista nel tempo diversi riconoscimenti, tra cui due David di Donatello, un Prix d’interprétation féminine a Cannes e sei Nastri d’argento (record che condivide con Margherita Buy).

Dopo una lunga assenza, negli anni Duemila torna in auge come protagonista di fiction, su tutte “Il bello delle donne” (2001-2003) e “Caterina e le sue figlie” (2005). Scompare nel dicembre 2014, stroncata da un tumore.

Gordon Ramsay

data di nascita: martedì 8 novembre 1966 (54 anni fa)

Gordon Ramsay: Se non si dà il massimo, e anche di più, ai fornelli, averlo come giudice è un incubo! Nato a Johnstone, in Scozia, con la sua abilità culinaria si è costruito un impero finanziario e una carriera televisiva di successo.

Calciatore mancato, per via di un grave infortunio al ginocchio, indossa la divisa da chef all’inizio degli anni Ottanta, facendosi le ossa a Londra e a Parigi. Aperto il primo ristorante nel 1993 a Londra (quartiere Chelsea), ottiene tre stelle Michelin, cui se ne aggiungeranno altre 10 (una però gli sarà tolta in seguito) in vent’anni di attività.

Il numero dei locali, che apre in giro per l’Europa e non solo (due in Italia), cresce di pari passo con la sua fama mediatica, costruita con programmi come “Cucine da incubo”, la versione americana del talent show MasterChef, “Cucina con Ramsay” e “Chef dietro le sbarre”. Successi che si trasformano in oltre venti libri, scritti a partire dal 1996.

Nati… sportivi

Sandro Mazzola

data di nascita: domenica 8 novembre 1942 (78 anni fa)

Sandro Mazzola: Nato a Torino, è un dirigente sportivo e opinionista televisivo italiano, ex calciatore di ruolo attaccante e figlio di Valentino, sfortunato giocatore del grande Torino.


Campione europeo nel 1968 e vice-campione mondiale nel 1970, ha indossato la maglia della Nazionale per 70 volte, segnando 22 reti.

Alessandro Mazzola ha giocato nell’Inter dal 1960 al 1977, entrando in campo 417 volte con 116 gol. Con questi numeri nelle classifiche all time della serie A, a fine ottobre 2020, è 47° in quella delle presenze, 15° in quella dei calciatori che hanno indossato una sola maglia e 57° in quella dei marcatori (superato da Gonzalo HiguaínMauro Icardi e di recente da Ciro Immobile). Con i nerazzurri ha vinto 4 scudetti e 2 Coppe dei Campioni.

Eventi Sportivi

Trentino volley campione del mondo

domenica 8 novembre 2009 (11 anni fa)

Trentino volley campione del mondo: A Doha, nel Qatar, si svolge la 5ª Coppa del mondo di pallavolo maschile per club, organizzata dalla federazione internazionale (FIVB), dopo una pausa di 17 anni e dopo che le 4 precedenti edizioni dal 1989 al 1992 sono vinte da squadre italiane: Parma (nel 1989), Milano (nel 1990 con Parma terza e nel 1992 con Treviso seconda) e Ravenna (nel 1991 con Milano terza).

Vi prendono parte 8 squadre: le campioni di Europa, Asia, Sudamerica, Nord e Centro America e Africa, la squadra ospitante e due squadre invitate dalla FIVB. Nonostante la sospensione, indotta forse dal precedente predominio italiano, la Coppa è comunque del Trentino Volley, al suo primo titolo.

Nelle successive tre edizioni (2010, 2011, 2012) la squadra di Trento è ancora campione del mondo per club! Nelle due seguenti, il team italiano si classifica al terzo (2013 e 2016) e al quinto posto (2014).

I Doodle di Google

La scoperta dei Raggi X

8 novembre

La scoperta dei Raggi X: Nel 1895 il fisico Wilhelm Conrad Röntgen, impegnato in una stanza scura a condurre esperimenti sul passaggio della corrente elettrica attraverso gas a bassa pressione, fu colpito dalla fluorescenza di un foglio di carta ricoperto da sostanza fosforescente. Comprese di aver scoperto un nuovo tipo di radiazione che nel suo primo annuncio ufficiale denominò raggi X, sottolineandone la natura sconosciuta.

A 115 anni da quello storico 8 novembre, Google ha celebrato nel 2010 la scoperta di Röntgen con un doodle globale che presenta il logo con l’effetto di una radiografia. Nel doodle c’è anche un richiamo al pesce d’aprile del 2002 di Google, relativo al fantomatico PigeonRank (che allude al “PageRank”, il reale sistema di ordinamento delle pagine web adottato dal motore di ricerca) secondo cui l’ordine di visualizzazione delle pagine era determinato da batterie di piccioni. Infatti nella “g” piccola si vedono le ossa di un piccione.

Scomparsi oggi

Fred Bongusto

data di nascita: sabato 6 aprile 1935 (85 anni fa)
data morte: venerdì 8 novembre 2019 (un anno fa)

Fred Bongusto: È il cantante da night per eccellenza della musica italiana, sulla cresta dell’onda tra gli anni Sessanta e Settanta.

Molisano di Campobasso, ma con un DNA veneto-partenopeo, le sue due passioni giovanili sono la musica e il calcio, mostrandosi dotato in tutti e due i campi. Dopo varie esperienze in piccole band, il debutto discografico avviene nel 1960 con il 45 giri Bella Bellissima/Doce doce.

Quattro anni più tardi sfonda prima con il brano Amore fermati, sigla di un programma televisivo di Gorni Kramer, poi con Una rotonda sul mare, primo di una lunga serie di successi, tra i quali “Malaga”, “Spaghetti a Detroit”, “Frida” e “Prima c’eri” (vincitrice di “Un disco per l’estate” nel 1966), che lo proiettano tra i big del pop anni Sessanta, anche grazie ad alcuni film che lo vedono protagonista.

Nel decennio successivo, oltre a incidere brani celebri come Balliamo e “Tre settimane da raccontare”, realizza diversi tour in Sudamerica, collaborando con musicisti famosi, quali Vinicius De Moraes, Tom Jobim e Joao Jilberto.

Autore di diverse colonne sonore di film, come Matrimonio all’italiana, “Malizia” e “Kamikazen” di Gabriele Salvatores, nel 2013 partecipa al concerto in ricordo dell’amico Franco Califano e duetta con Iva Zanicchi nel disco “In cerca di te”.
Dopo una lunga malattia, scompare a Roma l’8 novembre 2019.

Umberto Veronesi

data di nascita: sabato 28 novembre 1925 (94 anni fa)
data morte: martedì 8 novembre 2016 (4 anni fa)

Umberto Veronesi: Nato a Milano, è considerato una personalità di primo piano del campo medico e della ricerca scientifica in generale.

Ha dedicato la sua carriera allo studio, prevenzione e cura del cancro, principalmente del cancro al seno. Ha proposto e sostenuto, da sempre, la quadrantectomia, come metodologia che, affiancata alla radioterapia, dà gli stessi risultati della mastectomia, con minore impatto estetico e psicosessuale.

Per sostenere la ricerca, nel 2003, ha dato vita alla Fondazione Umberto Veronesi, che assegna borse di ricerca per medici e ricercatori. Destinatario di diversi incarichi di prestigio, è stato direttore scientifico dell’Istituto Europeo di Oncologia.

Impegnato anche in politica, è stato Ministro della Sanità dal 25 aprile 2000 all’11 giugno 2001 (governo Amato), mentre nel 2008 è stato eletto senatore nelle liste del Partito Democratico. Dopo la pubblicazione del libro “Una carezza per guarire” è impegnato in prima linea per la lotta alla vivisezione e per promuovere la dieta vegetariana.

Deceduto l’8 novembre del 2016, nella suo dimora milanese, il suo corpo è stato cremato e sepolto nel Cimitero monumentale.