Almanacco del 9 Agosto

0
309

E’ il 222° giorno dell’anno, 33ª settimana. Alla fine del 2020 mancano 144 giorni

Santi del Giorno

San Romano (Martire)
Santa Teresa Benedetta della Croce (Martire)

Santi Fermo e Rustico (Martiri)

Accadde Oggi

Iniziano i lavori della Torre di Pisa

giovedì 9 agosto 1173 (847 anni fa)

Iniziano i lavori della Torre di Pisa: Iniziano i lavori per la costruzione del campanile della Cattedrale di Santa Maria Assunta, poi diventato famoso in tutto il mondo per la sua pendenza come Torre di Pisa. Il monumento nel 1987 è stato dichiarato patrimonio dell’umanità dall’Unesco.

Ancora incerta la paternità del progetto, ma gli studi più recenti accreditano l’architetto Diotisalvi, autore della fascia inferiore del vicino Battistero di San Giovanni. Il fenomeno del cedimento del terreno portò a una prima interruzione dei lavori a metà del terzo piano. L’opera fu ripresa nel 1275 sotto la supervisione di Giovanni di Simone e Giovanni Pisano, con l’aggiunta di altri 3 piani realizzati con una linea curva per controbilanciare la pendenza.

La torre fu ultimata verso il 1372 con la realizzazione della cella campanaria. Studi effettuati nel XIX secolo, accertarono la presenza nel sottosuolo di una notevole quantità di acqua che rendeva l’argilla molle e causava il lento cedimento del terreno. Negli anni la pendenza è aumentata ma in alcuni momenti si è anche ridotta, attestandosi su una media di un millimetro all’anno.

L’ultima grande opera di consolidamento e restauro è avvenuta tra il 1990 e il 2011, portando l’inclinazione sotto i 4 metri. Tali lavori garantiranno la tenuta di questo livello per i prossimi tre secoli.

Esordio di Betty Boop

sabato 9 agosto 1930 (90 anni fa)

Esordio di Betty Boop: Con il cortometraggio Dizzy Dishes debutta nel mondo dei cartoon l’esplosiva Betty Boop. Anche se in questa prima apparizione ha le sembianze di un barboncino, Betty si presenta già nella sua veste sexy e spiritosa, destinata a sconvolgere l’America puritana degli anni 30.

Vestitino succinto, giarrettiera e taglio di capelli all’ultimo grido ne fanno una perfetta flapper, ossia una ragazza alla moda del periodo jazz che frequenta locali malfamati pur di guadagnarsi da vivere. Disegnato dai fratelli Max e Dave Fleischer, che in quegli anni riusciranno a tenere testa alla Walt Disney, il personaggio è ispirato a Helen Kane, famosa cantante degli anni 20.

Affiancata da altri personaggi come Koko il ClownBimbo (un cucciolo di cane) e dall’arzillo vecchietto Grumpy, Betty perderà in seguito, per via delle reiterate proteste della parte più puritana degli Usa, la sua veste sensuale per dedicarsi alle faccende domestiche, indossando abiti castigati. Abbandonerà gli schermi nel 1939.

Ciononostante continuerà ad essere considerata la prima icona di donna sexy ed emancipata del mondo dell’animazione cinematografica, ispirando moderne sex symbol come Jessica Rabbit (lanciata dal film Chi ha incastrato Roger Rabbit, dove compare la stessa Betty).

Ai fratelli Fleicher si deve l’esordio cinematografico di un altro storico personaggio: Braccio di Ferro al quale Betty Boop farà da madrina in un cortometraggio del 1933.

Nati in questo giorno

Enzo Biagi

data di nascita: lunedì 9 agosto 1920 (100 anni fa)
data morte: martedì 6 novembre 2007 (12 anni fa)

Enzo Biagi: Nato a Lizzano in Belvedere, in provincia di Bologna, è considerato tra i padri del giornalismo italiano. Fu popolare anche come conduttore televisivo.

Il giornalismo era il sogno della sua vita e cominciò a realizzarlo a 17 anni, scrivendo di cronaca e colore per il quotidiano cattolico L’Avvenire. Dopo aver partecipato alla Resistenza, nel 1952 assunse la direzione del settimanale Epoca, che con lui diventò la prima rivista italiana.

Nel 1961 entrò in Rai come direttore del TG 1 e spalancò le porte della TV pubblica a grandi firme, come Giorgio Bocca e Indro Montanelli, accanto a giovani promesse, quali Enzo Bettiza ed Emilio Fede. Negli anni a venire divenne una firma storica del Corriere della Sera, cui ritornò dopo una breve parentesi al quotidiano rivale la Repubblica.

Dal 1995 fu alla conduzione de “Il Fatto”, un programma di approfondimento dopo il tg, considerato il miglior programma giornalistico realizzato nei primi cinquant’anni della Rai. Le diatribe che videro Enzo Biagi criticare aspramente Silvio Berlusconi portarono all’allontamento del giornalista dall’emittente televisiva.

Tornò in TV dopo due anni di silenzio a “Che tempo che fa”, intervistato da Fabio Fazio, manifestando espressamente il proprio legame verso la Rai. Dopo sette puntate di RT Rotocalco Televisivo (sua storica trasmissione del 1962, riproposta in versione moderna su Rai 3), , vide la sua salute aggravarsi e fu costretto a ritirarsi. Morì in una clinica milanese il 6 novembre 2007.

Toni Servillo

data di nascita: domenica 9 agosto 1959 (61 anni fa)

Toni Servillo: Nato ad Afragola, in provincia di Napoli, il vero nome è Marco Antonio Servillo. Col nome d’arte Toni Servillo figura tra le star del cinema italiano, più apprezzate all’estero. È altrettanto noto come attore e regista teatrale.

Fratello del cantante Peppe Servillo (frontman della Piccola Orchestra Avion Travel), fin da giovane si appassiona al teatro, nel segno della tradizione “eduardiana”. Decisivo l’incontro con il regista Mario Martone, insieme al quale fonda Teatri Uniti, di cui è tuttora direttore artistico.

Lo stesso Martone lo fa debuttare nel cinema nel 1992 con Morte di un matematico napoletano e lo scrittura in altri tre film. La consacrazione sul grande schermo si concretizza attraverso il sodalizio artistico con Paolo Sorrentino e con film d’autore, come Le conseguenze dell’amore (2005), che gli vale i primi David di Donatello e Nastro d’argento.

L’exploit che gli fa guadagnare popolarità anche oltreoceano arriva nel 2008 con Gomorra, tratto dall’omonimo best seller di Roberto Saviano e premiato dalla Giuria al 61º Festival di Cannes. Altrettanti consensi riceve con Il Divo, ispirato alla vita politica di Giulio Andreotti.

Tra i riconoscimenti per la sua attività teatrale, il Premio Gassman assegnatogli nel 2005 per la rivisitazione della commedia Sabato, domenica e lunedì di Eduardo De Filippo. Nel 2013 Sorrentino lo chiama nuovamente per il ruolo di protagonista ne La grande bellezza, che oltre al quarto David in carriera gli regala la ribalta della celebre “notte degli Oscar”, dove la pellicola riceve la statuetta di “miglior film straniero”. Nel 2018 è il protagonista di Loro, il nuovo film in due parti di Paolo Sorrentino. A fine agosto 2019 torna nelle sale con il film d’azione 5 è il numero perfetto.

Whitney Houston

data di nascita: venerdì 9 agosto 1963 (57 anni fa)
data morte: sabato 11 febbraio 2012 (8 anni fa)

Whitney Houston: Nata a Newark, in New Jersey, Whitney Elizabeth Houston è stata una cantante e attrice statunitense, ricordata come una delle voci più belle della storia della musica.

Dominò la scena musicale degli anni Ottanta con singoli indimenticabili, come Saving All My Love for YouGreatest Love of All e All at Once. Nel decennio seguente si affermò come interprete di colonne sonore, su tutte I Will Always Love You per il film Guardia del corpo del 1992 (che la vide recitare accanto a Kevin Costner).

Dopo il ritiro dalle scene, cadde in uno stato di depressione fino alla tragica morte, avvenuta nel 2012 per annegamento accidentale nella vasca da bagno. Con oltre 200 milioni di copie vendute è seconda solo a Madonna nel primato di artista femminile dal maggior successo di sempre.

Romano Prodi

data di nascita: mercoledì 9 agosto 1939 (81 anni fa)

Romano Prodi: Nato a Scandiano, in provincia di Reggio Emilia, è un politico di lungo corso, Presidente del Consiglio dei ministri della Repubblica Italiana dal 1996 al 1998 e dal 2006 al 2008.

Ex docente di economia e politica industriale, ha assunto numerosi incarichi istituzionali di prestigio: ministro dell’Industria nel Governo Andreotti IV; presidente dell’IRI dal 1982 al 1989 e dal 1993 al 1994; presidente della Commissione Europea dal 1999 al 2004.

Tra i principali ruoli politici, è stato leader dell’Ulivo e presidente del Partito Democratico. A livello internazionale, dal 2008 presiede il Gruppo di lavoro ONU-Unione Africana sulle missioni di pace in Africa.

Nati… sportivi

Filippo Inzaghi

data di nascita: giovedì 9 agosto 1973 (47 anni fa)

Filippo Inzaghi: Nato a Piacenza, è un ex calciatore, per un anno dal giugno 2014 allenatore del Milan, condotto al decimo posto e quindi fuori dalle competizioni europee. Puntuale arriva l’esonero a fine campionato. Nel giugno 2016 diventa il tecnico del Venezia, neopromosso in Lega Pro, che conduce alla conquista della serie B. Nel giugno 2018 sostituisce il suo ex allenatore, Roberto Donadoni, sulla panchina del Bologna, fino all’esonero di fine gennaio 2019. Dal successivo mese di giugno diventa il tecnico del Benevento in serie B.

In carriera è un attaccante di Parma, Atalanta e Juventus, ma la maglia “cucita addosso” è senz’altro quella rossonera del Milan, dove dal 2001 al 2012 gioca 202 partite, segnando 73 reti. Nella classifica dei cannonieri della serie A di tutti i tempi, con 156 reti in 370 partite, alla fine della stagione 2018/19, è diciannovesimo in compagnia di Gigi Riva e Roberto Mancini.

Tra i numerosi titoli e trofei vinti ci sono tre scudetti, due Champions League, due Supercoppe UEFA e una Coppa del mondo per club.

In Nazionale ha totalizzato 57 presenze con 25 gol ed è campione del mondo 2006 e vice-campione europeo nel 2000. Il fratello Simone è stato prima attaccante e, dal campionato 2016/17, allenatore della Lazio.

Eventi Sportivi

Le Olimpiadi di Barcellona ‘92

domenica 9 agosto 1992 (28 anni fa)

Le Olimpiadi di Barcellona ‘92: I XXV Giochi Olimpici, che hanno visto la partecipazione di 172 nazioni, si concludono con la cerimonia di chiusura. A Barcellona il medagliere degli azzurri è il dodicesimo con un magro bottino di 6 ori, 5 argenti e 8 bronzi.

Sono i primi giochi dopo la caduta del muro di Berlino e quindi con la partecipazione della Germania riunificata (così terza nel medagliere). Nel basket maschile gli USA partecipano con il Dream Team con Magic Johnson e Michael Jordan. Tra gli ori italiani quello della Nazionale di pallanuoto che in finale batte i padroni di casa.

I Doodle di Google

Festa Nazionale di Singapore

9 agosto

Festa Nazionale di Singapore: Con questi doodle nel 2009, 2010 e 2011, Google celebra la festa nazionale di Singapore nel suo sito locale. Il 9 agosto 1965 Singapore lasciò la Federazione della Malesia (cui si era unita nel 1963, abbandonando il Commonwealth Britannico) e proclamò l’indipendenza.

Scomparsi oggi

Hermann Hesse

data di nascita: lunedì 2 luglio 1877 (143 anni fa)
data morte: giovedì 9 agosto 1962 (58 anni fa)

Hermann Hesse: Autore e aforista tra i più autorevoli del Novecento, i suoi romanzi restano dei capisaldi della letteratura mondiale.

Nato a Calw, nel sud della Germania, dopo aver soffocato per anni l’ambizione di scrittore, contrastata dalla famiglia, esordì con alcuni racconti, facendosi strada con il romanzo Peter Camenzind del 1904, nel quale il protagonista rifiutava il mondo cosmopolita per dedicarsi anima e corpo all’arte.

Nel 1922 pubblicò il capolavoro più noto, Siddharta, divenuto un classico delle letture adolescenziali (e non solo), cui seguirono opere di notevole significato mistico e spessore stilistico, quali “Il lupo della steppa” (1927), “Narciso e Boccadoro” (1930) e “Il gioco delle perle di vetro” (1943).

La sua vasta produzione in versi e in prosa, che comprende quindici raccolte di poesie e trentadue tra romanzi e raccolte di racconti, incontrò il pieno favore della critica a partire dalla fine della Seconda guerra mondiale, conquistando nel 1946 il massimo riconoscimento letterario: il Nobel per la Letteratura, assegnatogli «per la sua forte ispirazione letteraria coraggiosa e penetrante esempio classico di ideali filantropici ed alta qualità di stile».

Morì di leucemia il 9 agosto del 1962 a Montagnola, nel Canton Ticino svizzero, dove gli è stato dedicato un museo.

Commenti