Almanacco Del 8 Settembre 2021

0
618

Oggi mercoledì 8 settembre 2021 (07:46)

E’ il 251° giorno dell’anno, 37ª settimana. Alla fine del 2021 mancano 114 giorni

A Roma il sole sorge alle 05:43 e tramonta alle 18:32 (ora solare)
A Milano il sole sorge alle 05:53 e tramonta alle 18:49 (ora solare)
Luna: 5.50 (lev.) 19.13 (tram.)

Santi del Giorno

Natività della Beata Vergine Maria
San Sergio I (Papa – festeggiato anche il 9)
Sant’Adriano di Nicomedia (Martire)
San Tommaso da Villanova (Vescovo)

San Corbiniano (Vescovo, Missionario in Baviera)

Etimologia

 Sergio, è ancora sconosciuta l’origine del personale latino “Sergius”, diffuso già tra i romani italianizzato in Sergio. Tornò di moda alla fine del secolo scorso, grazie ad alcuni personaggi della letteratura russa.

Proverbio del giorno

Lontano dagli occhi, lontano dal cuore.

Aforisma del giorno

L’uomo dotto ha sempre con sé le sue ricchezze. (Fedro)

Sei nato oggi?

Sei metodico, prudente, riservato e concentratissimo sul lavoro. Il tuo principale bisogno è la sicurezza e sei molto attento a conservare ciò che hai ottenuto. Hai, inoltre, un forte spirito di collaborazione che ti permetterà di lavorare molto bene in gruppo. In amore la tua serietà e fedeltà ti garantiranno un solido affetto e un appoggio costante.

Oroscopo quotidiano

Oroscopo di Mercoledì 08 Settembre 2021

Accadde Oggi

Lo scotch entra in commercio

lunedì 8 settembre 1930 (91 anni fa)

Lo scotch entra in commercio: Dagli stabilimenti della 3M, azienda di St. Paul (Minnesota) specializzata in articoli da imballaggio, entra in commercio il primo nastro adesivo in cellophane sensibile alla pressione, che passerà alla storia come scotch.

A inventarlo è stato un impiegato, Richard Drew, nel tentativo di migliorare il precedente nastro adesivo. Lo stesso era stato definito scadente da un cliente lamentatosi con lo stesso Drew, al quale aveva detto di suggerire ai capi dell’azienda di mettere più sostanza adesiva, apostrofando questi ultimi come “scozzesi” (in inglese, “scotch”), nel senso di avari. Di qui la scelta del nome per il nuovo prodotto.

Concepito in partenza per sigillare pacchi, lo scotch si rivela ben presto efficace per altri utilizzi pratici, rivoluzionando le abitudini di tutti. Dall’incartare regali a fissare fogli alle pareti, passando per piccole riparazioni, il nuovo nastro adesivo manda in cantina colle e lacci fin qui utilizzati. Il successo, fulmineo negli Usa, arriverà soltanto sette anni dopo in Europa.

Arricchito e reso più decorativo negli anni, lo scotch diverrà un elemento assai utilizzato in opere di arte contemporanea. Sarà sempre la 3M a mettere in commercio, nel 1980, i post-it, caratteristici foglietti semiadesivi di carta colorata, anch’essi destinati a lasciare il segno nelle abitudini quotidiane della gente.

Primo episodio di Star Trek

giovedì 8 settembre 1966 (55 anni fa)

Primo episodio di Star Trek«Giornale di bordo del Capitano, data astrale 1312.4. L’impossibile è successo. Abbiamo raccolto un segnale d’emergenza, il messaggio di pericolo di una navicella scomparsa oltre due secoli fa». Inizia così il primo episodio (intitolato “Oltre la galassia”) di Star Trek, serie tv di fantascienza che fa il suo esordio sulla NBC.

La voce del capitano James Kirk (impersonato da William Shatner), che aggiorna il diario di bordo dell’Enterprise, farà da prologo a tutti e 29 gli episodi della prima stagione. Accanto a lui in questo viaggio attraverso il cosmo, alla ricerca di nuove forme di vita e di civiltà, ci sono tra gli altri il vulcaniano Spock (Leonard Nimoy) e il Dr McCoy (DeForest Kelley). Prima di questo c’era stato un episodio pilota con un cast totalmente diverso, rifiutato dalla NBC e che sarà trasmesso soltanto nel 1988.

Lo scenario avveniristico di Star Trek non conquista subito il pubblico americano, tant’è che alla terza stagione se ne deciderà la chiusura, nonostante il gradimento in crescita. Oltreoceano, invece, il telefilm diverrà subito un cult, alimentando la nascita di fanclub, siti, riviste. Tutto ciò, unito ai contenuti rivoluzionari rispetto allo stile di vita e al modo di pensare degli anni ‘60, ne farà qualcosa di più di un successo televisivo, bensì un laboratorio di tecnologia e di filosofia sociale che anticipa il futuro.

Sul piano dell’automazione, vi si trovano gli antenati dei moderni cellulari, dei pc portatili e innovazioni legate al campo medico (l’uso di qualcosa simile a una Tac) e alla vita domestica (come le porte scorrevoli, che in realtà erano azionate a mano). E non è un mistero che la stessa NASA prenderà Star Trek come fonte d’ispirazione per i suoi esperimenti, tra cui il primo shuttle spaziale, chiamato in suo onore “Enterprise”.

Non meno “rivoluzionarie” sono le implicazioni sul piano sociale dell’universo umano disegnato da Roddenberry, in cui convivono con i volti tipicamente americani un alieno, un giapponese (il Giappone negli anni ‘60 era ancora visto come un nemico), un russo (sono gli anni della Guerra fredda tra Usa e Urss). Senza contare la donna di colore, che sarà protagonista del primo bacio interrazziale della storia delle fiction TV a stelle e strisce.

Anche per questi notevoli meriti, l’ideatore Gene Roddenberry si vedrà dedicato un asteroide (4659 Roddenberry) e un cratere su Marte.

L’esercito USA occupa la Corea del Sud

08 Settembre 1945

’esercito americano inizia l’occupazione della parte meridionale della Corea. Come concordato alla conferenza del Cairo del 1943 e poi a Yalta, il mese precedente i sovietici avevano occupato la parte settentrionale del paese, in attesa di una soluzione definitiva che garantisse al paese un regime democratico e indipendente, ma apparve presto chiaro che i russi non avevano intenzione di accettare che si svolgessero elezioni democratiche.

La divisione della Corea in un nord comunista e un sud filoamericano rimase quindi anche dopo il ritiro dei due eserciti di occupazione. Nel 1950 il Nord di Kim Il-Sung tenta l’invasione della parte meridionale e gli Stati Uniti accorrono in aiuto della Corea del sud. Inizia una guerra di tre anni che servirà solo a confermare la spaccatura del paese, che permane ancora oggi.

Badoglio rende pubblico l’armistizio via radio

08 Settembre 1943

Con il proclama Badoglio, che fa seguito a quello del generale Dwight Eisenhower, lanciato da Radio Algeri un’ora prima, viene reso pubblico via radio l’armistizio di Cassibile firmato per l’Italia il 3 settembre. Colto di sorpresa dall’annuncio e senza ordini o piani da seguire, l’esercito è allo sbando.

Il mattino successivo il re, la regina, il principe ereditario e Badoglio fuggono da Roma per raggiungere Brindisi e mettersi così in salvo sotto la protezione dell’esercito alleato. Le armate tedesche della Wehrmacht e delle SS presenti in Italia approfittano del caos per occupare tutti i centri nevralgici del paese, soffocando sul nascere i pochi tentativi di resistenza posti in atto da reparti dell’esercito italiano. Fra i soldati che riescono a sfuggire ai tedeschi, molti si rifugiano in montagna, costituendo i primi nuclei del movimento partigiano.

Nati in questo giorno

Peter Sellers

data di nascita: martedì 8 settembre 1925 (96 anni fa)
data morte: giovedì 24 luglio 1980 (41 anni fa)

Peter Sellers: Nato a Southsea, in Inghilterra, come Richard Henry “Peter” Sellers, è considerato il più grande attore comico britannico, celebre per i travestimenti e le imitazioni che caratterizzavano i suoi numerosi film.

Dopo il debutto in radio, si fece apprezzare al cinema nel 1955 grazie alla commedia “La signora omicidi”. Le interpretazioni più indimenticabili le regalò vestendo i panni della maldestra comparsa indiana Hrundi V. Bakshi, in “Hollywood Party” (1968), e dell’Ispettore Clouseau nella serie de La Pantera Rosa.

Non meno nota la partecipazione al film “Dottor Stranamore” di Stanley Kubrick, dove interpretò tre ruoli diversi. Nominato tre volte agli Oscar, conquistò un BAFTA nel 1959 e un Golden Globe nel 1980. Nel luglio del 1980 scomparve nella sua residenza londinese di Westminster.

Nati… sportivi

Roberto Di Donna

data di nascita: domenica 8 settembre 1968 (53 anni fa)

Roberto Di Donna: Nato a Roma, ex tiratore italiano. Ha partecipato a quattro Olimpiadi ma solo in quelle di Atlanta 1996 è salito sul podio, vincendo l’oro nella pistola aria compressa e classificandosi terzo nella pistola libera.

È detentore dei primati italiani di pistola aria compressa (col punteggio di 592/600) e pistola libera (col punteggio di 573/600).

Susanna Bonfiglio

data di nascita: domenica 8 settembre 1974 (47 anni fa)

Susanna Bonfiglio: Nata a Savona, è stata una cestista di 177 cm. In Italia ha giocato in A1 a Priolo e Schio, vincendo uno scudetto e una Coppa Italia. Continui problemi ad un ginocchio ne hanno limitato l’attività agonistica.
Nel 2002 è stata la prima cestista italiana a giocare nella WNBA con le Phoenix Mercury.

Eventi Sportivi

Comincia il primo campionato di calcio

sabato 8 settembre 1888 (133 anni fa)

Comincia il primo campionato di calcio: Con la First Division prese il via in Inghilterra, con 16 squadre, il primo campionato nazionale di calcio. Dopo ventidue partite fu il Preston North End a raccogliere più punti, grazie a diciotto vittorie e quattro pareggi. Conserverà questa denominazione fino al 1992.

Serie A 1996-97

domenica 8 settembre 1996 (25 anni fa)

Serie A 1996-97: Parte il 95° campionato di serie A (65° a girone unico), caratterizzato dalla sentenza Bosman, grazie alla quale non ci sono più limiti al tesseramento di stranieri comunitari. La novità regolamentare è la possibilità di portare sette atleti in panchina e non più cinque. Entrano in gioco le Pay-TV e con gli anni sarà una presenza sempre più forte e determinante.

La Juventus ha preso Zinedine Zidane e i giovani Christian Vieri e Nicola Amoruso. Alla Sampdoria sono arrivati il centrocampista Veron e, dal Genoa, il ventiduenne Vincenzo Montella. Il Parma, con Carlo Ancelotti (37 anni) in panchina, ha puntato su Chiesa e Crespo. La Lazio di Zeman si è rinforzata con l’arrivo di Nedved e Protti, attaccante del Bari.

Il Piacenza ha continuato ad essere l’unica compagine di serie A con una rosa completamente made in Italy. Lo scudetto sarà della Juventus (il 24°), che precederà in classifica Parma, Inter e Lazio. Capocannoniere del torneo con 24 reti sarà l’atalantino Filippo Inzaghi.

Europei di Atletica a Roma

domenica 8 settembre 1974 (47 anni fa)

Europei di Atletica a Roma: Si conclude nello Stadio Olimpico di Roma l’undicesimo campionato europeo di atletica leggera. L’Italia conquista l’ottavo posto nel medagliere con 1 oro, 2 argenti e 2 bronzi.

Un giovane Pietro Mennea vince l’oro sui 200 metri, l’argento sui 100 metri e contribuisce al terzo posto della staffetta 4×100. Importanti i bronzi nei 10.000 metri di Giuseppe Cindolo e nel salto in alto della ventunenne Sara Simeoni, al suo primo successo internazionale, con la misura di 189 cm.

Serie A 1985-1986

domenica 8 settembre 1985 (36 anni fa)

Serie A 1985-1986: È partito il campionato che precede i Mondiali di Messico 1986. L’Inter, guidata da Ilario Castagner, ha acquistato dal Verona, campione in carica, Fanna e Marangon. La Juventus campione d’Europa ha scelto di rinnovare decisamente la rosa con le cessioni di Rossi (unico acquisto del Milan), Tardelli (all’Inter), Boniek (alla Roma) e con gli arrivi di Mauro e dei laziali Laudrup e Manfredonia.

La Fiorentina ha puntato sui diciottenni Roberto Baggio e Nicola Berti, mentre il Napoli di Maradona ha voluto confidare nell’esperienza di Pecci e Giordano. Il Milan è in difficoltà e in attesa che l’imprenditore Silvio Berlusconi concretizzi l’interessamento per la società.

Il campionato sarà vinto dalla Juventus, seconda la Roma del capocannoniere Pruzzo (19 reti di cui 17 nel solo girone di ritorno), terzo il Napoli che getterà le basi per la conquista del primo tricolore nella successiva stagione.

I Doodle di Google

Anniversario di Star Trek

8 settembre

Anniversario di Star Trek: Con l’intro «Spazio, ultima frontiera» l’8 settembre 1966 venne messo in onda sulla rete americana NBC il primo episodio di Star Trek, serie di fantascienza tra le più celebri di sempre.

Ideata da Gene Roddenberry e trasmessa per tre stagioni, aveva per protagonisti i membri dell’equipaggio della nave stellare Enterprise, impegnati nell’esplorazione del cosmo e nella ricerca di nuove forme di vita e di civiltà. Per il pubblico dell’epoca c’era di che stropicciarsi gli occhi di fronte all’avanzato livello tecnologico, in cui si muovevano il capitano Kirk e il vulcaniano Spock.

Molte delle loro strumentazioni diverranno realtà a distanza di decenni, attraverso minidischi, telefoni satellitari e computer palmari. In occasione del 46° anniversario del primo episodio (intitolato “Oltre la galassia”), ricorso nel 2012, Google ha dedicato all’evento un doodle interattivo globale, che ricrea ambientazione e suoni dell’astronave.

Angolo Lettura

Il tailleur grigio

domenica 8 settembre 2013 (8 anni fa)

Il tailleur grigio: Questa settimana suggeriamo il romanzo “Il tailleur grigio”, scritto da Andrea Camilleri e pubblicato nel 2008. La trama è intrigante e vivace, la storia è avvincente e la lettura è resa ancora più affascinante dal linguaggio italo-siculo utilizzato dall’autore.

Il protagonista della storia è Febo Gersomino, un uomo appena andato in pensione, un ex funzionario di banca, che inizia a riflettere sul proprio passato ed in particolare sul rapporto con Adele, la giovane seconda moglie. Adele è un’affascinante trentenne estremamente sensuale, elegante e mondana, che in particolari occasioni indossa un castigato tailleur grigio. Il ritratto di questa giovane donna, che si completa nella lettura del romanzo, diventa mistero che attrae sia il lettore che il protagonista.

Di seguito un breve brano iniziale del libro: «Raprì l’occhi come tutte le matine alle sei spaccate.
Susennosi di un quarto e sporgendosi di lato a rischio di cadere dal letto, branculiò con la mano mancina sopra al comodino, trovò il ralogio da polso, lo pigliò, si stinnicchiò nuovamente, con l’altra mano addrumò la luce, taliò il ralogio ed ebbe la conferma che erano le sei.
D’altra parte, non avrebbe potuto essere diversamente: doppo quarant’anni e passa, oramà tutto il suo corpo si era abituato e aveva puntato a quell’orario una sua particolare sveglia interna che non fallava mai. Per cui, macari se la sera avanti si era corcato col proposito d’arrisbigliarsi un’ora doppo del solito, la sveglia corporale sempre alle sei spaccate sonava, e non c’era verso di cangiarle orario.

Tante erano oramà le cose matutine che il suo corpo faceva, come dire, in automatico. Pirchì, tanto per fare un esempio, doviva mettersi a tastiare allo scuro fino a quando le punte delle dita sentivano il vetro del ralogio, pigliarlo in mano, addrumare la luce con l’altra mano e finalmente taliare che ora era? Non sarebbe stato più logico adoperare una mano sola per addrumare la luce, pigliare il ralogio e taliare l’ora, senza bisogno di fare tutto quel mutuperio? Oltretutto, sarebbe stato uno sparagno d’energia. E di ralogi, a considerare bene. Perché nel corso di quarantenni, a forza di tastiare nello scuro, di ralogi ne aveva scassati tre facendoli cadere a terra.

Ma come si fa a puntare la sveglia interna a un’ora diversa? Capace che persino una sveglia normale, di quelle che si mettono sul comodino, doppo quarant’anni che aveva la lancetta fissa sulle sei, difficilmente si sarebbe potuta sbloccare da quella posizione.
Pirchì da quella mattina in poi lui, d’arrisbigliarsi a quell’ora, non aveva più bisogno.
Dal jorno avanti era andato in pensione.

Ma evidentemente al corpo non gli era pervenuta la comunicazione ufficiale dell’avvenuto pensionamento, tant’è vero che cinque minuti doppo che si era arrisbigliato, a malgrado di un timido tentativo di restarsene ancora tanticchia corcato, si era trovato, come al solito, addritta.»

Scomparsi oggi

Mike Bongiorno

data di nascita: lunedì 26 maggio 1924 (97 anni fa)
data morte: martedì 8 settembre 2009 (12 anni fa)

Mike Bongiorno: Padre fondatore della televisione italiana, per oltre mezzo secolo è stato il Re dei quiz e il conduttore più longevo del piccolo schermo, da cui ha tenuto compagnia a milioni di italiani di tutte le età, divertiti anche dalle sue proverbiali gaffe.

Figlio di un italo-americano, il nonno era di origini siciliane, e di una torinese, Mike Bongiorno nacque a New York, dove il padre svolgeva l’attività di avvocato prestato successivamente alla politica, arrivando anche a candidarsi a sindaco. Trasferitosi in Italia, Mike abbracciò la carriera giornalistica, scrivendo di sport per La Stampa.

Impegnato nella guerra partigiana, fu arrestato dai nazisti e imprigionato a San Vittore, dove conobbe Indro Montanelli, per poi essere deportato in diversi campi di concentramento. Liberato prima della fine del conflitto, nel 1946 condusse il programma “Voci e volti dall’Italia” per la stazione radiofonica di un quotidiano locale e iniziò a fare servizi per la radio italiana, l’EIAR, diventata poi RAI.

Tornò in Italia nel 1953 e cominciò a realizzare documentari su fatti e avvenimenti della ricostruzione del Paese. Successivamente, fu incaricato di condurre il programma Arrivi e partenze, in onda il primo giorno di trasmissioni della televisione italiana, in cui aveva il compito di intervistare i personaggi famosi che arrivavano o partivano dall’aeroporto di Roma.

Nel 1955 lanciò il primo quiz della televisione italiana, Lascia o raddoppia? e la sua popolarità schizzò alle stelle, grazie anche all’esperienza come testimonial di alcuni spot del programma “Carosello” e alle cinque conduzioni consecutive del Festival di Sanremo.

Seguirono diversi programmi rimasti nella storia del piccolo schermo tra cui “Rischiatutto”, “Ieri e oggi”, “Scommettiamo?” e “Flash”, l’ultima trasmissione in RAI. Dopo passò alla televisione commerciale del gruppo Fininvest, dove condusse, tra gli altri, “Bis”, “Telemike” e La ruota della fortuna (con cui stabilì il record di puntate condotte).

Premiato con il Telegatto di platino e insignito della laurea honoris causa in Televisione, Cinema e Produzione multimediale presso la IULM di Milano, scomparve a Montecarlo, nel settembre del 2009. Nel 2013 il comune di Sanremo gli ha dedicato una statua per il suo lungo legame con il Festival.

Richard Strauss

data di nascita: sabato 11 giugno 1864 (157 anni fa)
data morte: giovedì 8 settembre 1949 (72 anni fa)

Richard Strauss: Compositore e direttore d’orchestra tedesco della seconda metà dell’Ottocento ed esponente di spicco della corrente tardo-romantica, segnata da un profondo legame tra musica e letteratura.

Nato a Monaco di Baviera e morto a Garmisch-Partenkirchen nel settembre del 1949, raggiunse fama internazionale grazie alle opere teatrali “Salomè” del 1905 ed “Elektra” del 1909. Quest’ultima, in particolare, scandalizzò la critica mondiale per la scena in cui Salomè bacia la testa mozza di San Giovanni, seguendo fedelmente il testo di Oscar Wilde cui l’opera è ispirata.

Convinto che il comporre fosse una professione vera e propria, nel 1889 Strauss fu tra i fondatori di una sorta di sindacato dei compositori che, nel 1903, diede vita alla “Società per i diritti nelle Rappresentazioni Musicali e nella Riproduzione Meccanica”, l’equivalente tedesca della SIAE italiana.

Viene ricordato anche per i poemi sinfonici “Così parlò Zaratustra” (incluso nella colonna sonora di 2001: Odissea nello spazio di Stanley Kubrick) e la “Sinfonia delle Alpi”. Quest’ultima è una delle opere meno eseguite di Strauss, per il gran numero di musicisti richiesti, e nel 1981 è stata la protagonista del primo CD commerciale (fu eseguita dalla Filarmonica di Berlino).