Almanacco Del 7 Ottobre

0
452

E’ il 281° giorno dell’anno, 41ª settimana. Alla fine del 2020 mancano 85 giorni

A Roma il sole sorge alle 06:15 e tramonta alle 17:40 (ora solare)
A Milano il sole sorge alle 06:30 e tramonta alle 17:50 (ora solare)
Luna: 11.24 (tram.) 20.50 (lev.)

Santi del Giorno

Beata Vergine Maria del Rosario
Santi Sergio e Bacco (Martiri in Siria)
San Geroldo di Colonia (Pellegrino)
Sant’Adalgiso di Novara (Vescovo)
Santa Giustina di Padova (Martire)

Etimologia

 Rosaria, nome prettamente cristiano, deriva dall’aggettivo latino “rosarius”, “di rosa”. Presso i Romani, già nei primi secoli dell’era volgare, era denominata “Rosaria” la festa annuale dell’incoronazione dei sepolcri, per la commemorazione dei morti, con le rose. Con il culto del Santo Rosario della Vergine, il nome si diffuse in tutta Italia, specie nel Sud.

Proverbio del giorno

Da un disordine nasce un ordine

Aforisma del giorno

Chiunque ha degli antenati; il solo problema è andare abbastanza indietro nel tempo per trovarne uno buono. (Howard Kenneth Nixon)

Sei nato oggi?

 I nati il 7 ottobre hanno una vena di ribellione che prima o poi emerge durante la loro vita. Essi credono fermamente in un sistema di convinzioni personali che molto spesso è in conflitto con i consumi della società in cui vivono.

Il loro bisogno di protesta è spesso accompagnato dal desiderio di cambiare le cose in positivo, almeno secondo il loro modo di vedere. E’ per questo motivo che spesso cercano di raggiungere una posizione di comando che dia loro l’autorità necessaria ad effettuare tali riforme.

Oroscopo quotidiano

Oroscopo di Mercoledì 07 Ottobre 2020

Accadde Oggi

Dirottata l’Achille Lauro

lunedì 7 ottobre 1985 (35 anni fa)

Dirottata l’Achille Lauro: La tranquilla crociera nel Mediterraneo degli oltre 700 passeggeri del transatlantico Achille Lauro viene drammaticamente interrotta dal blitz di quattro terroristi.

Il commando, composto di quattro elementi (di cui uno minorenne) imbarcatisi a Genova con passaporti falsi, irrompe alle 13 nella sala pranzo iniziando a sparare in aria e ferendo nella confusione un marinaio. Al momento del dirottamento a bordo della nave ci sono 320 membri dell’equipaggio, guidati dal comandante Gerardo De Rosa, e 107 passeggeri, dal momento che gli altri 670 sono sbarcati per una visita guidata al Cairo.

L’obiettivo iniziale dei terroristi è di compiere un attentato nello scalo israeliano di Ashdod, ma scoperti dagli ufficiali della nave mentre nascondevano delle armi, decidono per il dirottamento. L’allarme captato da una nave svedese arriva alle autorità italiane nel primo pomeriggio e in serata la notizia viene data in TV, in primis dal Tg1 diretto da un giovanissimo Enrico Mentana.

Si viene a sapere che i quattro sono membri del Fronte per la liberazione della Palestina (frangia estrema dell’OLP presieduto da Yasser Arafat) e chiedono in cambio la liberazione di 50 palestinesi detenuti in Israele. Scartata l’ipotesi di una soluzione di forza per l’estrema rischiosità della situazione – i terroristi sono pochi ma armati per compiere una strage – il Governo italiano, in contrasto con gli USA, apre le trattative trovando un alleato nello stesso Arafat, che prende le distanze dai dirottatori.

Nel frattempo, di fronte al diniego della Siria ad autorizzare l’attracco (d’accordo con l’Italia), il commando individua un passeggero ebreo con passaporto americano, disabile, Leon Klinghoffer, e lo assassina gettandone il cadavere in mare.

La situazione sembra sbloccarsi con l’intervento di Abu Abbas, emissario di Arafat, che convince i 4 a consegnarsi alle autorità egiziane con la promessa di un salvacondotto. L’Italia, che secondo la versione ufficiale ignora l’uccisione del passeggero, dà l’ok all’operazione tra le proteste dell’amministrazione USA guidata da Ronald Reagan, che invece è decisa a mettere le mani sui terroristi e sullo stesso Abbas. Così l’aereo su cui sono imbarcati questi ultimi viene intercettato dai caccia americani e costretto ad atterrare alla base aerea di Sigonella (in Sicilia).

Qui si scatena una vera e propria crisi diplomatica tra gli Stati Uniti e l’Italia, che con il presidente del Consiglio Bettino Craxi dice “no” allo storico alleato che chiede la consegna dei terroristi. Solo quando questi ultimi verranno presi in consegna e arrestati dalle forze dell’ordine italiane, l’Egitto lascerà partire l’Achille Lauro trattenuta fino a sabato 12 ottobre.

Finisce un incubo durato sei giorni che segnerà un passaggio storico importante nei rapporti tra l’Italia e gli Stati Uniti, nell’ambito della delicata questione mediorientale.

Assassinata Anna Politkovskaya

07 ottobre 2006

Viene assassinata a Mosca, da mandanti tuttora non identificati, Anna Politkovskaya, giornalista russa nota in tutto il mondo per i suoi reportage sugli orrori della guerra in Cecenia e le torture praticate dalle forze di sicurezza cecene fedeli al Cremlino.

Nel settembre 2004 era già stata oggetto di un tentativo di avvelenamento mentre era in volo verso Beslan, per seguire il sequestro e il massacro degli ostaggi della scuola n° 1.

La battaglia di Lepanto

07 ottobre 1571

Il nuovo giorno è sorto da poco quando, nelle acque di Lepanto, un porto ionico all’ingresso del golfo di Corinto, ha inizio una delle più grandi battaglie navali che la storia ricordi. A fronteggiarsi sono la flotta dell’impero ottomano e quella delle maggiori potenze cristiane, federate nella Lega Santa voluta da papa Pio V.

Lo scontro rappresenta l’estremo tentativo da parte del mondo cristiano di arginare l’espansione turca. La battaglia vedrà la schiacciante vittoria delle potenze cristiane. Ma il prezzo delle vite umane sarà elevatissimo da entrambe le parti: duecentomila morti tra i turchi e ottantamila fra i cristiani.

Brevetto del codice a barre

martedì 7 ottobre 1952 (68 anni fa)

Brevetto del codice a barre: Furono due ingegneri e inventori statunitensi, al secolo Norman Joseph Woodland e Bernard Silver, a brevettare il codice a barre, l’insieme di simboli grafici che codifica una serie di informazioni leggibili solo da specifici lettori laser.

L’idea maturò quando i due erano ancora studenti all’Università di Drexel, dopo aver raccolto la segnalazione del titolare di un’impresa alimentare sulla necessità di automatizzare e quindi velocizzare le operazioni di cassa. I primi esperimenti presero come riferimento il Codice Morse, declinato in senso verticale delineando barre strette e barre larghe. Successivamente, passarono a un sistema a barre ovali e presentarono il brevetto della loro scoperta.

Per quanto concerne i dispositivi di lettura del codice, si utilizzarono inizialmente i “fotomoltiplicatori”, già destinati alla lettura delle bande audio dei film. La scarsa praticità di questi ultimi rese necessario individuare un’alternativa più efficace, riscontrata più tardi nella tecnologia laser, più economica e facile da utilizzare. Morto Silver nel 1963, Woodland arrivò da solo a perfezionare l’invenzione sviluppando per IBM i codici a barre lineari.

Fu un pacchetto di gomme da masticare il primo prodotto venduto con l’utilizzo di un lettore di codici a barre. Quel prodotto è oggi conservato al Museo Nazionale di Storia Americana di Washington.

Nati in questo giorno

Vladimir Putin

data di nascita: martedì 7 ottobre 1952 (68 anni fa)

Vladimir Putin: Nato a San Pietroburgo, è indicato tra i potenti della Terra e tra i politici più discussi in attività.

Con un passato pesante di agente segreto del KGB, la famigerata polizia segreta dell’Unione Sovietica, è comparso sulla scena politica negli anni Novanta. La sua scalata al potere si è concretizzata nel 1999 con la nomina a Primo ministro della Federazione Russa.

L’anno successivo ha raggiunto il massimo traguardo con l’elezione a Presidente della Federazione Russa, carica ricoperta dal 2000 al 2008 e nella quale è stato riconfermato nel 2012 e nel 2018. Eletto come “persona dell’anno” dal settimanale TIME, è finito spesso nel mirino di numerose organizzazioni no profit, che lo hanno accusato di limitare la libertà d’espressione nel suo paese e di violare i diritti umani in Cecenia.

In occasione della crisi di Crimea ha assunto una posizione ambigua, al punto che il governo russo è stato accusato dall’Unione Europea di violazione delle leggi internazionali e di aver destabilizzato la sovranità ucraina. Oltre a subire sanzioni di carattere economico, la Russia è stata esclusa dal G8.

Dal 2013 al 2016 è apparso al primo posto della “Lista delle persone più potenti del mondo”, stilata dalla rivista Forbes.

Domenico Rotella

data di nascita: lunedì 7 ottobre 1918 (102 anni fa)
data morte: domenica 8 gennaio 2006 (14 anni fa)

Domenico Rotella: Nato a Catanzaro e morto nel 2006 a Milano, è ricordato come il maestro della pop art italiana. Per la sua notevole opera di pittore è stato insignito della “medaglia d’oro” per le Arti Visive dal Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi.

Cresciuto all’Accademia di belle arti di Napoli, ha viaggiato molto, in particolare negli Stati Uniti e a Parigi, venendo in contatto con le principali correnti pittoriche avanguardiste. Le sue opere più note sono i decollages, disegni impostati su manifesti pubblicitari (celebri quelli della Coca Cola) strappati in diversi punti.

Niels Bohr

data di nascita: mercoledì 7 ottobre 1885 (135 anni fa)
data morte: domenica 18 novembre 1962 (57 anni fa)

Niels Bohr: Scienziato tra i più insigni della Danimarca, con i suoi studi sulla struttura dell’atomo e sulla meccanica quantistica si meritò il Nobel per la Fisica nel 1922.

Nato a Copenaghen e qui scomparso nel novembre del 1962, Niels Henrik David Bohr per un periodo indossò pantaloncini e scarpette, giocando come portiere dilettante nell’Akademisk Boldklub, insieme al fratello (quest’ultimo convocato anche in Nazionale). I problemi matematici lo rapirono dal rettangolo verde, proiettandolo nelle più prestigiose istituzioni scientifiche del suo Paese.

Amico di Albert Einstein, arrivò al Nobel grazie al “modello atomico” pubblicato sulla base delle teorie del chimico neozelandese Rutherford (Nobel per la Chimica nel 1908), in cui dimostrava che gli elettroni si muovono secondo orbite ben definite.

Eletto presidente dell’Accademia reale danese delle scienze nel 1939, a lui è intitolato il Bohrio, elemento chimico indicato con la sigla “Bh”.

Nati… sportivi

Giorgio Di Centa

data di nascita: sabato 7 ottobre 1972 (48 anni fa)

Giorgio Di Centa: Nato a Tolmezzo (in provincia di Udine) è un ex fondista italiano, campione olimpico a Torino 2006, ritiratosi a quasi 45 anni nel giugno 2017 per dedicarsi ad allenare i giovani. È fratello della fondista Manuela e cugino del mezzofondista Venanzio Ortis.

Ha partecipato a quattro edizioni dei Giochi invernali: Nagano 1998, Salt Lake City 2002, Torino 2006 e Vancouver 2010, dov’è stato il portabandiera italiano durante la cerimonia di apertura.

Nel suo medagliere a cinque cerchi ci sono due ori (50 km e staffetta) e un bronzo. Negli otto campionati mondiali, dove ha gareggiato, ha vinto quattro medaglie.

Dida

data di nascita: domenica 7 ottobre 1973 (47 anni fa)

Dida: Nato ad Irará (Brasile), è un ex portiere di calcio, che nonostante l’età è stato in attività come estremo difensore dell’Internacional di Porto Alegre fino a dicembre 2015.

Nelson de Jesus Silva, queste le sue generalità, è stato per anni tra i migliori portieri al mondo: secondo l’IFFHS (Istituto di Storia e Statistica del Calcio) è il sesto miglior portiere della decade 2001-2010.

In Italia per otto stagioni consecutive ha giocato in difesa della porta del Milan, distinguendosi per ottime parate (anche sui calci di rigore) accompagnate da incredibili disattenzioni. Tra campionato e coppe sono state 302 le presenze in rossonero, secondo portiere dopo Sebastiano Rossi. Tra gli otto trofei milanisti del suo palmarès, vanno ricordati lo scudetto 2003/04, le due Champions League (2002/03 e 2006/07) e la Coppa del mondo per club (2007).

Con la Nazionale brasiliana, in 90 presenze (67 le reti subite), ha vinto il titolo mondiale nel 2002, preceduto dal secondo posto di Francia 1998. Con la Selezione olimpica ha conquistato il bronzo ad Atlanta 1996.

Fabio Basile

data di nascita: venerdì 7 ottobre 1994 (26 anni fa)

Fabio Basile: La sua medaglia d’oro a Rio 2016, nel judo categoria 66 kg (con un ippon dopo 84 secondi), è la duecentesima medaglia nella storia della partecipazione italiana ai giochi estivi.

Nato a Rivoli (in provincia di Torino), dal 2013 gareggia per il gruppo sportivo dell’Esercito. Nel 2017 partecipa alla trasmissione “Ballando con le stelle”, classificandosi al secondo posto in coppia con la ballerina ucraina Anastasia Kuzmina.
Passato nel dicembre 2017 alla categoria 73 kg, nel settembre 2018 partecipa al programma Grande Fratello VIP 3.

Eventi Sportivi

Mondiali di scherma

domenica 7 ottobre 2007 (13 anni fa)

Mondiali di scherma: Si è concluso il campionato mondiale di scherma a San Pietroburgo in Russia. Buono ma non ottimo il bottino della delegazione italiana: 1 oro, 4 argenti e 4 bronzi.

In campo maschile argento per la squadra di spada, per Aldo Montano nella sciabola e per Andrea Baldini nel fioretto. Conquistano il bronzo la squadra di sciabola e Diego Confalonieri nella spada.

In campo femminile eccezionale risultato nel fioretto: oro a Valentina Vezzali, argento a Margherita Granbassi e bronzo a Giovanna Trillini, che è terza anche nella sciabola.

Serie A 1973-74

domenica 7 ottobre 1973 (47 anni fa)

Serie A 1973-74: È partito il settantaduesimo campionato di serie A di calcio. Le 16 squadre iscritte sono pronte a giocare le 30 partite a caccia dello scudetto, purtroppo la classifica finale sarà modificata dalla giustizia sportiva per alcuni illeciti (problema che si verificherà più volte nei decenni successivi!).

Le favorite sono Milan e Juventus ma la Lazio, squadra rivelazione del precedente campionato dopo la conquista del terzo posto, conferma la rosa e non riesce a nascondere le sue ambizioni.

Lo scudetto, infatti, sarà vinto proprio dai biancocelesti, allenati da Maestrelli e con in squadra il capocannoniere del torneo Chinaglia (24 reti), la mezzapunta D’Amico e il portiere Felice Pulici

I Doodle di Google

Gli atomi di Bohr

7 ottobre

Gli atomi di Bohr: Dai campi di calcio alle orbite dell’atomo. Si è delineata così l’esistenza del fisico danese Niels Bohr, che da portiere mancato della Nazionale scandinava si è trovato a gettare le fondamenta della meccanica quantistica. Le sue ricerche, fondate sulle conclusioni del chimico neozelandese Ernest Rutherford (noto come il padre della fisica nucleare), lo portarono a definire la struttura degli atomi, così come oggi la conosciamo.

Il modello di Bohr, che valse allo stesso il Nobel per la Fisica nel 1922, ha ispirato a Google il doodle globale pubblicato nel 2012, in occasione del 127° anniversario della nascita dello scienziato.

Codice a Barre

7 ottobre

Codice a Barre: Nel 2007 con un doodle globale, Google ricorda la nascita dei “codici a barre”, che ormai ritroviamo impressi sulla maggior parte dei prodotti. Infatti il brevetto risale al 7 ottobre 1952. Naturalmente nel doodle non ci sono delle barre a caso, ma come ci si poteva aspettare, rappresentano la parola “Google” codificata con il cosiddetto “codice 128”.

Angolo Lettura

“La solitudine dei numeri primi” di Paolo Giordano

domenica 7 ottobre 2012 (8 anni fa)

“La solitudine dei numeri primi” di Paolo Giordano: Questa domenica parliamo di un libro affascinante e profondo: “La solitudine dei numeri primi“. In matematica si dice che un numero è primo se è divisibile solamente per 1 e per se stesso. “Tra i numeri primi ce ne sono alcuni ancora più speciali.

I matematici li chiamano primi gemelli: sono coppie di numeri primi che se ne stanno vicini, anzi quasi vicini, perché fra di loro vi è sempre un numero pari che gli impedisce di toccarsi per davvero. Numeri come l’11 e il 13, come il 17 e il 19, il 41 e il 43″.

Proprio come due numeri primi gemelli (numeri primi solitari, ma vicinissimi fra loro, poiché la loro differenza è 2), Mattia e Alice, due ragazzi particolari, sono vicini ma mai abbastanza. Entrambi i ragazzi hanno vissuto in adolescenza esperienze traumatiche che hanno segnato la loro esistenza e che gli hanno donato una sensibilità maggiore.

Alice è una ragazzina che, costretta dal padre a praticare lo sci, benché a lei non piaccia, si ferisce alla gamba restando zoppa per tutta la vita. Mattia vive la sua infanzia in solitudine perché escluso dal gruppo a causa di sua sorella autistica. Una sera, per partecipare “liberamente” alla festa di compleanno di un amichetto, lascia la sorellina nei pressi del fiume, promettendole di andare a riprenderla, non la troveranno mai più. Con questi due traumi i protagonisti del libro vivono la loro esistenza e diventano amici.

Un’amicizia particolare è quella che lega i due ragazzi che non riescono mai ad unirsi per le loro difficoltà caratteriali ma che si cercheranno per tutta la vita e che la vita stessa riporterà più volte vicini, benché vivano situazioni diverse e vite lontane. Il romanzo ci insegna che esistono legami tra le persone che vano oltre le apparenze, che sono come “alchimie” e che la vita a volte gioca brutti scherzi, ma lascia una strada aperta, bisogna saperla prendere e trovare in se stessi la forza per superare gli ostacoli (caratteriali e materiali) che ci allontanano dalla felicità.

Scomparsi oggi

Edgar Allan Poe

data di nascita: giovedì 19 gennaio 1809 (211 anni fa)
data morte: domenica 7 ottobre 1849 (171 anni fa)

Edgar Allan Poe: Tra i massimi esponenti della letteratura americana, dalla sua inquieta fantasia nacquero il racconto poliziesco, la letteratura horror e il giallo psicologico.

Nato a Boston, nel Massachusetts, e morto a Baltimora nel 1849, studiò giovanissimo in Inghilterra, dove nutrì un viscerale amore per la poesia, che lo portò, a dodici anni, a pubblicare la prima raccolta, di marcata ispirazione byroniana.

Autore di racconti di successo come Lo scarabeo d’oro e Il gatto nero, è considerato uno dei maggiori rappresentanti del racconto gotico. Il particolare interesse per l’individuo e i suoi drammi interiori fanno di lui un precursore del Decadentismo.

07 ottobre 1991

Muore a Roma la scrittrice Natalia Ginzburg. Nata nel 1916 a Palermo, Natalia Levi è figlia di un ebreo antifascista. Nel 1938, sposa Leone Ginzburg, col cui cognome firmerà in seguito tutte le sue opere.

Dopo la morte del marito, torturato e ucciso, Natalia torna a Torino e inizia a lavorare per l’Einaudi. Nel 1950 sposa l’illustre critico e studioso di letteratura inglese, Gabriele Baldini. Fra le sue opere più conosciute, “Valentino”, “Sagittario”, “Lessico famigliare”, con il quale vince il premio Strega, e “La Famiglia Manzoni”.