Almanacco Del 7 Novembre

0
271

E’ il 312° giorno dell’anno, 45ª settimana. Alla fine del 2020 mancano 54 giorni

A Roma il sole sorge alle 06:51 e tramonta alle 16:56 (ora solare)
A Milano il sole sorge alle 07:13 e tramonta alle 17:00 (ora solare)
Luna: 12.53 (tram.) 22.20 (lev.)

Santi del Giorno

Sant’Ernesto di Zwiefalten (Abate)
San Villibrordo (Vescovo)
San Prosdocimo di Padova (Protovescovo)

San Baudino (Baldo, Vescovo di Tours)
San Mamante e compagni (Martiri a Melitene)
Santi Ierone e compagni (Martiri)
San Prosdocimo di Rieti

Etimologia

 Ernesto, nome di origine germanica, il cui significato rimane ancora oscuro, deriva forse da “arni”, “battaglia”, o dal termine “arn”, “aquila”. Diffusosi in epoca medioevale, grazie ai molti sovrani che se ne fregiarono, “earnest” divenne, nell’inglese parlato del XVI secolo, anche un aggettivo: “onesto, affidabile”..

Proverbio del giorno

La colpa morì fanciulla.

Aforisma del giorno

Nel tumultuare delle passioni e delle avverse vicende ci sorregga la cara speranza della sua inesauribile misericordia. Corriamo fidenti al tribunale di penitenza, ove egli con ansia di padre in ogni istante ci attende; e, pur consapevoli della nostra insolvibilità dinanzi a lui, non dubitiamo del perdono solennemente pronunziato sui nostri errori. Poniamo su di essi, come ce l’ha posta il Signore, una pietra sepolcrale. (S. Pio da Pietrelcina)

Sei nato oggi? 

Sei l’anticonformista per eccellenza: i tuoi interessi, i tuoi amici e i tuoi amori sono stravaganti e spesso suscitano la riprovazione dei tuoi familiari. La tua vita sarà interessante e movimentata. Il lavoro non può che essere originale, indipendente e creativo; gli amori molti ed intensi.

Oroscopo quotidiano

Oroscopo di Sabato 07 Novembre 2020

Accadde Oggi

Crisi di Suez: si pronuncia l’assemblea ONU

07 novembre 1956

Crisi di Suez: l’assemblea generale delle Nazioni Unite adotta una risoluzione che chiede a Regno Unito, Francia e Israele il ritiro immediato delle truppe dall’Egitto.

Inizia Striscia la Notizia

lunedì 7 novembre 1988 (32 anni fa)

Inizia Striscia la Notizia: Dagli studi di Antennatre di Legnano va in onda su Italia 1 la prima puntata di Striscia la notizia – Giornale Radio, primo telegiornale satirico della storia della televisione italiana, ideato da Antonio Ricci.

In veste di conduttori due comici molto noti al pubblico e che già hanno dimostrato di essere una coppia vincente nel varietà Drive In. Uno è Gianfranco D’Angelo, che sarà presente solo nella prima edizione; l’altro è Ezio Greggio, destinato a diventare il volto storico della trasmissione in tutte le stagioni successive.

Sono loro a leggere le veline portate da ragazze avvenenti, chiamate a loro volta con lo stesso termine. La prima stagione ne conta quattro: Eliette Mariangelo, Micaela Verdiani, Stefania Dall’Olio e Cristina Prevosti. Incentrato prevalentemente sulla satira politica, il programma viene seguito da una media di 4 milioni di ascoltatori in trenta puntate.

A dicembre dell’anno successivo passa su Canale 5 (dove rimarrà stabilmente), andando in onda alle 20,20 con una durata di dieci minuti. In pochi anni avvengono importanti cambiamenti che danno un’impronta diversa al telegiornale.

Arrivano gli inviati esterni, tra cui il celebre Gabibbo (pupazzone rosso, animato da Gero Caldarelli e al quale Lorenzo Beccati dà voce con chiara inflessione genovese), pronti a denunciare sprechi di danaro pubblico, truffe, disagi vissuti dai cittadini ai quali viene offerta la possibilità di esprimere la propria protesta.

Oltre a mostrare opere pubbliche mai completate o fatiscenti, vengono smascherati i trucchi di gestori telefonici, maghi e guaritori truffaldini, trasmissioni TV pilotate. Nasce così un nuovo modo di fare giornalismo, che unisce informazione e satira e che in poco tempo si guadagna la considerazione dell’opinione pubblica (diventando il programma più seguito in quella fascia oraria) e delle istituzioni, in particolare delle forze dell’ordine, con cui spesso vengono concertati gli originali “blitz” degli inviati.

Accanto alla denuncia, non manca mai la dissacrazione dei personaggi dello spettacolo e della politica, ai quali viene riservato, a partire dal 1996, uno speciale premio: il tapiro d’oro, consegnato dall’inviato Valerio Staffelli all’attapirato di turno, cioè a colui che ha subito le conseguenze di un proprio gesto eclatante o una cocente delusione.

Nel frattempo accanto a Greggio si avvicendano numerosi comici del calibro di Claudio Bisio e Lello Arena, fino al 1994 quando debutta Enzo Iacchetti, che fa con lui coppia fissa. Il carattere rivoluzionario di Striscia si manifesta su più fronti, dal linguaggio (molti tormentoni lanciati dai conduttori o dagli inviati entrano nella parlata comune) all’organizzazione del palinsesto televisivo (la sua collocazione alla fine del Tg 5, lanciato nel 1992, e una maggiore durata cambia la gestione della “prima serata”, facendo slittare di molto film e programmi di quella fascia oraria e costringendo le altre reti, in primis la Rai con Affari tuoi, ad adeguarsi).

Alcuni dati dell’Università Bocconi di Milano danno una chiara idea della portata del fenomeno: dal 1992 al 2010 grazie alle segnalazioni di Striscia, su un totale di 58 miliardi di euro di sprechi di denaro pubblico denunciati, vengono recuperati 7,8 miliardi (la cifra riscattata al momento del completamento e dell’operatività di opere lasciate inizialmente in sospeso).

Inaugurato il MoMA di New York

giovedì 7 novembre 1929 (91 anni fa)

Inaugurato il MoMA di New York: La caparbietà di tre donne dell’alta borghesia americana rese possibile un’opera cruciale per la memoria di un secolo e più di ingegno e creatività: il Museo di Arte Moderna di New York.

L’anima del gruppo era Abby Aldrich Rockefeller, moglie dell’ultimogenito dell’uomo più ricco del mondo (il petroliere John Davison Rockefeller), che coinvolse due sue amiche nell’impresa di dar vita a un nuovo spazio espositivo artistico nella Grande Mela. Trovati i fondi, affittarono un’area di sei stanze al dodicesimo piano del Manhattan’s Heckscher Building.

Inaugurata il 7 novembre del 1929, con l’America in ginocchio per il drammatico crollo della borsa, la nuova struttura rappresentava uno dei primi esempi di musei esclusivamente dedicati all’arte moderna e d’avanguardia. Tuttavia non fu facile per The Ladies (“le signore”, soprannome dato alle tre donne promotrici del progetto) attirare nuovi finanziamenti per acquisire opere e ampliare i locali.

Nei decenni successivi la collezione crebbe notevolmente, fino ad arrivare agli straordinari numeri di oggi: 150.000 opere, 22.000 film e 4 milioni di fermi immagine; ad essi va aggiunto l’immenso patrimonio suddiviso tra la biblioteca e gli archivi del MoMA: più di 300.000 libri e periodici, corredati dalle schede personali di oltre 70.000 artisti.

Il nucleo di maggior prestigio è costituito dalle opere dei maestri della pittura europea: dall’impressionismo di Claude Monet al postimpressionismo di Vincent Van Gogh (con la celebre “Notte stellata”) ed Henri Matisse (con la prima versione de “La danza”), arrivando al cubismo di Picasso (di cui sono esposte numerose opere) e alla Pop Art di Andy Warhol.

Per il 2019 è previsto il completamento dei lavori di ampliamento che metteranno a disposizione altri 18mila metri quadrati di area espositiva.

Nati in questo giorno

Marie Curie

data di nascita: giovedì 7 novembre 1867 (153 anni fa)
data morte: mercoledì 4 luglio 1934 (86 anni fa)

Marie Curie: Il suo contributo alla ricerca è inestimabile e i due Nobel (unica donna ad averlo vinto due volte e in due diversi campi), ricevuti nel 1903 e nel 1911, rispettivamente per la Fisica e per la Chimica, rappresentano il degno riconoscimento a un’intera vita spesa per la scienza.

Nata in Polonia, a Varsavia, dal momento che nella sua terra le donne non potevano frequentare gli studi, si trasferì a Parigi e lì condusse le proprie ricerche che la portarono ad analizzare le sostanze radioattive, fino alla sensazionale scoperta del radio e del polonio.

Fu la prima donna ad insegnare alla Sorbona (ottenne la cattedra in Fisica generale). Durante la Prima guerra mondiale si occupò, come radiologa, dei soldati feriti. Pagò a caro prezzo i lunghi studi sulle radiazioni, contraendo una grave forma di anemia aplastica che la condusse a morte nel luglio del 1934, a Passy (in Francia).

Albert Camus

data di nascita: venerdì 7 novembre 1913 (107 anni fa)
data morte: lunedì 4 gennaio 1960 (60 anni fa)

Albert Camus: Figura preminente della letteratura francese, insieme con Sartre è annoverato tra i padri dell’esistenzialismo ateo.

Nato a Mondovi (oggi Dréan), sulla costa orientale dell’Algeria, e morto nel 1960 in un incidente stradale a Villeblevin (nord della Francia), è stato l’ultimo di dieci premi Nobel francesi, che hanno dominato la scena nella prima metà del secolo.

L’uomo, con i suoi turbamenti di fronte all’esistenza e al destino assurdo e inevitabile, rappresenta il filo rosso che tiene assieme gli scritti di Camus, suddivisi tra opere teatrali, saggi e romanzi. Tra questi ultimi sono noti Lo straniero (1942) e La peste (1947), venduto in oltre 160mila copie nei primi due anni e premiato con il Prix de la Critique.

Nati… sportivi

Luigi Riva

data di nascita: martedì 7 novembre 1944 (76 anni fa)

Luigi Riva: Nato a Leggiuno (in provincia di Varese), è un famoso attaccante del Cagliari degli anni Sessanta e Settanta, vincitore di uno scudetto nel 1970. Nel 2005 il Cagliari, in onore di Gigi Riva, ritira per sempre la maglia numero 11.

In serie A Rombo di Tuono segna 156 reti in 289 partite ed è, alla fine di ottobre 2020, ventesimo nella classifica dei marcatori di tutti i tempi. In carriera vince tre volte la classifica cannonieri.

Con la Nazionale, dove gioca dal 1965 al 1974, è campione europeo nel 1968 e vice-campione del mondo nel 1970. Detiene ancora il record di marcature con la maglia azzurra: 35 in 42 incontri.

Nicola Rodigari

data di nascita: sabato 7 novembre 1981 (39 anni fa)

Nicola Rodigari: Nato a Tirano (in provincia di Sondrio), è un ex pattinatore di short track italiano. Ha vinto l’argento nella staffetta alle Olimpiadi invernali del 2002, sei medaglie di bronzo tra Mondiali individuali e a squadre e venti titoli europei (con dieci argenti e otto bronzi). È diventato allenatore della Nazionale juniores di short track.

Lo short track è un pattinaggio su ghiaccio incentrato sulla velocità. Nelle gare gli atleti (solitamente da 4 a 6) pattinano contemporaneamente su una breve pista al coperto (111,12 m) e senza corsie a differenza del pattinaggio sul ghiaccio. Questa disciplina è nel programma dei Giochi Olimpici invernali dal 1992.

Eventi Sportivi

Podio azzurro nel fioretto femminile

domenica 7 novembre 2010 (10 anni fa)

Podio azzurro nel fioretto femminile: La gara di fioretto individuale femminile, valevole per i Mondiali di scherma 2010, si è tinta di azzurro!

Le atlete italiane conquistano, infatti, i primi tre posti: oro a Elisa Di Francisca, argento per Arianna Errigo e bronzo a Valentina Vezzali, ex aequo con la sudcoreana Nam Hyun-Hee (argento a Pechino 2008).

Dopo tre giorni, le tre azzurre, insieme con Ilaria Salvatori, vincono anche la gara a squadre.

Conclusi i mondiali di canottaggio

domenica 7 novembre 2010 (10 anni fa)

Conclusi i mondiali di canottaggio: In Nuova Zelanda si sono conclusi i campionati mondiali di canottaggio. Sul Lago Karapiro, nei pressi di Cambridge, gli azzurri hanno vinto 1 oro, 3 argenti e 2 bronzi. Il primo posto è di Marcello Miani nell’LM1x, ovvero nel singolo pesi leggeri (fino a 72,5 kg).

I Doodle di Google

Marie Curie

7 novembre

Marie CurieMarie Curie è la protagonista del doodle globale pubblicato il 7 novembre 2011, in occasione del 144° anniversario della sua nascita. Una donna che ha dato un contributo prezioso alla ricerca scientifica e reso uno straordinario servizio all’umanità, che a lei deve la teoria della radioattività.

Nel doodle la chimica e fisica polacca (naturalizzata russa e poi francese) viene ritratta all’opera tra alambicchi e strumenti di misurazione, fedeli compagni di un’intera vita spesa per la scienza. I suoi esperimenti sui fenomeni radioattivi, che porteranno alla scoperta del polonio e del radio, le sono valsi due Premi Nobel, rispettivamente per la Fisica (nel 1903, condiviso con il marito Pierre Curie e Antoine Henri Becquerel) e per la Chimica (nel 1911).

Unica donna ad aver vinto il massimo riconoscimento in due aree distinte, è la prima ad aver insegnato alla prestigiosa università parigina della Sorbona, dove l’è stata assegnata la cattedra di Fisica Generale.

Scomparsi oggi

Muore il papa della primavera di Praga Alexander Dubcek

07 novembre 1992

Muore Alexander Dubcek, politico cecoslovacco. Convinto della necessità di abbandonare il modello sovietico, Dubcek riunisce intorno a sé un folto gruppo di politici e intellettuali riformatori, diventando il maggiore interprete di una feconda stagione politica: la “primavera di Praga”.

Leonard Cohen

data di nascita: venerdì 21 settembre 1934 (86 anni fa)
data morte: lunedì 7 novembre 2016 (4 anni fa)

Leonard Cohen: Con l’inconfondibile voce nasale e l’anima folk delle sue composizioni si è ritagliato uno spazio tra i mostri sacri della storia della musica. Per l’illustre collega Lou Reed è il “cantautore più grande e influente”.

Canadese di Montréal, Leonard Norman Cohen trascorre la sua esistenza di musicista e poeta in giro per il mondo, alla ricerca di nuovi contesti in cui indagare l’universo femminile e il rapporto tra sacro e profano, così centrali nella sua produzione musicale e letteraria. Lo dimostrano brani immortali come Hallelujah, “Suzanne” e “So Long Marianne”, che tra gli anni Sessanta e Settanta ne decretano il successo artistico.

Tradotto in italiano da De André, De Gregori e Daiano, dal 2008 è inserito nella Rock and Roll Hall of Fame americana. Una tragica caduta nella sua abitazione di Los Angeles ne causa la morte, il 7 novembre 2016, appena un mese dopo l’uscita del suo 14° album You Want It Darker.

Commenti