Almanacco Del 6 Settembre 2021

0
378

Oggi lunedì 6 settembre 2021 (07:07)

E’ il 249° giorno dell’anno, 37ª settimana. Alla fine del 2021 mancano 116 giorni.

A Roma il sole sorge alle 05:42 e tramonta alle 18:34 (ora solare)
A Milano il sole sorge alle 05:52 e tramonta alle 18:50 (ora solare)
Luna: 9.31 (tram.) 20.48 (lev.)
Apogeo lunare alle ore 8 – distanza: km. 405.615.

Santi del Giorno

San Zaccaria (Profeta)
Sant’Umberto di Maroilles (Abate)

San Frontiniano (Diacono e Martire)
Sant’Eva (Martire venerata a Dreux)
Sant’Onesiforo (Discepolo di san Paolo, Martire)
Santa Consolata di Reggio Emilia (Martire)

Etimologia

Eva, Il nome ebraico, derivante dal verbo “vivere”, sembra alla base del nome biblico per eccellenza, significante “madre di tutti i viventi”. Tuttavia la radice originaria del nome, antichissima e assolutamente sconosciuta, nasconde ancora il suo primo significato.

Proverbio del giorno

Meglio tardi che mai

Aforisma del giorno

Conquistati la fiducia del prossimo nella sua povertà per godere con lui nella sua prosperità. Nel tempo della tribolazione restagli vicino, per aver parte alla sua eredità. (Siracide)

Sei nato oggi?

 I nati il 6 settembre sono estremamente vulnerabili agli effetti nascosti del caso. La loro vita, più di ogni altra, sembra essere guidata dalle mani del destino, nel bene e nel male: magari può procedere a lungo in modo piano e prevedibile, quando a un tratto apparentemente senza ragione… arriva l’imprevisto! Se tentano di dare una direzione e, in un certo senso, di delimitare il corso della loro vita, spesso le cose sembrano volgersi contro di loro. Essi possono preparare dei piani molto dettagliati per ogni evenienza, per poi scoprire che gli avvenimenti non si svolgono affatto come se li erano aspettati. Esperienze simili possono essere molto penose e rischiano di provocare profonde frustrazioni agli animi meno forti dei nati in questo giorno.

Oroscopo quotidiano

Oroscopo di Lunedì 06 Settembre 2021

Accadde Oggi

Pippi Calzelunghe appare in TV

domenica 6 settembre 1970 (51 anni fa)

Pippi Calzelunghe appare in TV: Capelli rossi, occhi azzurri e un viso lentigginoso che conquista con la sua irresistibile simpatia. È Pippi Calzelunghe che fa il suo esordio italiano in TV, in una serie televisiva ispirata all’omonimo romanzo per bambini dell’autrice svedese Astrid Lindgren.

Orfana di madre e con il padre marinaio impegnato nei mari del sud, Pippi vive nella grande e pittoresca “Villa Villacolle”, insieme a due inseparabili amici: Zietto, un cavallo a pallini neri, e il Signor Nilsson, una scimmietta.

Non andando a scuola, Pippi vive continue avventure in cui riesce ad averla vinta su energumeni e malintenzionati grazie alla sua forza erculea (con un braccio solo riesce a sollevare il cavallo!).

La prima serie trasmessa in Italia dalla Rai conquista subito grandi e piccini e consacra il personaggio interpretato dall’attrice svedese Inger Nilsson. Seguiranno alcuni film e una serie animata (1998), ma la prima serie resterà un cult del genere.

Muore Luciano Pavarotti

06 Settembre 2007

Muore all’età di 72 anni il tenore Luciano Pavarotti. Nato a Modena il 12 ottobre 1935, la sua vita è interamente dedicata alla lirica. Debutta il 29 aprile 1961, nel ruolo di Rodolfo nella Boheme, all’Opera di Reggio Emilia. Ma il successo arriva il 17 febbraio 1972, al Metropolitan di New York, dove nella “Fille du Regiment” di Donizetti esegue nove Do di petto perfetti.

Suo il record di 17 chiamate ed ovazioni al sipario. Negli anni Novanta Pavarotti cura molto i concerti all’aperto. Fra i più famosi, quelli dei “Tre tenori” con Placido Domingo e José Carreras. Intensa è anche l’attività di organizzatore del “Pavarotti and friends”, evento col quale riunisce nella sua città natale, a scopo di beneficenza, le star del pop internazionale.

Leningrado torna ad essere San Pietroburgo

06 Settembre 1991

Un referendum popolare restituisce alla città di Leningrado il suo nome originale di San Pietroburgo. Il nome, che era stato dato alla città all’inizio del ‘700 dal suo fondatore, lo zar Pietro il Grande, era stato già cambiato una prima volta allo scoppio della Prima Guerra Mondiale, quando Nicola II l’aveva trasformato in Pietrogrado, per eliminare la traccia germanica della denominazione San Pietroburgo. Alla morte di Lenin, nel 1924, la città diventa Leningrado. Questo toponimo sopravvive ancora oggi come nome del distretto amministrativo della città e viene ripristinato, una volta l’anno, nel giorno della vittoria che mise fine al lunghissimo assedio della città durante la Seconda Guerra Mondiale.

Blitz della polizia tedesca contro Settembre nero

06 Settembre 1972

Nove atleti israeliani, rapiti il giorno precedente nel villaggio olimpico di Monaco da un commando che faceva capo a “Settembre nero”, vengono uccisi in aeroporto nel corso di un blitz della polizia. Gli eventi precipitano nello scalo militare dove gli uomini del commando erano stati condotti, insieme agli ostaggi, al termine di una trattativa.

L’accordo prevedeva la loro partenza per il Cairo e la liberazione degli ostaggi, dietro la riconsegna da parte di Israele di circa 200 prigionieri palestinesi. Ma all’aeroporto i tiratori scelti della polizia tedesca presero a sparare contro i terroristi e questi, ai primi spari, fecero esplodere i due elicotteri dove si trovavano gli atleti israeliani, uccidendoli tutti.

Nasce il marchese di Lafayette

06 Settembre 1757

Nasce Marie-Joseph-Paul-Yves-Roch-Gilbert Motier, marchese di Lafayette. Colpito dalla dichiarazione di indipendenza americana del 1776, si adopera per indurre il governo francese a inviare una spedizione in soccorso dei coloni ribelli. Non riuscendo nell’intento, s’imbarca per l’America, partecipando valorosamente alla guerra d’indipendenza americana.

A fianco di George Washington, partecipa alla battaglia di Yorktown. Tornato in Francia, è protagonista della prima fase della rivoluzione francese. Deputato della nobiltà agli Stati Generali francesi nel 1789, cerca un accordo con il Terzo Stato. Scoppiata la rivoluzione, è al comando della Guardia Nazionale, sostenendo l’instaurazione di una monarchia costituzionale. Muore a Parigi nel 1834.

Nati in questo giorno

Andrea Camilleri

data di nascita: domenica 6 settembre 1925 (96 anni fa)
data morte: mercoledì 17 luglio 2019 (2 anni fa)

Andrea Camilleri: Nato a Porto Empedocle, in provincia di Agrigento, è stato un popolare scrittore, attivo anche come regista.

Iscritto alla facoltà di Lettere, non consegue la laurea ma inizia comunque a scrivere racconti e poesie e a studiare regia. Si iscrive al Partito Comunista Italiano e per questo motivo non viene assunto in RAI, pur avendo superato con successo un concorso per funzionari nel 1954.

Nel 1958 porta in Italia il teatro dell’assurdo di Samuel Beckett e prosegue la sua attività sul palcoscenico, con uno sguardo rivolto a Pirandello. Nel 1978 esordisce come scrittore, attività che non lascerà mai.

Dopo gli esordi in sordina, diventa famoso oltre i confini nazionali, soprattutto come autore di romanzi polizieschi, grazie al riuscito personaggio del Commissario Montalbano (portato con successo anche in TV).

Vincitore tra gli altri dei premi “Bancarella” e “Flaiano” (quest’ultimo per la narrativa), Camilleri è annoverato tra gli scrittori italiani più ricercati, con oltre dieci milioni di copie vendute. Nel 2014 gli viene consegnato a Barcellona il IX Premio Pepe Calvalho, riconoscendo in lui «uno dei più autentici rappresentanti del noir mediterraneo».

Il 17 luglio 2019 muore a Roma, dopo un mese di ricovero in ospedale per un arresto cardiocircolatorio.

Roger Waters

data di nascita: lunedì 6 settembre 1943 (78 anni fa)

Roger Waters: Nato a Great Bookham, in Inghilterra, dal 1965 al 1985 è stato con David Gilmour anima e voce dei Pink Floyd, la band che ha scritto un capitolo fondamentale della storia del rock. In seguito si è dedicato alla carriera di solista come bassista e compositore.

Per la storica band, che ha venduto 250 milioni di dischi in tutto il mondo, ha scritto gran parte degli album, proiettando nei testi gli aspetti più tormentati della sua vita. L’esempio più emblematico di ciò è l’album “The Wall” (1979), e in particolare la celebre Another Brick in the Wall, dove ricorda la perdita del padre in guerra e il “muro” del suo isolamento esistenziale.

Dal 1985 ha lavorato come solista, affrontando nelle sue canzoni la denuncia sociale e la lotta alla criminalità. Non a caso è stimato tra i più grandi parolieri di sempre, assieme a Bob Dylan e Neil Young.

Nel 2010 è tornato a infiammare gli stadi di mezzo mondo con il The Wall Live Tour, che a luglio del 2013 lo ha portato due volte in Italia, a Padova e a Roma. Nel 2014 il Comune di Anzio gli ha concesso la cittadinanza onoraria, nell’ambito delle commemorazioni per i 70 anni dei caduti dello storico sbarco.

S’intitola Is This the Life We Really Want? il suo sesto album da solista, pubblicato a giugno del 2017.

Nati… sportivi

Nikola Grbić

data di nascita: giovedì 6 settembre 1973 (48 anni fa)

Nikola Grbić: Nato a Zrenjanin (nella Serbia settentrionale), è stato un palleggiatore di grande livello, ritiratosi al termine della stagione 2013/14, quando ha vinto lo scudetto russo. In Italia dal 1994 ha giocato, tra le altre, per Montichiari, Cuneo, Treviso, Milano, Piacenza e Trento.

Ha vinto anche due scudetti, una Coppa dei Campioni e una Champions League. Con la Nazionale ha vinto 2 ori (Sidney 2000 e gli Europei del 2001), 4 argenti e 8 bronzi. Nel maggio 2014 è diventato l’allenatore del Perugia e, nel febbraio successivo, anche della Nazionale serba. Dal dicembre 2016 è il coach del Verona fino al maggio 2019 quando diventa il coach dei campioni di Polonia dello ZAKSA. In seguito alla mancata qualificazione olimpica, nell’agosto 2019 finisce il rapporto con la Nazionale serba. Dal 2021 è sulla panchina di Perugia.

Eventi Sportivi

Serie A 1992-93

domenica 6 settembre 1992 (29 anni fa)

Serie A 1992-93: Il novantunesimo campionato di serie A inizia con ben 73 stranieri tesserati anche se rimane il limite di tre da schierare tra campo e panchina. Inoltre da questo campionato per i portieri non è più possibile prendere il pallone con le mani dopo un retropassaggio volontario di un compagno di squadra.

Il Milan compra il Pallone d’oro Papin e il torinista Lentini (acquisto che negli anni successivi creerà problemi giudiziari). La Juventus si rinforza con Vialli, Dino Baggio e Ravanelli. Alla corte dell’Inter, invece, arrivano Shalimov, Schillaci e De Agostini.

Il campionato sarà vinto dal Milan, seguito da Inter, Parma e Juventus. Miglior realizzatore sarà il laziale Giuseppe Signori con 26 reti. Nel Pescara, Massimiliano Allegri (futuro allenatore di Cagliari, Milan e Juventus) sarà il giocatore con più presenze (31) e il capocannoniere (12 reti).

Mondiali di Atletica a Roma

domenica 6 settembre 1987 (34 anni fa)

Mondiali di Atletica a Roma: Si concludono i secondi Mondiali di Atletica leggera organizzati allo stadio Olimpico di Roma. Il medagliere dell’Italia contiene due ori, due argenti e un bronzo.

Gli azzurri campioni del mondo sono Francesco Panetta nei 3.000 siepi, con il tempo di 8’08″57 (a fine agosto 2019 ancora record italiano!) e Maurizio Damilano nei 20 km di marcia.

XXV Europei di volley

giovedì 6 settembre 2007 (14 anni fa)

XXV Europei di volley: In Russia iniziano i XXV campionati europei di pallavolo maschile. Il titolo continentale sarà vinto, per la prima volta, dalla Spagna, seconda la Russia, terza la Serbia.

L’Italia, per un peggiore quoziente set, non centrerà nemmeno le semifinali, classificandosi sesta e chiudendo così un ciclo durato 16 anni. L’Italvolley, grazie soprattutto alla generazione dei fenomeni, dal 1989 al 2005 era sempre salita sul podio degli europei, conquistando 6 ori, 2 argenti e 1 bronzo.

I Doodle di Google

Shinichi Hoshi e la sua fantascienza

6 settembre

Shinichi Hoshi e la sua fantascienza: Con un doodle locale, Google ricorda la nascita dello scrittore giapponese Shinichi Hoshi nato il 6 settembre 1926 e morto il 30 dicembre 1997. L’autore è soprattutto noto per i suoi racconti brevi di fantascienza, spesso non più lunghi di tre o quattro pagine, di cui ne ha scritti più di mille!

L’uccello raffigurato nel doodle, è stato disegnato dallo stesso Shinichi Hoshi nel 1965, insieme ad un autografo che dette in un bar di Tokyo. Anche se la somiglianza non c’è, nelle intenzioni dell’autore rappresentava in particolare una gru, un uccello simbolo di longevità in Giappone. Nel tempo il disegno è diventato un vero e proprio “marchio di fabbrica” di Hoshi.

Scomparsi oggi

Akira Kurosawa

data di nascita: mercoledì 23 marzo 1910 (111 anni fa)
data morte: domenica 6 settembre 1998 (23 anni fa)

Akira Kurosawa: È tra i cineasti che hanno fatto scuola nella settima arte, portando la storia e le tradizioni del Giappone all’attenzione del pubblico di tutto il mondo.

Nato ad Ōta, uno dei quartieri speciali di Tokyo, e morto a Setagaya nel settembre del 1998, mostrò sin da giovane profondo interesse per il teatro di William Shakespeare. Cominciò come commentatore di film musicali, passando poi ad assistente regista, fino a curare in prima persona la scrittura e la direzione del film.

La sua produzione, calata nel contesto storico del periodo feudale dell’impero giapponese (circa XIII secolo – XVII secolo), si divide grossomodo in due filoni: quello shakespeariano legato alle pellicole “Ran” (1985) e “Il trono di sangue”, ispirate nella trama rispettivamente alle tragedie Re Lear e Macbeth; quello dei Samurai (da cui la sua famiglia discendeva), esaltato dal capolavoro “I sette samurai”, da alcuni ritenuto il migliore film giapponese, nonché il primo prototipo del film d’azione.

Vinse l’Oscar tre volte, due come “miglior film straniero” (con “Rashōmon” nel 1952 e “Kagemusha” nel 1976) e uno alla carriera nel 1990, oltre a una Palma d’oro al Festival di Cannes nel 1980 e al Leone d’oro alla carriera alla mostra del cinema di Venezia nel 1982.

Luciano Pavarotti

data di nascita: sabato 12 ottobre 1935 (85 anni fa)
data morte: giovedì 6 settembre 2007 (14 anni fa)

Luciano Pavarotti: Per il pubblico internazionale resterà per sempre Big Luciano. Nato a Modena e morto nella stessa città nel 2007, è ritenuto dalla maggior parte della critica il più grande tenore di tutti i tempi, sia per le capacità vocali, sia per la portata del successo riscosso in oltre quarant’anni di carriera.

Al debutto del 29 aprile 1961, al Teatro Municipale “Romolo Valli” di Reggio Emilia (nella La Bohème di Giacomo Puccini), seguì un cammino costellato di successi in tutti i teatri del mondo, dall’Hyde Park di Londra al Central Park di New York nel 1993 (davanti a oltre mezzo milione di persone e a milioni di telespettatori collegati da ogni parte).

Molto legato alla sua Modena, creò qui un evento di respiro internazionale a scopo benefico, il “Pavarotti & Friends”, che lo vide duettare con le grandi star del pop e del rock internazionale, da Bono Vox ai Deep Purple. Il suo cavallo di battaglia, con cui viene comunemente associato, è la celebre romanza della Turandot di Puccini, Nessun dorma.