Almanacco Del 4 Aprile 2021

0
724

Oggi domenica 4 aprile 2021 (06:09)

E’ il 94° giorno dell’anno, 15ª settimana. Alla fine del 2021 mancano 271 giorni.

Santi del Giorno

Sant’Isidoro di Siviglia (Vescovo e Dottore della Chiesa)
San Platone (Abate in Bitinia)
Santi Agatopodo e Teodulo (Martiri)

Etimologia

 Isidoro, deriva dal greco “Isidoros”, significante “dono di Iside”, antica divinità egizia. Nonostante la forte impronta pagana, il nome ebbe larga risonanza tra le prime comunità cristiane, come attestano i numerosi santi e sante omonime ricordati nel Martirologio. Oggi è scarsamente diffuso.

Proverbio del giorno

Chi fila grosso, si vuol maritar tosto; chi fila sottile, si vuol maritar d’aprile.

Aforisma del giorno

Tutti gli uomini d’azione sono sognatori. (James G. Huneker)

Sei nato oggi? 

Sei nato davvero sotto una buona stella: la fortuna ti assiste sempre e ti permette di ottenere ciò che desideri. Nel lavoro ti si presentano spesso ottime occasioni e sei aiutato da persone importanti. Cerca però di impegnarti in modo serio e costruttivo. In amore riveli un fascino particolare che fa di te una persona molto corteggiata e che ti permette di scegliere, fra molti fiori, quale cogliere.

Oroscopo quotidiano

Oroscopo di Domenica 04 Aprile 2021

Oggi è

Pasqua

4 aprile

Pasqua: La Pasqua è la principale festa del cristianesimo e ricorda la Resurrezione di Cristo. È festeggiata la domenica successiva al primo plenilunio dopo l’equinozio di primavera.

La Resurrezione di Cristo combacia, metaforicamente, con il risveglio della natura, degli alberi che rifioriscono e le temperature che diventano miti! Secondo un’antica tradizione pagana, la Pasqua coincideva con l’arrivo della primavera, che veniva festeggiata con l’offerta delle primizie di campo e sacrifici di agnelli.

Tra usanze festaiole, tradizioni culinarie e riti religiosi, la Pasqua è un momento per stare insieme, pregare (per chi crede) e festeggiare in famiglia e con gli amici, ma la pandemia da COVID-19 costringe tutti a una Pasqua 2021 completamente diversa.

Accadde Oggi

Fondata la Microsoft

venerdì 4 aprile 1975 (46 anni fa)

Fondata la Microsoft«Nel futuro vedo un computer su ogni scrivania e uno in ogni casa». Così il giovane Bill Gates s’immaginava il domani nel momento in cui dava vita alla sua “gallina dalle uova d’oro”, con la quale ingaggiò una sfida a distanza a colpi di tecnologia con il grande rivale Steve Jobs.

Legati da lunga amicizia fin dagli anni del college, Gates e Paul Allen erano sempre più convinti delle infinite possibilità di business che offriva il mercato dei personal computer, e l’uscita nel 1974 del primo kit per Microcomputer Altair 8800 diede loro la spinta decisiva. I due si trasferirono ad Albuquerque (Nuovo Messico) e qui diedero vita alla società Microsoft Company, per produrre software.

Come prodotto di lancio, venne proposto alla Micro Instrumentation and Telemetry Systems (MITS) un linguaggio di programmazione per l’Altair 8800, adattando il BASIC ideato da John George Kemeny e Thomas Eugene Kurtz. In otto settimane i due informatici misero a punto la nuova versione: nacque l’Altair Basic, il primo linguaggio di programmazione scritto per un personal computer.

Il software, ceduto in licenza alla MITS, venne in seguito implementato per renderlo compatibile con altri sistemi e venderlo ad altri distributori. La cosa andò in porto solo dopo aver vinto una battaglia legale contro la MITS, che si era opposta alla vendita. Il via libera al Microsoft Basic fece impennare le entrate dell’azienda, passando da un fatturato di 16.005 dollari del 1979, ai 2.390.145 dollari del 1980.

Nello stesso anno Gates gettò le basi per un successo epocale. Per 50mila dollari acquistò il sistema operativo Q-Dos, da cui tirò fuori un nuovo software destinato a dominare la scena per oltre dieci anni: l’MS-DOS (acronimo di “MicroSoft – Disk Operating System”) conquistò da subito la IBM che lo scelse per il suo PC e da qui divenne il più diffuso in tutto il mondo.

Dopo aver spostato la sede centrale a Redmond (Washington), con gli anni Novanta Microsoft lanciò l’interfaccia per MD-DOS, cui lavorava da tempo: Windows 3.0 fu la prima versione di Windows di successo, che portò la compagnia di Gates a competere con i PC Apple Macintosh e Commodore Amiga. L’uscita di Windows 98 segnò l’inizio di una conquista senza precedenti del mercato dei personal computer, che suscitò critiche e accuse di abuso di posizione dominante nei confronti di Microsoft.

Il XXI secolo, in particolare verso la fine del primo decennio, vide l’ascesa di Apple con dispositivi multimediali, come gli iPhone, che operarono una rivoluzione tecnologica, costringendo la società di Gates (che dal 2008 conservò soltanto la carica di presidente onorario) a rincorrere continuamente. Nel 2012, con la sola vendita degli iPhone, il fatturato dell’azienda guidata da Jobs ha superato quello della Microsoft, che ha i suoi punti di forza in Windows e nella console per videogiochi XBox.

Il 2013 ha segnato l’ingresso di Microsoft nel settore della telefonia cellulare, grazie all’accordo stipulato con la Nokia, in base al quale sono stati acquisiti (per una cifra intorno a 7 miliardi di dollari) i marchi Lumia, Asha e PureView.

La Risiera di San Sabba

04 aprile 1944

Entra in funzione il forno crematorio

Alla Risiera di San Sabba, nell’unico campo di sterminio nazista in Italia, entra in funzione il forno crematorio. La nuova struttura viene inaugurata con la cremazione di settanta cadaveri di ostaggi fucilati il giorno prima nel poligono di tiro di Opicina. Nella notte fra il 29 ed il 30 aprile 1945 il forno crematorio e la ciminiera verranno fatti saltare con la dinamite dai nazisti in fuga per eliminare le prove dei loro crimini, secondo una prassi seguita in altri campi al momento del loro abbandono.

Nasce la NATO

04 aprile 1949

Washington. Viene firmato il trattato istitutivo della NATO, o Alleanza Atlantica, un’organizzazione intergovernativa nata come strumento di difesa collettiva, cui aderiscono Stati Uniti, Canada e dieci paesi europei, fra cui l’Italia. L’articolo 5 del trattato stabilisce che “Le parti convengono che un attacco armato contro una o più di esse in Europa o nell’America settentrionale sarà considerato come un attacco diretto contro tutte le parti”. Ai dodici stati fondatori, se ne aggiungeranno in seguito altri 14, provenienti per lo più dal disciolto Patto di Varsavia, l’alleanza militare istituita tra i paesi del blocco sovietico nel 1955, proprio per contrapporsi alla NATO.

Ucciso Martin Luther King

04 aprile 1968

Martin Luther King viene assassinato a colpi d’arma da fuoco mentre è su un balcone del Lorraine Motel di Memphis.

“Martin Luther King è stato ucciso. Un fanatico, che la polizia sta cercando ora, gli ha sparato da una finestra.”

Nati in questo giorno

Francesco De Gregori

data di nascita: mercoledì 4 aprile 1951 (70 anni fa)

Francesco De Gregori: Nel novero dei cantautori più valenti del panorama musicale italiano, in oltre quarant’anni di carriera ha cantato un pezzo d’«Italia che lavora… che si dispera… che si innamora».

Romano doc, trascorre l’infanzia a Pescara ed a 15 anni prende in mano la chitarra, ispirandosi soprattutto al grande Fabrizio De André, di cui più tardi dirà: «Se non avessi conosciuto le canzoni di Fabrizio, non avrei mai cominciato a scrivere le mie». Il fratello Luigi, anche lui musicista, lo spinge ad esibirsi al locale capitolino “Folkstudio”, dove incontra numerosi artisti come lui alle prime, tra cui Venditti e Giorgio Lo Cascio.

Dopo aver inciso con lo stesso Venditti l’album “Theorius Campus” del 1972, l’anno seguente sforna la prima opera da solista, “Alice non lo sa”, e ottiene una certa visibilità. Con il terzo LP fa centro: nel 1975 esce Rimmel, uno dei dischi più venduti del decennio, trascinato dall’omonimo singolo e da Pablo (scritta con Dalla), Buonanotte fiorellino e Pezzi di vetro...

Tra la fine degli anni Settanta e gli anni Ottanta vive una stagione d’oro con brani immortali, quali “Generale”, La donna cannone, “Raggio di sole”, “La leva calcistica della classe ’68” e “Viva l’Italia”. Gli anni Novanta e Duemila lo vedono confermarsi come artista di primo piano e proseguire l’intensa collaborazione con Lucio Dalla, con il quale rinverdisce i fasti del loro primo live, “Banana Republic” (1979), pubblicando nel 2010 l’album dal vivo “Work in progress”.

Nel febbraio 2014 viene premiato con il LA Italia – Excellence Award al Chinese Theatre di Hollywood.

Fiorella Mannoia

data di nascita: domenica 4 aprile 1954 (67 anni fa)

Fiorella Mannoia: Artista popolare della musica leggera italiana, nelle sue canzoni si è fatta interprete delle verità e delle emozioni più intime dell’universo femminile.

Nata a Roma e figlia di uno stuntman, da giovane segue le orme paterne e inizia a lavorare sui set cinematografici come stuntgirl. L’esordio come cantante avviene nel 1968, al Festival di Castrocaro con “Un bimbo sul leone” di Adriano Celentano, con cui ottiene il primo contratto discografico con la Carisch. A farla uscire dall’anonimato è, nel 1980, il felice duetto con Pierangelo Bertoli nel brano “Pescatore”.

Il Festival di Sanremo la vede quattro volte in gara negli anni Ottanta: da “Caffè nero bollente” e “Come si cambia”, finite rispettivamente all’11° e 14° posto, alle celebri Quello che le donne non dicono e “Le notti di maggio”, che conquistano entrambe il Premio della Critica.

La consacrazione tra le migliori interpreti della musica italiana arriva nel 1999, con il primo album live, Certe piccole voci, che conquista il doppio “disco di platino” (oltre 200mila copie vendute). Successo di vendite e consensi bissato, nel 2001, dall’album “Fragile” e, l’anno seguente, da “In Tour”, doppio album live registrato insieme a Francesco De Gregori, Pino Daniele e Ron.

Nominata nel 2005 Ufficiale dell’Ordine al merito della Repubblica italiana, è da sempre impegnata nel sociale, sostenitrice tra gli altri di Emergency e della Fondazione Veronesi nella lotta contro il tumore al seno. Dopo lo strepitoso successo del singolo L’amore si odia (oltre 300mila download), in coppia con Noemi, nel 2017 arriva seconda a Sanremo con il brano Che sia benedetta.

Nel 2019 esce l’album Personale. Nel novembre 2020 pubblica il suo diciannovesimo album con 8 brani: Padroni di nienteLa musica che gira intorno è lo show condotto in due serate nel gennaio 2021 su Rai 1.

Rober Downey Jr.

data di nascita: domenica 4 aprile 1965 (56 anni fa)

Rober Downey Jr.: Dal vagabondo più famoso della storia del cinema all'”uomo di ferro” dei fumetti c’è un filo rosso che si spiega con le sue eccezionali qualità di attore.

Rober Downey Jr nasce a New York, nel quartiere di Greenwich Village dove ha come compagno di giochi il cantante Moby. Trasferitosi a Londra, qui studia balletto classico, ma la sua aspirazione è legata al cinema e fa ritorno negli USA per realizzarla.

Introdotto sul set, e alla droga (fuma il primo spinello a 8 anni), dal padre regista Robert Downey Sr., debutta nel fantasy “Pound” (1970) e recita in altri film anonimi. I primi scampoli di popolarità arrivano con il varietà televisivo Saturday Night Live e con commedie leggere come “La donna esplosiva” (1985). Ma il talento drammatico, anticipato da “Al di là di tutti i limiti” (1987), viene fuori negli anni Novanta, quando molti registi quotati se lo contendono.

Le migliori prove le offre interpretando il grande Charlie Chaplin in Charlot, che nel 1993 gli vale la prima nomination all’Oscar e un BAFTA, e con America Oggi di Robert Altman, con cui nel 1994 si aggiudica il Golden Globe e la Coppa Volpi alla 50ª Mostra del Cinema di Venezia (entrambi assegnati a tutto il cast).

Risucchiato nel tunnel della tossicodipendenza, alla fine del secolo torna in auge con la serie TV “Ally McBeal” e sul grande schermo prima con la commedia “Tropic Thunder” (ottenendo nel 2009 la seconda nomination all’Oscar) e poi nei panni del supereroe Iron man e del celebre investigatore Sherlock Holmes, entrambi campioni d’incassi e seguiti da più sequel. Nel gennaio 2020 è il protagonista di Dolittle.

Nati… sportivi

Loris Capirossi

data di nascita: mercoledì 4 aprile 1973 (48 anni fa)

Loris Capirossi: Nato a Castel San Pietro Terme (in provincia di Bologna), è stato un pilota motociclistico. In carriera ha vinto tre titoli mondiali: nella classe 125 nel 1990 (a soli 17 anni) e nel 1991, e nella classe 250 nel 1998.

Capirex (è il suo soprannome) ha disputato 328 Gran Premi, vincendone 29 e salendo 99 volte sul podio. Ha corso, dal 1990 al 2011, per Yamaha Rainey, Aprilia, Honda, Ducati, Suzuki e Pramac Racing. Dal 2014 è opinionista di Sky Sport.

Natália Pereira

data di nascita: martedì 4 aprile 1989 (32 anni fa)

Natália Pereira: Nata a Joaçaba (Brasile), è una pallavolista che gioca sia come schiacciatrice che come opposto. Con l’Osasco Voleibol Clube vince nel 2009/10 il campionato brasiliano.

Dal 2011 attacca per il Rio de Janeiro Vôlei Clube, vincendo due scudetti, dopo cui, nella stagione 2013/14, si trasferisce al Campinas Voleibol Clube. Nella stagione 2016/17 lascia il Brasile per andare in Turchia con il Fenerbahçe Spor Kulübü. In quella 2018/19 ritorna in Brasile al Minas. L’anno dopo è nuovamente in Turchia, all’Eczacıbaşı di Istanbul. Dalla stagione 2020/21 indossa la maglia della Dinamo Mosca.

Con la Nazionale brasiliana partecipa alla conquista dell’oro alle Olimpiadi di Londra 2012 e di un argento (Giappone 2010) e di un bronzo (Italia 2014) ai Mondiali.

Eventi Sportivi

In 80.000 esultano per la Coppa all’AEK Atene

giovedì 4 aprile 1968 (53 anni fa)

In 80.000 esultano per la Coppa all’AEK Atene: La seconda edizione della Coppa delle Coppe di pallacanestro maschile, organizzata dalla FIBA Europe, è stata vinta dall’AEK Atene che, dopo aver piegato in semifinale l’Ignis Varese (seconda nel campionato italiano e detentrice del trofeo), ha sconfitto lo Slavia Praga per 89 a 82.

La finale, ospitata nello Stadio Panatinaiko di Atene, è stata seguita da 80.000 spettatori, primato ancora imbattuto per un incontro di basket!

I Doodle di Google

Vaclav Ctvrtek

4 aprile

Vaclav Ctvrtek: Praghese di nascita, Václav Cafourek, più popolare con lo pseudonimo di Václav Ctvrtek, è stato uno degli scrittori per bambini più amato in terra ceca. Lasciato il posto di impiegato per dedicarsi ad articoli e racconti destinati ai giovanissimi, ha visto cambiare la sua vita quando è stato assunto dalla Tv pubblica per portare sullo schermo le sue fiabe.

Il suo personaggio più famoso resta il ladro Rumcajs, una sorta di Robin Hood cecoslovacco, amante della natura e della giustizia. L’ometto con la barba, in compagnia dell’inseparabile figlio Cipísek, è il protagonista del doodle locale (visibile in Repubblica Ceca) pubblicato da Google nel 2011, per il centenario della nascita dello scrittore.

Scomparsi oggi

Martin Luther King

data di nascita: martedì 15 gennaio 1929 (92 anni fa)
data morte: giovedì 4 aprile 1968 (53 anni fa)

Martin Luther King: Il suo nome è inscritto in quella ristretta cerchia di personalità che, con le uniche armi della parola e delle idee, hanno cambiato il mondo, continuando a distanza di decenni dalla loro scomparsa a influenzare la cultura e il modo di pensare comune.

Nato ad Atlanta (nello stato della Georgia) e figlio di un reverendo della chiesa Battista, Martin Luther King s’impegnò, fin da giovane, per i diritti civili e contro le ingiustizie razziali, ispirandosi agli insegnamenti di Gandhi. Laureato in filosofia, come pastore protestante si fece apostolo della lotta non violenta e difensore degli emarginati nell’America degli anni Sessanta, in contrapposizione alle posizioni più oltranziste di Malcom X.

L’opera di sensibilizzazione, iniziata con un tour per le università americane, raggiunse l’apice con il celebre discorso dell’«I have a dream», pronunciato al Lincoln Memorial di Washington, il 28 agosto del 1963, davanti a una folla di 250mila persone. Il coronamento, l’anno seguente, fu l’assegnazione del Nobel per la Pace a soli 35 anni.

Dopo una manifestazione in difesa dei diritti civili degli spazzini neri a Memphis, qui fu ucciso il 4 aprile del 1968, colpito al collo con un fucile di precisione mentre era affacciato al balcone del motel dove alloggiava. L’omicida, James Earl Rayed, fu catturato due mesi dopo a Londra e dopo aver ammesso, in un primo momento, la sua colpevolezza, ritrattò in seguito, affermando di essere stato vittima di una cospirazione. Tesi, quest’ultima, confermata da una sentenza di condanna emessa nei confronti di Loyd Jowers, proprietario di un ristorante sito nei pressi del luogo del delitto. L’episodio, tuttavia, resta un mistero irrisolto nella storia americana.

Giovanni Sartori

data di nascita: martedì 13 maggio 1924 (96 anni fa)
data morte: martedì 4 aprile 2017 (4 anni fa)

Giovanni Sartori: Politologo stimato in patria e all’estero, i suoi editoriali sul Corriere della Sera sono una lettura imperdibile per chi vuole approfondire i diversi aspetti della vita istituzionale italiana.

Fiorentino doc, Giovanni Sartori è laureato in Scienze Politiche al Cesare Alfieri dell’Università di Firenze, dove ha insegnato in passato Storia della Filosofia Moderna, Scienza della Politica e Sociologia.

Fondatore della “Rivista italiana di scienza politica”, da lui diretta fino al 2004, dal 1979 al 1994 ha ricoperto la prestigiosa carica di Albert Schweitzer Professor in the Humanities alla Columbia University.

Insignito di varie lauree honoris causa e riconoscimenti accademici, è uno dei massimi esperti internazionali di sistemi di partito e di ingegneria costituzionale. Scompare il 4 aprile del 2017.

Karl Benz

data di nascita: lunedì 25 novembre 1844 (176 anni fa)
data morte: giovedì 4 aprile 1929 (92 anni fa)

Karl Benz: Passato alla storia come padre della prima vettura a motore, Karl Friedrich Benz nacque a Karlsruhe, nel sud-ovest della Germania, e scomparve a Ladenburg nell’aprile del 1929.

Figlio di un macchinista ferroviario, rimase orfano di padre a due anni e fu educato dalla madre, che lo iscrisse al Politecnico incentivandone la spiccata passione per le discipline tecniche e i motori in generale.

Dopo aver fondato nel 1883 la Benz & Cie. Rheinische Gasmotorenfabrik, per progettare e costruire motori a gas a due tempi, si pose l’obiettivo di dar vita a un mezzo di trasporto più confortevole e moderno rispetto a quelli in circolazione. Nacque così il celebre Motorwagen, triciclo alimentato a benzina brevettato nel gennaio del 1886.

Ricordato come il progenitore dell’automobile moderna, non bastò a lanciare la società di Benz, messa in crisi dall’agguerrita concorrenza della Daimler Motoren Gesellschaft, che s’impose sul mercato con i primi modelli Mercedes.

Quest’ultima si fuse nel 1926 con la Benz & Cie, dando vita al prestigioso marchio Mercedes-Benz, quando l’ingegnere tedesco era già andato via dalla società, per produrre in proprio autovetture di scarso successo.

Muore Salvatore Di Giacomo

04 aprile 1934

Muore a Napoli  il poeta e drammaturgo Salvatore Di Giacomo. Autore di numerosi versi scritti in napoletano, molte delle sue poesie saranno poi musicate, andando a rappresentare una parte significativa dell’epoca d’oro della canzone partenopea. Tra le poesie più celebri vi sono “Era de maggio”, “Marechiaro”, “Luna nova” e “Oilì oilà”.