Almanacco Del 31 Maggio 2021

0
449

Oggi lunedì 31 maggio 2021 (07:17)

E’ il 151° giorno dell’anno, 23ª settimana. Alla fine del 2021 mancano 214 giorni.

A Roma il sole sorge alle 04:38 e tramonta alle 19:37 (ora solare)
A Milano il sole sorge alle 04:37 e tramonta alle 20:04 (ora solare)
Luna: 9.36 (tram.)

Santi del Giorno

Visitazione della Beata Vergine Maria
San Silvio di Tolosa (Vescovo)
Santa Petronilla (Martire)

San Vitale di Assisi (Monaco eremita)
Sant’Ermia di Comana (Martire)

Etimologia

 Silvio, dal latino antico “Silvius”, che significa “abitante dei boschi” (derivando da “silva”, vale a dire “bosco”), fu piuttosto usato in epoca romana. Divenne nome personale solo in ambienti cristiani ed oggi è discretamente diffuso in tutta la penisola.

Proverbio del giorno

Maggio ridente fa allegra la gente.

Aforisma del giorno

Non si è mai così ben serviti come quando ci si serve da sè. (Charles Guillame Etienne)

Sei nato oggi? 

Per i tuoi familiari sei disposto ad affrontare qualunque sacrificio ma devi fare i conti con un’anima vagabonda che ti spinge a percorrere, avanti e indietro, tutta la superficie del pianeta. L’ideale sarebbe un lavoro che ti permetta grande mobilità e una famiglia disposta a seguirti nei tuoi frequenti spostamenti.

Oroscopo quotidiano

Oroscopo di Lunedì 31 Maggio 2021

Oggi è

Giornata mondiale senza tabacco

31 maggio

Giornata mondiale senza tabacco: La Giornata mondiale senza tabacco è una ricorrenza che ha la scopo di invogliare le persone a smettere di fumare, abbandonare completamente questo dannoso vizio. Almeno 24 ore senza tabacco: è questa la sfida al tabagismo che viene lanciata ogni anno.

Tra stime e statistiche sull’incidenza del fumo nella vita delle persone si cerca di richiamare l’opinione pubblica sugli effetti negativi di questo tremendo vizio sulla salute. La giornata fu indetta, per la prima volta, il 7 aprile 1988 dall’Organizzazione Mondiale per la Sanità che, nel 2016, ha stimato in circa sei milioni il numero di morti all’anno provocate dal fumo, la maggioranza delle quali si registra nei paesi in via di sviluppo.

Convegni ed iniziative comunitarie (organizzate anche dalla Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori) ricordano a tutti, in questa giornata, quanto sia dannoso il fumo ed invogliano ad abbandonare il vizio con numerose campagne di sensibilizzazione.

Accadde Oggi

Prima pietra per il ponte più antico di Parigi

sabato 31 maggio 1578 (443 anni fa)

Prima pietra per il ponte più antico di Parigi: Nella Parigi della Controriforma e delle sanguinose lotte tra cattolici e ugonotti, l’ultimo sovrano dei Valois inaugurò un nuovo collegamento tra la riva destra e quella sinistra della Senna, sublime sintesi di funzionalità e valore artistico. Dal Louvre all’Abbazia di Saint-Germain-des-Prés, il colpo d’occhio che oggi offre è mozzafiato!

Il regno di Enrico III, incoronato a Reims nel 1575, non nacque in un momento felice per il popolo francese. La sempre maggiore libertà concessa alle fedi protestanti aveva scatenato la violenta reazione del mondo cattolico, sfociata nello scoppio delle cosiddette guerre di religione (1562-1598). In quel clima, Parigi si presentava ancora poco sviluppata sul versante dei collegamenti tra le due sponde della Senna, potendo contare su soli quattro ponti di legno, il cui spazio era in parte occupato da abitazioni.

La corte reale, residente nel Palazzo del Louvre, era interessata a creare un passaggio sul fiume più ampio, che evitasse congestione della folla. Il progetto, affidato a un team di cinque architetti coordinati inizialmente da Battista Androuet Hoop e in seguito da William Marchant, prevedeva di realizzare la nuova infrastruttura tra la Rive Droite (a nord) e Rive Gauche (a sud), nel punto in cui queste incrociano l’estremità occidentale dell’Ile de la Cité, l’isola da cui si era sviluppata la città di Parigi.

La posa della prima pietra venne celebrata il 31 maggio del 1578 dal sovrano, alla presenza delle due regine madri, Caterina de’ Medici e Luisa di Lorena-Vaudémont. L’anno dopo Enrico III morì per mano di un monaco fanatico e con lui ebbe fine la dinastia Valois, sostituita da quella dei Borbone con l’ascesa al trono di Enrico IV. Quest’ultimo portò a termine la costruzione del ponte, conferendogli l’aspetto definitivo.

La grande novità consisteva nel fatto che sarebbe stato il primo ponte di pietra libero da abitazioni, offrendosi quindi come un tranquillo luogo di passeggio, dotato di un nuovo sistema di marciapiedi per proteggere i pedoni dal fango schizzato dalle carrozze, e soprattutto come primo punto panoramico sulla Senna e sul Louvre, attraverso terrazze semicircolari fornite di panchine. Ultimato nel 1607, venne battezzato da Enrico IV con il nome di Pont Neuf, “ponte nuovo”, a sottolineare la novità del materiale in pietra rispetto a quello ligneo utilizzato per i precedenti.

Le sue misure risultarono da primato per l’epoca: con i suoi 33 m di larghezza fu per diverso tempo il più ampio della capitale francese; i 232 m di lunghezza ne fanno tutt’oggi uno dei ponti parigini più lunghi. Oltre ad apparire un prodotto di architettura avanzata rispetto ai tempi, si distingueva per il raffinato stile estetico, modellato sugli antichi archi romani e decorato con 385 mascarons (mascheroni grotteschi) scolpiti sulla pietra dallo scultore Germain Pilon.

Divenuto nei secoli teatro di attività commerciali, in particolare di librai, e di esibizioni artistiche (con musicisti, giocolieri e acrobati), rimase una costante fonte d’ispirazione per celebri artisti, come il pittore impressionista Pissarro e lo scrittore Victor Hugo. Dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 1991 e più volte oggetto di restauro, il più recente tra il 1994 e il 2007, Pont Neuf è oggi il ponte più antico di Parigi.

La strage di Peteano

31 Maggio 1972

La strage di Peteano. In un paesino in provincia di Gorizia una pattuglia composta da tre carabinieri cade vittima di un agguato terroristico e salta per aria con una bomba fatta esplodere presumibilmente da militanti di estrema destra appartenenti al gruppo “Ordine Nuovo”. La strage di Peteano si inserisce in quella che è stata poi chiamata la strategia della tensione. Quello stesso mese, il 7 maggio le elezioni politiche anticipate avevano consegnato nuovamente il paese nelle mani di Giulio Andreotti, mentre il 17 maggio veniva ucciso il commissario Calabresi.

Barricate a Campo de’ Fiori

31 Maggio 1968

A Roma si svolge una manifestazione di solidarietà con gli studenti francesi. Barricate sono innalzate a Campo de’ Fiori e durissimi sono gli scontri con la polizia. Il bilancio è di venti feriti, 4 arresti e 50 fermi. Qualche giorno prima, il 25 maggio a Parigi, la polizia aveva represso nel sangue le manifestazioni studentesche.

In Francia viene indetto uno sciopero generale, mentre nelle piazze della capitale francese si svolge una vera e propria guerriglia urbana. Il presidente De Gaulle scioglie l’Assemblea nazionale e rinforza il presidio militare intorno a Parigi.

La Germania dichiara gli ebrei inabili al servizio militare

31 Maggio 1935

Gli ebrei in Germania sono dichiarati inabili al servizio militare. La decisione è solo l’ennesima di una lunga serie di privazioni che estromettono gli ebrei dalla vita attiva del paese. Nel marzo precedente era già stata vietata agli ebrei ogni espressione letteraria o musicale. Da aprile potevano sedere solo su panchine contrassegnate da un segno giallo e a partire dal 10 luglio non avrebbero più potuto passeggiare in gruppi composti da oltre 20 persone.

Nel corso dell’estate, gli ebrei vengono infine privati di ogni diritto civile e politico, compreso il matrimonio, o anche una semplice relazione con cittadini tedeschi. Per la prima volta nella storia, si dà seguito all’isolamento biologico degli ebrei dal resto della popolazione e la loro esclusione radicale dalla “comunità del popolo”.

Nati in questo giorno

Paolo Sorrentino

data di nascita: domenica 31 maggio 1970 (51 anni fa)

Paolo Sorrentino: Regista di indiscusso talento, in coppia con l’inseparabile Toni Servillo rappresenta l’immagine del cinema italiano contemporaneo nel mondo.

Napoletano doc, Paolo Sorrentino prende contatto con il set a 24 anni girando il primo cortometraggio, “Un paradiso”, cui ne seguono altri e la scrittura di alcuni episodi della serie televisiva La squadra (Rai Tre).

Il contratto con la Indigo Film segna l’uscita del primo film, “L’uomo in più” (che gli regala nel 2002 il Nastro d’argento come “miglior regista esordiente”), e l’inizio del lungo sodalizio artistico con Servillo, con cui gira i suoi capolavori: da “Le conseguenze dell’amore” (vincitore di 5 David di Donatello nel 2005) a Il divo che lo impone sulla scena internazionale, grazie al “premio della giuria” al Festival di Cannes 2008 e alla nomination all’Oscar per il “miglior trucco”.

L’incontro con la celebre statuetta è soltanto rimandato: nel 2014, insieme al suo attore feticcio, ritira l’Oscar (dopo il Golden Globe per la stessa categoria) per il “miglior film straniero”, assegnato a La grande bellezza (2013). È la consacrazione di un artista già apprezzato da star di Hollywood del calibro di Sean Penn, che nel 2011 recita per lui in This Must Be the Place.

Dimostra di non sfigurare nemmeno come scrittore, grazie al romanzo d’esordio Hanno tutti ragione, edito da Feltrinelli nel 2010 e terzo classificato al Premio Strega. Nel 2015 sfiora il secondo Oscar e due Golden Globe con Youth – La giovinezza, premiato con due David di Donatello. Nel 2018 dirige il film Loro, diviso in due parti e ispirato alla vita di Silvio Berlusconi. In TV è l’ideatore e il regista di due serie televisive, trasmesse in Italia da SKY: The Young Pope (2016) e The New Pope (2020).

Fabio Concato

data di nascita: domenica 31 maggio 1953 (68 anni fa)

Fabio Concato: La voce romantica e l’indiscussa raffinatezza dei testi ne fanno uno dei cantautori italiani più amati di sempre.

Milanese doc, il vero nome è Fabio Piccaluga, mentre Concato è un nome d’arte che sceglie in onore di una celebre soprano della prima metà del ‘900. Dopo aver esordito, nel 1974, come autore dei testi e delle musiche del gruppo cabarettistico “I Mormoranti”, tre anni più tardi si mette in mostra con il primo album, “Storie di sempre”.

Autore di celebri sigle dei cartoni, tra cui “Atlas Ufo Robot” e “Capitan Harlock”, nel 1982 sfonda con l’album “Fabio Concato”, trascinato dal singolo Domenica bestiale. Seguono brani indimenticabili, tra romanticismo e ironia, come “Ti ricordo ancora”, “Rosalina”, “Guido piano”, “Sexy Tango” e “Fiore di maggio” (dedicato alla figlia Carlotta).

Da sempre impegnato nel sociale, nel 1989 incide la commovente “051/222525”, ispirata al numero dell’associazione Telefono azzurro (per la difesa dei diritti dei bambini), alla quale destina i proventi delle vendite. Due volte in gara al Festival di Sanremo, nel 2001 e nel 2007, rispettivamente con “Ciao ninìn” e “Oltre il giardino”, ispirato alle difficoltà di chi perde il lavoro in età matura.

Nel 2012 pubblica l’album “Tutto qua”, che contiene brani inediti che continuano a raccontare storie personali e quotidiane, ricche di momenti di grande tenerezza, speranze e ricordi. Nel 2016 esce “Non smetto di ascoltarti”. Nel maggio 2017 rivisita alcuni suoi successi nel disco Gigi.

Clint Eastwood

data di nascita: sabato 31 maggio 1930 (91 anni fa)

Clint Eastwood: Nella galleria dei volti che universalmente potrebbero rappresentare la storia del cinema mondiale, il suo è tra i più significativi. Eccellente su entrambi i versanti della cinepresa, del suo talento dicono qualcosa i cinque Oscar conquistati.

Californiano di San Francisco, Clinton Eastwood, Jr nasce in una famiglia di operai con origini europee (irlandesi, scozzesi, olandesi e inglesi) e, dopo aver studiato musica, a 25 anni sceglie la carriera cinematografica. Nella prima metà degli anni Sessanta la svolta: l’incontro con Sergio Leone gli vale un ruolo di assoluto protagonista nella cosiddetta “trilogia del dollaro”, che a partire dal celebre Per un pugno di dollari (1964) afferma ad Hollywood il genere “spaghetti western” e la coppia Leone-Morricone.

Gli anni Settanta lo vedono cambiare genere ma il consenso di pubblico e critica rimane immutato: il ruolo dell’Ispettore Callaghan, recitato in cinque pellicole, lo proietta tra i classici del poliziesco. Dopo un periodo incolore, negli anni Novanta torna alla ribalta con il primo amore: nel 1992 dirige e recita il western Gli spietati e conquista due Oscar come “miglior film” e “miglior regista”.

Un trionfo destinato a ripetersi nel 2005 grazie al capolavoro drammatico Million dollar baby, che porta a casa quattro statuette su un totale di sette nomination. La maestria dietro la cinepresa si evince da altre prove memorabili con, tra gli altri, “Mystic River” (2003), “Gran Torino” (2008), “Invictus – L’invincibile” (2009, sulla figura di Nelson Mandela) e “American Sniper” (2014).

Nel 2018 è il regista del film Ore 15:17 – Attacco al treno, con protagonisti i militari che il 21 agosto 2015 sono realmente intervenuti nell’attacco terroristico al treno Thalys.
Nello stesso anno produce, dirige e interpreta Il corriere.

Nati… sportivi

Domenico Fioravanti

data di nascita: martedì 31 maggio 1977 (44 anni fa)

Domenico Fioravanti: Nato a Trecate (in provincia di Novara), è un ex nuotatore, nel 2004 costretto al ritiro da una ipertrofia cardiaca, circostanza cui si è ispirato Raoul Bova nella fiction “Come un delfino”.

Lo stile che gli ha dato maggiori soddisfazioni è stato senz’altro la rana. Nei Giochi Olimpici di Sydney 2000 ha vinto l’oro nei 100 e nei 200 metri (con il tempo di 2’10″87 che è stato anche primato europeo); in quest’ultima gara Davide Rummolo è arrivato terzo.

Nei Campionati del Mondo del 2001 in Giappone ha conquistato, sempre nella rana, il bronzo nei 50 metri e l’argento nei 100; nella gara dei 200 è arrivato solo quarto. È stato anche due volte campione europeo nei 100 metri rana nel 1999 e nel 2000, in quest’ultima occasione ha vinto anche la medaglia d’argento nei 200.

Simone Pianigiani

data di nascita: sabato 31 maggio 1969 (52 anni fa)

Simone Pianigiani: Nato a Siena, è un allenatore di pallacanestro. Dal 1995 al 2006 allena le giovanili della squadra di Siena. Nella stagione 2006/07 è il primo allenatore (head coach) della squadra impegnata nel massimo campionato italiano maschile, conquistando subito lo scudetto.

Obiettivo raggiunto anche nei cinque campionati seguenti, perdendo sempre poche partite, come nella stagione 2008/09: 43 vittorie su 44 partite. Un’armata invincibile il Siena a tal punto che, per tre anni consecutivi (2008/09, 2009/10 e 2010/11), fa suoi i tre trofei nazionali (campionato, Coppa Italia e Supercoppa).

Il 19 giugno 2012, dopo sei scudetti vinti, Pianigiani lascia la Mens Siena e va ad allenare in Turchia fino a febbraio 2013.
Dal dicembre 2009, chiamato dal presidente della FIP Dino Meneghin, diventa l’allenatore della Nazionale italiana di pallacanestro maschile, fino al novembre 2015. Nel 20 giugno 2016 è il coach dell’Hapoel Gerusalemme. Un anno dopo torna in Italia sulla panchina dell’Olimpia Milano, fino al giugno 2019.

Eventi Sportivi

Record mondiale nei 100 metri per Usain Bolt

sabato 31 maggio 2008 (13 anni fa)

Record mondiale nei 100 metri per Usain Bolt: In occasione dell’IAAF World Athletics Tour a New York, il velocista giamaicano Usain Bolt stabilisce, a quasi 22 anni, il nuovo record del mondo sui 100 metri con un tempo di 9″72, migliorando di due centesimi il precedente primato del connazionale Asafa Powell (stabilito nel meeting di Rieti nel settembre 2007).

Dietro di lui è arrivato secondo Tyson Gay con 9″85. Il campione migliorerà il primato mondiale altre due volte: il 16 agosto 2008 con il tempo di 9″69 ed esattamente un anno dopo con 9″58.

I Doodle di Google

Anniversario Museo Puškin

31 maggio

Anniversario Museo PuškinCézanne, Chagall, Monet, Renoir, Van Gogh, Picasso. Mostri sacri della pittura impressionista e post-impressionista trovano posto con diversi dipinti nel Museo Puskin, principale collezione d’arte di Mosca. Fondato dallo storico e critico d’arte Ivan Cvetaev e progettato dagli architetti Klein e Šuchov, il museo venne completato in 14 anni e inaugurato ufficialmente nel maggio 1912, con il nome di Alessandro III.

Dopo la Rivoluzione d’Ottobre migliaia di opere vennero trasferite dal Museo dell’Ermitage di San Pietroburgo alla struttura di Mosca, che nel 1937 fu intitolata al poeta Puškin, in occasione del centenario della sua morte. Custode tra gli altri del prezioso Tesoro di Schliemann (tesoro di Priamo, rinvenuto nel sito dell’antica Troia), il Museo è stato celebrato da Google nel 2012, nel centenario della sua inaugurazione, con un doodle locale (visibile in Russia).

Scomparsi Oggi

Muore Luciano Lama

31 Maggio 1996

Muore a Roma, all’età di 75 anni, Luciano Lama, politico e sindacalista italiano, segretario della CGIL dal 1970 al 1986. Operando in collaborazione con il socialista Ottaviano Del Turco, è fautore dell’unità sindacale con CISL e UIL. Durante un comizio alla Sapienza di Roma nel 1977, viene violentemente contestato da un gruppo di giovani militanti dei circoli proletari.

Un episodio emblematico che segna la rottura fra il mondo ortodosso del Sindacato e del PCI e quello dei gruppi di sinistra extraparlamentare. Durante la sua lunga carriera, Lama ha gestito innumerevoli vertenze, una in particolare con la FIAT di Gianni Agnelli, che nel 1980 espelle 23 mila dipendenti mettendoli in cassa integrazione.