Almanacco Del 3 Dicembre

0
264

E’ il 338° giorno dell’anno, 48ª settimana. Alla fine del 2020 mancano 28 giorni.

A Roma il sole sorge alle 07:21 e tramonta alle 16:39 (ora solare)
A Milano il sole sorge alle 07:47 e tramonta alle 16:39 (ora solare)
Luna: 10.04 (tram.) 19.11 (lev.)

Santi del Giorno

San Francesco Saverio (Sacerdote)
San Birino di Dorchester (Vescovo)
San Cassiano di Tangeri (Martire)
San Sofonia (Profeta)

San Francesco Saverio è il protettore di missionari, marinai, turisti.

Etimologia

 Saverio, deriva dallo spagnolo “Xavier”, personale la cui etimologia va fatta risalire al toponimo “javier”, “casa nuova”. In Italia è attestato in tutto il meridione, laddove più forte è stata l’influenza spagnola.

Proverbio del giorno

In dicembre prendi legna e dormi.

Aforisma del giorno

Rammentatevi, o figliuole, che io sono nemico dei desideri inutili, non meno di quello che lo sia dei desideri pericolosi e cattivi, poiché, sebbene ciò che si desidera sia buono, nulladimeno il desiderio è sempre difettoso in riguardo a noi, specie allorquando è misto a soverchia sollecitudine, giacché Dio non esige questo bene, ma un altro nel quale vuole che ci esercitiamo. (S. Pio da Pietrelcina)

Sei nato oggi? 

Il tuo atteggiamento chiuso, introverso e taciturno non di rado ti crea dei problemi che potrebbero essere facilmente superati, se solo ti sforzassi di sorridere un poco di più. Nel lavoro, che di solito svolgi nella tranquillità di un piccolo studio o laboratorio, sei molto attento e capace. In amore, se non vuoi restare solo, devi essere più fiducioso, spontaneo e disponibile.

Oroscopo quotidiano

Oroscopo di Giovedì 03 Dicembre 2020

Accadde Oggi

Primo SMS della storia

giovedì 3 dicembre 1992 (28 anni fa)

Primo SMS della storia«Merry Christmas» era il contenuto del messaggio inviato, il 3 dicembre del 1992, dal computer dell’ingegnere inglese della Vodafone, Neil Papworth, al telefono cellulare di un collega. Un semplice augurio natalizio, fatto con largo anticipo, ricordato come il primo SMS inviato nella storia dei dispositivi elettronici.

A quei tempi i cellulari erano esteticamente molto simili agli attuali cordless e la tecnologia a disposizione non permetteva granché, all’infuori della normale telefonata. Il sistema GSM, il più diffuso attualmente, era ancora in fase sperimentale. Ciò spiega il fatto che Papworth si trovasse costretto ad utilizzare il proprio personal computer per inviare un messaggio di appena 15 caratteri.

Il primo SMS scambiato tra due telefoni mobili è stato inviato l’anno successivo da uno stagista della Nokia, il finlandese Riku Pihkonen. Il primato resta, tuttavia, all’ingegnere inglese che ha avuto il merito di aprire la strada a un fenomeno di massa, che in pochi anni ha sconvolto il modo di comunicare delle persone e l’utilizzo stesso del telefonino.

Il boom si è avuto alla fine degli anni Novanta, quando il cellulare ha cominciato a diventare un oggetto inseparabile per milioni di adolescenti, che trovavano più congeniale comunicare tra di loro attraverso i 160 caratteri del messaggino piuttosto che telefonarsi. Negli stessi anni, si è diffusa la consuetudine di utilizzare per il singolo messaggio il termine SMS (dall’acronimo Short Message Service), quando invece quest’ultimo indica il servizio che ne consente l’invio.

Il linguaggio utilizzato, estremamente sintetico e con abbreviazioni originali, ha finito nel tempo con l’influenzare il modo di scrivere in generale dei giovani e i linguaggi utilizzati dai media e nella comunicazione commerciale.

Tra gli utilizzi positivi, va menzionato il nuovo modo di esprimere la propria solidarietà verso temi e contesti sensibili, diffusosi a partire dal 2005, con una donazione effettuata verso organismi senza fini di lucro, semplicemente inviando un SMS.

Quanto i “messaggi” siano, oggi, presenti nella vita delle persone lo testimoniano recenti statistiche che parlano di 6.100 miliardi di SMS inviati in un anno, circa 193.000 al secondo (stime 2010). Numeri che sembravano destinati a ridimensionarsi con la crescente diffusione delle applicazioni di messaggeria istantanea (WhatsApp è il più noto), legati a smartphone e tablet di ultima generazione. Invece, secondo uno studio dell’Economist, nel 2015 è stata raggiunta una media giornaliera di 20 miliardi di SMS e 30 miliardi di messaggi su WhatsApp.

Barnard esegue il primo trapianto di cuore su un essere umano

domenica 3 dicembre 1967 (53 anni fa)

Barnard esegue il primo trapianto di cuore su un essere umano: Il cuore del 55enne Louis Washkansky era ormai al capolinea e la sua ultima speranza di vita era affidata all’abilità medica di Christiaan Barnard, valente chirurgo sudafricano, destinato ad entrare nella storia della medicina.

Specializzatosi in chirurgia cardiotoracica negli Stati Uniti d’America, conseguendo anche un master, Barnard cercò di mettere a frutto quell’esperienza in Sud Africa, creando la prima unità coronarica del Groote Schuur Hospital di Città del Capo. Dopo aver eseguito con successo la prima operazione a cuore aperto in Africa, verso la fine del 1967 gli si presentò la grande occasione che attendeva da tempo.

Il nuovo muscolo cardiaco di cui il paziente Louis Washkansky, affetto da grave cardiopatia, necessitava venne offerto da un padre generoso, al quale un incidente stradale aveva portato via la moglie e condannato la figlia 25enne, Denise, a una morte imminente. L’uomo diede il suo consenso all’espianto del cuore della figlia, scegliendo di salvare la vita a un altro essere umano.

Il 2 dicembre 1967 Barnard entrò in sala operatoria per eseguire il difficile trapianto e dopo diverse ore, ad operazione conclusa, si fermò a guardare per poi fare un passo indietro ed esordire così: «Funziona!» La notizia fece il giro del mondo nelle settimane successive, nonostante la morte del paziente avvenuta 18 giorni dopo, per via di una polmonite, conseguenza del rigetto del corpo estraneo da parte del sistema immunitario.

Risolvere il problema del rigetto fu la nuova sfida di Barnard e di altri ricercatori, che centrarono l’obiettivo tra gli anni Settanta e Ottanta con la scoperta della ciclosporina come farmaco antirigetto. Il primo trapianto cardiaco in Italia venne effettuato nel 1985 dal professor Vincenzo Gallucci.

Bush e Gorbaciov a Malta

03 dicembre 1989

Al termine di due giorni di colloqui, a Malta, il presidente degli Stati Uniti d’America, George Bush e il collega russo Michail Gorbaciov annunciano al mondo la fine dell’era della Guerra Fredda. I leader delle due superpotenze si impegnano ad iniziare un’era di cooperazione economica e politica, riducendo le presenze militari in Europa.

Nati in questo giorno

Ozzy Osbourne

data di nascita: venerdì 3 dicembre 1948 (72 anni fa)

Ozzy Osbourne: “Padrino dell’heavy metal” è solo il più popolare dei tanti appellativi che gli sono stati affibbiati, per aver fatto la storia della variante più “aggressiva” del rock.

Nato a Birmingham, nell’Inghilterra centrale, fin dai trascorsi della scuola ha assunto il soprannome di Ozzy, legato alla sua difficoltà a pronunciare correttamente il cognome Osbourne, per via di gravi disturbi dell’attenzione da cui era affetto.

Ciò non gli ha impedito di diventare, nel ventennio ’70-’80, una star internazionale della musica rock, prima come frontman dei Black Sabbath e poi da solista, vendendo complessivamente 100 milioni di dischi in tutto il mondo (più della metà come solista).

La popolarità è legata anche ad atteggiamenti trasgressivi e ad eccessi d’ogni sorta, che gli hanno procurato diversi problemi con la legge e di cui egli stesso ha fatto un successo televisivo, grazie alla sit-com The Osbournes (trasmessa su MTV dal 2002 al 2005, in assoluto la serie più vista sull’emittente americana) basata sul vissuto quotidiano della sua famiglia (ad eccezione della prima figlia Aimee).

Joseph Conrad

data di nascita: giovedì 3 dicembre 1857 (163 anni fa)
data morte: domenica 3 agosto 1924 (96 anni fa)

Joseph Conrad: Tra i grandi maestri del romanzo europeo dell’Ottocento, vita e creazione letteraria ebbero in lui un comune denominatore: l’avventura!

Nato a Berdyčiv (all’epoca in Polonia, oggi in territorio ucraino) e morto nel 1924 a Bishopsbourne, in Inghilterra, si avviò giovanissimo a una vita di mare, viaggiando in Estremo Oriente, Sudamerica e Africa e raccogliendo preziose esperienze umane e culturali tradotte in racconti e romanzi avvincenti.

Lord JimNostromo e Vittoria sono i titoli più noti; tuttavia il capolavoro assoluto resta Cuore di tenebra (1899), fonte d’ispirazione per il kolossal “Apocalypse Now” (1979) di Francis Ford Coppola. La capacità descrittiva dell’animo umano, con i propri tormenti e le zone d’ombra, e il linguaggio ricco, precursore di quello moderno, sono i tratti distintivi della sua produzione.

Jean-Luc Godard

data di nascita: mercoledì 3 dicembre 1930 (90 anni fa)

Jean-Luc Godard: Tra i fondatori della celebre Nouvelle Vague, di cui il suo primo capolavoro Fino all’ultimo respiro (1959) è stato il manifesto cinematografico.

Nato a Parigi, la sua attività di critico prima e di regista poi si è indirizzata all’innovazione del linguaggio, intercettando il retroterra ideologico e culturale del Sessantotto. Una rivoluzione formale condotta attraverso film come “Questa è la mia vita” (1962) e “Il disprezzo” (1963), oltre alla già citata “opera prima”, ed attori simbolo come Jean-Paul Belmondo e Anna Karina.

Tra i riconoscimenti più prestigiosi, il Leone d’oro alla carriera nel 1982 e l’Oscar alla carriera nel 2011.

Pier Ferdinando Casini

data di nascita: sabato 3 dicembre 1955 (65 anni fa)

Pier Ferdinando Casini: Nato a Bologna, politico. E’ stato Presidente della Camera dei deputati dal 2001 al 2006. E’ Presidente onorario dell’Unione Interparlamentare e presidente dell’Internazionale Democratica Centrista. Ha sempre avuto una posizione netta e decisa contro il riconoscimento di diritti alle coppie omosessuali.

Nati… sportivi

Katarina Witt

data di nascita: venerdì 3 dicembre 1965 (55 anni fa)

Katarina Witt: Nata a West-Staaken (quartiere nella zona nord-occidentale di Berlino), è stata una pattinatrice artistica su ghiaccio tedesca, all’epoca dell’Est. In occasione dei Giochi Olimpici invernali ha vinto l’oro a Sarajevo 1984 e a Calgary 1988.

Ha vinto anche, nel pattinaggio di figura, 4 campionati del mondo e 6 europei. Per le sue vittorie è ancora una delle pattinatrici artistiche di maggior successo di tutti i tempi.

Il pattinaggio di figura è una disciplina invernale individuale, di coppia e di squadra. Gli atleti con i pattini eseguono sul ghiaccio figure, passi, trottole, salti, con in sottofondo un brano musicale.

Gianni De Magistris

data di nascita: domenica 3 dicembre 1950 (70 anni fa)

Gianni De Magistris: Nato a Firenze, è un ex nuotatore e pallanuotista, poi allenatore. Nel corso della carriera indossa quasi esclusivamente la calottina della Rari Nantes Florentia, con cui conquista due scudetti (1976 e 1980), segnalandosi per le grandi doti realizzative, tanto da vincere la classifica marcatori della serie A per sedici volte dal 1969 al 1985 (saltato il 1974 perché capocannoniere della serie B con le Fiamme Oro).

In Nazionale gioca 388 partite, partecipando a cinque edizioni dei Giochi Olimpici (argento nel 1976). Nelle tre edizioni dei Mondiali, che lo vedono scendere in vasca, contrinuisce al terzo posto del Settebello nel 1975 e, soprattutto, alla conquista del titolo iridato nel 1978.

Appesa la calottina al chiodo, allena la squadra femminile di Firenze, portandola a vincere, nella stagione 2006/07, scudetto, Coppa dei Campioni e Supercoppa europea. Nella stagione 2016/17 è il tecnico della squadra maschile della Rari Nantes Florentia.

Franz Klammer

data di nascita: giovedì 3 dicembre 1953 (67 anni fa)

Franz Klammer: Nato a Mooswald (in Carinzia, Austria), è un ex sciatore alpino. È considerato il più bravo discesista di tutti i tempi. Ha conquistato la Coppa del mondo di specialità ben cinque volte. Ha vinto l’oro nella gara di discesa libera dei Giochi invernali di Innsbruck 1976.

David Villa

data di nascita: giovedì 3 dicembre 1981 (39 anni fa)

David Villa: Nato a Langreo (Spagna), è un ex calciatore. Dal giugno 2014 è un attaccante del New York City, che dal 2015 partecipa alla Major League Soccer, e della Nazionale spagnola, con cui si è laureato campione del mondo (2010) ed europeo (2008). Con 59 reti, in 98 presenze, è il miglior marcatore della storia delle furie rosse. Nel dicembre 2018 si è trasferito al Vissel Kobe, club giapponese. Il 13 novembre 2019 ha annunciato il suo ritiro.

David Villa Sánchez ha giocato anche nel Real Saragozza, Valencia, Barcellona e Atletico Madrid, vincendo numerosi trofei, tra i quali tre scudetti, tre Coppe di Spagna, una Champions League ed una Coppa del mondo per club.

Eventi Sportivi

Fondazione dell’F.C. Torino

lunedì 3 dicembre 1906 (114 anni fa)

Fondazione dell’F.C. Torino: In una birreria di via Pietro Micca a Torino è nato il Football Club Torino, in seguito alla fusione tra l’FC Torinese (che nel 1900 aveva assorbito l’Internazionale Torino) e un gruppo di dissidenti della Juventus. Cambiata anche la maglia: non più giallonera a strisce verticali ma granata.

Negli anni successivi il Torino vincerà 7 scudetti, di cui 5 consecutivi negli anni Quaranta con la formazione nota come Grande Torino, che avrà ben dieci giocatori in Nazionale (tra i quali il capitano Valentino Mazzola, padre di Sandro).
Il 4 maggio 1949 il Grande Torino rimarrà vittima di un incidente aereo, noto come “Tragedia di Superga”.

L’Italvolley quinto ai Mondiali

domenica 3 dicembre 2006 (14 anni fa)

L’Italvolley quinto ai Mondiali: I Mondiali di pallavolo maschile, organizzati in Giappone, sono stati vinti per la seconda volta consecutiva dal Brasile (che vincerà anche l’edizione 2010 e sarà secondo nel 2014). In finale i verdeoro hanno battuto per 3 a 0 la Polonia.

Al terzo posto si è classificata la Bulgaria, che ha sconfitto per 3 a 1 la Serbia-Montenegro. L’Italia si è fermata al quinto posto, dopo aver battuto per 3 a 0 sia la Russia che la Francia.

I Doodle di Google

Centenario di Nino Rota

3 dicembre

Centenario di Nino Rota: Alcune tra le più belle musiche legate alla storia del cinema le dobbiamo a Nino Rota, celebre compositore di cui è ricorso il centenario della nascita il 3 dicembre 2011. L’omaggio di Google era doveroso e il doodle locale (visibile in Italia), che gli è stato dedicato, lo ritrae seduto al pianoforte, sotto i riflettori, in abito da concerto.

Una figura elegante e geniale di musicista che ha iniziato la carriera, in giovanissima età (a 8 anni già componeva), nella natìa Milano. Dopo gli anni del conservatorio, entra in contatto con grandi registi del cinema internazionale, dagli italiani Fellini e Visconti all’americano Francis Ford Coppola. È dalla collaborazione con quest’ultimo che nasce l’inconfondibile colonna sonora de Il padrino – Parte II, con la quale è arrivato all’Oscar nel 1975.

Il Mondo degli Animali

Anatra Mandarina

mercoledì 3 dicembre 2014 (6 anni fa)

Anatra Mandarina: L’anatra mandarina, nome scientifico Aix galericulata, appartiene alla famiglia degli Anatidi.

La femmina (ma anche il maschio nel periodo non riproduttivo) presenta un piumaggio sobrio che varia dal grigio al bruno puntellato, il becco e le zampe sono grigio scuro, una striscia di piume bianche decora l’occhio fino alla gola.
Nel periodo riproduttivo il maschio esibisce un piumaggio appariscente: il capo è ornato da piume verdi e rosse, una striscia bianca evidenzia gli occhi; il collo e le scapole sono di uno sgargiante arancione; il petto è decorato da piume blu e i fianchi sono adornati da un piumaggio beige; le zampe sono arancioni ed il piccolo becco è di un colore rosso vivo.

Un tempo l’anatra mandarina era presente unicamente in Russia, in Cina e in Giappone. Attualmente diversi esemplari si trovano anche in Europa, in particolare in Germania, Belgio, Svizzera e Gran Bretagna, dove fu importata nel diciottesimo secolo a scopi ornamentali.

La dieta dell’Anatra mandarina è costituita da piante acquatiche, invertebrati, riso e altre granaglie.

Per la sgargiante bellezza del piumaggio del maschio, l’anatra mandarina è una delle più famose anatre esistenti. Una delle caratteristiche di questa specie è che nidifica all’interno di cavità presenti in alberi secchi, spesso ad una notevole altezza. In Cina questi animali sono simbolo di fedeltà coniugale, infatti si accoppiano quasi sempre con lo stesso partner.

Scomparsi oggi

Muore Nilde Iotti

03 dicembre 1999

Nella notte, a Roma, muore Nilde Iotti. Laureata in Lettere alla Cattolica di Milano, Nilde Iotti entra nelle file della Resistenza dopo l’armistizio. Eletta all’Assemblea Costituente, si iscrive Partito Comunista Italiano e nel 1948 entra alla Camera dei Deputati.

Nilde Iotti è la prima donna della storia repubblicana italiana a rivestire un ruolo istituzionale, diventando presidente della Camera dei Deputati per ben 13 anni, dal 1979 al 1992. Protagonista di molte battaglie per i diritti delle donne, da quella sul diritto di famiglia, alla legge sull’aborto, Nilde Iotti rassegna le sue dimissioni da Montecitorio due settimane prima di morire.

Alighiero Noschese

data di nascita: venerdì 25 novembre 1932 (88 anni fa)
data morte: lunedì 3 dicembre 1979 (41 anni fa)

Alighiero Noschese: Il padre di tutti gli imitatori della televisione italiana, nacque a Napoli ma la sua famiglia era originaria di San Giorgio a Cremano, e al comune della provincia partenopea rimase legato per tutta la vita e oltre; qui infatti venne sepolto, dopo essersi suicidato a Roma nel dicembre del 1979.

Assunto come praticante nel giornale radio della Rai, negli anni Sessanta presentò per la prima volta le imitazioni di noti politici nazionali durante due spettacoli teatrali, “Scanzonatissimo” e “La voce dei padroni”. Quando le ripropose a Doppia coppia, varietà televisivo del sabato sera, fu un successone e gli stessi “imitati” si mostrarono tutt’altro che infastiditi.

Da Giulio Andreotti a Enrico Berlinguer, di ognuno sapeva far risaltare i tic, portandoli all’esasperazione ma senza sfociare nella volgarità. Per questo politici e vip dello spettacolo arrivarono a chiedere di essere imitati dal grande Noschese, per aumentare la propria popolarità.

Dopo il periodo d’oro con Canzonissima (1970 e 1971) e Formula due (1973), andò incontro a un lento declino, anche per via della depressione scaturita dopo il divorzio dalla moglie.

Commenti