Almanacco Del 29 Ottobre

0
152

Lunario contadino e della persona

E’ il 303° giorno dell’anno, 44ª settimana. Alla fine del 2020 mancano 63 giorni

A Roma il sole sorge alle 06:40 e tramonta alle 17:07 (ora solare)
A Milano il sole sorge alle 07:00 e tramonta alle 17:13 (ora solare)
Luna: 4.17 (tram.) 16.34 (lev.)

Oggi, giovedì 29 Ottobre 2020, la luna è crescente (terzo giorno del mese lunare *) e queste sono le azioni consigliate dalla sua posizione per alcuni prodotti (ortaggi, piante, fiori, frutta) considerando il periodo autunnale.

Si riportano anche alcune azioni consigliate per la cura della persona, per la cucina e per gli alimenti.

La Luna di oggi consiglia: (considerare solo prodotti stagionali)

Seminare  Uva  Raccogliere

Seminare  Cachi 

Raccogliere  Olive 

Annaffiare  Edera 

Annaffiare  Barbabietole 

Annaffiare  Cardi 

Raccogliere  Cotogne 

Giorno particolarmente indicato per la produzione di oli e aceti aromatici

Santi del Giorno

Sant’Ermelinda (Vergine nel Brabante)
San Narciso di Gerusalemme (Vescovo)

Sant’Onorato di Vercelli (Vescovo)

Etimologia

 Linda, derivante dal tedesco “Linde”, che significa “scudo di tiglio”, è un troncamento del nome Teodolinda. La sua fortuna è iniziata nell’Ottocento grazie all’opera di Donizetti “Linda di Chamonix”. Attualmente è un nome ampiamente diffuso in tutta Italia.

Proverbio del giorno

Il medico pietoso fa la piaga verminosa.

Aforisma del giorno

Gli dei nascondono agli uomini la dolcezza della morte, affinché essi possano sopportare la vita. (Lucano)

Sei nato oggi?

 Hai un temperamento vivace che ti porta ad affrontare di petto e con impeto qualsiasi situazione. Nel lavoro brilli per spirito di indipendenza ed originalità; qualche volta devi affrontare situazioni conflittuali ma, quasi sempre, risulti vincente. In amore puoi contare su un rapporto importante e duraturo vivacizzato dalla tua esuberanza.

Oroscopo quotidiano

Oroscopo di Giovedì 29 Ottobre 2020

Accadde Oggi

Collegamento remoto tra computer

mercoledì 29 ottobre 1969 (51 anni fa)

Collegamento remoto tra computer: In questa data, alle 22,30, lo studente Charley Kline effettuò il primo collegamento remoto tra due computer, in funzione rispettivamente presso l’università della California e lo Stanford Research Institute.

Il suo tentativo di inviare un messaggio, digitando come testo il termine login, s’interruppe bruscamente e al destinatario arrivarono soltanto le prime due lettere. L’evento fu salutato come la nascita di Arpanet, la prima rete di trasmissione dati realizzata dal Darpa (agenzia del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti) esclusivamente per scopi militari.

Tutto era partito dall’esigenza di rispondere con efficacia allo smacco del lancio dello Sputnik, con cui l’Unione Sovietica aveva affermato la sua supremazia in campo tecnologico. Gli USA risposero creando l’Arpa (Advanced Research Projects Agency) nel 1958, con il principale scopo di costituire una complessa rete di comunicazione militare, in grado di resistere a un attacco nucleare.

A coordinare il progetto fu incaricato Paul Baran, in collaborazione con le università più rinomate nel campo scientifico. Il grande ostacolo che Baran si trovò ad affrontare fin da subito era l’impossibilità di scambiare files tra i computer delle diverse università e anche tra quelli di una stessa stanza, a causa dei diversi formati di archiviazione utilizzati dai singoli computer.

Di qui si arrivò nel 1966 al progetto Arpanet, ideato da Bob Taylor, per il quale fu stanziato un milione di dollari. Sette anni dopo si delineò la struttura della futura “internet” e si istituì il protocollo di controllo trasmissione (TCP), essenziale per la comunicazione tra reti di computer.
Verso la fine degli anni ’80 il progetto perse definitivamente la sua valenza nell’ambito militare, rimanendo appannaggio delle sole università che ne fecero un valido strumento di relazione e condivisione delle conoscenze scientifiche.

Con l’inizio degli anni ’90 arrivò la svolta con l’invenzione del World Wide Web da parte di Tim Berners-Lee e il cambio di nome da Arpanet a Internet, che diventò in poco tempo un fenomeno di massa.

Il Don Giovanni di Mozart debutta a Praga

lunedì 29 ottobre 1787 (233 anni fa)

Il Don Giovanni di Mozart debutta a Praga: La grande prima di uno dei maggiori capolavori di Wolfgang Amadeus Mozart ebbe luogo al Teatro degli Stati di Praga e da qui divenne leggenda nella storia della lirica mondiale.

Strutturato come un dramma giocoso diviso in due atti, il Don Giovanni è la seconda delle tre opere italiane (le altre sono Nozze di Figaro e Così fan tutte), che il celebre compositore austriaco scrisse in collaborazione con il librettista trevigiano Lorenzo da Ponte. Quest’ultimo si era rifatto a un precedente libretto di Giovanni Bertati, a sua volta ispirato al dramma “Il seduttore di Siviglia e il convitato di pietra” dello scrittore spagnolo Tirso de Molina.

Incentrato sulle imprese da incallito seduttore del protagonista, l’opera venne commissionata a Mozart dall’imperatore Giuseppe II e, dopo l’esordio praghese, rappresentata a Vienna il 2 maggio del 1788.

Francisco Franco termina la sua dittatura

29 ottobre 1929

New York. All’apertura della Borsa, alcuni speculatori iniziano a vendere azioni. Per frenare il ribasso dei prezzi interviene un gruppo di banchieri coadiuvati da Charles Mitchell, presidente della National City Bank, e direttore della Federal Reserve di New York.

La loro strategia è quella di acquistare corposi pacchetti azionari per frenare i ribassi. A fine seduta sembra che l’operazione abbia prodotto i risultati sperati. Ma la giornata passa alla storia come il martedì nero della Borsa, inizio della più grave crisi economica del Novecento: la grande depressione.

Israele invade il Sinai

29 ottobre 1956

Israele risponde alla nazionalizzazione egiziana del Canale di Suez invadendo la penisola del Sinai. Si apre un conflitto noto come “crisi del Canale di Suez” che opporrà Gran Bretagna, Francia e Israele all’Egitto.

La crisi termina il 6 novembre successivo quando l’URSS minaccia d’intervenire al fianco dell’Egitto e gli Stati Uniti, temendo l’allargamento del conflitto, inducono inglesi, francesi e israeliani a ritirare le loro truppe. Il Canale di Suez, chiuso nel giugno del 1956, viene riaperto nel marzo del 1957.

Francisco Franco termina la sua dittatura

29 ottobre 1975

Dopo 36 anni termina la dittatura di Francisco Franco. Dal 1939, anno in cui prende il potere dopo la vittoria nella guerra civile contro le forze del Fronte Popolare, il generale lascia perché troppo malato per governare.

Ne prende il posto, come capo di stato, l’erede designato al trono, il principe Juan Carlos. Franco muore pochi giorni dopo l’uscita dalla scena politica, il 19 novembre.

Nati in questo giorno

Luciana Littizzetto

data di nascita: giovedì 29 ottobre 1964 (56 anni fa)

Luciana Littizzetto: Nata a Torino, con la sua satira pungente è dagli anni Novanta tra i beniamini del pubblico televisivo italiano.

Diplomatasi nel 1984 in pianoforte presso il conservatorio di Torino, diventa maestra di musica e intanto inizia a scrivere articoli irriverenti ed ironici su “Gioventù Operaia”, il mensile della GiOC (Gioventù Operaia Cristiana). Si laurea in materie letterarie presso la facoltà di Magistero e frequenta la scuola di recitazione dell'”Istituto d’Arte e Spettacolo”.

Tra cabaret e piccole parti in film, Luciana si ritaglia uno spazio in TV diventando popolare grazie a trasmissioni storiche, come Mai dire gol (1998-2000) e “Quelli che il calcio” (2000-2001), in cui mostra tutta la propria verve ironica e scanzonatoria.

Negli stessi anni pubblica libri per Mondadori e diventa speaker prima per Radio 2 e poi per Radio Deejay, dove dal 2004 conduce “La Bomba”. Dal 2005 entra a far parte del cast di “Che tempo che fa” e inaugura una felice collaborazione con Fabio Fazio, che affianca anche nella conduzione del Festival di Sanremo 2013.

Premiata nel 2014 come “miglior personaggio femminile dell’anno” con il premio Regia Televisiva, da gennaio 2015 è chiamata a far parte della giuria del talent show Italia’s Got Talent.

Winona Ryder

data di nascita: venerdì 29 ottobre 1971 (49 anni fa)

Winona Ryder: Attrice tra le più ricercate dai grandi registi, Winona Laura Horowitz (come risulta sul documento d’identità) ha lo stesso nome, Winona, della città del Minnesota che le ha dato i natali.

Dopo gli esordi con il regista Tim Burton, che le offre ruoli adolescenziali in pellicole fantasy, come “Beetlejuice – Spiritello Porcello” (1988) ed “Edward Mani di Forbice” (1990), compie il salto di qualità con Dracula di Bram Stoker, diretto da Francis Ford Coppola.

A 23 anni ottiene il primo prestigioso riconoscimento, il Golden Globe per la “migliore attrice non protagonista”, con L’età dell’innocenza, capolavoro di Martin Scorsese, che le fa avere anche la prima nomination all’Oscar.

L’anno successivo sfiora nuovamente la “statuetta” interpretando il ruolo di Jo March, nella trasposizione cinematografica del celebre romanzo Piccole donne, firmata da Gillian Armstrong.

Premiata nel 2000 con una stella nella mitica Hollywood Walk of Fame, dopo una lunga assenza dal set, dovuta alla condanna per taccheggio (che fa emergere la sua “cleptomania”), nel 2006 torna protagonista comparendo tra gli altri in “Star Trek” (2009) e “Homefront” (2013), quest’ultimo scritto e diretto da Sylvester Stallone.

Rino Gaetano

data di nascita: domenica 29 ottobre 1950 (70 anni fa)
data morte: martedì 2 giugno 1981 (39 anni fa)

Rino Gaetano: Il cantore del nonsense, della canzone solo in apparenza scanzonata, in realtà con una forte valenza ironica legata alla realtà politica e sociale del tempo. Nella storia della musica italiana, così viene celebrato Salvatore Antonio Gaetano, in arte Rino Gaetano.

Nativo di Crotone, completò gli studi nella Capitale e qui si avvicinò prima al teatro e poi alla musica, promettendo al padre che se entro un anno non avesse sfondato, avrebbe accettato di lavorare in banca. Al primo 45 giri “I love you Marianna” del 1972 seguirono i successi di Il cielo è sempre più blu e “Berta filava”.

La partecipazione al Festival di Sanremo 1978 gli diede la definitiva celebrità, con il terzo posto di Gianna, suo cavallo di battaglia più noto. Altri brani come “Nuntereggaepiù”, “Spendi spandi effendi” e “Io ci sto”, sembravano promettere una carriera ad alti livelli, stroncata troppo presto da un incidente stradale che lo strappò alla vita nel 1981.

Fausto Leali

data di nascita: domenica 29 ottobre 1944 (76 anni fa)

Fausto Leali: Anima romantica e voce blues (da cui il soprannome “negro bianco”) fanno di lui uno degli artisti più stimati della storia della musica leggera italiana.

Bresciano di Nuvolento, ha solo 14 anni quando intraprende la carriera di cantante a livello professionistico, entrando due anni dopo nell’orchestra del fisarmonicista jazz Wolmer Beltrami. Passa dai Beatles al soul trovando “pane per i suoi denti”. La voce graffiante ricorda i grandi interpreti della musica “nera” e s’impone sulla scena nel 1967 grazie al primo successo di A chi (cover dell’americana “Hurt”), quattro volte disco d’oro con oltre 4 milioni di copie vendute nel mondo.

Il suo palcoscenico prediletto è quello sanremese, dove vi sale tredici volte ottenendo da solo un 4° e 5° posto, rispettivamente con Io amo e Mi manchi, e trionfando in coppia con Anna Oxa nel 1989, grazie al brano Ti lascerò.

In occasione dei cinquant’anni di carriera pubblica, in collaborazione con il critico musicale Massimo Poggin, l’autobiografia Notti piene di stelle.

Nati… sportivi

Amanda Beard

data di nascita: giovedì 29 ottobre 1981 (39 anni fa)

Amanda Beard: Nata ad Irvine (USA), è un’ex nuotatrice e modella. A soli 15 anni partecipa ad Atlanta 1996, vincendo l’oro nella staffetta mista e l’argento nei 100m e nei 200m rana. Quattro anni dopo, alle Olimpiadi di Sydney, arriva terza nei 200m rana.

La conferma definitiva dell’ingresso della Beard tra le campionissime di nuoto giunge ai Mondiali di Barcellona nel 2003, con l’oro nei 200m rana e l’argento nei 100m rana e nella staffetta mista. Nel 2004 stabilisce anche il record del mondo dei 200m rana con il tempo di 2’22”4.

Alla sua terza Olimpiade, Atene 2004, i successi non li ottiene solo in ambito sportivo. Oltre l’oro nei 200m rana e l’argento nei 200m misti e nella staffetta mista, conquista il titolo di atleta più bella della manifestazione.

Dopo le Olimpiadi greche decide di ritirarsi dal nuoto agonistico per impegnarsi esclusivamente nella nuova carriera di fotomodella, salvo conquistare la qualificazione per i 200m rana a Pechino 2008 (quarta Olimpiade).

Il tentativo di difendere il titolo di campionessa olimpica in carica produce però solo un diciottesimo posto. Quattro anni dopo fallisce la qualificazione ai Giochi londinesi.

Eventi Sportivi

Record di punti per Antonello Riva

giovedì 29 ottobre 1987 (33 anni fa)

Record di punti per Antonello Riva: L’incontro di pallacanestro maschile Italia-Svizzera è terminato con il risultato di 141 a 75. Antonello Riva ha realizzato 46 punti, diventando il miglior realizzatore in una sola partita della Nazionale italiana. Il suo nome compare 6 volte nelle prime 10 posizioni, record ancora imbattuto.

Buffon in Nazionale

mercoledì 29 ottobre 1997 (23 anni fa)

Buffon in Nazionale: La Nazionale di calcio italiana, avendo terminato al secondo posto il girone di qualificazione per i Mondiali di calcio Francia 1998, ha dovuto giocare uno spareggio con la Russia. La partita di andata a Mosca è finita 1-1.

L’Italia ha schierato in campo come portiere, causa l’indisponibilità di Angelo Peruzzi, Gianluca Pagliuca, che alla mezz’ora è stato sostituito da un esordiente di soli 19 anni: Gianluigi Buffon, che difenderà la porta degli azzurri per 176 volte fino al ritiro del 17 maggio 2018.

Il ritorno a Napoli finirà 1-0, con gol di Casiraghi; così gli azzurri conquisteranno la qualificazione alla fase finale.

I Doodle di Google

Turchia

29 ottobre

Turchia: Google ha più volte ricordato, nel corso degli anni, con un doodle locale, la Festa della Repubblica della Turchia. Infatti a seguito della sconfitta subita nella Prima Guerra Mondiale, l’Impero Ottomano fu ridotto territorialmente e dovette subire l’occupazione straniera. Con la guerra greco-turca del 1919-1922, il movimento di indipendenza nazionale guidato dall’ex generale dell’esercito ottomano, Mustafà Kemal Pascià (detto in seguito Atatürk, padre dei turchi), riuscì a liberare il paese e il 29 ottobre 1923 fu proclamata la Repubblica Turca. Giorno che divenne poi festa nazionale.

Il Mondo degli Animali

Facocèro

mercoledì 29 ottobre 2014 (6 anni fa)

Facocèro : Il facocèro o facochèro, nome scientifico Phacochoerus africanus, è un mammifero appartenente alla famiglia dei Suidi.

Il Phacochoerus africanus ricorda molto il cinghiale, ha una corporatura piuttosto massiccia, testa grande e allungata e arti magri e corti. Il corpo è ricoperto da setole grigie e bionde, una criniera fulvo-brunastra parte dalla testa per arrivare al dorso. Due enormi denti fuoriescono dalle mascelle. Evidenti escrescenze della pelle sono presenti sotto gli occhi e sotto le guance, sia dei maschi che delle femmine. Raggiunge una lunghezza massima di 140 centimetri e può pesare fino a 150 chili, le femmine sono notevolmente più piccole e le escrescenze presenti sul viso sono meno evidenti.

Vive nelle savane e nelle boscaglie dell’Africa Subsahariana. Il facocèro passa quasi tutto il giorno a nutrirsi, è principalmente vegetariano e mangia radici, frutta ed erba, inoltre, può gradire anche terra, escrementi e qualche volta piccoli topi e serpenti.

La parola facocero deriva dal greco phakós, cioè “lenticchia” o “verruca” e chôiros, cioè “porco” quindi porco con le verruche.

Una curiosità è che per la somiglianza con il maiale i musulmani non ne mangiano la carne.

Scomparsi oggi

Joseph Pulitzer

data di nascita: sabato 10 aprile 1847 (173 anni fa)
data morte: domenica 29 ottobre 1911 (109 anni fa)

Joseph Pulitzer: Pioniere dell’editoria della carta stampata, la sua fervida e lungimirante impresa dischiuse un nuovo orizzonte alla professione giornalistica.

Nato a Makò, piccola città dell’Ungheria meridionale, a 17 anni emigrò negli Stati Uniti d’America, arruolandosi nell’esercito federale durante la Guerra di secessione americana. Trasferitosi a St. Louis, nel Missouri, dopo la laurea in legge acquistò il quotidiano di lingua tedesca “Westliche Post” e il “St. Louis Dispatch”, unendoli nel St. Louis Post-Dispatch, ancora oggi il principale quotidiano della città.

Rilevato nel 1883 il New York World in cattive acque, lo rilanciò orientandolo al cosiddetto yellow journalism (che presentava le notizie con toni sensazionalistici) e facendone una guida preziosa per i numerosi immigrati, grazie all’introduzione degli annunci commerciali. I due progetti più importanti presero forma dopo la sua scomparsa nell’ottobre del 1911.

In primis, la Columbia University Graduate School of Journalism, prima scuola di giornalismo del mondo, fondata nel 1912 grazie alla cospicua eredità lasciata da Pulitzer alla Columbia University; in secundis, il Premio Pulitzer, istituito nel 1917 dallo stesso ateneo, tuttora considerato il massimo riconoscimento internazionale per giornalisti, nonché autori di testi di narrativa, storici, drammaturghi e compositori.

Commenti