Almanacco Del 29 Luglio 2021

0
291

Oggi giovedì 29 luglio 2021 (06:23)

E‘ il 210° giorno dell’anno, 31ª settimana. Alla fine del 2021 mancano 155 giorni.

A Roma il sole sorge alle 05:02 e tramonta alle 19:31 (ora solare)
A Milano il sole sorge alle 05:04 e tramonta alle 19:54 (ora solare)
Luna: 10.37 (tram.) 22.41 (lev.)
Sciame meteoritico delle delta Acquaridi.

Santi del Giorno

Santa Marta di Betania (Discepola)
Sante Lucilla, Flora e Beatrice (Martiri)
San Berio (Martire a Costantinopoli)
San Lupo di Troyes (Vescovo)
Sant’Olav (Olaf, Re di Norvegia, Martire)
Santa Serafina di Mamie (Vergine)
Santi Lazzaro e Maria di Betania

Santa Marta di Betania è la protettrice di casalinghe, domestiche, servitori, cuochi, specialisti in dietetica.

Etimologia

 Marta, deriva dal personale ebraico “Marta”, presente nei Vangeli nella forma greca “Martha”. Originariamente, il termine aveva il significato di “signora, padrona”.

Proverbio del giorno

Cogli la rosa e lascia star la spina

Aforisma del giorno

Lodiamo gli altri in proporzione alla stima che essi hanno per noi (Charles de Montesquieu)

Sei nato oggi? 

I nati il 29 luglio sono molto abili a valutare e qualificare le caratteristiche distintivi, il potenziale, la moralità e i risultati ottenuti da coloro che li circondano; e anche per ciò che riguarda il futuro, sono in grado di prevedere con impressionante esattezza l’esito di processi dinamici in atto all’interno della loro famiglia, di un’organizzazione o della società nel loro complesso. All’interno del proprio gruppo i nati in questo giorno sono ottimi organizzatori e pianificatori.

Oroscopo quotidiano

Oroscopo di Giovedì 29 Luglio 2021

Accadde Oggi

Tolkien pubblica il Signore degli Anelli”

giovedì 29 luglio 1954 (67 anni fa)

Tolkien pubblica il “Signore degli Anelli”: Elfi, uomini, nani e hobbit abitano la Terra di mezzo, su cui incombe la minaccia dello stregone Sauron, signore degli anelli del potere, contrastato da Frodo e dalla Compagnia dell’Anello.

Questo mondo immaginario creato dalla fantasiosa penna di John Ronald Reuel Tolkien, scrittore inglese (nativo del Sudafrica), si spalanca per la prima volta agli occhi dei lettori. Oltre a rielaborare l’antica mitologia scandinava, l’autore, studioso di filologia, ha il merito di creare una lingua artificiale (ispirata al finlandese), il quenya, nota anche come lingua elfica.

Pubblicato a luglio del 1954 dall’editore George Allen & Unwin, Il Signore degli Anelli esce suddiviso in tre libri (La compagnia dell’anelloLe due torri e Il ritorno del re), sia per le difficoltà di reperire la carta, sia per tenere basso il prezzo dell’opera.

Il romanzo, tradotto in 38 lingue, diventa presto una pietra miliare della letteratura fantasy, ispirando tutta la produzione successiva e diverse trasposizioni cinematografiche, teatrali, insieme all’industria dei giochi di ruolo e dei videogiochi legati al genere fantasy.

Famosa la trilogia portata al cinema dal regista neozelandese Peter Jackson (2001-2003), che complessivamente porta a casa 17 premi Oscar. Il terzo capitolo, Il Ritorno del Re, con 11 statuette diventa il film premiato con il maggior numero di premi Oscar, eguagliando il primato di Ben-Hur e Titanic.

Prima donna italiana ministro

giovedì 29 luglio 1976 (45 anni fa)

Prima donna italiana ministro: Il Presidente del Consiglio Giulio Andreotti nomina come ministro del Lavoro Tina Anselmi, insegnante ed ex sindacalista. È la prima donna a diventare ministro nella storia d’Italia.

Con un passato da giovanissima protagonista della Resistenza, l’Anselmi s’impegna molto presto in politica nelle fila della Democrazia Cristiana, arrivando nel 1959 al Consiglio nazionale. Entra in Parlamento nel 1968 e ci rimane per quasi vent’anni.

La famiglia e la donna sono al centro del suo impegno politico, che si traduce nella prima legge sulle pari opportunità (1977), grazie alla quale vengono abolite le discriminazioni esistenti in materia di lavoro e di salario tra i sessi.

Grandi meriti le vengono riconosciuti nell’essersi battuta a favore dei diritti delle donne sulla scena politica internazionale.
Più volte indicata come possibile candidata alla Presidenza della Repubblica, una delle sue ultime battaglie è quella contro la massoneria nell’ambito della commissione d’inchiesta sulla loggia P2.

A Parigi viene inaugurato l’Arco di Trionfo

venerdì 29 luglio 1836 (185 anni fa)

A Parigi viene inaugurato l’Arco di Trionfo: Porta d’accesso sui famosi Champs-Élysées da Place de Gaulle, l’Arco di Trionfo è il principale simbolo della grandeur francese, oltre che uno di monumenti più noti di Parigi.

Reduce dalla vittoriosa battaglia di Austerlitz sugli Austriaci (2 dicembre 1805), Napoleone decise di far innalzare un monumento alle sue vittorie, che potesse essere nel contempo un “santuario” dove celebrare i trionfi futuri della nazione.

Del progetto venne incaricato Jean Chalgrin ma a costruirlo furono gli architetti Louis-Robert Goust e Jean-Nicolas Huyot. Alta 50 metri e larga 45, l’opera doveva ricalcare i grandi archi imperiali romani, riportando nei bassorilievi le vittorie dell’Imperatore.

Abbandonati durante la Restaurazione, i lavori ripresero nel 1830 per volere del re Luigi Filippo, che inaugurò l’Arc de Triomphe il 29 luglio del 1836, insieme al presidente del Consiglio, Adolphe Thiers.

Punto d’arrivo di tutte le celebrazioni ufficiali e delle parate militari, l’opera cela un museo sotterraneo dove sono custoditi, tra gli altri, oggetti appartenuti a Napoleone Bonaparte e cimeli della Prima guerra mondiale.

Primo regicidio d’Italia

domenica 29 luglio 1900 (121 anni fa)

Primo regicidio d’Italia«Era molto tempo che non assistevo in mezzo al mio popolo a una dimostrazione di simpatia così cordiale». Sono le ultime parole pronunciate dal re Umberto I, dopo aver presenziato a un concorso ginnico a Monza. Pochi secondi dopo, seduto sulla sua carrozza tra la folla festante, viene assassinato con due colpi di rivoltella, alla gola e al cuore, dall’anarchico Gaetano Bresci.

Quest’ultimo, scampato per miracolo al linciaggio della gente che grida al complotto, viene tratto in arresto. Ad agosto inizia il processo che lo condanna all’ergastolo. Muore in carcere in circostanze non chiare.

A Umberto I, sovrano amato e odiato, tra i cui meriti c’è l’abolizione della pena di morte dal codice penale (codice Zanardelli), succede il figlio Vittorio Emanuele III.

Esce nelle sale The Mask

venerdì 29 luglio 1994 (27 anni fa)

Esce nelle sale The Mask: Un’antica maschera abbandonata vicino a un fiume trasforma un timido e impacciato impiegato di banca, Stanley Ipkiss, in un supereroe simile a un cartone animato e con la battuta sempre pronta.

È la trama di The Mask – Da zero a mito, diretto da Chuck Russel e ispirato all’omonimo fumetto della Dark Horse, che consacra l’attore comico Jim Carrey e segna l’esordio della bellissima Cameron Diaz.

Campione d’incassi al botteghino e premiato con una nomination all’Oscar per gli effetti speciali, la pellicola ispirerà un videogioco per Nintendo e un secondo film di minor successo.

Ucciso Rocco Chinnici

29 Luglio 1983

Viene ucciso a Palermo il giudice Rocco Chinnici. Muore nell’esplosione della sua auto, una Fiat 127 imbottita di esplosivo, parcheggiata davanti alla sua abitazione in via Federico Pipitone a Palermo. Ha cinquantotto anni. Ad azionare il detonatore è il killer mafioso Pino Greco.

Con Chinnici muoiono altre tre persone, raggiunte in pieno dall’esplosione. Sono il maresciallo dei carabinieri Mario Trapassi, l’appuntato Salvatore Bartolotta, componenti della scorta del magistrato, e il portiere dello stabile Stefano Li Sacchi. Chinnici è considerato il padre fondatore del pool antimafia, di cui facevano parte Giovanni Falcone, Paolo Borsellino e Giuseppe Di Lello.

Herbert Marcuse

29 Luglio 1979

Muore Herbert Marcuse, il filosofo e scrittore tedesco, uno dei pensatori più influenti del Novecento, particolarmente amato dai movimenti giovanili di protesta dei tardi anni Sessanta. Il suo pensiero, antiautoritario, rispecchia la volontà di cambiamento radicale che anima la protesta. Viene chiamato “il filosofo del grande rifiuto, per la sua allergia a tutte le forme di repressione e per il suo “no” secco alla civiltà tecnologica, sia liberal-capitalistica che comunista-sovietica.

Per la generazione del ‘68 è anche molto importante il suo concetto di liberazione dell’eros, intesa come liberazione delle energie creative dell’uomo, per la creazione di una società più aperta, fatta di uomini liberi e solidali fra loro. Fra i suoi scritti più importanti “L’uomo a una dimensione”, “Eros e civiltà”, “Un’indagine filosofica in Freud”.

Ucciso re Umberto I di Savoia

29 Luglio 1900

Il re Umberto I di Savoia viene ucciso dall’anarchico Gaetano Bresci, che gli spara contro tre colpi di pistola. L’assassinio avviene sotto gli occhi della popolazione festante. Bresci si lascia catturare senza opporre resistenza.

I carabinieri debbono proteggerlo dal linciaggio della folla inferocita. Emigrato tempo prima a Paterson nel New Jersey, Bresci era rientrato con il preciso intento di uccidere il re. Intendeva vendicare la strage avvenuta a Milano nel 1898 di manifestanti che reclamavano l’abolizione della tassa sul pane imposta dal regno sabaudo.

Nati in questo giorno

Sergio Fiorentini

data di nascita: domenica 29 luglio 1934 (87 anni fa)
data morte: giovedì 11 dicembre 2014 (6 anni fa)

Sergio Fiorentini: Nato a Roma, è noto come attore e doppiatore tra i più apprezzati nel panorama cinematografico italiano.

La sua inconfondibile voce è stata accostata a grandi star di Hollywood, come Gene Hackman (tra i tanti film la storica saga di Superman), Bill Cosby e Mel Brooks. Altrettanto noto è il suo doppiaggio del popolarissimo comico inglese Benny Hill nella serie The Benny Hill Show.

Ha avuto numerosi ruoli in diverse fiction e in miniserie di successo come Il maresciallo Rocca, accanto a Gigi Proietti, e Distretto di Polizia. Nel dicembre del 2014, dopo aver preso parte al film “La mossa del pinguino”, diretto da Claudio Amendola, è scomparso a Roma.

Alexis de Tocqueville

data di nascita: lunedì 29 luglio 1805 (216 anni fa)
data morte: sabato 16 aprile 1859 (162 anni fa)

Alexis de Tocqueville: Nato a Parigi da famiglia aristocratica, il visconte Alexis Henri Charles de Clérel de Tocqueville è considerato uno dei padri del pensiero liberale, principio ispiratore della sua preziosa attività di filosofo, politico e storico.

Il fine di individuare un sistema politico liberale, da prendere a modello in Francia, lo spinse a un lungo soggiorno negli Stati Uniti d’America, insieme all’amico Gustave de Beaumont. Qui oltre a studiare il sistema penitenziario (motivo ufficiale della visita), ne osservò da vicino il sistema politico e sociale, nel quadro di una più generale riflessione sulle basi della democrazia che coinvolgeva anche le esperienze europee della Rivoluzione francese e dell’ancien regime.

Le conclusioni di questo studio vennero messe nero su bianco nell’opera più importante, La democrazia in America, pubblicata in due parti nel 1835 e nel 1840. Ammesso come membro onorario alla prestigiosa Académie Française, Tocqueville morì a Cannes nel 1859.

Benito Mussolini

data di nascita: domenica 29 luglio 1883 (138 anni fa)
data morte: sabato 28 aprile 1945 (76 anni fa)

Benito Mussolini: I libri di storia lo ricordano come Duce e personaggio storico tra i più influenti della prima metà del Novecento. Per l’Italia è stato il capo di una dittatura che ha rappresentato un passaggio decisivo nella successiva nascita della Repubblica e nella crescita democratica del Paese.

Emiliano di Dovia di Predappio, nella provincia di Forlì-Cesena, Benito Amilcare Andrea Mussolini fu indirizzato dal padre al socialismo militante, completando nel contempo gli studi e conseguendo il diploma di maestro elementare. L’attività politica nel Partito Socialista Italiano proseguì parallelamente a quella giornalistica che lo portò a dirigere l’Avanti! dal 1912 al 1914.

Uscito dal PSI perché in contrasto con la sua linea interventista nel primo conflitto mondiale, fondò e diresse il quotidiano Il Popolo d’Italia, che in seguito divenne l’organo ufficiale del Partito Nazionale Fascista, fondato da Mussolini nel 1921. Profittando dell’instabilità politica per gli scarsi vantaggi riconosciuti all’Italia dopo la vittoria nella “Grande guerra”, mise in atto con la celebre marcia su Roma (28 ottobre 1922) un golpe di Stato, impossessandosi del potere e instaurando un regime dittatoriale.

Ispiratore di una condotta squadrista e intimidatoria nei confronti degli avversari del regime, come Giacomo Matteotti che fu assassinato per ordine dello stesso Mussolini, si alleò con la Germania nazista di Hitler (Patto d’Acciaio del 1939), sposandone, con le famigerate “leggi razziali”, la politica discriminatoria nei confronti degli ebrei.

Dopo il disastroso bilancio della Seconda guerra mondiale e la conseguente caduta del regime (25 luglio del 1943), guidò la Repubblica Sociale Italiana fino alla sua cattura da parte dei partigiani, dai quali, nel luglio del 1945, venne giustiziato insieme alla compagna Clara Petacci nel comune di Giulino, nel comasco. I corpi di entrambi vennero esposti a piazza Loreto (Milano), per tutta la giornata del 29 aprile.

Nati… sportivi

Andrea Zorzi

data di nascita: giovedì 29 luglio 1965 (56 anni fa)

Andrea Zorzi: Nato a Noale (in provincia di Venezia), è un ex pallavolista di 205 cm, con il soprannome di Zorro, attualmente è un commentatore televisivo. Con la Nazionale ha vinto i Mondiali 1990 e 1994, tre edizioni della World League e una medaglia d’argento alle Olimpiadi di Atlanta 1996.

Ha fatto parte della generazione dei fenomeni ovvero di quella Nazionale italiana di pallavolo che ha vinto tantissimo negli anni Novanta. Ha giocato nelle squadre di Padova, Parma, Milano, Treviso e Macerata, vincendo anche due scudetti e due edizioni della Coppa Italia.

Fernando Alonso

data di nascita: mercoledì 29 luglio 1981 (40 anni fa)

Fernando Alonso: Nato a Oviedo (nella Spagna nord-occidentale) è un pilota di Formula Uno. Nel 2005 e nel 2006 vince il Mondiale piloti con la Renault, diventando il più giovane vincitore del titolo iridato.

Dal 2010 corre per un quinquennio per la Ferrari, conquistando 3 secondi posti (2010, 2012 e 2013), 1 quarto posto (2011) e 1 sesto posto (2014). Il Mondiale piloti 2015 lo vede nuovamente alla guida della McLaren, dopo la terza piazza del 2007, ma questa volta, anche a causa di un incidente, nella stagione raccoglie solo 11 punti e chiude al 17° posto. Più positiva quella successiva, chiusa al 10° posto con 54 punti. Nel 2017 conquista solo 17 punti (15° posto).

Nell’agosto 2018 annuncia il ritiro dalla F. 1 a fine stagione, che conclude all’11° posto con 50 punti. Rimane nella scuderia McLaren come collaudatore. In parallelo partecipa con la Toyota TS050 Hybrid al Campionato mondiale endurance LMP1 2018/19. Conquista il titolo, vincendo tra le altre due volte la 24 Ore di Le Mans. Nella stagione 2021 ritorna in Formula Uno per correre per la Alpine, scuderia francese e sezione sportiva della Renault.

Fernando Alonso

data di nascita: mercoledì 29 luglio 1981 (40 anni fa)

Fernando Alonso: Nato a Oviedo (nella Spagna nord-occidentale) è un pilota di Formula Uno. Nel 2005 e nel 2006 vince il Mondiale piloti con la Renault, diventando il più giovane vincitore del titolo iridato.

Dal 2010 corre per un quinquennio per la Ferrari, conquistando 3 secondi posti (2010, 2012 e 2013), 1 quarto posto (2011) e 1 sesto posto (2014). Il Mondiale piloti 2015 lo vede nuovamente alla guida della McLaren, dopo la terza piazza del 2007, ma questa volta, anche a causa di un incidente, nella stagione raccoglie solo 11 punti e chiude al 17° posto. Più positiva quella successiva, chiusa al 10° posto con 54 punti. Nel 2017 conquista solo 17 punti (15° posto).

Nell’agosto 2018 annuncia il ritiro dalla F. 1 a fine stagione, che conclude all’11° posto con 50 punti. Rimane nella scuderia McLaren come collaudatore. In parallelo partecipa con la Toyota TS050 Hybrid al Campionato mondiale endurance LMP1 2018/19. Conquista il titolo, vincendo tra le altre due volte la 24 Ore di Le Mans. Nella stagione 2021 ritorna in Formula Uno per correre per la Alpine, scuderia francese e sezione sportiva della Renault.

I Doodle di Google

50° della Nasa

29 luglio

50° della Nasa: Nel 2008 Google celebra con un doodle il 50° anniversario della Nasa, l’ente spaziale degli Stati Uniti d’America (la sigla sta per: National Aeronautics and Space Administration). Infatti il 29 luglio 1958 il presidente americano Eisenhower firmò la legge “National Aeronautic and Space Act”, anche se la NASA diventò effettivamente operativa solo dall’ottobre successivo, assorbendo la precedente agenzia “NACA”.

Angolo Lettura

“L’uomo elaboratore di informazioni” di Peter Lindsay e Donald Norman

domenica 29 luglio 2012 (9 anni fa)

“L’uomo elaboratore di informazioni” di Peter Lindsay e Donald Norman: Oggi segnaliamo “L’uomo elaboratore di informazioni” (sottotitolo “introduzione cognitivista alla psicologia”) di Peter Lindsay e Donald Norman. Un classico nel suo genere e, anche se un po’ datato essendo stato pubblicato nel 1977, è estremamente interessante e ci aiuta a capire meglio il funzionamento del nostro cervello, con una analisi approfondita ma leggibile. I primi capitoli sono un po’ più tecnici e affrontano nei dettagli il funzionamento del sistema visivo, il riconoscimento percettivo, il sistema uditivo, ecc. ma sono comunque interessanti.

Ancora di più lo sono quelli successivi che affrontano temi come l’apprendimento, la soluzione dei problemi, la rappresentazione della conoscenza, i meccanismi del pensiero, le interazioni sociali, ecc. Sorprendente la parte sull'”influenza sociale” che ci insegna ad essere più attenti nelle nostre scelte quotidiane. Impariamo a conoscerci meglio, avendo il coraggio di esaminare anche i nostri punti deboli, in modo da essere in grado di migliorare e di poter essere più padroni di noi stessi.

Scomparsi oggi

Marta Marzotto

data di nascita: martedì 24 febbraio 1931 (90 anni fa)
data morte: venerdì 29 luglio 2016 (5 anni fa)

Marta Marzotto: Popolare personaggio della moda made in Italy e delle cronache mondane, Marta Vacondio (il vero nome) nasce a Reggio Emilia.

Inizia a lavorare sin da piccola come mondina (seguendo le orme della madre), riscoprendosi in seguito sarta e modella a Milano. Nel 1954 si sposa con il conte Umberto Marzotto comproprietario (con altri fratelli) di un’industria tessile, del quale conserva il cognome anche dopo il divorzio.

Per molti anni musa ispiratrice del pittore Renato Guttuso, nel 2000 ottiene la cittadinanza onoraria di alcuni comuni del casertano, per la lotta alla camorra.

Presente spesso in TV come opinionista e intrattenitrice, negli ultimi anni si rilancia come costumista e disegnatrice di gioielli, creando diverse collezioni anche di oggetti di arredo.

Ricoverata alla clinica La Madonnina di Milano, qui scompare il 29 luglio del 201

Van Gogh

data di nascita: mercoledì 30 marzo 1853 (168 anni fa)
data morte: martedì 29 luglio 1890 (131 anni fa)

Van Gogh: Inarrivabile esempio di genio artistico folle e incompreso, con capolavori insuperabili quali Campo di grano con volo di corvi e Notte stellata diede inizio all’arte moderna.

Nato a Groot Zundert (la casa natale è ancora visibile sulla piazza principale!), iniziò a dipingere a trent’anni, realizzando molte delle sue opere più note nel corso degli ultimi due anni di vita. La sua produzione, che raccoglie ben 864 tele e di più di mille disegni, consta soprattutto di autoritratti, paesaggi, nature morte di fiori, dipinti con cipressi, rappresentazioni di campi di grano e girasoli.

Lavorò come apprendista per la casa Goupil, che vendeva riproduzioni di opere d’arte, e qui approfondì le tematiche artistiche. Licenziato, si dedicò agli studi teologici e finì a fare il predicatore tra i minatori, ma fu allontanato per il suo fanatismo religioso. Nel 1885 realizzò la prima grande opera, I mangiatori di patate, in cui celebrava il lavoro umile dei contadini.

Oltre che dalla povertà e dalla mancata considerazione degli altri, fu perseguitato dalla psicosi epilettica, con “stadi crepuscolari” seguiti da attacchi di panico, che lo portarono più volte a tentare il suicidio. L’ultimo tentativo fu fatale: il 29 luglio del 1890 morì nella sua casa di Auverse, due giorni dopo essersi sparato un colpo di rivoltella.

Fonte d’ispirazione per le correnti pittoriche del XX secolo, su tutti L’espressionismo, van Gogh lasciò diverse opere battute poi all’asta per cifre altissime, come “Autoritratto senza barba” (venduto per 71,5 milioni dollari nel 1998 a New York) e “Autoritratto con orecchio bendato” (ceduto nel 1990 per 90 milioni di dollari).