Almanacco Del 28 Gennaio

0
341

E’ il 28° giorno dell’anno, 4ª settimana. Alla fine del 2021 mancano 337 giorni.

A Roma il sole sorge alle 07:26 e tramonta alle 17:20 (ora solare)
A Milano il sole sorge alle 07:48 e tramonta alle 17:23 (ora solare)
Luna: 7.29 (tram.) 16.56 (lev.)
Luna piena alle ore 20.19

Santi del Giorno

San Tommaso d’Aquino (Sacerdote e Dottore della Chiesa)
San Carlomagno (Imperatore)
San Giuliano di Cuenca (Vescovo)
Sant’Emiliano di Trevi (Vescovo)

San Tommaso d’Aquino è il protettore di accademici, fabbricanti di matite, librai, studenti, teologi.

Etimologia

 Tommaso, deriva dall’aramaico Taóma, in seguito latinizzato in Thomas/Thomasus e significa “gemello”. Nome di tradizione biblica, si diffuse tra i cristiani anche grazie al culto per l’apostolo Tommaso, noto pricipalmente perchè dubitò della Resurrezione di Gesù.
L’onomastico può essere festeggiato il 28 gennaio con San Tommaso d’Aquino oppure il 3 luglio in memoria di San Tommaso Apostolo.
Il nome Tommaso è ancora oggi particolarmente popolare in Italia: è presente da oltre 10 anni tra i 15 nomi per neonati più utilizzati. La variante inglese Thomas è molto popolare nei paesi anglofoni, soprattutto nel Regno Unito dove è stabilmente nella top 10 dei nomi usati per i neonati inglesi.

Proverbio del giorno

Quando canta il picchio di gennaio, tieni a mano il pagliaio.

Aforisma del giorno

Un musicista che suoni sempre la medesima corda è ridicolo. (Orazio Flacco)

Sei nato oggi? 

Spesso combatti tutta la vita per un ideale. Autorevolezza e senso pratico possono fare di te un ottimo politico ma anche portarti a ruoli di responsabilità nel mondo dell’industria. Gli amici rappresentano una parte importante della tua vita e contribuiranno ad allietare il tuo matrimonio e la tua vita familiare.

Oroscopo quotidiano

Oroscopo di Giovedì 28 Gennaio 2021

Accadde Oggi

Registrata We Are the World

lunedì 28 gennaio 1985 (36 anni fa)

Registrata We Are the World: Un cast stellare per combattere la povertà del continente africano. Il progetto Usa for Africa riunì nel 1985 alcuni dei grandi nomi della musica rock e pop per incidere una canzone, che divenne un inno universale alla solidarietà verso tutti i popoli del mondo.

Tutto nacque da un’idea del “re della musica caraibica” Harry Belafonte, da sempre in prima linea per i diritti umani e le cause umanitarie. Su suggerimento del suo manager, pensò di coinvolgere altri colleghi per raccogliere risorse da destinare alla popolazione etiope, colpita da una grave carestia alimentare.

In mente aveva il modello già felicemente sperimentato, nel 1984, da Bob Geldof e Midge Ure con la Band Aid. Il progetto aveva portato alla registrazione del singolo Do They Know It’s Christmas?, il più venduto del Natale 1984 (traguardo bissato nelle versioni aggiornate del 1989 e 2004).

La risposta degli artisti interpellati fu largamente positiva. A farsi carico del testo furono l’allora 27enne Michael Jackson, salito alla ribalta con Thriller (ancora oggi l’album più venduto della storia), e Lionel Richie. In veste di produttore per conto della Columbia Records, che si accollò tutte le spese, Quincy Jones organizzò la registrazione del brano.

L’appuntamento venne fissato per le 21 del 28 gennaio, la stessa notte degli American Music Award, presso gli A&M Recording Studios di Hollywood. Qui un po’ alla volta si radunarono star del calibro di Stevie WonderDiana RossRay CharlesTina TurnerBob Dylan e Bruce Springsteen. In tutto 45 artisti che si alternarono tra solisti e voci del coro. Con loro vennero ammessi soltanto tre giornalisti della rivista Life.

Iniziò una maratona notturna di quasi 12 ore di registrazione, terminate alle 8 del mattino dopo. Il disco fu pubblicato il 7 marzo dello stesso anno, in 800mila copie andate esaurite in poco tempo. Come singolo vendette complessivamente 7,5 milioni di copie solo negli Stati Uniti, il successivo album USA for Africa: We Are the World, in cui fu inserito insieme alla canzone Tears Are Not Enough, raggiunse la soglia dei 3 milioni.

Con We Are the World, che chiuse lo storico Live Aid del 13 luglio 1985, Usa for Africa raccolse fondi per 50 milioni di dollari da destinare all’Etiopia. L’idea di farne una versione aggiornata con il titolo “Live 25” fu proposta sul finire del 2009, progetto poi modificato dopo il terremoto di Haiti del 2010. Per mandare aiuti nelle zone del sisma venne formato il gruppo Artists for Haiti, composto da 75 cantanti che reinterpretarono il celebre brano.

Il generale James Dozier liberato a Padova

28 gennaio 1982

Il generale statunitense James Dozier, in mano alle Brigate Rosse da quaranta giorni, è liberato a Padova, con la forza, grazie all’intervento del Nucleo Operativo Centrale di Sicurezza, i NOCS, composto da agenti superspecializzati.

Dozier, all’epoca del sequestro, è il capo dei servizi logistici e amministrativi della NATO in Italia. Dall’irruzione alla liberazione dell’ostaggio passano esattamente 90 secondi.

Esplode lo Space Shuttle “Challenger”

28 gennaio 1986

Lo Space Shuttle “Challenger” esplode a 14 chilometri di altezza e dopo 73 secondi dal decollo per la fuoriuscita di combustibile, dovuta alla rottura di un manicotto di gomma, indurito dal gelo.

Lo Shuttle è al suo decimo volo e nell’incidente muoiono i sette astronauti a bordo. Tra gli astronauti, anche una maestra, che avrebbe dovuto tenere una lezione nello spazio.

Nati in questo giorno

Mario Biondi

data di nascita: giovedì 28 gennaio 1971 (50 anni fa)

Mario Biondi: Per molti è il Barry White italiano, perché con la sua voce calda e blues ricorda il grande cantautore americano.

Siciliano di Catania, Mario Ranno, il vero nome, muove i primi passi nel canto da corista in chiesa, proprio come i suoi idoli della musica “black”. L’inglese diventa presto la sua prima lingua e ciò, nel 1988, gli permette di fare da spalla a un mostro sacro del blues qual è Ray Charles.

Lanciato da Gianni Bella, nel 2004 va incontro alla popolarità con il singolo This Is What You Are, che anticipa l’album d’esordio “Handful of Soul”, con cui vince il primo disco di platino. Collabora negli anni con artisti famosi, tra cui Ornella Vanoni, Claudio Baglioni e Renato Zero.

Abile doppiatore, viene coinvolto nei film d’animazione “Rapunzel” (della Disney) e “Rio”. Per la stessa Disney firma la colonna sonora del remake de Gli Aristogatti. Ospite a Sanremo 2009 (dove duetta con Karima Ammar in “Come ogni ora”, accompagnato al piano da Burt Bacharach), nel novembre 2013 pubblica Mario Christmas, che contiene classici natalizi e due inediti.

Nel 2015 sforna il settimo album, Beyond, dove riesce a fondere stili differenti, come funky, soul, dance, reggae e jazz. Nel novembre 2016 arriva l’ottavo, Best of Soul, con sette brani inediti e con i suoi più famosi successi. Rivederti è il brano con cui si classifica al 19° e penultimo posto al Festival di Sanremo 2018.

Nick Carter

data di nascita: lunedì 28 gennaio 1980 (41 anni fa)

Nick Carter: Da ex beniamino dei teenager, con una delle boyband più popolari degli anni Novanta, oggi è un protagonista della scena pop americana.

Nato a Jamestown, nello stato di New York, Nickolas Gene Carter prende confidenza con il mondo dello spettacolo, prima girando spot e ruoli da comparsa (in Edward mani di forbice), poi entrando in una band per bambini.

Nel 1993 viene selezionato per il progetto di una nuova boyband costruita a tavolino: nascono i Backstreet Boys, che per quasi un decennio domina le classifiche con hit come “As Long As You Love Me”, “Everybody” e “”I Want It That Way”, vendendo 120 milioni di dischi in tutto il mondo.

Eletto “The Biggest Teen Idol” nel 1999, tre anni dopo si lancia come solista vincendo il disco d’oro con l’album Now or Never. Nel 2015 pubblica il terzo album, All American, che comprende il brano “Get Over Me” in cui canta con Avril Lavigne.

Nasce Arthur Rubinstein

28 gennaio 1887

Nasce a Lodz, in Polonia, Arthur Rubinstein, pianista sublime. Nato da una famiglia ebrea, trascorre il periodo della seconda guerra mondiale in America, dove nel 1946 ottiene la cittadinanza. Rubinstein, dopo gli orrori della guerra, si rifiuterà sempre di esibirsi nelle due Germanie, per rispetto verso le vittime dell’Olocausto. Rubinstein muore a Ginevra il 20 dicembre 1982.

Nati… sportivi

Gianluigi Buffon

data di nascita: sabato 28 gennaio 1978 (43 anni fa)

Gianluigi Buffon: Nato a Carrara (Toscana) è un calciatore, portiere della Juventus e della Nazionale italiana, considerato tra i migliori portieri di tutti i tempi. Nel 2016 stabilisce il nuovo record di imbattibilità in serie A, non subendo reti per 974 minuti e il 18 dicembre 2019 eguaglia il record di presenze in serie A (647) di Paolo Maldini.

Cresciuto nelle giovanili del Parma, squadra dove esordisce a 17 anni in serie A, dal 2001 al luglio 2018 è alla Juventus. Nella stagione successiva va al Paris Saint-Germain ma nel luglio 2019 ritorna a Torino.

Nel suo palmarès figurano 5 Coppe Italia (a Parma nel 1998/99 e 4 a Torino), 6 Supercoppe italiane (di cui 5 con i bianconeri), 11 scudetti (10 con la Juve e 1 con il Paris Saint-Germain) e una Coppa UEFA (con il Parma).
Nel 2004 è inserito nella FIFA 100, la lista dei 125 più grandi giocatori viventi, selezionata da Pelé e dalla FIFA in occasione delle celebrazioni del centenario della Federazione internazionale.

In carriera riceve numerosi premi come miglior portiere anche a livello mondiale e, nel 2006, arriva secondo nella classifica del Pallone d’oro, dopo Fabio Cannavaro.

In Nazionale dal 1997 al 13 novembre 2017 (con 175 presenze e con 5 partecipazioni ai Mondiali), è campione del mondo 2006 e vice-campione d’Europa 2012. Difende la porta azzurra anche nella Confederations Cup 2013, conclusa al terzo posto.

Patrizio Oliva

data di nascita: mercoledì 28 gennaio 1959 (62 anni fa)

Patrizio Oliva: Nato a Napoli è un ex pugile nelle categorie Superleggeri e Welter. Da dilettante vince l’oro olimpico a Mosca nel 1980 nella categoria Superleggeri, da professionista conquista titolo italiano ed europeo e si laurea campione del mondo di categoria. In seguito è campione d’Europa anche nella categoria Welter.

Appesi i guantoni al chiodo, è commissario tecnico della Nazionale olimpica ai Giochi di Atlanta ’96 e Sydney 2000, organizza eventi pugilistici, insegna pugilato e commenta la boxe di Londra 2012 su Sky. In uno spot pubblicitario di una compagnia telefonica è l’allenatore di boxe di Fiorello. Nel 2015 è tra i concorrenti della trasmissione “L’isola dei famosi”.

I Doodle di Google

Anniversario dei Mattoncini

28 gennaio

Anniversario dei Mattoncini: Mezzo secolo di mondo costruito con milioni di mattoni colorati. Il Lego ha festeggiato nel 2008 cinquant’anni di vita da quel lontano 28 gennaio 1958, quando al falegname danese Ole Kirk Christansen venne rilasciato il brevetto del moderno mattoncino in plastica colorata (precedentemente realizzato in legno). Per piccoli e grandi fan di tutto il mondo sono stati organizzati eventi, mostre ed edizioni speciali di quello che resta uno dei giocattoli più amati in assoluto. Per l’occasione Google gli ha reso omaggio con un doodle globale, con il logo tutto composto di mattoncini colorati!

Il Mondo degli Animali

Tartaruga verde

mercoledì 28 gennaio 2015 (6 anni fa)

Tartaruga verde: La tartaruga verde, nome scientifico Chelonia mydas, è un rettile appartenente alla famiglia dei Cheloniidae.

Questa tartaruga marina ha un carapace largo e liscio di colore marrone-olivastro, può raggiungere i 500 chili di peso e una lunghezza di 140 centimetri. La colorazione della pelle è verde, da cui il nome. Sono animali dotati di polmoni ma in grado di fare lunghe apnee.

Come tutti i rettili, sono animali a sangue freddo e, per questo motivo, prediligono le acque temperate. Sono presenti nell’oceano Atlantico, nell’oceano Indiano e nel Pacifico. Qualche esemplare è presente anche nel Mediterraneo e nidifica lungo le coste sud occidentali, in particolare lungo le coste greche e nord-africane. Alcuni esemplari nidificano anche sulle coste italiane in particolare su quelle della Sardegna.

Le tartarughe verdi, diversamente dalle altre tartarughe marine, sono erbivore e si nutrono prevalentemente di alghe.

Compiono lunghe migrazioni, anche di duemila chilometri, per deporre le uova su spiagge sabbiose. Raggiunto il luogo preparano il nido, scavando una buca nella sabbia, dove depongono tra le 100 e le 200 uova, successivamente ricoprono le uova e tornano in mare. Le uova si schiuderanno dopo circa due mesi.

Una curiosità è che la Chelonia mydas è una delle poche specie ad aver visto i dinosauri evolversi ed estinguersi. Infatti, gli antenati delle tartarughe si sono evoluti sulla terra e si adattarono alla vita marina circa centocinquanta milioni di anni fa.

Purtroppo è una specie in pericolo di estinzione: la tartaruga verde è stata a lungo cacciata per la sua carne, nonché per farne oggetti decorativi e suppellettili, inoltre numerosi sono gli incidenti che si verificano per incontri con eliche di imbarcazioni.

Scomparsi oggi

Dino Buzzati

data di nascita: martedì 16 ottobre 1906 (114 anni fa)
data morte: venerdì 28 gennaio 1972 (49 anni fa)

Dino Buzzati: Scoperto e apprezzato solo dopo la morte, Dino Buzzati è stato un autore tra i più raffinati del suo tempo. Nato a San Pellegrino di Belluno, nel Veneto, la seconda patria fu Milano, in cui prestò l’attività di giornalista e di scrittore e dove rimase fino alla morte, sopraggiunta nel gennaio del 1972.

Completati gli studi universitari in Giurisprudenza, a 22 anni cominciò a collaborare per il Corriere della Sera, di cui restò una delle firme più illustri fino agli ultimi giorni di vita. Per il quotidiano di via Solferino, fu prima inviato di guerra sul fronte etiopico e in seguito critico d’arte.

Nel 1940 pubblicò il suo romanzo più conosciuto: Il deserto dei Tartari, che ne raccoglie gli aspetti salienti della poetica, riassumibile nel rapporto tra l’angoscia esistenziale dell’uomo moderno e il proprio desiderio di fuga dal tempo.

Rientrarono tra i suoi interessi la pittura, il teatro e il cinema. Quest’ultimo lo vide collaborare con Federico Fellini alla sceneggiatura di un film che non fu portato a termine.

Commenti