Almanacco Del 25 Novembre

0
328

E’ il 330° giorno dell’anno, 47ª settimana. Alla fine del 2020 mancano 36 giorni.

A Roma il sole sorge alle 07:13 e tramonta alle 16:42 (ora solare)
A Milano il sole sorge alle 07:37 e tramonta alle 16:43 (ora solare)
Luna: 2.09 (tram.) 14.40 (lev.)

Santi del Giorno

Santa Caterina d’Alessandria (Martire)
San Mercurio di Cesarea di Cappadocia (Martire)
Sant’Audenzio di Milano

Santa Caterina d’Alessandria è la protettrice di oratori, filosofi, notai, sarte, modiste, filatrici, carradori, balie e nutrici.

Etimologia

 Caterina, numerose sono le ipotesi sull’origine di questo nome. Potrebbe derivare dal greco Hekateríne, dal nome della dea degli inferi, Hekátē, o da Hékatos che significa “che saetta” e che veniva utilizzato per chiamare il dio del sole. Nell’etimologia popolare il nome è stato collegato all’aggettivo katharós con il significato di “pura”. In Italia si diffuse soprattutto grazie al culto per Santa Caterina da Siena, patrona d’Italia. E’ molto diffuso tra la popolazione adulta italiana ed è tuttora presente nella top 50 dei nomi più usati per le nuove nate.

Proverbio del giorno

Per Santa Caterina, la neve alla collina.

Aforisma del giorno

Soldati, considerate che dall’alto di queste piramidi quaranta secoli vi guardano. (Napoleone Bonaparte)

Sei nato oggi? 

I nati il 25 novembre conoscono bene l’arte di risparmiare energia in vista di un obiettivo a lungo termine; ciò non significa, tuttavia, che se ne stiano fermi ad aspettare che le cose accadano: se appena possono, le fanno avvenire! Dinamici e produttivi, hanno una personalità non aliena da una certa riservatezza, che dà loro un senso di grande dignità. Se nel rapporto personale dimostrano un carattere sensibile, riflessivo e tranquillo, nelle occupazioni quotidiane mettono in genere una notevole energia, che tuttavia non si trasforma mai in una forza confusa e caotica, ma fluisce con calma e regolarità.

Oroscopo quotidiano

Oroscopo di Mercoledì 25 Novembre 2020

Accadde Oggi

Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne

25 novembre 1999

Oggi si celebra la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, stabilita dall’assemblea generale delle Nazioni Unite il 17 dicembre 1999. La data è stata scelta in ricordo dell’omicidio di tre donne, le sorelle Mirabal, assassinate il 25 novembre 1960 nella Repubblica Dominicana.

Impegnate nel combattere il regime trentennale di Rafael Leónidas Trujillo, con il nome di battaglia Las Mariposas (Le farfalle), le sorelle Mirabal sono diventate il simbolo della lotta contro la violenza ed il loro brutale omicidio ha risvegliato l’indignazione popolare, accelerando la fine della dittatura. La risoluzione ONU invita quindi i governi, le organizzazioni internazionali e le ONG ad organizzare il 25 novembre attività volte a sensibilizzare l’opinione pubblica.

Muore Fidel Castro

All’età di 90 anni muore Fidel Castro, il “lider maximo” di Cuba. Avvocato e figlio di un possidente, negli anni ’50 partecipa all’opposizione contro il dittatore Fulgencio Batista e poi capeggia la rivoluzione del 1959.

Quindi assume le cariche di primo ministro, capo delle forze armate, primo segretario del partito comunista e poi anche presidente della repubblica. I più importanti momenti del suo lungo dominio sull’isola sono la crisi missilistica del 1962, la svolta terzomondista, gli aiuti ai rivoluzionari sudamericani e africani, il riequilibrio politico ed economico dopo la dissoluzione dell’Unione Sovietica. A causa delle condizioni di salute si dimette nel 2008 in favore del fratello Raúl.

Brevettato il trapano elettrico moderno

sabato 25 novembre 1916 (104 anni fa)

Brevettato il trapano elettrico moderno: Prima di questa data fare lavori di falegnameria ed edilizia era un bel problema, vista la scarsa maneggevolezza degli strumenti a disposizione. Le cose cambiarono con il brevetto rilasciato a Duncan Black e Alonzo Decker, due inventori americani, che misero a punto il trapano elettrico moderno.

Rispetto al trapano elettrico portatile già esistente, la cui invenzione è attribuita al tedesco Wilhelm Fein, la scoperta dei due ingegneri elettronici segnò una svolta importante in direzione di una maggiore praticità e facilità d’utilizzo, nonostante il peso ancora eccessivo (ben 11 kg). Il nuovo trapano portatile, dal design accattivante, s’impugnava come una pistola e si azionava premendo il grilletto montato all’altezza dell’indice della mano.

Un salto di qualità enorme se paragonato ai primordiali esempi di trapano, fatti di legno e azionati con la sola forza delle mani, in uso già presso gli Egiziani e l’antica civiltà cinese. Il consenso che accolse il nuovo strumento convinse Black e Decker ad aprire, a Baltimora, un piccolo negozio di macchine da lavoro per uso domestico e non, che portava i loro nomi.

In poco tempo l’azienda si espanse, aprendo filiali anche all’estero e costruendo negli anni successivi la sua leadership nella produzione e distribuzione di utensili elettrici e in tutta la filiera del “fai da te”. Quest’ultimo settore nel 2000 farà registrare un fatturato di oltre 165 miliardi di dollari.

Picchiarello esordisce nei cartoon

lunedì 25 novembre 1940 (80 anni fa)

Picchiarello esordisce nei cartoon: Il picchio più pazzerellone, e dalla risata più contagiosa, del mondo dei cartoni apparve per la prima volta sullo schermo negli anni Quaranta, all’interno del corto Knock Knock, accanto al protagonista Andy Panda.

Ideato dal disegnatore italoamericano Walter Lanz, il personaggio venne lanciato l’anno successivo con una serie propria, intitolata Woody Woodpecker (“Picchiarello” nella versione italiana) e prodotta dalla Universal Pictures. Fin dall’inizio si caratterizzò per le sue gesta dispettose, che chiudeva puntualmente con una risata ritmata, affidata al popolare doppiatore Mel Blanc e ispirata al tocco martellante del becco, tipico di questa specie.

Modellato nella versione definitiva (corpo bianco e blu, con cresta rossa) da Fred Moore, raggiunse negli anni una tale popolarità, arrivando ad ottenere due nomination agli Oscar del 1944 e 1949, rispettivamente come “come miglior corto d’animazione” (per “Picchiarello acrobata”) e come “migliore canzone” (per la celebre sigla della serie, composta da George Tibbles e Ramey Idriess).

Nati in questo giorno

Papa Giovanni XXIII

data di nascita: venerdì 25 novembre 1881 (139 anni fa)
data morte: lunedì 3 giugno 1963 (57 anni fa)

Papa Giovanni XXIII: Per le cronache storiche è il Papa buono che, rivolgendosi ai fedeli in Piazza San Pietro, disse: «Date una carezza ai vostri bambini e dite: “Questa è la carezza del Papa!”»

Nato a Sotto il Monte, piccolo borgo del bergamasco, e morto nella Città del Vaticano a giugno nel 1963, Angelo Giuseppe Roncalli venne eletto al soglio pontificio nel 1958, portando una ventata di evangelizzazione nella Chiesa Cattolica.

Primo pontefice ad abbattere le distanze con i fedeli, manifestò la sua rivoluzionaria umiltà nel celebre discorso della luna. Rimasero indelebili nella memoria collettiva le visite ai bambini malati dell’ospedale romano Bambin Gesù e ai carcerati di Regina Coeli.

Medesima apertura fu rivolta verso gli evangelizzatori di altre confessioni, stabilendo la figura del “Papa pellegrino”. Tra gli eventi storici vissuti sotto il suo pontificato, il più drammatico fu la crisi dei missili a Cuba, quando si sfiorò un conflitto nucleare tra le due superpotenze, alle quali rivolse un accorato appello alla pace.

Beatificato nel 2000 da Giovanni Paolo II, insieme a quest’ultimo è stato proclamato “santo” il 27 aprile 2014.

Alighiero Noschese

data di nascita: venerdì 25 novembre 1932 (88 anni fa)
data morte: lunedì 3 dicembre 1979 (40 anni fa)

Alighiero Noschese: Il padre di tutti gli imitatori della televisione italiana, nacque a Napoli ma la sua famiglia era originaria di San Giorgio a Cremano, e al comune della provincia partenopea rimase legato per tutta la vita e oltre; qui infatti venne sepolto, dopo essersi suicidato a Roma nel dicembre del 1979.

Assunto come praticante nel giornale radio della Rai, negli anni Sessanta presentò per la prima volta le imitazioni di noti politici nazionali durante due spettacoli teatrali, “Scanzonatissimo” e “La voce dei padroni”. Quando le ripropose a Doppia coppia, varietà televisivo del sabato sera, fu un successone e gli stessi “imitati” si mostrarono tutt’altro che infastiditi.

Da Giulio Andreotti a Enrico Berlinguer, di ognuno sapeva far risaltare i tic, portandoli all’esasperazione ma senza sfociare nella volgarità. Per questo politici e vip dello spettacolo arrivarono a chiedere di essere imitati dal grande Noschese, per aumentare la propria popolarità.

Dopo il periodo d’oro con Canzonissima (1970 e 1971) e Formula due (1973), andò incontro a un lento declino, anche per via della depressione scaturita dopo il divorzio dalla moglie.

Karl Benz

data di nascita: lunedì 25 novembre 1844 (176 anni fa)
data morte: giovedì 4 aprile 1929 (91 anni fa)

Karl Benz: Passato alla storia come padre della prima vettura a motore, Karl Friedrich Benz nacque a Karlsruhe, nel sud-ovest della Germania, e scomparve a Ladenburg nell’aprile del 1929.

Figlio di un macchinista ferroviario, rimase orfano di padre a due anni e fu educato dalla madre, che lo iscrisse al Politecnico incentivandone la spiccata passione per le discipline tecniche e i motori in generale.

Dopo aver fondato nel 1883 la Benz & Cie. Rheinische Gasmotorenfabrik, per progettare e costruire motori a gas a due tempi, si pose l’obiettivo di dar vita a un mezzo di trasporto più confortevole e moderno rispetto a quelli in circolazione. Nacque così il celebre Motorwagen, triciclo alimentato a benzina brevettato nel gennaio del 1886.

Ricordato come il progenitore dell’automobile moderna, non bastò a lanciare la società di Benz, messa in crisi dall’agguerrita concorrenza della Daimler Motoren Gesellschaft, che s’impose sul mercato con i primi modelli Mercedes.

Quest’ultima si fuse nel 1926 con la Benz & Cie, dando vita al prestigioso marchio Mercedes-Benz, quando l’ingegnere tedesco era già andato via dalla società, per produrre in proprio autovetture di scarso successo.

Augusto Pinochet

data di nascita: giovedì 25 novembre 1915 (105 anni fa)
data morte: domenica 10 dicembre 2006 (13 anni fa)

Augusto Pinochet: Dittatore cileno, nato a Valparaíso e morto a Santiago del Cile nel 2006. Si autonominò presidente e governò il paese come dittatore dal 1973 al 1990.

Il colpo di stato militare che lo portò al governo fu appoggiato dagli Stati Uniti, in ottica anticomunista. Attuò una politica di sterminio degli oppositori, attraverso l’uccisione, gli arresti arbitrari, le sparizioni forzate, le torture e la violazione dei diritti umani.

L’economia del Cile, durante il governo Pinochet, ebbe una forte crescita e si ebbe il cosiddetto “miracolo cileno”. La sua feroce dittatura finì nel 1988, con un referendum, anche se lasciò il potere solo nel 1990 e restò a capo delle forze armate fino al 1998.

Divenne senatore a vita, godendo dell’immunità parlamentare, ma fu arrestato nel Regno Unito su mandato spagnolo per la sparizione di cittadini iberici e per crimini contro l’umanità, corruzione ed evasione fiscale. Per motivi di salute non scontò mai la sua condanna.

John F. Kennedy Jr.

data di nascita: venerdì 25 novembre 1960 (60 anni fa)
data morte: venerdì 16 luglio 1999 (21 anni fa)

John F. Kennedy Jr.: Avvocato e giornalista, nato a Washington e morto a Martha’s Vineyard nel 1999, era chiamato anche John John. Figlio del presidente John Kennedy e di Jacqueline Kennedy Onassis, ha fondato la rivista George. Scomparve insieme alla moglie e alla cognata, precipitando con l’aereo, da lui pilotato, nell’Oceano Atlantico.

Nasce Alighiero Noschese

25 novembre 1932

Nasce Alighiero Noschese, imitatore e comico italiano. È considerato il più fecondo e popolare imitatore della storia della televisione italiana.

Oltre alla capacità di riprodurre in modo pressoché perfetto voce, atteggiamenti e caratteristiche fisiche dei soggetti delle sue imitazioni, Noschese satireggia in modo sottile e mai volgare, creando gag e battute pungenti. Muore nel 1979.

Nati… sportivi

Gabriele Oriali

data di nascita: martedì 25 novembre 1952 (68 anni fa)

Gabriele Oriali: Nato a Como, è un ex calciatore, campione del mondo nel 1982. È un mediano, dal 1970 al 1983, dell’Inter (277 presenze e 33 gol) e, dal 1983 al 1987, della Fiorentina (105 presenze e 7 gol), vincendo con i nerazzurri due scudetti (70/71 e 79/80) e due Coppe Italia.

Con 17 stagioni nel massimo campionato italiano è 99°, a metà novembre 2020, nella classifica all time delle presenze in serie A. In Nazionale ha 28 presenze e una rete. Dopo il ritiro dall’attività agonistica è dirigente sportivo di Bologna, Parma ed Inter, acquistando numerosi campioni italiani e stranieri.

Noto al grande pubblico, anche tra i più giovani, perché è stato opinionista su Mediaset Premium, dall’era Conti sulla panchina azzurra ricopre l’incarico di team manager. Il cantautore Ligabue, grande tifoso neroazzurro, gli ha dedicato la nota canzone “Una vita da mediano“.

Xabi Alonso

data di nascita: mercoledì 25 novembre 1981 (39 anni fa)

Xabi Alonso: Nato a Tolosa (in Spagna), è un ex calciatore, centrocampista di Real Sociedad, Liverpool (2004/09) e Real Madrid (2009/14). Dal campionato 2014/15 al 2016/17 gioca nel Bayern Monaco, vincendo anche tre campionati. Dal primo luglio 2017 si ritira dall’attività agonistica.

In Inghilterra vince una Coppa nazionale, una Champions League e una Supercoppa UEFA. Con i blancos due Coppe e una Supercoppa spagnole, uno scudetto, una Champions League (2013/14) e una Supercoppa UEFA.

In Nazionale colleziona, dal 2003 fino al ritiro di fine agosto 2014, 114 presenze e 16 reti. Con le “furie rosse” è campione d’Europa 2008 e 2012, e del mondo 2010.

Eventi Sportivi

Italia seconda nel calcio a 5

domenica 25 novembre 2007 (13 anni fa)

Italia seconda nel calcio a 5: In Portogallo la Nazionale italiana di futsal conquista il secondo posto nel quinto UEFA European Futsal Championship. Gli azzurri hanno perso per 3 a 1 in finale con la Spagna, campione europeo uscente e del mondo in carica

I Doodle di Google

Nikolaj Pirogov

25 novembre

Nikolaj Pirogov: Giuseppe Garibaldi, rimasto ferito dopo gli scontri sull’Aspromonte, rischiava di vedersi amputata una gamba dopo vani tentativi di estrarre la pallottola. Ci riuscì un, allora, sconosciuto medico russo di nome Nikolay Pirogov, che l’eroe dei due mondi citò nelle sue memorie pubblicate in Russia.

È una pagina importante della lunga esperienza che lo scienziato accumulò sui campi di battaglia, meritandosi più tardi la fama di fondatore della chirurgia sul campo. A lui si deve il primo utilizzo dell’etere come anestetico durante le operazioni sui soldati feriti. Considerato dai Russi un eroe nazionale, Pirogov è stato ricordato da Google il 25 novembre 2010, a due secoli esatti dalla nascita, con un doodle locale (visibile in Russia) in cui è ritratto accanto al bastone di Asclepio, simbolo universale della scienza medica.

Angolo Lettura

“La casa degli spiriti” di Isabel Allende

domenica 25 novembre 2012 (8 anni fa)

“La casa degli spiriti” di Isabel Allende: Questa settimana consigliamo il libro della scrittrice cilena Isabel Allende “La casa degli spiriti”, una saga familiare intrisa di amore, passione, odio, magia, mistero. Le protagoniste del romanzo sono le donne, donne passionali, tenaci, coraggiose.

Clara sposa Esteban Trueba, uomo caparbio e scorbutico, ed è la capostipite di una famiglia che rappresenta i dissidi e le divergenze sociali e spirituali cileni dall’inizio del novecento fino alla dittatura di Pinochet (avvenuta nel 1973). La storia è raccontata da Alba nipote di Clara: “Mia nonna aveva scritto per cinquant’anni sui quaderni in cui annotava la vita.

Trafugati da qualche spirito complice, si sono miracolosamente salvati dal rogo infame, in cui sono perite tante altre carte della famiglia. Li ho qui, ai miei piedi, stretti da nastri colorati, separati per fatti e non per ordine cronologico, così come lei li ha lasciati prima di andarsene.

Clara li ha scritti perché mi servissero ora per riscattare le cose del passato e sopravvivere al mio stesso terrore.” Questo è il primo libro scritto da Isabelle Allende, una delle voci più importanti della narrativa mondiale. E’ la nipote di Salvador Allende presidente cileno destituito dal golpe militare guidato da Pinochet.

Scomparsi oggi

Fidel Castro

data di nascita: venerdì 13 agosto 1926 (94 anni fa)
data morte: venerdì 25 novembre 2016 (4 anni fa)

Fidel Castro: Noto rivoluzionario politico cubano, primo ministro di Cuba dal 1959 al 1976, presidente del Consiglio di Stato dal 1976 al 2008. Protagonista indiscusso della Rivoluzione cubana contro la dittatura di Fulgencio Batista, ha instaurato nel suo Paese un regime autoritario socialista, privo di elezioni pluripartitiche.

Una figura controversa: i suoi sostenitori lo considerano un vero e proprio liberatore dall’oppressione dell’imperialismo e gli sono grati per i progressi promossi nell’isola caraibica; gli oppositori ne contestano i modi repressivi e coercitivi.

Dal 2008, per motivi di salute, non ha accettato la Presidenza del Consiglio di Stato e del consiglio dei Ministri e dal 2011 si è dimesso da primo segretario del Partito Comunista. Ruoli chiave che ha lasciato al fratello Raul Castro. Quest’ultimo, la sera del 25 novembre 2016, ha comunicato attraverso la TV di Stato la morte di Fidel.

Muore Elsa Morante

25 novembre 1985

Muore la scrittrice Elsa Morante. Vincitrice del premio Strega nel 1957 con il suo secondo romanzo, “L’isola di Arturo”. La sua opera più celebre resta però “La storia”.

Commenti