Almanacco Del 24 Agosto 2021

0
601

Oggi martedì 24 agosto 2021 (07:15)

E’ il 236° giorno dell’anno, 35ª settimana. Alla fine del 2021 mancano 129 giorni.

A Roma il sole sorge alle 05:29 e tramonta alle 18:56 (ora solare)
A Milano il sole sorge alle 05:35 e tramonta alle 19:14 (ora solare)
Luna: 7.15 (tram.) 20.21 (lev.)

Santi del Giorno

San Bartolomeo (Apostolo)
Santa Emilia de Vialar (Religiosa)
Sant’Audoeno (Vescovo di Rouen)

San Bartolomeo è il protettore di stuccatori, sarti, pellicciai, legatori, macellai, fabbricanti di guanti, fattori, imbianchini e conciatori.

Etimologia

Bartolomeo, il personale latino “Bartholameus” ed il personale greco “Bartholomaios”, derivano a loro volta dall’aramaico “bar Talmay”, “figlio di Talmay”, laddove “Talmay” significa “Dio ha dato” ovvero “figlio del beneficiato da Dio”.

Proverbio del giorno

La parola è d’argento, il silenzio è d’oro

Aforisma del giorno

Meglio libero e povero che schiavo con catena d’oro. (Proverbio)

Sei nato oggi?

 I nati il 24 agosto hanno il forte desiderio di districare i misteri che catturano il loro interesse. Tutti i lati oscuri, incompresi o inesplorati della conoscenza umana li attraggono, ma il loro interesse non si limita alla natura umana, spesso inseguono la conoscenza oggettiva in sé, sia essa filosofica o scientifica, materiale o teorica. La loro incessante ricerca di dati e particolari che possano aiutarli a dare senso alla vita e ad arricchire il loro mondo li porta davvero lontano. Risolvere le questioni complesse è qualcosa che viene naturale ai nati il 24 agosto: i puzzle di ogni tipo, i paradossi e gli enigmi sono il loro forte.

Oroscopo quotidiano

Oroscopo di Martedì 24 Agosto 2021

Accadde Oggi

La lira diventa moneta nazionale

domenica 24 agosto 1862 (159 anni fa)

La lira diventa moneta nazionale: A poco più di un anno dall’Unità d’Italia, la lira diventa moneta nazionale, con la firma da parte di Vittorio Emanuele II della legge n. 788 che introduce l’unificazione monetaria.

Lo stampo delle lire viene affidato alla Zecca di Torino, affiancata dagli stabilimenti di Milano e Napoli, gli unici autorizzati a battere moneta, tutti posti sotto il controllo della Banca Nazionale del Regno d’Italia.

Cominciano a circolare le prime monete da 5, 10, 20, 50 e 100 (in lega d’oro) accanto ai tagli più piccoli in lega d’argento (1 e 2 lire, 20 e 50 centesimi) e in bronzo (1, 2, 5 e 10 centesimi). Su tutte è impresso il volto del Re, artefice dell’impresa unitaria, e sul dorso lo stemma del regno.

Nel frattempo viene ammessa la circolazione delle vecchie monete che differenziavano gli ex stati indipendenti, come gli zecchini di Venezia, le svanziche del Lombardo-Veneto, gli scudi di Modena, etc. In tutto sono 236 le diverse monete che circolano in Italia, 92 riconosciute dal sistema legale e 144, al di fuori di quest’ultimo.

Dal 1872 iniziano a comparire le banconote da mille lire e due anni dopo quelle da 500 lire che recano entrambe gli stemmi delle città di Genova e Torino e, in basso, il busto di Cristoforo Colombo. Con l’inizio dell’età repubblicana escono le prime 10mila lire che recano l’immagine di Dante Alighieri e hanno un taglio grande rispetto alle altre banconote.

Dal 1° gennaio 2002 si avrà la doppia circolazione di lira ed euro, con il definitivo ritiro della prima il 1° marzo dello stesso anno.

Edison brevetta il Cinetoscopio

lunedì 24 agosto 1891 (130 anni fa)

Edison brevetta il Cinetoscopio: Coppie di ballerini, attori che si baciano, un bambino che fa il bagno nella tinozza. Erano le scene più ricorrenti nel Cinetoscopio (nome originale Kinetoscope), il precursore del proiettore cinematografico.

Il celebre inventore Thomas Alva Edison lo mise a punto nel 1891, ricevendo il brevetto ad agosto dello stesso anno. Si trattava di una cassa rettangolare, con un oculare nella parte alta; guardandovi dentro e azionando contemporaneamente una manovella posta sul lato, si faceva scorrere una pellicola da 35 mm, a una velocità di 48 immagini al secondo.

Uno spettacolo di breve durata e fruibile da una sola persona alla volta, che per questi motivi dopo un iniziale successo finì nel dimenticatoio, per l’impossibilità di proiettarlo sullo schermo.

Ciononostante, per alcuni studiosi il “Cinetoscopio” di Edison segnò la nascita del cinema, quattro anni prima del cinematographe dei fratelli Lumière.

Terremoto nell’Appennino centrale

24 Agosto 2016

Un sisma di magnitudo 6 colpisce la zona dell’Appennino centrale, interessando quattro regioni: Lazio, Umbria, Marche e Abruzzo. Distrutti o danneggiati moltissimi edifici. Le scosse si protraggono all’anno successivo e deformano il suolo: in alcuni centri abitati la terra si alza o si abbassa per decine di centimetri. Quasi 300 vittime, 17 mila sfollati.

Nati in questo giorno

Peppino De Filippo

data di nascita: lunedì 24 agosto 1903 (118 anni fa)
data morte: sabato 26 gennaio 1980 (41 anni fa)

Peppino De Filippo: Nato a Napoli, Giuseppe De Filippo detto Peppino è stato un maestro dell’arte di far ridere, come pochi nella storia del teatro e del cinema italiano. Attore, comico e drammaturgo tra i più amati del Novecento.

Il destino di un’esistenza votata alla recitazione era inscritto nel suo DNA. Infatti era figlio del celebre drammaturgo Eduardo Scarpetta, da cui non venne riconosciuto, come gli altri due fratelli Eduardo e Titina. Con questi ultimi iniziò a calcare i palcoscenici di tutta Italia, portando in scena diverse commedie scritte da lui.

Dopo la dolorosa separazione del 1944, per via di dissapori con Eduardo destinati a dividerli per sempre, cominciò una fulgida carriera come capocomico a teatro e come attore di spicco al cinema e in TV. Sul grande schermo formò con Totò la più celebre coppia comica della storia italiana, che ancora oggi continua a far sorridere con film come Totò, Peppino e… la malafemmina e La banda degli onesti.

In televisione, il suo estro diede vita al personaggio di Pappagone, umile servitore che si esprimeva in un gergo bizzarro e dagli effetti esilaranti. Peppino morì a Roma nel 1980, lasciando la sua eredità artistica al figlio Luigi che ne seguì le orme.

Jean Michel Jarre

data di nascita: martedì 24 agosto 1948 (73 anni fa)

Jean Michel Jarre: Nato a Lione, in Francia, è musicista e compositore. Considerato dalla critica un pioniere della musica elettronica, ambient e New Age.

La caratteristica principale dei suoi spettacoli è l’originalità degli elementi scenografici, laser, fuochi d’artificio, light show. Manifesto della sua produzione musicale è l’album Oxygene, seguito dai pur validi Equinoxe, Magnetic Fields, Rendez-Vous e Chronologie.

Vanta circa ottanta milioni di copie vendute, tra album e singoli, e il record di maggior affluenza a un concerto (3,5 milioni), stabilito a Mosca nel 1997. Nel giugno del 2013 viene designato presidente della Confederazione internazionale delle società di autori e compositori (CISAC).
Il suo ultimo album è Equinoxe Infinity, uscito nel novembre 2018.

Yasser Arafat

data di nascita: sabato 24 agosto 1929 (92 anni fa)
data morte: giovedì 11 novembre 2004 (16 anni fa)

Yasser Arafat: Nato a Il Cairo e morto in Francia nel novembre 2004, è stato un noto politico palestinese e combattente. Nel 1994 gli è stato assegnato il Nobel per la pace per il ruolo che ha rivestito nella riappacificazione dei Territori Occupati della Cisgiordania e della Striscia di Gaza.

Ha avuto un ruolo importante anche nel riconoscimento al popolo palestinese del diritto ad uno Stato proprio. È stato presidente dell’Autorità Nazionale Palestinese e capo di al-Fatḥ.

Sulla sua figura molti hanno sollevato critiche ed è stato accusato di non volere la pace, bensì di essersi mosso a sostegno dei terroristi contro i civili israeliani.

Nati… sportivi

Fabio Pecchia

data di nascita: venerdì 24 agosto 1973 (48 anni fa)

Fabio Pecchia: Nato a Formia (in provincia di Latina), è un ex calciatore e ora allenatore, soprannominato “l’avvocato”, perché ha la laurea in giurisprudenza. Inizia nelle giovanili dell’Avellino, diventando un titolare fisso della squadra campana nel 1992-1993 in serie C1.

La stagione seguente gioca subito, sempre da titolare, nella massima serie italiana nel Napoli di Lippi. Resta nella squadra del capoluogo partenopeo altre tre stagioni, divenendone il capitano e realizzando in totale 15 gol in 125 presenze.

In carriera indossa anche la maglia di Juve, Sampdoria, Torino, Bologna, Como, Siena, Ascoli, Foggia e Frosinone, vincendo uno scudetto, una Supercoppa italiana e una Coppa Italia di serie C.

Con i rossoneri del Foggia inizia la carriera d’allenatore come vice, passando poi al Gubbio. Contribuisce alla promozione in serie B del Latina. È il secondo di Rafael Benítez al Napoli, per due anni dal 21 giugno 2013, e poi al Real Madrid, fino al 4 gennaio 2016 quando il tecnico spagnolo ha perso la prestigiosa panchina.

Da marzo a fine maggio 2016 è sempre il vice di Benitez ma al Newcastle. La collaborazione tra i due finisce quando l’Hellas Verona sceglie Pecchia come nuovo allenatore, dopo la retrocessione in serie B. Il campionato 2016/17 si conclude con la promozione in serie A degli scaligeri. Concluso il seguente campionato con una retrocessione, lascia la formazione veneta.

Allena una squadra giapponese dal dicembre 2018 al giugno 2019, quando diventa per una stagione il tecnico dell’U23 della Juventus, al suo secondo campionato di serie C e unica squadra B dell’intero panorama calcistico italiano. Il 27 giugno 2020 conquista la Coppa Italia di serie C. Dal 7 gennaio 2021 è il tecnico della Cremonese in serie B.

Fabiano Santacroce

data di nascita: domenica 24 agosto 1986 (35 anni fa)

Fabiano Santacroce: Nato a Camaçari (in Brasile), è un calciatore italiano di ruolo difensore, dalla stagione 2019/20 in serie C alla Virtus Verona.
In seguito al fallimento del Como, si trasferisce nel 2005 al Brescia. Con le “Rondinelle” segna anche 3 gol nelle 43 partite disputate in Serie B. Il 29 gennaio 2008 il Napoli acquisisce le sue prestazioni sportive. Pur essendo molto giovane, nelle prime stagioni coi partenopei si mette in luce candidandosi a un ruolo importante per il futuro sia nel Napoli sia in chiave Nazionale.

I numerosi infortuni, però, ne compromettono pesantemente la carriera. “Sfortuna” che non lo abbandona neanche durante le stagioni al Parma, dove dal 2011 al 2013 totalizza solo 20 presenze. Nella stagione 2013/14 è in prestito al Padova in serie B, dove scende in campo 20 volte. Tornato nella stagione successiva con i ducali, a fine campionato è svincolato in seguito al fallimento del Parma.

Da febbraio a giugno 2016 è un atleta della Ternana in serie B, collezionando due presenze (la prima l’8 maggio!). Da gennaio a giugno 2017 gioca 9 partite con la Juve Stabia in Lega Pro. Nel campionato 2018/19 è un difensore del Cuneo in serie C, totalizzando 30 presenze.

Eventi Sportivi

Finiscono i Giochi di Beijing 2008

domenica 24 agosto 2008 (13 anni fa)

Finiscono i Giochi di Beijing 2008: Dai Giochi Olimpici di Beijing 2008 (i terzi in Asia dopo Tokyo 1964 e Seoul 1988), gli azzurri portano a casa 8 ori, 9 argenti e 10 bronzi. Tra i campioni olimpici ci sono Giulia Quintavalle nel Judo 57 kg, Alex Schwazer nella maratona di 50 km, unico oro nell’atletica leggera, e Federica Pellegrini, unico primo posto nel nuoto e che stabilisce anche il primato mondiale sui 200 m sl.

Il medagliere finale vede al primo posto la Cina con 100 piazzamenti sul podio (51 ori, 21 argenti e 28 bronzi), seguita dagli USA con 110 (ma con 36 ori, 38 argenti e 36 bronzi). Tra le stelle di questi Giochi c’è sicuramente il giamaicano Usain Bolt, che vince tre ori, grazie ai primi posti con record del mondo nei 100 e 200 metri e nella staffetta 4×100.

L’Italvolley femminile eliminata ai quarti

martedì 24 agosto 2004 (17 anni fa)

L’Italvolley femminile eliminata ai quarti: Ai Giochi Olimpici di Atene 2004, la Nazionale femminile di pallavolo cubana elimina l’Italia ai quarti, vincendo per 3 a 2.
Il torneo olimpico sarà vinto dalla Cina che batterà in finale la Russia per 3 a 2.

I Doodle di Google

Jorge Luis Borges

24 agosto

Jorge Luis Borges: Con questo doodle, nel 2011 viene ricordato l’anniversario della nascita di Jorge Luis Borges, scrittore e filosofo argentino nato a Buenos Aires il 24 agosto 1899 e morto a Ginevra il 14 giugno 1986. Celebre per i suoi racconti fantastici che espongono anche idee filosofiche e metafisiche, è considerato uno dei più importanti e influenti scrittori del XX secolo.

Tra le sue opere, rappresentata anche nel doodle, il racconto “La biblioteca di Babele” in cui descrive una biblioteca infinita che raccoglie tutti i possibili libri di 410 pagine: combinazioni casuali che per la maggior parte producono pagine prive di senso, ma dove si possono anche trovare contenuti coerenti. Nel racconto gli uomini si affannano nella labirintica biblioteca alla ricerca del libro che contiene la “verità”.