Almanacco Del 22 Giugno 2021

0
142

Oggi martedì 22 giugno 2021 (07:50)

E’ il 173° giorno dell’anno, 26ª settimana. Alla fine del 2021 mancano 192 giorni.

A Roma il sole sorge alle 04:36 e tramonta alle 19:48 (ora solare)
A Milano il sole sorge alle 04:34 e tramonta alle 20:16 (ora solare)
Luna: 2.28 (tram.) 17.23 (lev.)

Santi del Giorno

San Paolino di Nola (Vescovo)
San Tommaso Moro (Martire)

San Giovanni Fisher (Vescovo e Martire)
San Niceta di Aquileia (Vescovo)
Sant’Albano d’Inghilterra (Martire)
Santi Giulio e Aronne (Martiri in Bretagna)

San Tommaso Moro è il protettore degli avvocati.

Etimologia

Tommaso, il nome Tommaso deriva dall’aramaico Taóma, in seguito latinizzato in Thomas/Thomasus e significa “gemello”. Nome di tradizione biblica, si diffuse tra i cristiani anche grazie al culto per l’apostolo Tommaso, noto pricipalmente perchè dubitò della Resurrezione di Gesù.

Proverbio del giorno

Chi molto pratica, molto impara.

Aforisma del giorno

Non disdegnare una sposa saggia e buona, poiché la sua bontà val più dell’oro. (Siracide)

Sei nato oggi?

 Dietro un aspetto dolce e remissivo nascondi spesso un’intelligenza arguta e sottile che si rivela in tutta la sua forza quando devi difendere ciò che per te è importante. Non ti mancano le doti per raggiungere ottime posizioni nel lavoro e la felicità in amore, ma dovrai imparare a vincere la tua innata pigrizia.

Oroscopo quotidiano

Oroscopo di Martedì 22 Giugno 2021

Accadde Oggi

In vendita i primi Jukebox

mercoledì 22 giugno 1927 (94 anni fa)

In vendita i primi Jukebox: S’introduceva una moneta e si girava una manovella per selezionare un disco tra quelli esposti in una vetrina rettangolare. Così funzionavano i fonografi a moneta, antesignani dei jukebox moderni, che furono messi in commercio per la prima volta dalla Ami, un’azienda già nota per la produzione di pianoforti a gettoni, la cui diffusione aveva aperto la strada ai mitici “contenitori armonici” (traduzione letterale del termine).

Le prime versioni di jukebox erano in legno e contenevano 12 dischi a 78 giri. I prodotti Ami si affermarono soprattutto in Europa mentre negli USA conquistarono il mercato marchi come Wurlitzer, Seeburg e Rock-Ola.

Scomparsa di Emanuela Orlandi

mercoledì 22 giugno 1983 (38 anni fa)

Scomparsa di Emanuela Orlandi: Oggi sarebbe una donna adulta ma quando di lei si perse ogni traccia aveva soltanto 15 anni e frequentava il liceo scientifico. Emanuela Orlandi, cittadina vaticana e figlia di un commesso della Prefettura della Casa Pontificia, fu vista l’ultima volta un pomeriggio di giugno, alla scuola di musica dove seguiva lezioni di canto corale e pianoforte.

Inchieste giornalistiche e giudiziarie, incrociatesi con altre vicende oscure legate ai rapporti tra Stato italiano e il Vaticano, non sono riuscite a fare piena luce sulla sua sparizione che rimane tra i grandi casi irrisolti della storia repubblicana.

A maggio 2013, papa Francesco si è rivolto alla mamma di Emanuela, facendo intendere che sua figlia non fosse più in vita. Alcune testimonianze raccolte dalla trasmissione Chi l’ha visto? porterebbero invece a un’altra verità; tuttavia, a maggio del 2016, la Cassazione sembra scrivere la parola fine alla vicenda giudiziaria, respingendo il ricorso della famiglia Orlandi presentato contro la richiesta di archiviazione da parte della Procura di Roma.

A rinfocolare la polemica su presunte verità omesse dalle gerarchie vaticane sul destino di Emanuela è il film La verità sta in cielo, diretto da Roberto Faenza e uscito nelle sale ad ottobre 2016.

Due reti di Maradona all’Inghilterra, Argentina in semifinale

22 Giugno 1986

Il calciatore argentino Diego Armando Maradona segna contro l’Inghilterra, durante la Coppa del Mondo FIFA a Città del Messico, due gol. La partita ha un significato particolare perché si gioca a pochi anni dalla guerra tra Inghilterra e Argentina per la sovranità sulle isole Falklands-Malvinas. Al secondo tempo un cross nell’area di rigore viene toccato con la mano da Maradona. Diego salta in alto e spinge con il pugno la palla verso la rete. L’arbitro non si accorge di nulla e convalida il gol. Maradona dopo l’incontro, affermerà che quel gol è stato segnato “un po’ con la testa di Maradona e un po’ con la mano di Dio”. Al cinquantaquattresimo segna il secondo gol, giudicato il più bello di tutti i tempi. Partendo da centrocampo, supera in dribbling 6 calciatori inglesi e il portiere, per finire in rete. L’Argentina vince 2-1 e passa in semifinale.

Varata la “amnistia Togliatti”

22 Giugno 1946

Palmiro Togliatti, ministro di Grazia e Giustizia del primo governo De Gasperi, vara la cosiddetta “amnistia Togliatti”. L’obiettivo che persegue il leader comunista è la pacificazione del paese, ma il provvedimento finisce per tradursi in un vero e proprio colpo di spugna per migliaia di fascisti, compresi i responsabili dei crimini più efferati.

Hitler invade l’URSS

22 Giugno 1941

Hitler invade l’Unione Sovietica. Si tratta della più vasta operazione militare terrestre di tutti i tempi e prende il nome di “Operazione Barbarossa”. Il fronte orientale diventa il più grande teatro di guerra del secondo conflitto mondiale. L’operazione, che avrebbe dovuto costituire il punto di svolta delle fortune militari della Germania nazista, risulta invece decisiva ai fini della sua sconfitta.

Nasce Giuseppe Mazzini

22 Giugno 1805

Nasce a Genova Giuseppe Mazzini. Mazzini dedica la sua esistenza al progetto di unificazione sotto un unico stato retto da una costituzione democratica e repubblicana dei vari staterelli italiani dominati da potenze e case regnanti straniere. Nel 1830 entra a far parte della Carboneria e, costretto dalla sua attività rivoluzionaria a rifugiarsi in Francia, fonda nel 1831 a Marsiglia la Giovine Italia. Dopo aver partecipato da protagonista alle vicende risorgimentali, nel 1870 Mazzini viene arrestato e di nuovo costretto all’esilio. Riesce tuttavia a rientrare sotto falso nome in Italia. Mazzini muore a Pisa nel 1872.

Nati in questo giorno

Giuseppe Mazzini

data di nascita: sabato 22 giugno 1805 (216 anni fa)
data morte: domenica 10 marzo 1872 (149 anni fa)

Giuseppe Mazzini: Nato a Genova e morto a Pisa il 10 marzo del 1872, è stato un patriota, politico e filosofo. Fu il fondatore della Giovine Italia nel 1831, presentata in Francia dov’era stato esiliato, per portare avanti gli obiettivi di indipendenza, unità e libertà nazionali. Mazzini diede un contributo unico alla nascita dello Stato unitario italiano, anche se gli costò la latitanza, l’esilio e la morte in solitudine.

Le sue teorie furono anche riprese dai movimenti europei per l’affermazione della democrazia attraverso la forma repubblicana dello Stato, tanto che lui stesso fondò altri movimenti politici per la liberazione e l’unificazione di altri stati europei: la Giovine Germania, la Giovine Polonia e, infine, la Giovine Europa.

In Italia, puntava sull’unione degli stati in un’unica repubblica, retta da un governo centrale, sola condizione possibile per la liberazione del popolo italiano dagli invasori stranieri, contro un federalismo che avrebbe fatto dell’Italia, invece, una nazione debole. La sua salma, mummificata e sepolta a Genova, nel Cimitero monumentale di Staglieno, fu esposta al pubblico in occasione della nascita della Repubblica Italiana

Meryl Streep

data di nascita: mercoledì 22 giugno 1949 (72 anni fa)

Meryl Streep: Nata a Summit, nel New Jersey, è una delle migliori attrici a livello internazionale e tra le più premiate della storia del cinema. Con 19 nomination, l’ultima nel 2015 per il musical “Into the Woods”, vanta il record di candidature all’Oscar, che ha conquistato tre volte.

Dopo aver studiato da soprano, la sua carriera artistica svolta in direzione del set nel 1977, con il capolavoro di Fred Zinnemann “Julia”, che la vede recitare accanto a mostri sacri del calibro di Jane Fonda e Vanessa Redgrave. La sua stella si accende già al secondo film, Il cacciatore (accanto a un magistrale De Niro), che le vale la prima nomination agli Oscar, per spiccare definitivamente il volo con il drammatico Kramer contro Kramer (1979) con cui conquista la prima statuetta.

Stimata dai grandi maestri della regia, è protagonista di pellicole celebri quali “La scelta di Sophie”, “Il diavolo veste Prada”, “La casa degli spiriti” e The Iron Lady, che nel 2012 le vale il terzo Oscar. Vincitrice nel 2004 del “Life Achievement Award”, per il suo contributo nella storia del cinema, nel 2012 riceve l’Orso d’oro alla carriera.

Nel 2017 sfiora l’accoppiata Oscar e Golden Globe per il ruolo della cantante d’opera Florence Foster Jenkins in “Florence”. Nel film Il ritorno di Mary Poppins, uscito il 25 dicembre 2018, interpreta Topsy, la cugina della protagonista. Nel 2019 è tra i protagonisti del film Panama papers e nel cast di Piccole donne. L’anno dopo è la protagonista di The Prom e di Lasciali parlare.

Dan Brown

data di nascita: lunedì 22 giugno 1964 (57 anni fa)

Dan Brown: Autore di bestseller da milioni di copie, le sue storie si muovono tra omicidi, complotti e simbolismi, mettendo in crisi verità storiche e di fede.

Nato ad Exeter, nel New Hampshire, debutta sulla scena letteraria alla fine degli anni Novanta, ma è con il quarto romanzo, Il Codice da Vinci (The Da Vinci Code nel 2003), che ottiene popolarità, vendendo 85 milioni di copie.

Da quel momento le avventure del professor Robert Langdon, protagonista anche di “Angeli e demoni”, “Il simbolo perduto” e “Inferno”, conquistano i lettori di tutto il mondo, grazie anche alle felici trasposizioni cinematografiche, tutte dirette da Ron Howard e con Tom Hanks nella parte di Langdon.

Nell’ottobre 2017, esce il thriller Origin, quinto capitolo della fortunata serie.

Nati… sportivi

Massimiliano Ferretti

data di nascita: mercoledì 22 giugno 1966 (55 anni fa)

Massimiliano Ferretti: Nato a Roma, è un ex pallanuotista e ora allenatore. Dal 1987 al 2005 ha giocato come centroboa ad Arenzano, Pescara, Savona, Roma e Recco, vincendo quattro scudetti, due Coppe Italia, un’Eurolega e due Coppe delle Coppe.

Con il “settebello” ha conquistato il titolo olimpico nei Giochi di Barcellona ’92, l’oro ai Mondiali di Roma 1994 e l’argento a quelli di Madrid nel 1986. Agli Europei ha conquistato il titolo continentale nel 1993 e due terzi posti (1987 e 1989).
Dal 2011 al 2013 ha allenato in A1 maschile la Sportiva Nervi di Genova, nella stagione successiva è andato a guidare in A2 la Rari Nantes Sori (in provincia di Genova).

Carmela Allucci

data di nascita: lunedì 22 giugno 1970 (51 anni fa)

Carmela Allucci: Nata a Napoli, è un’ex pallanuotista italiana, vincitrice di una medaglia d’oro ai Giochi Olimpici di Atene 2004. Ha giocato come attaccante nel Volturno, conquistando sette titoli italiani consecutivi dal 1985 al 1991. In seguito è andata al Gifa Palermo.

Capitana della Nazionale (esordio nel 1984), ha conquistato numerose medaglie: bronzo agli Europei del 1991 e ai Mondiali del 1994; oro agli Europei del 1995, 1997, 1999 e 2003 e ai Mondiali del 1998 e 2001; argento agli Europei del 2001 e ai Mondiali del 2003. Dopo la vittoria del torneo olimpico di Atene 2004 ha lasciato il “setterosa”.

Eventi Sportivi

Per Maradona gol di mano e del secolo

domenica 22 giugno 1986 (35 anni fa)

Per Maradona gol di mano e del secolo«un poco con la cabeza de Maradona y otro poco con la mano de Dios» (un po’ con la testa di Maradona ed un altro po’ con la mano di Dio). Questa è l’ironica definizione di Diego Armando Maradona del suo famoso gol di mano, espressa nel dopo-partita di Argentina-Inghilterra (2-1), incontro valevole per i quarti di finale dei Mondiali di calcio di Messico ’86, giocato nello Stadio Azteca di Città del Messico.

Da cineteca poi il suo secondo gol, dopo una corsa di sessanta metri, scelto nel 2002 come gol del secolo in un mondiale.
Grazie a questa vittoria, l’Argentina continua il cammino verso la conquista della Coppa del Mondo FIFA, battendo in semifinale il Belgio e in finale la Germania.

I Doodle di Google

Konrad Zuse e i computer

22 giugno

Konrad Zuse e i computer: Il computer è una di quelle invenzioni attribuite a diversi padri, ognuno indispensabile nel suo perfezionamento. Tra loro l’ingegnere tedesco Konrad Zuse occupa un posto di rilievo. Vissuto nella Germania di Weimar e del regime nazista, proprio in quegli anni bui mise a punto quello che oggi è indicato come il primo computer moderno: lo Z1 (1938), un calcolatore meccanico basato sul sistema binario.

L’intenzione di Zuse era di ottenere una macchina in grado di eseguire velocemente i complessi calcoli, alla base della progettazione di velivoli (il suo principale interesse professionale). Nel Dopoguerra perfezionò la sua invenzione, riuscendone a fare un prodotto commerciale di successo fino agli anni Settanta. All’ingegnere tedesco, di cui è ricorso il centenario nel 2010, Google ha dedicato un doodle locale (visibile in Germania).

Scomparsi oggi

Fred Astaire

data di nascita: mercoledì 10 maggio 1899 (122 anni fa)
data morte: lunedì 22 giugno 1987 (34 anni fa)

Fred Astaire: Le acrobatiche doti di ballerino/attore hanno fatto di lui il re dei musical targati Hollywood e un maestro insuperabile di tip-tap.

Nato ad Omaha, nel Nebraska, e morto a Los Angeles nel giugno del 1987, aveva lontane origine austriache, come si evince dal suo vero nome Frederick Austerlitz. Con lo pseudonimo di Fred Astaire fu una star del cinema tra gli anni Trenta e Sessanta, protagonista di musical epocali in coppia con Ginger Rogers.

Considerato dal celebre Nureyev il più grande ballerino del XX secolo, nel 1950 ottenne l’Oscar alla carriera.

Judy Garland

data di nascita: sabato 10 giugno 1922 (99 anni fa)
data morte: domenica 22 giugno 1969 (52 anni fa)

Judy Garland: Tra le prime dive del cinema americano, entrò nella storia con il ruolo della giovane Dorothy Gale dalle magiche scarpette rosse, sulle note della sempreverde Over the Rainbow.

Nata a Grand Rapids, nel Michigan, le innate doti canore e di danzatrice la proiettarono, ancora minorenne, nel mondo dei musical. In questo genere, a 17 anni, trovò la piena consacrazione con Il mago di Oz, capolavoro di Victor Fleming (regista del colossal “Via col vento”), che nel 1940 regalò a Judy l’Oscar giovanile.

Seguirono numerosi musical e pellicole (su tutte “È nata una stella” del 1954), da cui emerse il suo talento drammatico e che le valsero altre due candidature all’Oscar. Nel 1963, col film “Ombre sul palcoscenico”, lasciò il cinema per dedicarsi al teatro e ai concerti.

Morì a soli quarantasette anni, il 22 giugno del 1969, consumata dal prolungato abuso di barbiturici, con cui combatteva problemi di salute e crisi depressive, e dalla dipendenza dall’alcool.

La vita privata fu molto movimentata. Tra i suoi cinque mariti c’è il regista Vincente Minnelli, dal quale nacque la futura star Liza Minnelli.

Pierino Prati

data di nascita: venerdì 13 dicembre 1946 (74 anni fa)
data morte: lunedì 22 giugno 2020 (un anno fa)

Pierino Prati: Nato a Cinisello Balsamo (in provincia di Milano) e, dopo una lunga malattia, scomparso il 22 giugno 2020. È stato un allenatore di calcio, già centravanti negli anni Sessanta e Settanta, di Milan, Roma e Fiorentina. Con i 100 gol segnati in serie A è 83° nella classifica dei marcatori di sempre (dicembre 2020), come Marek Hamšík.

Con i rossoneri ha vinto uno scudetto, due edizioni della Coppa Italia, una Coppa dei Campioni, due volte la Coppa delle Coppe e una Coppa Intercontinentale. In Nazionale ha totalizzato 14 presenze e 7 reti; è stato campione europeo nel 1968 e vice campione del mondo nel 1970.