Almanacco del 20 Settembre

0
200

E’ il 264° giorno dell’anno, 38ª settimana. Alla fine del 2020 mancano 102 giorni

A Roma il sole sorge alle 05:57 e tramonta alle 18:09 (ora solare)
A Milano il sole sorge alle 06:09 e tramonta alle 18:23 (ora solare)
Luna: 9.22 (lev.) 20.15 (tram.)

Santi del Giorno

Santa Candida (Martire a Cartagine)
Sant’Eustachio (Martire)
Santi Martiri Coreani

San Giancarlo Cornay (Sacerdote e Martire)
Santa Teopista (Vergine e Martire)

Sant’Eustachio è il protettore di guardie forestali, cacciatori e casi difficili.

Etimologia

 Candida, il nome, già usato al tempo degli Antichi Romani, deriva dall’aggettivo latino candidus e significa “bianchissima, candida, bianca splendente”; in ambiente cristiano Candida fu ripreso nel significato di “pura”.

Proverbio del giorno

A settembre la notte con il dì contende.

Aforisma del giorno

Un bel morir tutta la vita onora (F.Petrarca)

Sei nato oggi? 

Sei riflessivo, naturalmente portato ad approfondire sensazioni e acquisizioni mentali o spirituali. Il lavoro è per te solo una fonte di sostentamento, ma ti sentirai molto soddisfatto se potrai avere la fortuna di occuparti di filosofia, teologia ed insegnamento, dove darai il tuo massimo.

In amore cerchi il meglio e se non incontrerai chi è in totale sintonia con te, sceglierai, serenamente, la solitudine.

Oroscopo di Oggi

Oroscopo di Sabato 19 Settembre 2020

Accadde Oggi

La Breccia di Porta Pia

martedì 20 settembre 1870 (150 anni fa)

La Breccia di Porta Pia: Dopo cinque ore di fuoco l’Esercito del Regno d’Italia, guidato dal Generale Raffaele Cadorna, aprì un varco di 30 metri nelle mura Aureliane, accanto a Porta Pia. Attraverso questa breccia entrarono per primi nella città capitolina i bersaglieri, che al suono delle fanfare gridavano «W l’Italia!».

Davanti alla forza di 50mila uomini (tra i quali il noto scrittore Edmondo De Amicis) lo sparuto esercito pontificio (composto dagli zuavi, volontari in maggioranza di origine francese, belga e olandese) non poté nulla e poche ore dopo sulla cupola di San Pietro fu issata “bandiera bianca” in segno di resa.

Per le strade e ai balconi invece fu un tripudio di tricolori sventolati dai cittadini per salutare l’annessione di Roma all’Italia unita, di cui la stessa sarebbe divenuta capitale l’anno successivo. L’episodio segnò la fine del potere temporale dei papi, difeso con le unghie fino all’ultimo da Pio IX, che aveva opposto un secco «non possumus» alla proposta conciliante avanzata dal re Vittorio Emanuele II.

Perso il prezioso alleato francese, impegnato nella guerra con la Prussia, il pontefice era rimasto da solo a difendere i propri domini e dopo la “presa della città” si rifiutò di accettare qualsiasi accordo, compresa la Legge delle Guarentigie, promulgata nel 1871 e rimasta in vigore fino ai Patti Lateranensi del ‘29.

L’atto formale di annessione della città al Regno avvenne il 2 ottobre 1870, con il referendum che raccolse un plebiscito di “sì” al quesito «Vogliamo la nostra unione al Regno d’Italia, sotto il governo del re Vittorio Emanuele II e dei suoi successori».

Prima edizione del Festival di Cannes

venerdì 20 settembre 1946 (74 anni fa)

Prima edizione del Festival di Cannes: “Roma città aperta”, manifesto del neorealismo cinematografico italiano, fu tra i film premiati alla prima edizione del Festival di Cannes, organizzato dal 20 settembre al 5 ottobre all’interno del Casinò della città affacciata sulla Costa Azzurra.

Le undici pellicole premiate dalla giuria, tra cui il capolavoro di Roberto Rossellini (con una memorabile Anna Magnani nel cast), si videro consegnare il Grand Prix du Festival International du Film, sostituito, a partire dal 1955, dalla celebre Palma d’oro.

Nato come risposta francese alla Mostra di Venezia (inaugurata il 6 agosto del 1932) e finalizzato, come recita lo statuto, a «valorizzare le opere di qualità» e a «favorire lo sviluppo dell’industria del film nel mondo», il festival si distinse fin dagli esordi per il clamore mediatico e lo stile mondano, legato soprattutto alla passerella delle star del cinema internazionale sul red carpet.

In realtà, la prima edizione era stata prevista per il 1939 ma lo scoppio della Seconda guerra mondiale costrinse gli organizzatori a rinviarla a tempo indeterminato. Per anni la manifestazione fu ospitata al Palais de la Croisette, fino al 1983 quando venne realizzata una sede apposita.

Nati in questo giorno

Sophia Loren

data di nascita: giovedì 20 settembre 1934 (86 anni fa)

Sophia Loren: Se si potesse dare un volto al cinema, tra le prime scelte ci sarebbe quello di Sofia Loren, famoso in tutto il mondo. Romana di nascita, Sofia Villani Scicolone, la reale identità, non manca di ribadire in ogni occasione il suo sentirsi orgogliosamente napoletana.

Dopo un’infanzia vissuta a Pozzuoli, a 15 anni cerca fortuna nella Capitale, partecipando a concorsi di bellezza (gli organizzatori di Miss Italia creano per lei ad hoc il titolo di Miss Eleganza) e facendosi notare dai cacciatori di nuove star del cinema.

Uno di questi, il produttore Carlo Ponti, la introduce tra gli studi di Cinecittà, dove, dopo alcune comparse e ruoli secondari (accanto a Totò in “Miseria e nobiltà”), entra nelle grazie di grandi registi. In primis di Vittorio De Sica che prima la scrittura in “L’oro di Napoli” (1954) e poi le dà il ruolo da protagonista ne La ciociara: qui Sofia si supera e conquista l’Oscar come “migliore attrice”, nel 1962.

Insieme ad Anna Magnani, sono le uniche due attrici italiane a trionfare nella magica notte di Los Angeles. Tra i film più noti, quelli in coppia con Marcello Mastroianni come “Ieri, oggi, domani” (1963), “Matrimonio all’italiana” (1964) e “Una giornata particolare” (1977).

Considerata un’icona dell’identità italiana all’estero, vanta in carriera dieci David di Donatello (l’ultimo nel 2014) ed un Oscar alla carriera (1991). Nel 2015 dà alle stampe la sua autobiografia Ieri, oggi e domani. La mia vita, edita da Rizzoli.

Loredana Berté

data di nascita: mercoledì 20 settembre 1950 (70 anni fa)

Loredana Berté: Nata a Bagnara Calabra, è una cantante, sorella minore di Mia Martini. Ha sempre avuto un grosso impatto mediatico e la sua carriera è sempre stata intervallata da momenti di spicco e momenti di declino, da solista ed insieme ad altri artisti di rilievo con cui ha mantenuto delle collaborazioni.

Il carattere altalenante l’ha resa, indubbiamente, un personaggio discusso. Inizia come ballerina, per poi lavorare come comparsa in teatro. La canzone che nel 1975 l’ha portata al successo, Sei bellissima, mette in mostra tutte le sue capacità vocali. Ha collaborato con grandi artisti come Ivano Fossati, Pino Daniele, Enrico Ruggeri.

Ha partecipato più volte al Festival di Sanremo ed alcuni brani presentati all’Ariston hanno riscosso ampio successo di ascolti. Tra le collaborazioni più recenti c’è quella con Gigi D’Alessio, con cui ha duettato a Sanremo 2012, con Biagio Antonacci e con Loredana Errore.

Nel 2014, in occasione dei quarant’anni di carriera, è tornata a fare concerti con il BandaBerté 1974-2014 tour. A fine settembre 2018 esce il nuovo album LiBerté, che contiene la hit e tormentone estate 2018 Non ti dico no cantata con i Boomdabash.
Nel 2019 si è classificata al 4° posto al Festival di Sanremo con il singolo Cosa ti aspetti da me, che in poco tempo è diventato disco di platino. Nel mese di maggio 2019 è uscito il brano Tequila e San Miguel. Due mesi dopo con J-Ax ha collaborato al brano di Fabio Rovazzi Senza pensieri.

Mia Martini

data di nascita: sabato 20 settembre 1947 (73 anni fa)
data morte: venerdì 12 maggio 1995 (25 anni fa)

Mia Martini: Per amici, fan, colleghi e per la sorella Loredana, era semplicemente Mimì. Per la storia della musica italiana Domenica Berté, in arte Mia Martini, è stata una cantautrice tra le più raffinate di sempre.

Nata a Bagnara Calabra, in provincia di Reggio Calabria, si presentò sulla scena musicale come ragazzina ye-ye e dimostrando di essere in netto anticipo sui suoi tempi con l’album d’esordio “Oltre la collina”. Alla fine degli anni Settanta cominciò l’ascesa come interprete di musica leggera, con brani che entreranno nel repertorio classico della canzone italiana.

Da “Piccolo uomo” a “Minuetto” (scritta per lei da Franco Califano), da “Padre davvero” alla struggente Almeno tu nell’universo, fino alla più recente Gli uomini non cambiano, con cui arrivò seconda al Festival di Sanremo del 1992.
In trent’anni di carriera conquistò diversi riconoscimenti, tra cui la Targa Tenco e il Premio della Critica a Sanremo, istituito apposta per lei nel 1982. Quest’ultimo, dopo la scomparsa dell’artista il 12 maggio del 1995, prese il nome di Premio Mia Martini, ancora oggi il più ambito riconoscimento nel panorama musicale nazionale.

Nel gennaio 2019 è uscito nelle sale cinematografiche il film biografico Io sono Mia, trasmesso poi da Rai 1 nel mese successivo e interpretato da Serena Rossi.

Belén Rodríguez

data di nascita: giovedì 20 settembre 1984 (36 anni fa)

Belén Rodríguez: Argentina di Buenos Aires, è un personaggio popolare del mondo televisivo italiano, in cui opera come showgirl.

Dopo gli inizi come modella di intimo, María Belén Rodríguez Cozzani debutta in TV nel 2007, nel programma comico “Tintoria” (Rai 3). Lanciata, l’anno seguente, dal reality show L’isola dei famosi, compare come co-conduttrice, tra gli altri, nel Festival di Sanremo 2011 e nelle trasmissioni Mediaset Colorado (2011-2012 e dal 2019) e Italia’s Got Talent (2012-2013).

Nati… sportivi

Juan Pablo Montoya

data di nascita: sabato 20 settembre 1975 (45 anni fa)

Juan Pablo Montoya: Nato a Bogotà (in Colombia), è un pilota automobilistico. Dal 2001 al 2006 corre in Formula 1 per la Williams e la McLaren, vincendo sette Gran Premi.

La sua migliore posizione finale nel Mondiale piloti è il terzo posto, conquistato nel 2002 e 2003. Nel 2014 diventa un pilota della Formula Indy, conquistando il quarto posto, migliorato l’anno dopo con il secondo. Nel 2016 si classifica ottavo e ventiquattresimo nel 2017.

Eventi Sportivi

Pallavolo femminile, bronzo per l’Italia

lunedì 20 settembre 1999 (21 anni fa)

Pallavolo femminile, bronzo per l’Italia: A Roma e Perugia iniziano i campionati europei di pallavolo femminile, i primi con il nuovo sistema di punteggio, con 8 squadre partecipanti.


Sarà la Russia, per la seconda volta consecutiva, a vincere il titolo continentale. L’Italia sarà terza per aver sconfitto per 3-0 la Germania nella finale per il 3°/4° posto.

Sydney 2000, Fioravanti ancora primo

mercoledì 20 settembre 2000 (20 anni fa)

Sydney 2000, Fioravanti ancora primo: Nella rana alle Olimpiadi di Sydney 2000 Domenico Fioravanti si conferma leader.

Dopo aver vinto l’oro nei 100 metri (primo italiano a salire sul gradino più alto in una gara olimpica di nuoto), arriva primo anche nella gara dei 200 metri, primo atleta a riuscire nell’incredibile doppietta ai Giochi Olimpici. Medaglia di bronzo per Davide Rummolo.

I Doodle di Google

140° di Roma!

20 settembre

140° di Roma!: Ecco un doodle italiano! Nel 2010 Google ricorda il 140° anniversario di Roma capitale.

Infatti è il 20 settembre 1870 quando i bersaglieri comandati dal generale Raffaele Cadorna entrano a Roma attraverso la famosa Breccia di Porta Pia. Il doodle riporta in una delle “O” una rappresentazione stilizzata della piazza del Campidoglio.

Commenti