Almanacco Del 2 Dicembre

0
327

E’ il 337° giorno dell’anno, 48ª settimana. Alla fine del 2020 mancano 29 giorni.

A Roma il sole sorge alle 07:20 e tramonta alle 16:39 (ora solare)
A Milano il sole sorge alle 07:46 e tramonta alle 16:39 (ora solare)
Luna: 9.10 (tram.) 18.16 (lev.)

Santi del Giorno

Santa Bibiana (da cui deriva il nome Viviana – Martire)
San Silverio (Papa e Martire)
San Cromazio d’Aquileia (Vescovo)
Sant’Abacuc (Profeta)
Sant’Odorisio I (Oderisio) di Montecassino (Abate)
Santa Bianca di Castiglia (Regina di Francia, Religiosa)

Etimologia

 Viviana, nasce dal latino “Vibianus”, nome attestato sin dall’epoca imperiale, derivante dall’antico “Vibius”, che ha origine dall’etrusco “vipie”, “che vive”. Ha trovato nuovo impulso nel Medioevo, grazie ai poemi epico cavallereschi, anche se, oggi, è usato solo nella forma femminile..

Proverbio del giorno

Chi si contenta gode.

Aforisma del giorno

Nulla è impossibile per colui che non deve farlo. (A. Bloch)

Sei nato oggi? 

Sei passionale ed indipendente ma hai molta paura del futuro e, per garantirti una certa sicurezza, spesso accetti un ruolo lavorativo che non ti soddisfa. é un peccato perché, se solo osassi un poco di più, avresti maggiori possibilità di successo. In amore il tuo fascino fa di te un grande conquistatore ma, se desideri un rapporto stabile, devi imparare ad essere meno tirannico nei confronti del partner.

Oroscopo quotidiano

Oroscopo di Mercoledì 02 Dicembre 2020

Accadde Oggi

Napoleone incoronato imperatore di Francia

domenica 2 dicembre 1804 (216 anni fa)

Napoleone incoronato imperatore di Francia: Nella splendida cornice di Notre Dame, restaurata per l’occasione, ebbe luogo la cerimonia di incoronazione di Napoleone Bonaparte a imperatore dei francesi, con il titolo di Napoleone I. Era il 2 dicembre del 1804, l’11 frimaio anno XII secondo il calendario rivoluzionario in uso dal 1793.

La processione era partita dal Palazzo delle Tuileries, da quel momento elevata al rango di residenza imperiale, e da qui aveva sfilato tra la folla festante fino alla storica cattedrale gotica, dove ad attendere il futuro imperatore c’era papa Pio VII. Quest’ultimo assistette al rituale senza potervi partecipare direttamente, per espressa volontà del sovrano che, con il gesto di autoincoronazione, volle ribadire la propria superiorità su qualsiasi altra autorità.

Successivamente il pontefice chiese se aveva intenzione di agire in difesa della fede cattolica e di assicurare pace e giustizia nel suo regno, cui Napoleone rispose con la formula latina del «Profiteor», “prometto”. Un rituale che rompeva decisamente con la tradizione dell’ancien regime, a cominciare dalla scelta di Notre Dame in luogo della cattedrale di Reims, fino a quel momento sede ufficiale delle incoronazioni.

L’evento storico fu reso immortale dal meraviglioso dipinto del pittore neoclassico Jacques-Louis David, oggi conservato al museo del Louvre di Parigi. Nella vita di Napoleone, l’incoronazione rappresentò il punto d’arrivo di una carriera fulminea, iniziata scalando rapidamente tutta la gerarchia militare, fino a ritrovarsi alla guida del popolo francese, con il titolo di primo console, dopo il rovesciamento del governo rivoluzionario.

L’opera di pacificazione dell’Europa, ottenuta soprattutto attraverso i successi militari sull’Impero austriaco, aprì la strada alla nascita della nuova dinastia imperiale, che adottò come insegna ufficiale l’aquila in volo, resa celebre dal Sacro Romano Impero.

A un anno di distanza dall’incoronazione, nello stesso giorno, Napoleone conseguì la vittoria militare di maggior prestigio: la battaglia di Austerlitz, in cui ebbe la meglio su austriaci e russi, dimostrando tutta la sua abilità di stratega.

Fermi innesca la prima reazione nucleare a catena

mercoledì 2 dicembre 1942 (78 anni fa)

Fermi innesca la prima reazione nucleare a catena«Il navigatore italiano è appena sbarcato nel nuovo mondo»: con questo messaggio in codice viene comunicata al presidente degli Stati Uniti d’America, Roosevelt, la riuscita dell’esperimento sulla prima reazione nucleare a catena controllata. È l’inizio dell’era nucleare.

Il test, condotto sotto le tribune di un vecchio stadio dell’Università di Chicago, vede nel ruolo di guida il celebre scienziato italiano Enrico Fermi, premiato nel 1938 con il Nobel per la Fisica per i suoi studi sulla radioattività e le reazioni nucleari.

È lui, in collaborazione con il collega ungherese Leó Szilárd, a progettare la pila atomica C.P.1 (che stava per “Chicago Pile Number One”), con cui viene portato a termine l’esperimento. Larga 7.5 m e alta 5.8 m e formata da una serie di mattonelle di grafite (ognuna con un “cuore” di uranio), la pila rappresenta il primo esempio di reattore artificiale a fissione nucleare al mondo.

Il successo dell’esperimento del 2 dicembre 1942 spianerà, purtroppo, la strada al famigerato Progetto Manhattan sulla costruzione delle prime bombe atomiche. E ciò in parte offuscherà il valore scientifico dell’esperimento di Fermi, al quale verrà intitolato il dipartimento di fisica della Università di Chicago.

Crolla la diga di Malpasset

02 dicembre 1959

Alle ore 21:13 crolla la diga di Malpasset. L’inondazione che ne risulta provoca 421 vittime. Si tratta del più grande disastro nella storia francese.

Castro sbarca a Cuba

02 dicembre 1956

Ottanta uomini guidati da Fidel Castro sbarcano a Cuba. È l’inizio della guerriglia che porterà, il primo gennaio 1959, alla disfatta del regime di Fulgencio Batista.

Nati in questo giorno

Maria Callas

data di nascita: domenica 2 dicembre 1923 (97 anni fa)
data morte: venerdì 16 settembre 1977 (43 anni fa)

Maria Callas: L’appellativo di Divina dà la misura di ciò che ha rappresentato nel panorama musicale del Novecento. Considerata la più grande cantante lirica di tutti i tempi, ha conquistato i teatri di tutto il mondo con la sua voce inimitabile e la forza drammatica dei personaggi portati in scena.

Nata a New York e morta a Parigi nel 1977, all’anagrafe risultava come Maria Anna Sophie Cecilia Kalogeropoulos. Divenne celebre nel 1948 dopo aver cantato a Firenze la Norma di Bellini, in particolare l’aria Casta Diva che divenne il suo cavallo di battaglia.

La tormentata relazione con il plurimiliardario armatore greco Aristotele Onassis la costrinse ad allontanarsi dalle scene nel 1961, per poi riprendere i concerti con minor successo, fino all’ultima esibizione a Sapporo, in Giappone, nel 1974.

Gianni Versace

data di nascita: lunedì 2 dicembre 1946 (74 anni fa)
data morte: martedì 15 luglio 1997 (23 anni fa)

Gianni Versace: Nato a Reggio Calabria e morto a Miami Beach nel 1997, è stato uno stilista di fama mondiale e fondatore di una delle più rinomate case di abbigliamento italiane.

Sin da piccolo mostra passione per la moda, lavorando nell’atelier della madre. Si trasferisce a Milano, dove lavora come disegnatore di abiti e inizia proficue collaborazioni con fotografi e con numerosi teatri e nel 1982 vince l’Occhio d’Oro come “migliore stilista 1982/83 collezione autunno/inverno donna”.

Negli stessi anni delinea uno stile personalissimo, con l’inserimento nei suoi modelli di elementi metallici che diventeranno poi un must della produzione successiva. Si lancia, poi, anche nel mercato dei profumi, approdando sui mercati parigini e londinesi. Nel 1986 riceve il titolo di Commendatore della Repubblica Italiana dall’allora presidente della Repubblica Francesco Cossiga.

I suoi modelli girano il mondo nelle sfilate più importanti, da Parigi a New York, da Londra a Milano e i suoi abiti vengono indossati dalle più belle modelle di tutti i tempi (Linda Evangelista, Naomi Campbell, Claudia Schiffer).

All’apice della notorietà, nel 1997 Versace viene assassinato dal serial killer Andrew Cunanan, sugli scalini della sua villa a Miami Beach.

Luisa Corna

data di nascita: giovedì 2 dicembre 1965 (55 anni fa)

Luisa Corna: Nata a Palazzolo sull’Oglio, nel bresciano, alla fine degli anni Novanta è salita alla ribalta televisiva come cantante, attrice e showgirl.

Ha iniziato come modella, sfilando per grandi marche della moda per poi intraprendere la carriera di cantante, arrivando seconda nel 1991 al Festival di Castrocaro per giovani talenti.

Nel biennio 1997/98 è stata cantante fissa del programma Domenica in. Fino al 2002 ha partecipato allo show calcistico Controcampo e nello stesso anno ha gareggiato, in coppia con Fausto Leali, al Festival di Sanremo, piazzandosi al quarto posto con “Ora che ho bisogno di te”.

Dopo aver condotto diversi show televisivi, dal 2004 ha iniziato la carriera di attrice teatrale, rilanciandosi poi come doppiatrice per la TV e attrice di fiction, in Ho sposato uno sbirro.

Britney Spears

data di nascita: mercoledì 2 dicembre 1981 (39 anni fa)

Britney Spears: Nata a McComb, nel Mississippi, è la “principessa del pop”, titolo che si è meritato a suon di hit internazionali, popolarissime soprattutto tra i teenager.

Con oltre cento milioni di dischi in tutto il mondo, è l’ottava artista donna ad aver venduto di più negli Stati Uniti e l’ottava migliore artista del decennio 2000-2010. Tra i suoi cavalli di battaglia: Baby One More TimeOops!… I Did It Again e Womanizer.

Abile anche nel ballo, nel 2011 è risultata seconda (dietro Michael Jackson) nella classifica dei dieci migliori cantanti-ballerini, stilata dalla rivista Rolling Stone. Nello stesso anno ha pubblicato il settimo album, che l’ha resa l’unica artista femminile ad avere sei album d’esordio alla posizione numero uno della classifica Billboard 200, record per il quale è stata inserita nel Guinness World Records.

Glory è il titolo del nono album, pubblicato nell’estate del 2016 e trascinato dal singolo Make Me….

Nati… sportivi

Monica Seles

data di nascita: domenica 2 dicembre 1973 (47 anni fa)

Monica Seles: Nata a Novi Sad (nel nord della Serbia, sulle rive del Danubio), è stata negli anni Novanta una campionessa di tennis jugoslava, dal 1994 naturalizzata statunitense. Al primo posto del ranking WTA per 178 settimane, ha vinto 53 titoli nel singolare (tra cui nove del Grande Slam) e 6 nel doppio.

Francesco Toldo

data di nascita: giovedì 2 dicembre 1971 (49 anni fa)

Francesco Toldo: Nato a Padova, dal 1990 al 2010 è stato un portiere di calcio. Ha difeso la porta della Fiorentina (con cui ha vinto 2 volte la Coppa Italia) e dell’Inter (con i nerazzurri ha vinto 5 scudetti e 3 Coppe Italia).

In Nazionale ha totalizzato 28 presenze ed ha subito 15 reti. È stato vice campione d’Europa nel 2000. Dalla fine di agosto del 2011 al 2013 è stato il preparatore dei portieri della Nazionale Under 20, a seguire fino al 2015 nell’U21 con Luigi Di Biagio allenatore.

Ezio Gamba

data di nascita: martedì 2 dicembre 1958 (62 anni fa)

Ezio Gamba: Nato a Brescia, è un ex judoka. Ha partecipato a quattro Giochi Olimpici dal 1976 al 1984, vincendo nella categoria pesi leggeri (fino a 71 kg) un oro a Mosca 1980 e un argento a Los Angeles 1984. Il suo medagliere è completato da tre argenti in tre Mondiali e da un oro, quattro argenti e un bronzo in sei campionati europei.

Da tecnico ha allenato la Nazionale italiana e quella russa, che a Londra 2012 ha portato a vincere tre ori, un argento e un bronzo, guadagnandosi l’appellativo di Zar del tatami e, dal gennaio 2016, il passaporto russo.

Eventi Sportivi

Pallone d’oro a Cristiano Ronaldo

martedì 2 dicembre 2008 (12 anni fa)

Pallone d’oro a Cristiano Ronaldo: I giurati, non solo europei, scelti da France Football con 446 voti hanno assegnato a Cristiano Ronaldo, giocatore portoghese del Manchester United, il Pallone d’oro 2008.

Milano Campione del mondo per club

domenica 2 dicembre 1990 (30 anni fa)

Milano Campione del mondo per club: È terminata a Milano, organizzata dalla FIVB, la 2ª Coppa del mondo per club 1990 di pallavolo maschile, con la partecipazione delle 4 squadre campioni continentali più altrettante formazioni italiane. Ha vinto il titolo in palio la squadra padrona di casa. Al terzo posto il Parma.

Al secondo posto di questa 53ª edizione si è classificato l’argentino Lionel Messi (fermo a 281 voti ma si rifarà ampiamente nelle successive tre edizioni), terzo con 179 preferenze lo spagnolo del Liverpool Fernando Torres. L’unico italiano tra i 25 finalisti, Gianluigi Buffon, è diciottesimo con 5 voti.

Il 13 gennaio 2014, la giuria del Pallone d’oro FIFA 2013 assegna il premio a CR7, con 160 voti di vantaggio su Lionel Messi. Un anno dopo è di nuovo primo con una percentuale di voti della giuria del 37,66% contro il 15,76% dell’argentino, ancora secondo. Nel premio 2015 le posizioni si invertono con l’argentino che conquista il suo quinto pallone.

Dal 2007 al 2019, con l’esclusione dell’edizione 2010, Cristiano Ronaldo è sempre tra i primi tre classificati del Pallone d’oro e Pallone d’oro FIFA. Nel 2016 conquista per la quarta volta l’ambito premio (promosso dalla sola rivista France Football), con al secondo posto, manco a dirlo, Lionel Messi! Classifica che si ripete anche nel 2017. L’anno dopo è secondo dietro a Luka Modrić, centrocampista del Real Madrid. Nel 2019 occupa il gradino più basso del podio. Si classifica al secondo posto Virgil van Dijk, difensore del Liverpool, e Messi conquista per la sesta volta il prestigioso premio.

Loeb vince ancora il Mondiale rally

domenica 2 dicembre 2007 (13 anni fa)

Loeb vince ancora il Mondiale rally: Con il 63° rally di Gran Bretagna si è conclusa la 35ª edizione, riconosciuta dalla FIA, del World Rally Championship. Il campionato piloti è stato vinto dal francese Sébastien Loeb, al suo quarto titolo consecutivo (arriverà a nove con la vittoria nel 2012), per la Citroën Racing. Al secondo posto Marcus Grönholm e Mikko Hirvonen, entrambi piloti della Ford, che così ha vinto il campionato costrutto

I Doodle di Google

Festa Nazionale Emirati Arabi Uniti

2 dicembre

Festa Nazionale Emirati Arabi Uniti: Con quattro doodle locali consecutivi dal 2008 al 2011 (visibili negli Emirati Arabi Uniti), Google ha ricordato in questo giorno la festa nazionale degli Emirati Arabi Uniti. La ricorrenza coincide con la conquista dell’indipendenza dall’Impero britannico e la contestuale istituzione di un nuovo soggetto politico che riunì in una confederazione gli emirati di Abu Dhabi, Ajman, Dubai, Fujaira, Ras al-Khaima, Sharja e Umm al-Qaywayn.

Prima di questa data esisteva una forma di unione tra i vari sceiccati (in particolare dopo la scoperta delle riserve di petrolio negli anni Sessanta) denominata Consiglio degli Stati della Tregua (dalla tregua imposta dagli inglesi alle attività piratesche alimentate dagli sceicchi).

In occasione della “Festa del 2 dicembre”, è tradizione, soprattutto tra i nativi emiratini, vestirsi con i colori bianco-rosso-verde-nero della bandiera nazionale. Colori ripresi nei doodle dove si richiamano anche il deserto insieme allo skyline della capitale Abu Dhabi e il Burj al Khalifa, il grattacielo più alto del mondo sito a Dubai.

Angolo Lettura

“Ebano” di Ryszard Kapuscinski

domenica 2 dicembre 2012 (8 anni fa)

“Ebano” di Ryszard Kapuscinski: Il nostro suggerimento di questa settimana è “Ebano”, il libro scritto dal giornalista polacco Ryszard Kapuscinski. In questa raccolta di reportage viene descritta in modo mirabile la capacità di formare un mercato lungo i binari di un treno e… di smantellarlo velocemente ad ogni passaggio del treno! Di come la perdita di mercanzia di un camion riesce a popolare, per qualche ora, un luogo semidesertico con persone che si affannano a raccogliere la mercanzia caduta e altre che offrono da bere e da mangiare. E ancora l’imponenza di una giovane donna che, con un cesto sulla testa e un bambino, percorre chilometri per arrivare al mercato ad esporre la sua merce. Non è un arido reportage degli eccidi africani che costantemente invadono le pagine dei nostri quotidiani, oppure una sterile descrizione turistica delle bellezze africane. Questo giornalista si sofferma a guardare i visi delle persone, gli sguardi, tenta di descrivere, vivendo con loro, la loro realtà quotidiana, la forza con la quale riescono ad affrontare e a sopportare una vita di stenti e difficoltà. Da non perdere!

Scomparsi Oggi

Muore Filippo Tommaso Marinetti

02 dicembre 1944

Muore a Bellagio il poeta e scrittore Filippo Tommaso Marinetti. Naque a Alessandria d’Egitto nel 1876. Autore del “Manifesto del Futurismo”, pubblicato nel 1909 a Parigi, Marinetti è il padre di questo movimento poliedrico: “Noi vogliamo cantare l’amor del pericolo, l’abitudine all’energia e alla temerità.

Noi canteremo le locomotive dall’ampio petto, il volo scivolante degli aeroplani. È dall’Italia che lanciamo questo manifesto di violenza travolgente e incendiaria col quale fondiamo oggi il Futurismo. Interventista nel primo conflitto mondiale, Marinetti aderisce, nel 1919, ai fasci di combattimento, fondati da Benito Mussolini. Firmatario del “manifesto degli intellettuali fascisti”, nel 1929 Marinetti diventa accademico d’Italia.

Commenti