Almanacco del 19 Settembre

0
187

E’ il 263° giorno dell’anno, 38ª settimana. Alla fine del 2020 mancano 103 giorni

A Roma il sole sorge alle 05:56 e tramonta alle 18:11 (ora solare)
A Milano il sole sorge alle 06:08 e tramonta alle 18:25 (ora solare)
Luna: 8.05 (lev.) 19.43 (tram.)

Santi del Giorno

San Gennaro (Vescovo e Martire)
Sant’Arnolfo di Gap (Vescovo)

San Gennaro è il protettore dei donatori di sangue e degli orafi.

Etimologia

 Gennaro, deriva da “Ianuarius”, che oltre ad essere il nome del primo mese dell’anno nel calendario romano, designava anche “Giano”, dio “delle porte e dei passaggi”, “degli inizi e delle fini”. Nome tipico degli uomini liberi e dei liberti, deve la sua popolarità al culto per il Santo omonimo, patrono di Napoli.

Proverbio del giorno

Settembre, l’uva e il fico pende.

Aforisma del giorno

Esistono due tipi di tragedie nella vita. Una è perdere ciò che più si desidera, l’altra è ottenerlo. (George Bernard Shaw)

Sei nato oggi?

 I nati il 19 settembre si interessano molto all’apparenza delle cose. Non solo tengono particolarmente alla loro presenza fisica, ma anche a quella della loro casa, della famiglia e dell’ambiente circostante.

A prescindere dalla loro situazione finanziaria, essi hanno una personalità molto ordinata e rigida, e sono capaci di organizzare, con tutti coloro che li circondano, una squadra unita e ben funzionante. Tutte le forme di bellezza li affascinano, ma soprattutto quella fisica e sensuale. Spennellato e nell’abbigliamento sono quasi sempre impeccabili, e se scelgono di apparire trasandati o in disordine, lo fanno con la piena consapevolezza dell’impatto che possono avere sugli altri, come se indossassero una maschera.

Oroscopo di Oggi

Oroscopo di Sabato 19 Settembre 2020

Accadde Oggi

Viene introdotto l’uso dell’emoticon

domenica 19 settembre 1982 (38 anni fa)

Viene introdotto l’uso dell’emoticon: In una discussione su come esprimere il proprio stato d’animo on line, il professor Scott Fahlman, ingegnere informatico della Carnegie Mellon University, posta un messaggio con un codice formato da “due punti”, “trattino” e “parentesi tonda chiusa” da leggere ribaltato su un lato, per sottolineare il tono ironico di quello che si sta dicendo.

Nasce così l’emoticon nella sua versione classica che in meno di due settimane prenderà piede nel mondo accademico, per diventare poi un elemento universale del linguaggio utilizzato su internet e nella comunicazione tra dispositivi di telefonia mobile, arricchito nel corso degli anni fino alla creazione di un codice di simboli standard.

Un’invenzione destinata a cambiare per sempre le nostre abitudini. Non esisterà email o sms che non si concluda con una faccina (o smiley) rivelatrice del contesto emotivo di una conversazione: dall’allegro “:-)” al triste “:-(“, passando per lo stupito “o_o”.

Prima di questo momento sono attestati altri tentativi in tal senso, tra cui il più celebre è dello scrittore russo Vladimir Nabokov, autore di Lolita, che nel 1955 ipotizzava di rispondere alle domande dei giornalisti con uno speciale carattere tipografico.

Nel 2007, per il 25° anniversario dell’invenzione di Fahlman, la Carnegie Mellon University ha istituito lo Smiley Award, un premio annuale di 500 dollari per l’innovazione nelle comunicazioni elettroniche.

Nati in questo giorno

Mariangela Melato

data di nascita: venerdì 19 settembre 1941 (79 anni fa)
data morte: venerdì 11 gennaio 2013 (7 anni fa)

Mariangela Melato: Nata a Milano, è stata una delle più apprezzate attrici teatrali e cinematografiche nel panorama italiano degli anni Settanta.

Entrò nel mondo dell’arte attraverso la porta del teatro, lavorando con Dario Fo e Franca Rame e con il grande Luchino Visconti. Al cinema, dopo l’esordio in “Thomas e gli indemoniati” del 1969, raggiunse la popolarità recitando in coppia con Giancarlo Giannini, nelle famose pellicole “Mimì metallurgico ferito nell’onore” (1972) e “Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare d’agosto” (1974), entrambi diretti da Lina Wertmuller.

Vincitrice tra gli altri di otto David di Donatello e cinque Nastri d’argento, nel 2010 recitò accanto a Massimo Ranieri in un rifacimento per la TV di Filomena Marturano, capolavoro di Eduardo De Filippo. L’11 gennaio di tre anni dopo scomparve a Roma, consumata da un tumore al pancreas.

Jeremy Irons

data di nascita: domenica 19 settembre 1948 (72 anni fa)

Jeremy Irons: Nato a Cowes, nell’isola di Wight (sud-est dell’Inghilterra), è tra le star di Hollywood anche se la prima passione è il teatro, da cui deriva la sua immensa classe di attore drammatico.

In palcoscenico si forma nella compagnia dell’Old Vic mentre con la Royal Shakespeare Company sbarca a Broadway, aggiudicandosi il Tony Award come miglior attore. Sul grande schermo, dalla seconda metà degli anni Ottanta, è un crescendo di trionfi: da “Mission” (che trionfa a Cannes nel 1986), accanto a De Niro, a “Delitti e Segreti” dove interpreta lo scrittore Franz Kafka, passando per Il mistero Von Bulow che nel 1991 gli regala l’Oscar come “miglior attore”.

Diretto dai migliori registi contemporanei, Irons è protagonista di film noti, del calibro di “Die Hard 3”, “La casa degli spiriti”, “Lolita” e “La maschera di ferro”. Dal 2011 veste i panni di Rodrigo Borgia nella serie televisiva I Borgia, trasmessa da LA7. Nel 2016 è nel cast del kolossal fantascientifico Batman v Superman, sequel de “L’uomo d’acciaio”, e primo attore del thriller romantico La corrispondenza, diretto da Giuseppe Tornatore. Nel 2017 è ancora il maggiordomo di Batman in Justice League.

Alessandra Martines

data di nascita: giovedì 19 settembre 1963 (57 anni fa)

Alessandra Martines: Nata a Roma, cugina di secondo grado della modella ed ex première dame Carla Bruni, sin da piccola vive in Francia, dove studia danza e lavora come ballerina in numerosi spettacoli.

Arrivata in Italia, Boncompagni la inserisce in uno show che le consente di essere conosciuta dal grande pubblico. Lavora come presentatrice in diversi programmi al fianco di grandi showman, quali Pippo Baudo e Adriano Celentano.

Come attrice ottiene fama con il film TV Fantaghirò, di cui è protagonista anche nei tre sequel. Notata dal regista francese Claude Lelouch, viene da questi scritturata per “I miserabili” (accanto al celebre Jean Paul Belmondo), che la proietta tra le dive del cinema transalpino.

Nel 2005 riceve il premio “Personalità Europea ’05” e il premio “Grolle d’Oro” come miglior attrice per il film “Edda”. Nel 2007 a Cannes è premiata con il “Premio Diamanti al Cinema” e nel 2009 riceve il “Globo d’Oro Europeo”.

Nini Rosso

data di nascita: domenica 19 settembre 1926 (94 anni fa)
data morte: mercoledì 5 ottobre 1994 (25 anni fa)

Nini Rosso: Tra i pionieri del jazz made in Italy, è stato un trombettista molto celebre negli anni Sessanta e Settanta.

Nato a San Michele Mondovì, in provincia di Cuneo, Celeste Raffaele Rosso (il vero nome) scelse lo pseudonimo Nini Rosso quando iniziò la carriera di solista, dopo una lunga esperienza in RAI con la popolare orchestra Angelini. Già apprezzato per le collaborazioni con artisti noti, su tutti Fred Buscaglione, raggiunse la fama con il brano Il silenzio, inciso per caso al cospetto di un pubblico “in divisa” e con cui vendette dieci milioni di copie.

Ricordato anche per le presenze in trasmissioni storiche, come “Cantagiro” e “Studio Uno”, si spense a Roma nell’ottobre del 1994.

Giancarlo Siani

data di nascita: sabato 19 settembre 1959 (61 anni fa)
data morte: lunedì 23 settembre 1985 (34 anni fa)

Giancarlo Siani: Un simbolo del giornalismo italiano d’inchiesta sul potere criminale, che ha saputo scandagliare nelle sue complesse gerarchie e attraverso gli oscuri legami tra quest’ultimo e le istituzioni.

Nato a Napoli e figlio della media borghesia vomerese, Giancarlo Siani iniziò a scrivere per la carta stampata, occupandosi di emarginazione sociale per il mensile “Il Lavoro nel Sud”. Passato a Il Mattino, come referente di cronaca nera da Torre Annunziata, qui studiò a fondo le dinamiche della camorra locale, anticipando strategie e rapporti tra le varie famiglie.

Una straordinaria abilità analitica, la sua, che fu avvertita sempre più come un pericolo dai boss dell’area, in particolare dai Nuvoletta, che ne ordinarono il brutale assassinio, consumatosi davanti alla sua abitazione, il 23 settembre del 1985.

Nati… sportivi

Tommaso Rocchi

data di nascita: lunedì 19 settembre 1977 (43 anni fa)

Tommaso Rocchi: Nato a Venezia, è un ex calciatore. Gioca nell’attacco di Treviso, Empoli, Lazio, Inter e Padova. Con i biancocelesti segna, dal 2004 al 2013, 105 gol in 293 presenze (sesto cannoniere di sempre della società romana), vincendo nel 2009 la Coppa Italia e la Supercoppa italiana.

Nell’agosto 2014 si trasferisce in Ungheria per giocare nel principale campionato, vestendo la maglia dell’Haladás. Nella stagione successiva conclude la carriera, giocando nella terza serie ungherese, nella squadra allenata da Bruno Giordano. Con 102 gol in 323 presenze, a fine stagione 2019/20, è 80° nella classifica all time dei marcatori della serie A.
In Nazionale, quella di Donadoni, vanta 3 presenze.

Eventi Sportivi

EuroBasket 1971, bronzo per l’Italia

domenica 19 settembre 1971 (49 anni fa)

EuroBasket 1971, bronzo per l’Italia: L’Italia ha conquistato il terzo posto agli Europei di pallacanestro maschile in Germania Ovest, battendo 85-67 la Polonia. Per gli azzurri del basket è la prima medaglia nel torneo continentale dopo l’argento del 1946. L’URSS è campione d’Europa per l’ottava volta consecutiva.

Scomparsi oggi

Italo Calvino

data di nascita: lunedì 15 ottobre 1923 (96 anni fa)
data morte: giovedì 19 settembre 1985 (35 anni fa)

Italo Calvino: Massimo esempio di intellettuale eclettico, Italo Calvino è stato una figura di primo piano nel panorama letterario e politico del Novecento. Nato a Santiago de Las Vegas de La Habana, sull’isola di Cuba, e scomparso a Siena nel settembre del 1985, è stimato come uno dei maggiori narratori del secolo scorso.

Dopo aver vissuto in prima linea, da partigiano, la Seconda guerra mondiale, divenne successivamente un attivista del Partito Comunista, trasferendo quest’impegno civile nell’attività di letterato. La sua produzione attraversò diverse fasi: dalle posizioni neorealiste dei primi romanzi, come “Il sentiero dei nidi di ragno” (1947) alle atmosfere fantastiche della splendida trilogia degli antenati, composta da “Il visconte dimezzato“, “Il barone rampante” e “Il cavaliere inesistente“.

Altri capolavori sono “Marcovaldo“, “Le cosmicomiche” e “Se una notte d’inverno un viaggiatore“. Filo conduttore dei suoi scritti, dai romanzi alle prose, uno spiccato gusto per l’ironia unito a un profondo interesse per le scienze e per la storia.

Commenti