Almanacco Del 19 Febbraio

0
206

E’ il 50° giorno dell’anno, 7ª settimana. Alla fine del 2021 mancano 315 giorni.

A Roma il sole sorge alle 06:59 e tramonta alle 17:48 (ora solare)
A Milano il sole sorge alle 07:18 e tramonta alle 17:55 (ora solare)
Luna: 0.34 (tram.) 10.46 (lev.)
Luna: primo quarto alle ore 19.49

Santi del Giorno

Beato Corrado Confalonieri da Piacenza (Eremita, Terziario francescano)
San Mansueto di Milano (Vescovo)

San Barbato di Benevento (Vescovo)
San Conone di Alessandria d’Egitto (Monaco in Palestina)
San Dositeo (Monaco)
San Proclo (Prodo) di Bisignano
San Quodvultdeus (Vescovo di Cartagine)
Sant’Asia (Medico, Martire ad Antiochia)

Etimologia

 Corrado, nome di origine germanica composto da kuoni– “audace, coraggioso” e da radha “assemblea, consiglio, deliberazione”: il nome significa quindi “audace nel deliberare, valoroso consigliere”.

Proverbio del giorno

Febbraio umido, buona annata.

Aforisma del giorno

Lo sceneggiatore è un tale che attacca il padrone dove vuole l’asino. (Ennio Flaiano)

Sei nato oggi? 

Sei nato sotto una buona stella. Simpatia, vivacità, socievolezza ed adattabilità fanno di te un amico ricercato, un partner ambito e un compagno di lavoro apprezzato. Nel lavoro riveli attitudine nelle professioni che hanno a che fare con l’arte dove la tua sensibilità e il tuo innato buongusto ti permetteranno di emergere. In amore la tua dolcezza e la tua disponibiltà ti condurranno ben presto a coronare i tuoi sogni nel più roseo dei modi.

Oroscopo quotidiano

Oroscopo di Venerdì 19 Febbraio 202

Accadde Oggi

Edison ottiene il brevetto del fonografo

martedì 19 febbraio 1878 (143 anni fa)

Edison ottiene il brevetto del fonografo«Mary aveva un agnellino». Una semplice filastrocca per bambini entrò grazie a Thomas Edison e al suo fonografo nella storia delle invenzioni e dei primi tentativi di registrare e riprodurre suoni.

L’inventore statunitense lavorava nel 1877 a un ripetitore grafico in grado di incidere su un cilindro (utilizzato come supporto al posto del disco) le linee e i punti del Codice Morse e di ripeterlo automaticamente. A questo punto ebbe una grande intuizione: aumentando la velocità del disco, quest’ultimo a contatto con la puntina emetteva un suono simile alla voce umana. Il passo successivo fu di riuscire a registrare la propria voce e a riprodurla allo stesso modo.

C’erano già stati esperimenti nello stesso campo, come quello del francese Edouard-Leon Scott de Martinville, ma erano tutti limitati alla sola archiviazione. Edison stupì tutti con la prima dimostrazione del phonograph, di cui si vide riconoscere il brevetto due mesi dopo. Come per le precedenti invenzioni, cercò di trarne profitto commerciale fondando la “Edison Speaking Phonograph Company” per la gestione e produzione del prodotto.

Lo scopo di Edison era di farne uno strumento di lavoro più che di intrattenimento ma inizialmente, per via della scarsa qualità del suono, i fonografi vennero installati nei luna park e nelle fiere dove funzionavano a gettoni. Fu lo stesso inventore americano a indicarne l’utilizzo professionale più indicato, presentandolo inconsapevolmente come una sorta di antesignano della segreteria telefonica: «E’ possibile installare un fonografo su un telefono, in modo che a ogni chiamata venga comunicato all’ufficio centrale che la persona cercata in quel momento non è disponibile e che tornerà a casa a una determinata ora».

I guadagni arrivarono e più tardi Edison cedette la sua società al prezzo di 10.000 dollari, conservando un 20% di guadagno sui profitti. Le “quotazioni” del fonografo iniziarono a calare nel 1880 con l’invenzione del grafofono di Chichester Bell e Summer Tainter, fino al definitivo tramonto del 1887 quando apparve il grammofono di Emile Berliner che sostituiva il cilindro con un disco e garantiva una migliore qualità di riproduzione rispetto al fonografo.

I marines sbarcano a Iwo Jima

19 febbraio 1945

I marines americani sbarcano a Iwo Jima, dando il via a una delle battaglie del Pacifico più famose della Seconda Guerra Mondiale. L’isola è, con Okinawa, di fondamentale importanza strategica perché il suo possesso consentirebbe ai bombardieri americani di attaccare direttamente il Giappone.

Le difese giapponesi sono concentrate sul Monte Suribachi; l’arrampicata viene combattuta palmo a palmo. Il 23 febbraio i marines raggiungono la vetta, dove innalzano la bandiera americana. Il momento viene immortalato dal fotografo della Associated Press Joe Rosenthal.

Trattato anglo-greco-turco

19 febbraio 1959

Con il trattato anglo-greco-turco, la Gran Bretagna concede l’indipendenza a Cipro. L’isola, possedimento britannico dal 1878, era stata annessa nel 1914 all’Impero, per poi passare dal 1948 allo status di colonia autonoma.

Nati in questo giorno

Niccolò Copernico

data di nascita: venerdì 19 febbraio 1473 (548 anni fa)
data morte: giovedì 24 maggio 1543 (477 anni fa)

Niccolò Copernico: L’artefice della rivoluzione astronomica che, mettendo in discussione il sapere scientifico di un millennio e mezzo, indicò la giusta via per svelare i meccanismi dell’Universo.

Nato a Torùn, nel cuore della Polonia, dopo i primi studi a Cracovia Niccolò Copernico (trascrizione italiana del polacco Mikołaj Kopernik) venne in Italia per approfondire il diritto civile e canonico alle Università di Bologna, Padova e Ferrara. Da sempre appassionato di astronomia, nella città emiliana si dedicò alla lettura dei testi classici, in particolare di Platone e Cicerone.

Così riscoprì il modello eliocentrico di Aristarco di Samo, che poneva al centro del sistema il Sole, immobile, intorno al quale si muovono i pianeti lungo orbite circolari. Partendo da queste tesi, cominciò le sue osservazioni e ne raccolse i risultati in un’opera che fu pubblicata soltanto dopo la morte, con il titolo De Revolutionibus Orbium Coelestium (Delle rivoluzioni dei corpi celesti).

Morto nel maggio del 1543, il corpo di Copernico fu identificato nel 2005 in una sepoltura sotto il pavimento della cattedrale di Frombork, grazie alla prova del DNA. Pur su posizioni conservatrici, la sua opera ebbe un impatto destabilizzante nel mondo scientifico e teologico, ispirando le successive scoperte di Galileo e Keplero. Quest’ultimo svelò la traiettoria ellittica, e non circolare, delle orbite dei pianeti, teorizzando tre leggi fondamentali sul movimento dei pianeti.

Massimo Troisi

data di nascita: giovedì 19 febbraio 1953 (68 anni fa)
data morte: sabato 4 giugno 1994 (26 anni fa)

Massimo Troisi: Capostipite di una nuova generazione di registi-attori, con il suo linguaggio innovativo diede un nuovo corso alla commedia italiana, portando la comicità partenopea ai fasti del passato.

Nato a San Giorgio a Cremano, nell’hinterland vesuviano di Napoli, con in tasca il diploma di geometra si tuffò nel teatro con due compagni di viaggio, Lello Arena ed Enzo De Caro, fondando nel 1976 il gruppo La smorfia. Il successo immediato proiettò i tre nella TV pubblica, con programmi come “Non stop” (1977), “La sberla” (1978) e “Luna Park” (1979).

Il suo prendersi gioco degli stereotipi sulla napoletanità riscosse altrettanto consenso sul grande schermo, a partire dal film d’esordio Ricomincio da tre (1981), premiato con tre Nastri d’argento e due David di Donatello (come “miglior film” e “miglior attore protagonista”). La stessa pellicola detiene ancora il record di maggiore permanenza nelle sale cinematografiche italiane (oltre 600 giorni di programmazione).

La sua parabola ascendente proseguì con “Scusate il ritardo” (1983) e “Non ci resta che piangere”, in coppia con Roberto Benigni, fino alla svolta drammatica anticipata da “Che ora è?” (accanto a Marcello Mastroianni) ed elevata alla massima espressione poetica con Il postino (1994). Riuscì a portare a termine le riprese poche settimane prima dell’improvvisa morte, che lo colse a Roma nel giugno del 1994, sottraendogli la soddisfazione di ricevere l’Oscar per la “miglior colonna sonora”.

Veronica Pivetti

data di nascita: venerdì 19 febbraio 1965 (56 anni fa)

Veronica Pivetti: Dai cartoni animati alla cattedra passando per il palco dell’Ariston. Si sviluppa così la carriera di un’attrice tra le più amate della fiction italiana.

Nata a Milano, ha appena sette anni quando entra nel mondo della televisione, rivelandosi un’ottima doppiatrice di cartoni animati (tra i personaggi più famosi che ha doppiato c’è Crilin di Dragon Ball) e in seguito di serie TV e film di successo.

Appare per la prima volta sul piccolo schermo nel 1994 in Quelli che… il calcio, diventando popolare con il film Viaggi di nozze, accanto a Carlo Verdone, e con la conduzione, insieme a Raimondo Vianello ed Eva Herzigova, di Sanremo 1998.

Mostra il talento di attrice di fiction in Commesse (1999-2002), raggiungendo l’apice della popolarità con il ruolo dell’insegnante-detective Camilla Baudino in Provaci ancora Prof (sette stagioni dal 2005 al 2017). Nel suo curriculum un’esperienza da conduttrice per La7, con il programma d’intrattenimento “Fratelli e sorelle d’Italia” (2011), e per Rai Tre, con “Per un pugno di libri” (2012-13) e Amore criminale (dal 2018).

Nel 2015 debutta alla regia con la commedia Né Giulietta né Romeo, presentata al Giffoni Film Festival.

Nati… sportivi

Mauro Icardi

data di nascita: venerdì 19 febbraio 1993 (28 anni fa)

Mauro Icardi: Nato a Rosario (Argentina) è un calciatore, dal settembre 2019 attaccante del Paris Saint-Germain. Mauro Emanuel Icardi Rivero, dai 15 ai 18 anni, è stato tesserato con il Barcellona, segnalandosi per la propensione al gol. Nel gennaio 2011 è arrivato alla Sampdoria, in prestito con diritto di riscatto fissato a 400 mila euro.

Con i doriani, che nel luglio 2011 l’hanno comprato definitivamente, ha giocato nella Primavera (capocannoniere del campionato 2011/12 con 19 reti in 23 partite) e in serie B (segnando il gol che dà la certezza matematica dei play-off).

Il 26 settembre 2012 ha esordito in Serie A nella partita Roma-Sampdoria (1-1), e il suo primo gol nella massima serie italiana è arrivato addirittura nel derby con il Genoa. La notorietà presso il grande pubblico degli sportivi italiani è arrivata, però, il 6 gennaio 2013, quando ha realizzato la sua prima doppietta da professionista nella partita Juventus-Sampdoria (1-2), rafforzata tre settimane dopo con i quattro gol realizzati nella partita contro il Pescara.

Prestazioni che, ovviamente, hanno attirato su Icardi le attenzioni dei grandi club, non solo italiani. Nel luglio 2013, difatti, è diventato un giocatore dell’Inter.
Pur potendo indossare la maglia azzurra dell’Italia, ha rifiutato la convocazione dell’Under 19, perché attendeva la chiamata della Nazionale argentina, che poi è arrivata, con l’esordio del 1° ottobre 2013, nella partita contro l’Uruguay.

Gianluca Zambrotta

data di nascita: sabato 19 febbraio 1977 (44 anni fa)

Gianluca Zambrotta: Nato a Como, è un ex calciatore, dal novembre 2013 all’aprile 2015 sulla panchina del Chiasso, squadra svizzera e come assistente di Fabio Capello al Jiangsu Suning dal giugno 2017 al marzo 2018. In tredici campionati è stato difensore di Como, Bari, Juventus, Barcellona e Milan. Ha vinto tre scudetti (più uno revocato) e tre Supercoppe italiane.

In Nazionale, con cui ha partecipato a tre Mondiali e tre Europei, ha totalizzato 98 presenze e segnato due reti. Campione del mondo 2006 e vice-campione d’Europa 2000, dal 2006 è il presidente onorario del Como calcio. Per la piattaforma digitale a pagamento ha commentato la stagione 2015/16. In rappresentanza dell’Associazione Italiana Calciatori nell’ottobre 2018 è entrato nel Consiglio Federale della FIGC.

Ma Lin

data di nascita: martedì 19 febbraio 1980 (41 anni fa)

Ma Lin: Nato a Shenyang (Cina), è un ex tennistavolista di grande livello, avendo vinto tre ori olimpici: nel doppio ad Atene 2004, nel singolo e nella gara a squadre a Pechino 2008. Ricco il suo palmarès anche a livello mondiale: otto ori, cinque argenti e quattro bronzi.

Eventi Sportivi

Sarajevo 1984

domenica 19 febbraio 1984 (37 anni fa)

Sarajevo 1984: Sono terminati i XIV Giochi Olimpici invernali di Sarajevo 1984. Dopo le 39 gare, la Germania Est è prima con 24 medaglie. L’Italia ha vinto solo due ori, con Paoletta Magoni nello slalom speciale (prima medaglia d’oro olimpica per un’italiana nello sci alpino) e con Paul Hildgartner, alla sua quarta Olimpiade, nello slittino.

I Doodle di Google

Constantin Brancusi

19 febbraio

Constantin Brancusi: Il più grande scultore rumeno cercò di raggiungere la forma-tipo entrando in contatto con le culture e gli artisti di altre realtà. Amico di Modigliani, Satie e Duchamp, trascorse gran parte della vita a Parigi, dove maturò il tratto distintivo della sua arte: la semplificazione dei soggetti rappresentati nelle loro forme geometriche più essenziali.

Massima espressione di questa ricerca è la Musa addormentata, soggetto proposto in tre sculture in bronzo. Questa insieme ad alcuni dei suoi lavori più noti (Prometeo, Leda, Il Neonato, Mademoiselle Pogany, Uccello nello spazio e Il bacio) sono stati ripresi nel doodle globale pubblicato da Google nel 2011, a 135 anni dalla nascita di Brancusi.

Il Mondo degli Animali

Gruccione europeo

mercoledì 19 febbraio 2014 (7 anni fa)

Gruccione europeo: Il gruccione europeo, nome scientifico “Merops apiaster“, è un uccello appartenente alla famiglia dei Meropidi.

Il gruccione ha dimensioni medie, infatti può raggiungere i 30 centimetri di lunghezza e un peso di 70 grammi. La caratteristica fisica più evidente è costituita dai colori intensi della livrea. Le penne che ricoprono le parti superiori dell’uccello sono castane con macchie gialle. Piume verdi e blu caratterizzano la coda e le parti inferiori, la gola ha un colore giallo intenso. Una mascherina nera all’altezza degli occhi evidenzia il candore delle piume del viso.

Il gruccione vive in Europa meridionale, Asia occidentale e Africa settentrionale. In Italia si trova in Sardegna e nella Pianura Padana. Il suo habitat è costituito da zone cespugliose, campagne alberate, boschi con vaste radure e rive dei fiumi con banchi sabbiosi. E’ un uccello migratore che sverna in Africa. Si nutre di insetti.

La parola apiaster del nome scientifico deriva dal fatto che il gruccione è ghiotto soprattutto di api. Infatti è un termine latino che vuol dire “mangiatore di api”. Il gruccione ha una tecnica molto evoluta per eliminare il pungiglione degli insetti: una volta catturata la vittima la tramortisce sbattendola su una superficie dura. Successivamente usa il becco come una pinza per spremere l’addome. In questo modo causa la fuoriuscita del veleno dal pungiglione.

Un’altra curiosità è che è un uccello che nidifica sottoterra, scava gallerie lunghe fino a tre metri, su pareti sabbiose, terrapieni o vecchie cave.

Scomparsi oggi

Umberto Eco

data di nascita: martedì 5 gennaio 1932 (89 anni fa)
data morte: venerdì 19 febbraio 2016 (5 anni fa)

Umberto Eco: Dalla fine del secolo scorso è uno dei maggiori scrittori italiani, autore di best-seller tradotti in tutto il mondo. Piemontese di Alessandria, ha dato un notevole contributo alla letteratura ed è precursore e divulgatore dell’applicazione della tecnologia alla scrittura.

Nel 1980 pubblica il romanzo d’esordio Il nome della rosa, diventato in poco tempo un best-seller internazionale, tradotto in 47 lingue e portato al cinema nel 1986 dal regista Jean-Jacques Annaud (protagonista Sean Connery).

Sulla stessa scia altri libri di successo, tra cui “Il pendolo di Foucault” e “Il cimitero di Praga”, che alternano leggende o fatti storici reali, incentrati su temi filosofici (come l’esistenza di Dio, l’universo, il vuoto) e su aspetti legati al mistero (vedi il Sacro Graal).

Autore di numerosi trattati di semiotica, adottati come testi fondamentali dell’istruzione universitaria, dal 2008 è professore emerito e presidente della Scuola Superiore di Studi Umanistici dell’Università di Bologna, mentre nel 2010 diviene socio dell’Accademia dei Lincei, per la classe di Scienze Morali, Storiche e Filosofiche.

Nel 2015 dà alle stampe il settimo romanzo, Numero Zero, edito da Bombiani e in cui è ripercorsa la storia politico-giudiziaria dell’Italia del secolo scorso. Il 19 febbraio dell’anno seguente si spegne nella sua residenza milanese.

André Gide

data di nascita: lunedì 22 novembre 1869 (151 anni fa)
data morte: lunedì 19 febbraio 1951 (70 anni fa)

André Gide: Scrittore dalla spiccata vena anticonformista e dall’alto rigore formale, è stato un modello per autori del calibro di Jean-Paul Sartre e Albert Camus.

Nato a Parigi ed ivi scomparso nel febbraio del 1951, si avvicinò alla scrittura influenzato dai grandi simbolisti come Stéphane Mallarmé, esprimendo una sorta di ribellione all’educazione familiare puritana. Ciò lo spinse verso un marcato individualismo e un rifiuto di ogni morale o religione, ricercando ogni tipo di esperienza e di piacere istintivo.

I suoi capolavori, su tutti CorydonSe il seme non muore e L’immoralista, oltre a destare scalpore nel pubblico e nella critica, gli valsero il Nobel per la Letteratura nel 1947, assegnato «per la sua opera artisticamente significativa, nella quale i problemi e le condizioni umane sono stati presentati con un coraggioso amore per la verità e con una appassionata penetrazione psicologica».

Commenti