Almanacco Del 17 Giugno 2021

0
122
Almanacco Del 17 Giugno 2021

Oggi giovedì 17 giugno 2021 (07:07)

E’ il 168° giorno dell’anno, 25ª settimana. Alla fine del 2021 mancano 197 giorni.

A Roma il sole sorge alle 04:35 e tramonta alle 19:47 (ora solare)
A Milano il sole sorge alle 04:33 e tramonta alle 20:14 (ora solare)
Luna: 0.11 (tram.) 11.13 (lev.)

Santi del Giorno

Sant’Adolfo (Vescovo)
Santi Nicandro e Marciano (Martiri)
San Ranieri di Pisa
Sant’Antidio (Vescovo e Martire)
Sant’Avito (Abate)
Sant’Erveo (Hervè, Abate e Eremita in Bretagna)
Sant’Imerio di Amelia (Vescovo)
Santa Valeriana e compagne (Martiri)

Etimologia

 Adolfo, nome che deriva dal germanico Athawulf, composto da atha- (“nobiltà di stirpe”) e da wulfa (“lupo”): il significato è quindi “nobile lupo” o anche “nobile guerriero”, in quanto il lupo era simbolo di forza e accompagnava i guerrieri in battaglia.

Proverbio del giorno

Giugno freddolino, povero contadino.

Aforisma del giorno

Più che una fine della guerra, vogliamo la fine dei principi di tutte le guerre. (Franklin Delano Roosevelt)

Sei nato oggi?

 La tua è una natura “campestre” e l’ideale per te sarebbe vivere a stretto contatto con la terra e la campagna. Anche se questo non fosse, però, il tuo stile di vita dovrà essere molto semplice e rispecchiare le leggi della natura e i valori tradizionali. Amore e lavoro ti daranno grandi soddisfazioni.

Oroscopo quotidiano

Oroscopo di Giovedì 17 Giugno 2021

Accadde Oggi

Volo del primo dirigibile italiano

sabato 17 giugno 1905 (116 anni fa)

Volo del primo dirigibile italiano: Circa 150mila lire, la cifra che occorse allo scienziato Almerico da Schio per mettere assieme i pezzi, fatti arrivare da varie parti d’Europa, con cui costruì l’Aeronave Italia, primo dirigibile italiano ad alzarsi in volo.

Il progetto prese forma nel 1884 dalla collaborazione tra il conte Almerico e il professor Pasquale Cordenons. Alla morte di quest’ultimo il primo continuò da solo, allestendo un cantiere nel 1902 e costituendo l’Associazione in partecipazione per la costruzione e l’eventuale esercizio della prima aeronave.

Alle 5,40 del 17 giugno del 1905 l’Aeronave Italia, guidata dal pilota Ettore Cianetti, si alzò in volo dal prato della fattoria Caussa, a Schio (provincia di Vicenza). Il velivolo era costituito da un involucro (lungo 37 m e appuntito a poppa e a prua) e da una navicella legata al primo con corde di seta. La propulsione era garantita dall’elica e dal motore posti a prua, mentre la direzione si regolava attraverso il timone collocato a poppa.

L’impresa venne ripetuta altre quattro volte, in un’occasione alla presenza della Regina Margherita. Appassionato di studi matematici e di meteorologia, Almerico è considerato un pioniere dell’aviazione italiana e per questo nel 2005, in occasione del centenario della sua impresa, gli è stato dedicato un francobollo.

Scandalo Watergate

sabato 17 giugno 1972 (49 anni fa)

Scandalo Watergate: Un vigilante scopre cinque scassinatori in azione nella sede del Partito Democratico al Watergate Hotel di Washington. Ben presto la polizia si rende conto di non trovarsi di fronte a un banale tentativo di furto, ma a una vera e propria azione di spionaggio orchestrata dallo staff del presidente Richard Nixon (membro del Partito Repubblicano), poi costretto alle dimissioni.

Il mancato blitz, motivato dalla necessità di riparare le microspie precedentemente installate, rientra in una più vasta azione di boicottaggio nei confronti del movimento pacifista, contrario alla guerra in Vietnam, che l’amministrazione Nixon è intenzionata a portare avanti.

La vicenda sale alla ribalta della cronaca grazie a due reporter d’assalto del Washington PostBob Woodward e Carl Bernstein, insigniti del premio Pulitzer proprio per l’inchiesta Watergate, dal nome dell’albergo che ospitava la sede dei Democratici americani.

I due beneficiano delle rivelazioni di una fonte istituzionale, tenuta segreta e ribattezzata gola profonda (nel 2005, William Mark Felt, all’epoca dei fatti numero due dell’FBI, ammetterà di esser stato lui).

Da quel momento il suffisso -gate entrerà nel linguaggio giornalistico come sinonimo di scandalo. Il film più famoso, tra quelli ispirati al Watergate, è Tutti gli uomini del presidente (1976) con Robert Redford e Dustin Hoffman nei panni dei due reporter.

Caso Tortora

venerdì 17 giugno 1983 (38 anni fa)

Caso Tortora: Alle 4 del mattino di un venerdì di giugno, i Carabinieri bussano alla porta del noto presentatore televisivo Enzo Tortora, presso l’Hotel Plaza di Roma. Per lui scattano le manette con l’accusa di associazione per delinquere finalizzata al traffico di droga.

Per Tortora, all’apice della carriera grazie al successo della trasmissione Portobello, inizia una lunga odissea giudiziaria destinata a concludersi quattro anni più tardi con la piena assoluzione. Si scopre che il castello delle accuse reggeva su un cognome, Tortona, trovato nell’agendina rossa di un camorrista e confuso con quello del presentatore.

La vicenda Tortora resta, nell’immaginario collettivo, il più eclatante caso di mala giustizia nei confronti di un cittadino.

Italia – Germania 4-3

17 Giugno 1970

Allo stadio Azteca di Città del Messico si disputa la semifinale dei campionati del mondo di calcio: Italia – Germania Ovest. Sarà “la partita del secolo”, per intensità, colpi di scena e spettacolarità. Per portare a casa la vittoria del 4 a 3, l’Italia deve aspettare la fine dei tempi supplementari. Dopo trentadue anni, l’Italia è finalista della Coppa Rimet e  per tutta la notte nelle piazze italiane l’impresa viene festeggiata come la vittoria del Mondiale.

Amundsen parte in soccorso di Nobile

17 Giugno 1928

L’esploratore Roald Amundsen decolla da Tromso, in Norvegia, per prestare soccorso alla spedizione di Umberto Nobile, schiantatasi sul pack del Polo Nord col dirigibile Italia. Amundsen non farà più ritorno. Nato nel 1870, Amundsen ha dedicato la vita alle esplorazioni polari. Agli inizi del ‘900, a bordo della nave Gjoa, compie per primo la rotta attraverso il terribile passaggio di Nord-Ovest, determinando la posizione del polo magnetico boreale. Nel 1911, Amundsen conduce la spedizione che raggiunge per prima il Polo Sud, precedendo di pochi gironi quella capitanata da Robert Falcon Scott. Nel 1926, insieme a Nobile, a bordo del dirigibile Norge, Amundsen aveva sorvolato il Polo Nord.

La Statua della Libertà arriva a New York

17 Giugno 1885

La Statua della Libertà arriva a New York. È un dono della Francia in occasione del primo centenario dell’indipendenza americana dagli inglesi. Lo scheletro metallico è di Gustave Eiffel, l’autore dell’omonima torre, mentre la parte scultorea è opera di Frederic Auguste Bartholdi. Miss Liberty -come venne subito soprannominata- svetta all’entrata del porto del fiume Hudson, a rappresentare il benvenuto per tutti coloro che arrivano negli Stati Uniti.

La Statua della Libertà arriva a New York

17 Giugno 1885

La Statua della Libertà arriva a New York. È un dono della Francia in occasione del primo centenario dell’indipendenza americana dagli inglesi. Lo scheletro metallico è di Gustave Eiffel, l’autore dell’omonima torre, mentre la parte scultorea è opera di Frederic Auguste Bartholdi. Miss Liberty -come venne subito soprannominata- svetta all’entrata del porto del fiume Hudson, a rappresentare il benvenuto per tutti coloro che arrivano negli Stati Uniti.

Nati in questo giorno

Igor Stravinsky

data di nascita: sabato 17 giugno 1882 (139 anni fa)
data morte: martedì 6 aprile 1971 (50 anni fa)

Igor Stravinsky: Compositore tra i più illustri del Novecento, come pianista e direttore d’orchestra è indicato tra i maestri della musica universale.

Nato a Lomonosov, in Russia, e morto a New York, nell’aprile del 1971, ricorse ai vari generi musicali, alternando stili diversi, e innovò la musica del balletto attraverso il recupero di tradizioni del passato, tra loro lontane.

La popolarità presso il grande pubblico si deve ai tre balletti che reinventarono il genere, composti durante il periodo noto come quello russo: L’uccello di fuoco del 1910, “Petruška” del 1911 e “La sagra della primavera” del 1913. Nel corso della carriera artistica ha poi vissuto il periodo fauvista, quello neoclassico e quello dodecafonico o seriale.

Maurits Cornelis Escher

data di nascita: venerdì 17 giugno 1898 (123 anni fa)
data morte: lunedì 27 marzo 1972 (49 anni fa)

Maurits Cornelis Escher: Nato a Leeuwarden (nella provincia della Frisia, nel nord dei Paesi Bassi) e vissuto per molti anni in Italia, è stato un artista geniale che ha combinato nelle sue opere, soprattutto litografie e incisioni su legno, creatività, forme geometriche minuziosamente disegnate, illusioni ottiche, architetture da capogiro e mondi impossibili. Famosa l’opera “Cascata” che illustra il “moto perpetuo”.

Morto in Olanda il 27 marzo del 1972, negli anni Ottanta gli è stato dedicato un asteroide: il 4444 Escher. Le sue opere sono molto amate dagli scienziati, soprattutto per l’uso razionale che egli fa dei poliedri, per le distorsioni geometriche e per la fredda logica delle scienze esatte, uniti ai panorami e agli esseri viventi, reali o irreali.

Ken Loach

data di nascita: mercoledì 17 giugno 1936 (85 anni fa)

Ken Loach: L’impegno sociale e il rifiuto della società borghese e capitalistica connotano il cinema di uno dei più autorevoli registi contemporanei, stimato da pubblico e critica, inviso a politici e governanti.

Nato a Nuneaton, nelle regioni centrali dell’Inghilterra, Kenneth “Ken” Loach fa proprie le istanze della classe operaia, prendendo spunto dai genitori, entrambi operai. La radicale adesione al socialismo si traduce, nei suoi film, nella scelta di personaggi sfruttati, come emigrati e disoccupati, in cerca di riscatto contro la società ingiusta.

I titoli più apprezzati sono “Terra e libertà” (1995), “My Name Is Joe” (1998), Il vento che accarezza l’erba (Palma d’oro al Festival di Cannes 2006), “Il mio amico Eric” (Premio della Giuria a Cannes 2009). Lontano dai riflettori di Hollywood, raccoglie riconoscimenti in tutte le principali manifestazioni cinematografiche, su tutti il Leone d’oro alla carriera alla Mostra del cinema di Venezia nel 1994 e l’Orso d’oro alla carriera al Festival di Berlino 2014.

Nel 2016 trionfa nuovamente a Cannes con I, Daniel Blake, che porta a casa la Palma d’oro come “miglior film”. Nel novembre 2019 è il regista del film drammatico Sorry We Missed You.

Nati… sportivi

Eddy Merckx

data di nascita: domenica 17 giugno 1945 (76 anni fa)

Eddy Merckx: Nato a Meensel-Kiezegem (nella regione delle Fiandre, in Belgio), è un ex ciclista, dominatore degli anni Sessanta e Settanta e vincitore di cinque Tour de France e di altrettante edizioni del Giro d’Italia.

Ha conquistato il titolo mondiale su strada tre volte: 1967, 1971 e 1974, anno in cui ha realizzato una storica tripletta di vittorie (Mondiale e Giri d’Italia e di Francia).

Il 25 ottobre 1972 ha stabilito il record dell’ora, percorrendo 49,431 km, primato battuto solo nel 1984 da Francesco Moser, in sella ad una particolare bicicletta con ruote lenticolari.

Elisa Rigaudo

data di nascita: martedì 17 giugno 1980 (41 anni fa)

Elisa Rigaudo: Nata a Cuneo (in Piemonte), è un’atleta specializzata nella marcia. Corre per il Gruppo Sportivo delle Fiamme Gialle ed è allenata dal 2000 da un altro campione di questa disciplina come Sandro Damilano.

I suoi migliori piazzamenti internazionali, ottenuti nella marcia 20 km, sono il terzo posto agli Europei di Göteborg 2006 e il bronzo ai Giochi Olimpici di Pechino 2008, sotto una forte pioggia. Da ricordare anche il sesto posto ai Giochi di Atene 2004, il quarto ai Mondiali di Daegu 2011 e il settimo alle Olimpiadi di Londra 2012, comunque miglior risultato dell’atletica femminile ai Giochi inglesi.
Nell’aprile 2010 è stata una delle identità misteriose nella trasmissione di Frizzi “I soliti ignoti”.

Michael Gross

data di nascita: mercoledì 17 giugno 1964 (57 anni fa)

Michael Gross: Nato a Francoforte sul Meno (Germania), è un ex nuotatore alto 202 cm, soprannominato l’Albatros per la notevole apertura di braccia, che raggiunge i 227 cm. Negli anni Ottanta è protagonista, con lo statunitense Matt Biondi, delle competizioni a stile libero e delfino.

Domina in particolare la gara dei 200 metri farfalla, della quale migliora per quattro volte il record del mondo, conquistando numerosi titoli olimpici, mondiali e continentali. Nella sua carriera (terminata dopo i Mondiali del 1991) stabilisce dodici record del mondo.

Nel ricco medagliere brillano tre ori olimpici (nel 1984 nei 200 m sl e nei 100 m delfino, nel 1988 nei 200 m delfino), cinque ori mondiali e ben 13 primi posti nei campionati europei.

Eventi Sportivi

Italia – Germania Ovest

mercoledì 17 giugno 1970 (51 anni fa)

Italia – Germania Ovest: La partita del secolo (il Novecento!) è Italia – Germania Ovest 4-3, semifinale dei Mondiali di calcio di Messico ’70, giocata nello stadio Azteca di Città del Messico. L’Italia scende in campo con: Albertosi, Burgnich, Facchetti, Bertini, Rosato, Cera, Domenghini, Mazzola, Boninsegna, De Sisti, Riva.

Il Commissario Tecnico Ferruccio Valcareggi sceglie nuovamente la staffetta tra l’interista Mazzola e il milanista Rivera (Pallone d’oro 1969), con il primo nella formazione iniziale. Dopo appena otto minuti, Boninsegna porta in vantaggio gli azzurri, che per i successivi ottanta minuti preferiscono controllare il gioco puntando sui contropiedi e confidando negli interventi decisivi del portiere Albertosi.

Terminano i novanta minuti regolamentari, l’Italia tutta crede di essere già in finale ma il destino, per far diventare storica e indimenticabile questa partita, si serve dell’arbitro messicano Arturo Yamasaki Maldonado che non fischia la fine (non esistono ancora i minuti di recupero!), dando la possibilità, due minuti dopo, al “milanista” Karl-Heinz Schnellinger di portare le squadre in perfetta parità. Il telecronista Martellini definisce “clamoroso” il tempo ulteriore concesso dal direttore di gara.

Iniziano così i tempi supplementari, con la Germania che passa subito in vantaggio con Muller, al quale però risponde il difensore italiano Burgnich. Con un contropiede vincente di Riva, l’Italia passa in vantaggio allo scadere del primo tempo supplementare.

La tensione è forte anche in Europa, dove i tifosi rimangono incollati ai televisori, nonostante ormai sia notte inoltrata. L’altalena nel risultato continua nel secondo tempo: al quinto minuto i tedeschi pareggiano con Muller; dopo un minuto, con un’azione di squadra, Rivera (subentrato a Mazzola nel secondo tempo regolamentare) fissa il risultato memorabile sul 4 a 3. L’Italia, dopo trentadue anni, è in finale di Coppa Rimet e la notte è tutta azzurra, con la gioia degli sportivi scesi in strada e nelle piazze a festeggiare.

Sesto scudetto consecutivo per Siena

domenica 17 giugno 2012 (9 anni fa)

Sesto scudetto consecutivo per Siena: La novantesima edizione del campionato di Serie A di pallacanestro maschile è stata vinta dalla Mens Sana Siena, che è arrivata prima nella stagione regolare e ha superato per 4 a 1 Milano nella finale giocata al meglio delle sette partite.

Un dominio quello senese confermato dal fatto che si è trattato del sesto scudetto consecutivo e del settimo nella storia della società (record per il campionato italiano).
Alla fine dell’ultimo incontro, vinto in casa per 84 a 73, è stata grande festa ma anche grande commozione per l’imminente addio di buona parte del roster (la rosa della squadra) e dell’allenatore Simone Pianigiani.

Terzo tricolore per la Roma

domenica 17 giugno 2001 (20 anni fa)

Terzo tricolore per la Roma: I due risultati importanti della 17ª e ultima giornata del campionato di calcio di serie A 2000/01 sono le vittorie casalinghe della Juventus (con Carlo Ancelotti in panchina) per 2-1 contro l’Atalanta e, soprattutto, quella della Roma (allenata da Fabio Capello) per 3 a 1 contro il Parma di Buffon e Fabio Cannavaro. I marcatori dell’incontro che vale lo scudetto sono Totti, Montella, Batistuta e, per i ducali, Di Vaio.

Con questo successo i giallorossi vincono il torneo con 75 punti, due in più dei bianconeri. Un primato confermato anche dai dati statistici della stagione come il maggior numero di vittorie (22) e il miglior attacco (68 reti). Il capocannoniere del torneo, però, è della Lazio: Hernán Crespo con 26 gol, al quarto posto il romanista Gabriel Batistuta con 20 reti (a 13 Vincenzo Montella e Francesco Totti).
Per l’A.S. Roma è il terzo tricolore dopo quelli del 1941/42 e del 1982/83.

I Doodle di Google

Il compositore Igor Stravinsky

17 giugno

Il compositore Igor Stravinsky: Tra San Pietroburgo, Parigi e Stati Uniti, l’attività compositiva di Igor Stravinsky si sviluppò attraverso più generi e abbracciò stili differenti, intercettando le istanze artistiche di ogni epoca dal fauvismo al cubismo. Diviso tra neoclassicismo e serialismo, la sua fama si legò soprattutto alle musiche per balletto, composte durante il periodo russo e ancora oggi tra i principali titoli del repertorio classico della danza.

I due più noti, L’uccello di fuoco (1910) e La sagra della primavera (1913), sono protagonisti del doodle globale pubblicato da Google nel 2009, nel 127° della nascita del compositore.

Scomparsi oggi

Gianfranco Ferré

data di nascita: martedì 15 agosto 1944 (76 anni fa)
data morte: domenica 17 giugno 2007 (14 anni fa)

Gianfranco Ferré: Personalità fondamentale per la moda italiana in tutto il mondo. Nato a Legnano, a circa 20 km dal capoluogo lombardo, Gianfranco Ferré è stato uno stilista di rilievo internazionale.

Dopo aver fondato la sua maison nel 1978, ha lanciato negli anni Ottanta la linea di profumi per uomo e per donna, ancora oggi tra i più ricercati. Negli anni ha impostato il proprio stile sull’incontro tra più culture, coniugando qualità ed eleganza.

Scomparso nel giugno del 2007, le sue spoglie sono state tumulate nel Cimitero Monumentale di Legnano.