domenica, Luglio 21, 2024

Almanacco Del 14 Ottobre

E’ il 288° giorno dell’anno, 42ª settimana. Alla fine del 2020 mancano 78 giorni

A Roma il sole sorge alle 06:23 e tramonta alle 17:29 (ora solare)
A Milano il sole sorge alle 06:40 e tramonta alle 17:38 (ora solare)
Luna: 3.01 (lev.) 16.40 (tram.)

Santi del Giorno

San Callisto I (Papa e Martire)
San Celeste (Celestio) di Metz (Vescovo)
San Donaziano di Reims (Vescovo)
Santa Angadrisma (Badessa)

Etimologia

Callisto, Derivante dal greco “Kallistos”, che significa “bello, bellissimo”, è un nome attestato già in tempi antichissimi e si ricollega alla dea dell’amore “Kallistò” adorata dai greci. Ebbe grande espansione nel mondo cristiano grazie al culto di molti santi, anche se oggi è scarsamente diffuso in tutta Italia.

Proverbio del giorno


Ottobre piovoso, campo prosperoso.

Aforisma del giorno

L’individualismo si prefigge il più elevato degli obiettivi. (O. Wilde)

Sei nato oggi? 

La tua intelligenza è acuta, veloce e i risultati che consegui, nello studio e nel lavoro, sono brillanti. I tuoi interessi intellettuali potrebbero però portarti a trascurare la tua vita affettiva: scegliere spetta a te, ma sappi che, se lo vuoi, c’è qualcuno che aspetta solo un tuo gesto d’amore.

Oroscopo quotidiano

Oroscopo di Mercoledì 14 Ottobre 2020

Accadde Oggi

Esordio di Winnie the pooh

giovedì 14 ottobre 1926 (94 anni fa)

Esordio di Winnie the pooh: Un orsacchiotto che alla tradizionale golosità per il miele dei suoi simili unisce una particolare predilezione per la poesia. È il protagonista di Winnie the pooh (noto anche nella variante “Winnie puh”), romanzo per ragazzi di Alan Alezander Milne, che raccoglie in questo libro una serie di racconti scritti in precedenza e con protagonista il simpatico personaggio.

Fonte d’ispirazione per lo scrittore britannico, e per il disegnatore Ernest Howard Shepard, sono i pupazzi preferiti del figlio Cristopher, in particolare un orsacchiotto di pezza che inizialmente aveva chiamato Edward, per poi cambiarlo in “Winnie”, nome ispirato a un cucciolo di orso ospitato allo zoo di Londra e molto amato dai bambini per il suo carattere giocherellone.

Lo stesso Milne aveva iniziato a raccontare al figlio fiabe che avevano come protagonista Winnie, poi trasposte nei suoi racconti. Il nome pooh è legato a un cigno, di cui Cristopher era rimasto affascinato e le cui movenze rivivono nell’orso, a detta dell’autore, nella posizione delle braccia rigide, sospese in aria.

Gli amici di Winnie che compaiono nel tempo sono anch’essi proiezioni di pupazzi del figlio: Ih-Oh l’asinello, Pimpi il maialino, Tigro la tigre saltellante, la mamma-canguro Kanga e il suo piccolo “Ro”. Personaggi completamente immaginari sono invece il coniglio “Tappo” e il gufo “Uffa”.

Lo strepitoso successo di vendite del libro d’esordio (tradotto in 25 lingue) spinge Milne a pubblicarne un secondo, due anni dopo, con il titolo La strada di puh. Alla sua morte i diritti saranno acquistati dalla Walt Disney, che vedrà Winnie diventare uno dei suoi personaggi di maggior successo, riadattandolo nella grafica e nei contenuti.

Numerosi lungometraggi, serie animate, giocattoli e gadget faranno di lui un brand vincente.

Brevettato il pandoro

domenica 14 ottobre 1894 (126 anni fa)

Brevettato il pandoro: Con il Certificato di Privativa Industriale, rilasciato dal Ministero di Agricoltura Industria e Commercio del Regno d’Italia al pasticciere di Verona Domenico Melegatti, iniziò la storia del pandoro, tra i dolci più tipici del Natale italiano.

Le sue origini in realtà si perdono tra aneddoti e racconti leggendari. Chi lo fa discendere dalle tradizioni dolciarie della corte viennese degli Asburgo, chi dal rinascimentale pan de oro (chiamato così perché ricoperto da foglie dorate) consumato a Venezia; per altri ancora si rifarebbe al veronese nadalin, dolce a forma di stella, ancor’oggi prodotto artigianalmente dai pasticcieri scaligeri.

A fare un po’ di ordine, indicando una data di nascita precisa, fu il brevetto ufficiale del 14 ottobre 1894 che registrò con il nome di “pandoro” la ricetta di Melegatti: impasto morbido a forma di stella troncoconica a otto punte.

Scoppia la crisi dei missili di Cuba

domenica 14 ottobre 1962 (58 anni fa)

Scoppia la crisi dei missili di Cuba: Per due settimane il mondo restò col fiato sospeso temendo di essere alla vigilia di una guerra nucleare. A fronteggiarsi le due superpotenze, Stati Uniti d’America e Unione Sovietica, spalleggiate dai rispettivi “blocchi” d’influenza.

Teatro della contesa fu la Cuba di Fidel Castro, entrata nella black list dell’amministrazione americana, in seguito al crescente consolidamento dei rapporti commerciali con l’URSS. Di contro, il fallito tentativo di invadere l’isola (ricordato dalle cronache storiche come lo “Sbarco nella baia dei Porci”) aveva spinto quest’ultima a rafforzarsi militarmente.

Il casus belli scoppiò il 14 ottobre del 1962, quando un aereo spia americano U2 fornì le prove fotografiche che i sovietici stavano installando delle basi missilistiche a Cuba, posizionate in direzione degli USA.

Ne scaturì una guerra di nervi, a colpi di dichiarazioni dei due presidenti John Fitzgerald Kennedy e Nikita Krusciov, sfociata nel blocco navale imposto dagli USA. Le pressioni della diplomazia internazionale e l’intervento accorato di papa Giovanni XXIII favorirono la distensione e il raggiungimento di un accordo tra le parti, basato sulla rimozione dei missili a Cuba e sullo smantellamento di quelli statunitensi in Turchia.

Ricordato al cinema dal film “Thirteen Days” (2000), con protagonista Kevin Costner, l’episodio segnò uno spartiacque nei rapporti tra le due superpotenze, favorendo l’istituzione di una linea telefonica diretta tra i due presidenti, denominata linea rossa.

Superata la barriera del suono

martedì 14 ottobre 1947 (73 anni fa)

Superata la barriera del suono: Nella base aerea di Edwards, in pieno deserto californiano, c’era una piccola folla di civili e militari ad assistere al delicato test che era chiamato a portare a termine Chuck Yaeager, valente pilota di caccia ed eccellente collaudatore dell’Aeronautica militare statunitense.

Tra il pubblico anche la sua adorata moglie Glennis, in onore della quale aveva ribattezzato “Glamorous Glennis” (“affascinante Glennis”) l’aerorazzo Bell X-1, a bordo del quale venne sganciato da un bombardiere a 6.100 metri d’altezza, la mattina del 14 ottobre 1947. Raggiunta l’altitudine di 12mila metri, Yeager riportò il velivolo in posizione orizzontale e spinse i motori al massimo. Pochi istanti dopo dalla base udirono un boato: altri non era che il bang sonico, segno evidente che lassù era stato infranto il muro del suono!

L’aver superato in volo continuato la velocità di Mach 1 (equivalenti a circa 1.200 km/h) fece entrare nella storia il 24enne aviatore, originario della Virginia, come il primo uomo ad aver portato a termine un volo supersonico. I tentativi precedenti avevano prodotto conseguenze disastrose, per via delle scarse prestazioni dei motori e dell’aerodinamica inadeguata degli aerei.

Lo storico risultato spalancò la strada alla ricerca aerospaziale USA e alla conseguente esplorazione del cosmo. Sul piano civile contribuì a potenziare le prestazioni dei velivoli adibiti al trasporto umano, che per lo più viaggiano, tuttora, poco al di sotto del livello Mach 1.

Fatto curioso: il 14 ottobre del 2012, in ricordo di quell’evento, il paracadutista austriaco Felix Baumgartner, amante delle sfide estreme, si è lanciato a corpo libero da 39mila metri d’altezza, viaggiando a 1.773 km/h e riuscendo così a infrangere la barriera del suono. In quell’occasione ha stabilito il record di “velocità massima raggiunta da un uomo in caduta libera”.

Breznev sostituisce Krusciov

14 ottobre 1964

Leonid Breznev sostituisce Nikita Krusciov alla segreteria generale del partito comunista e diviene di fatto padrone incontrastato dell’Unione Sovietica.

La sua politica estera si basa sulla dottrina della sovranità limitata (la cosiddetta dottrina Breznev) per cui l’Unione Sovietica, come stato guida del comunismo, si arroga il diritto d’intervenire, anche militarmente, negli affari interni dei paesi alleati. Viene così giustificato l’intervento in Cecoslovacchia nel 1968, che pone fine alla primavera di Praga.

La marcia dei quarantamila

14 ottobre 1980

A Torino 40 mila colletti bianchi della FIAT scendono in piazza per manifestare contro gli operai. È il momento cruciale di una vertenza che da 35 giorni vede le tute blu scioperare contro la decisione  dell’azienda di licenziare 15 mila di loro.

L’inaspettata mossa della “maggioranza silenziosa” sancirà il fallimento delle trattative. Punto di rottura nella storia sociale d’Italia, la manifestazione segnerà una sconfitta del sindacato e cambierà radicalmente gli equilibri all’interno delle fabbriche fra operai e impiegati. La marcia dei quarantamila verrà definita una vittoria dei ceti borghesi produttivi.

Nati in questo giorno

Roger Moore

data di nascita: venerdì 14 ottobre 1927 (93 anni fa)
data morte: martedì 23 maggio 2017 (3 anni fa)

Roger Moore: Con sette film all’attivo è il volto più rappresentativo della saga dell’agente segreto James Bond, interpretato dal 1973 al 1987. Nato a Londra, è stato una star del cinema e della TV.

A dargli la notorietà sul piccolo schermo sono le serie Il Santo (1962-1969) e Attenti a quei due (1971), che ne mettono in risalto fascino e vigore fisico e lo lanciano al cinema, dove aveva recitato in film di scarsa presa sul pubblico.

Dopo il successo di “007” partecipa a numerosi film, accanto a Elizabeth Taylor, Vittorio Gassman, Anthony Perkins e Gene Wilder. Nominato Cavaliere dell’Impero Britannico nel 2003 dalla regina Elisabetta II, è sensibile ai diritti degli animali.

Provato da una lunga battaglia contro il cancro, muore il 23 maggio del 2017 in Svizzera.

Hannah Arendt

data di nascita: domenica 14 ottobre 1906 (114 anni fa)
data morte: giovedì 4 dicembre 1975 (44 anni fa
)

Hannah Arendt: Nata a Linden, nel cuore della Germania, e morta a New York nel 1975, è stata una figura eminente del secolo scorso. È ricordata per la sua opera di filosofa e storica, focalizzata sulla natura del potere e l’autoritarismo.

Di famiglia ebraica, dopo essersi laureata in filosofia all’Università di Marburg, come allieva del celebre filosofo Martin Heidegger, fu costretta a riparare prima in Francia e poi negli Stati Uniti d’America per scampare alla persecuzione antisemita di Hitler.

Per il quotidiano “New Yorker” seguì in Israele il processo al criminale nazista Adolf Eichmann, dal quale trasse ispirazione per La banalità del male, il suo capolavoro più noto, dove spiega le ragioni di come un popolo (quello tedesco, nella fattispecie) possa rendersi complice dei più efferati crimini contro l’umanità, senza un minimo di autocoscienza.

Nel 2012 è uscito un film ispirato alla sua vita, diretto dalla regista tedesca Margarethe von Trotta e proiettato in Italia il 27 gennaio 2014, in occasione della Giornata della Memoria.

E. E. Cummings

data di nascita: domenica 14 ottobre 1894 (126 anni fa)
data morte: lunedì 3 settembre 1962 (58 anni fa)

E. E. Cummings: Esponente di primo piano della letteratura americana del Novecento, le sue poesie hanno ispirato, e continuano a farlo, scrittori, registi e cantanti, tra questi ultimi la popstar islandese Björk.

Nato a Cambridge, nel Massachussets, e morto a North Conway nel settembre del 1962, Edward Estlin Cummings fu ispirato da Ezra Pound fin dalle composizioni giovanili ma le sue influenze si allargarono anche ai movimenti d’avanguardia, in particolare Dadaismo e Surrealismo con cui entrò in contatto nei suoi numerosi soggiorni parigini.

Amore e natura, individuo e massa sono alcuni dei temi ricorrenti della sua produzione, di cui vanno ricordate le raccolte Tulipani e camini (1923), XLI Poesie (1925), Poesie 1923-1954 (1954). Abile drammaturgo (pubblicò quattro commedie), scrisse anche racconti e disegni per bambini.

Alda D’Eusanio

data di nascita: sabato 14 ottobre 1950 (70 anni fa)

Alda D’Eusanio: Nata a Tollo (in Abruzzo), giornalista e conduttrice televisiva. Negli anni Ottanta-Novanta ha avuto molta influenza in RAI, al punto da essere soprannominata la “zarina” (dal termine Zar).

Ha condotto il Tg2 ed il Tg2 Notte, oltre a diversi show televisivi, tra cui il più famoso è sicuramente “Al Posto tuo”. Nel 2012 è rimasta vittima di un grave incidente e da allora non ha più lavorato in TV, fino al 2018 quando ha condotto “Vite da copertina” su TV8.

Nati… sportivi

Jules Rimet

data di nascita: martedì 14 ottobre 1873 (147 anni fa)
data morte: martedì 16 ottobre 1956 (63 anni fa)

Jules Rimet: Nato a Theuley (Francia) e morto a Suresnes il 16 ottobre 1956, è stato un dirigente sportivo francese e Presidente della FIFA dal 1921 al 1954.

Il suo nome è nella storia del calcio soprattutto per avere ideato, per la prima volta, il moderno campionato mondiale di calcio nel 1930, con il nome Coppa Rimet. Il trofeo è stato messo in palio ogni quattro anni, fin quando il Brasile non se l’è aggiudicato definitivamente con la terza vittoria a Mexico ’70.

Marco Capuano

data di nascita: lunedì 14 ottobre 1991 (29 anni fa)

Marco Capuano: Nato a Pescara, è un calciatore. Dal 2010 al 2014 è un difensore del Pescara, squadra con la quale vince il campionato di serie B 2011/12. Il 26 agosto 2012 esordisce in serie A nella partita Pescara-Inter.

Nel luglio 2014 passa al Cagliari, dove ritrova Zeman come allenatore. Nel gennaio 2018 va in prestito al Crotone e nel successivo mercato estivo diventa un tesserato del Frosinone. Vanta 18 presenze nella Nazionale Under 21, con cui ha vinto l’argento agli Europei di Israele 2013.

Eventi Sportivi

L’Italia quarta ai Mondiali di basket

sabato 14 ottobre 1978 (42 anni fa)

L’Italia quarta ai Mondiali di basket: A Manila, nelle Filippine, ai Mondiali di pallacanestro maschile, gli azzurri si sono classificati quarti. Il titolo mondiale è stato vinto dalla Jugoslavia che in finale ha battuto l’URSS per 82-81 e, sempre per un punto, il Brasile ha sconfitto l’Italia (86-85) di Dino Meneghin, Renzo Bariviera, Renato Villalta e Pierluigi Marzorati.

Hines scende sotto i 10 secondi

lunedì 14 ottobre 1968 (52 anni fa)

Hines scende sotto i 10 secondi: L’altitudine di Città del Messico (quasi 2.300 metri s.l.m.) è un elemento importante durante i Giochi Olimpici del 1968, soprattutto nelle gare di atletica leggera (dove la pista per la prima volta è in tartan). Anche la finale dei 100 metri (per la prima volta corsa da atleti tutti di colore) ha visto crollare il muro dei 10 secondi: Jim Hines ha vinto l’oro fermando il cronometraggio elettronico a 9″95, nuovo record del mondo che durerà fino al 1983, quando Calvin Smith, sempre in altura, correrà in 9″93. Il primo atleta ad andare sotto il record di Hines a livello del mare sarà Carl Lewis nel 1987 con 9″93.

I Doodle di Google

Thanksgiving canadese

14 ottobre

Thanksgiving canadese: Anche in Canada si festeggia il “Thanksgiving”, il giorno del ringraziamento, ma mentre negli Stati Uniti d’America si celebra il quarto giovedì di novembre, in Canada la ricorrenza cade il secondo lunedì di ottobre. Nel corso degli anni, Google ha più volte ricordato l’evento con un doodle locale, a partire dal 14 ottobre del 2002.

La festa esprime la gratitudine per la fine della stagione del raccolto e fu proclamata ufficialmente dal parlamento canadese nel 1957 con le seguenti parole «A Day of General Thanksgiving to Almighty God for the bountiful harvest with which Canada has been blessed – to be observed on the 2nd Monday in October».

Le sue radici, in realtà, sono più remote e partono dal Cinquecento, mentre la festa era già celebrata (anche se non tutti gli anni) agli inizi dell’Ottocento.

Angolo Lettura

“Bar Sport” di Stefano Benni

domenica 14 ottobre 2012 (8 anni fa)

“Bar Sport” di Stefano Benni: “Bar Sport” un libro ironico, sagace, frizzante e, in qualche senso, anche riflessivo, questo è il motivo per cui consigliamo la lettura del primo libro di Stefano Benni, lo scrittore, che forse più di tutti, ha introdotto la letteratura umoristica in Italia.

Nell’opera sono descritti gli stereotipi dei bar italiani degli anni ottanta. Un’esilarante presa in giro dei diversi tipi di “genere umano” che frequentano quotidianamente, l’ormai quasi estinto, bar dello sport. Il professore, il carabiniere, il ragioniere perennemente invaghito della cassiera, il ragazzo tuttofare che sogna di diventare lavapiatti, il tipo che racconta fandonie esaltando la propria persona e, sullo sfondo, lo scenario quasi pietrificato di un flipper, dei dolci (che ormai tutti conoscono per nome, tanto il tempo in cui sono stati esposti), il mitico telefono a gettoni.

Un libro, da leggere con scioltezza, che in modo intelligente e vivace racconta una quotidianità ormai estinta ma che ancora ricordiamo. Si può quasi interpretare come uno scritto di sociologia umoristica.


Dal romanzo è stato anche tratto un film, omonimo, uscito nel 2011, con la regia di Massimo Martelli. Tra gli attori Claudio Bisio.

Leonardo Pietro Moliterni
Leonardo Pietro Moliterni
Presidente dell'Associazione L'Ancora Capo Redattore Responsabile ma sono soprattutto giornalista, foto reporter e video reporter. Realizzo reportage e documentari in forma breve, in Italia e all'estero. Ho sposato Periodicodaily.com e Notiziedaest.com ed è un matrimonio felice. Racconto storie di umanità varia, mi piace incrociare le fragilità umane, senza pietismo e ribaltando il tavolo degli stereotipi. Per farlo uso le parole e le immagini. Sono un libero giornalista indipendente porto alla luce l'informazione Nazionale e Estera .. Soprattutto Cronaca, Meteorologia, Sismologia, Geo Vulcanologia, Ambiente e Clima.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Latest Articles