Allarme carestia in Madagascar: si rischia la catastrofe

0
250

La terra del Madagascar, incastonata in una delle isole più grandi del mondo, è da sempre soggetta a carestia spesso fatali. Talmente grandi che segnano interi crolli generazionali comparabili a quelli che accadono dopo le guerre. Il Madagascar deve fare i conti con problemi quali salute, alimentazione carente che colpiscono i più piccoli e che spesso segnano disastri anche per la salvaguarda del territorio. Quest’ultimo, come ha denunciato l’agenzia World food programme (Wfp), è martoriato da un elevatissimo tasso di malnutrizione che potrebbe portare presto ad una catastrofe. In particolare, secondo il Wfp, 1400 persone sono letteralmente alla fame e 1.140.000 sono in fase di insicurezza alimentare.

Madagascar: quali sono le conseguenza della carestia?

Le conseguenze di questi scenari sono a dir poco drammatiche. E spesso ci si domanda perchè oggi, con tutte le risorse disponibili, dobbiamo ancora parlare di questi problemi che segnano la vita di milioni di persone. Problemi che purtroppo recano danni irreparabili soprattutto ai bambini al di sotto dei cinque anni che rimangono segnati per sempre dalle nefaste conseguenze della malnutrizione. In Madagascar le zone più colpite sono quelle situate nei pressi dell’Oceano Indiano. Centri rurali come Ambovombe e Atsinanana sono i più colpiti dalle carestie legate soprattutto alla siccità. La mancanza di acqua piovana, che in quelle aeree manca in maniera regolare dal 2019, non solo non permette la crescita di piante ed ortaggi, ma impedisce anche di usufruire di acqua per lavarsi, che in queste realtà è sempre più rara. Per non parlare poi delle madri che purtroppo, non nutrendosi a sufficienza, non riescono a produrre latte a sufficienza a favorei dei propri figli.


Complotto per uccidere il presidente del Madagascar: diversi arresti

Maltempo Madagascar – Tempesta Eloise devastante minaccia anche il Mozambico