Alla Galleria dell’Accademia “Didattica”, video sull’arte

Il museo fiorentino è chiuso, ma propone delle attività divulgative sui social

0
152
Galleria dell'Accademia
Da oggi gli approfondimenti online sull'arte

Comincia oggi, 7 aprile, sul canale Youtube della Galleria dell’Accademia “Didattica”, tre approfondimenti sulle opere del museo. Una proposta divulgativa dell’esposizione fiorentina che si avvale delle competenze di esperti per illustrare i temi dell’arte.


Musei spazi vivi coi metodi della Public history


Perché alla galleria dell’Accademia “Didattica”?

Tra gli scopi dei musei c’è la diffusione della conoscenza del patrimonio conservato e la sua fruizione dal pubblico. “Didattica” è un progetto che mette in rete le opere dell’esposizione, spiegandole in modo semplice ed esauriente. I video disponibili sui social sono pensati per le famiglie e i ragazzi con curiosità e aneddoti sui tesori artistici. L’iniziativa ha il patrocinio del Ministero della cultura e presenta l’evoluzione della pittura dal Medioevo al Rinascimento.

La galleria dell’Accademia di Firenze

Molte delle opere di Michelangelo Buonarroti si trovano nel museo, in particolare il David. Inoltre, l’allestimento comprende anche la collezione di opere a fondo d’oro e l’esposizione degli strumenti musicali. Considerato uno dei poli culturali più conosciuti dopo gli Uffizi, accoglie migliaia di visitatori all’anno. Propone ai ragazzi delle attività sui social, come #giocacondavidino. Si tratta di un percorso online alla scoperta dell’iconografia dei Santi, del ‘polittico’ e dei capolavori delle raccolte. Schede e giochi presentano così i materiali sulle pagine Instagram e Facebook.

I tre appuntamenti di “Didattica”

Il tema del video di mercoledì 7 aprile è la formazione nelle botteghe. Partendo dalle opere esposte, “Madonna col Bambino e santi” di Botticelli e collaboratori, gli esperti spiegano come si diventava artisti. Gli apprendisti cominciavano da bambini ad aiutare i maestri che li istruivano nelle tecniche e i modi di rappresentazione. Il pittore più famoso riceveva le commissioni che gli allievi lo aiutavano a portare a termine.

Approfondimenti sui Santi e le pale d’altare

Il 14 aprile il filmato descriverà le figure di beati e religiosi nella pittura del Quattrocento fiorentino. Il lavoro di Domenico di Michelino, “Tobia e i tre Arcangeli” offre lo spunto per descrivere polittici e tavole. Infatti, i protagonisti sono figure eteree e luminose che compiono gesti e imprese importanti a favore della comunità. Infine, il 21 aprile sono pale d’altare e tondi al centro della discussione. “L’assunzione della Vergine” di Pietro Perugino e “Madonna col Bambino, San Giuseppe e San Giovannino” di Francesco di Cristofano sono le opere analizzate.

Commenti