Alimentazione: via libera della Ue alle tarme della farina

0
292
tarme della farina

L’Unione Europea ha dato il via libera al primo insetto commestibile. I governi dei Ventisette hanno appena approvato una proposta di Bruxelles che autorizza la commercializzazione alle tarme della farina come nuovo alimento. Una decisione adottata dopo una rigorosa valutazione scientifica effettuata dall’Agenzia europea per la sicurezza alimentare (EFSA, per il suo acronimo in inglese), che ha rilasciato un parere positivo. Nello specifico, il termine verme della farina si riferisce alle larve del coleottero Tenebrio molitor, che possono essere consumate come insetto essiccato o come ingrediente in vari prodotti alimentari. Ad esempio, come polvere in prodotti proteici, biscotti o prodotti a base di pasta.

Sicuri: ma attenti alle allergie

L’EFSA ha stabilito che il tenebrione è sicuro per l’alimentazione umana negli usi proposti, anche se potrebbe provocare reazioni allergiche. Specialmente nelle persone con una storia di allergia ai crostacei e agli acari. Nelle tarme della farina potrebbero inoltre sussistere allergeni dati dal loro alimento principe, ossia il glutine, e anche di questo occorrerà tenere conto in un’etichettatura specifica che metta in guardia dal rischio di allergie.

Tarme della farina: è solo il primo di una lunga serie?

Le tarme della farina potrebbero fare da apripista ad altri novel food della stessa classe. Attualmente l’EFSA sta vagliando altre undici richieste di valutazione per la sicurezza di insetti per l’alimentazione umana. Nelle prossime settimane, la Commissione Europea adotterà un regolamento che autorizzi l’uso dei tenebrioni come cibo. Sono i passi legali finali per permettere all’operatore alimentare francese che ne aveva fatto richiesta, il SAS Eap Group per la controllata Micronutris, di immettere il prodotto nei mercati europei.


Erbe aromatiche: benefici e metodi di utilizzo

Pizza in teglia: buona come quella della pizzeria


Commenti