martedì, Luglio 23, 2024

Algeria: governo vieta le manifestazioni del movimento Al Hirak

Il ministero dell’Interno dell’Algeria in un comunicato stampa ha dichiarato che le manifestazione del movimento Al Hirak sono vietate se non si rispettano alcuni parametri. Il movimento, dal canto suo, tenta di proseguire nel suo percorso come ha fatto nelle ultime settimane. Per l’Algeria questo è un momento delicato, a livello economico e sociale. L’instabilità causata dal Covid ha prodotto numerosi problemi di più ampia natura, ponendo le basi delle proteste di movimenti come Al Hirak.

Il governo algerino ha dunque comunicato che per organizzare manifestazioni bisogna prima di tutto segnalare il percorso della folla alle autorità. In seconda istanza, per ottenere l’autorizzazione, bisogna comunicare al ministero dell’Interno ogni attività proposta. Nel comunicato, prosegue il ministero, si evidenzia anche il fatto che nelle ultime settimane Al Hirak ha volontariamente cambiato l’orario e il percorso mettendo in crisi il sistema di sicurezza.

Algeria: perchè il governo vieta al movimento Al Hirak di manifestare?

Il movimento Al Hirak è un movimento anti governativo che negli ultimi anni ha guadagnato sempre più consenso popolare. Già nel febbraio 2019 decise di manifestare contro l’anziano presidente Abdelaziz Bouteflika, colpevole, a loro avviso, di abuso di potere, costringendolo alle dimissioni dopo 20 anni. Da lì in poi è iniziata la battaglia di questo movimento, tanto da attirare le attenzioni del governo e delle sue ramificazioni locali, che hanno agito per stroncare sul nascere ogni tipo di protesta potenzialmente pericolosa. Tuttavia, le restrizioni imposte dai vertici algerini sono state inascoltate. Almeno fino alla scorsa domenica, quando con un comunicato il Ministero degli Interni ha considerato illegale ogni tipo di protesta senza autorizzazione perchè viola la legge statale. Queste misure sono in linea con una clausola della nuova Costituzione approvata dai parlamentaro di Algeri lo scorso novembre.


Matrimonio gay in Algeria: un diritto violato

Bentalha: il 22 settembre 1997 il massacro di centinaia di innocenti in Algeria
Algeria: storia di un’indipendenza pagata col sangue

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Latest Articles