Alexandra Fongaro e Carola Spina a Pinocchio was a girl

Le artiste indagano la sacralità degli elementi e del mondo

0
249
Alexandra Fongaro
Alexandra Fongaro

Curva Pura a Roma presenta la bi-personale di Carola Spina e Alexandra Fongaro, Pinocchio was a girl, un progetto curato da Davide Dormino col testo di Nicoletta Provenzano. Un dialogo raffinato tra le poetiche delle due artiste, un florilegio di simboli, uno svelamento corporeo che si innesta in fisicità in metamorfosi e trasposte in livelli di lettura estetici e formali. La mostra inaugura il 10 giugno alle 18.30 e sarà aperta fino al 10 luglio.


Carlo Collodi: nel 1826 nasceva il “papà” di Pinocchio


Qual è il significato della mostra di Carola Spinola e Alexandra Fongaro?

In una indagine plastica e figurale, i linguaggi di Spina e Fongaro si articolano in una spoliazione sacrale riportata alla matrice. Un’unione radicale e metamorfica tra membra e elementi vegetali che precede e dà origine a un racconto mitico e
misterico. Il corpo come lessico si costituisce e si manifesta nella sua dimensione rituale e paradigmatica, aprendo gestualità, composizioni, attributi e elementi iconologici a prospettive semiche plurime. Nelle pitture su legno di Alexandra Fongaro, diairesis di figuratività femminili, in un pantheon divinatorio corporale, divengono ibridazioni floreali e ciclicità naturalistiche. Sono infatti trasmutazioni corporeo-botaniche di un’essenza pagana del sacro. L’opera scultorea di Carola Spina scopre, libera e decodifica l’ambito simulacrale, l’autentica mimesis di una figura muliebre dall’amplissima e ricca
iconografia ancestrale. Porta in luce le ambiguità, i meccanismi sottesi, le primitività, i mutamenti, i rimandi simbolici, le associazioni zoologiche, al di là dell’allegorismo retorico-teologico.

Pinocchio was a girl

In un misurato percorso propiziatorio, un corteggio consumato, in un incrocio fiabesco, filosofico, la mostra decompone un
processo formalistico. Si riappropria e attinge a una radice primitiva, dunque una dualità iconica coesistente e mutativa.
Con Pinocchio was a girl, Curva Pura continua la sua mission di sostegno ai giovani artisti, confermando la sua spiccata natura nello scouting di autori promettenti. Una realtà con una ricerca artistica già ampiamente strutturata. L’esposizione è visitabile ogni giovedì dalle 18 alle 21 e gli altri giorni su appuntamento.

Carola Spina

Classe 1998 utilizza la scultura, l’installazione, il video e la fotografia. La sua ricerca si fonda quindi sul corpo e le sue possibili derive, nel tentativo di superare canoni e stereotipi legati all’identità. È attualmente iscritta al 2° anno di Scultura e Installazione a RUFA – Rome University of Fine Arts.

Alexandra Fongaro

Italo-americana del 1993, utilizza la pittura per esplorare il mondo, in cui frammenti di corpo e natura diventano il vocabolario. Le sue opere si manifestano in frammenti e cambiamenti del mondo figurativo, sempre in contrasto col vuoto: uno spazio in cui immagina mondi infiniti. Attualmente sta conseguendo il Master in Pittura a RUFA.

Immagine da cartella stampa.