Il 15 giugno partirà la terza edizione del Valmontone Outlet Summer Festival, la rassegna di musica live che animerà il villaggio dedicato allo shopping nei mesi estivi.

Valmontone Outlet Summer Festival

Il Summer si colorerà di diversi stili musicali – reggae, soul, dance, hip hop e pop – e il primo appuntamento sarà con Anastacia, star internazionale dal timbro inconfondibile, con il suo “Evolution Tour”, settimo lavoro discografico: <<Sono emozionata di tornare in Europa e suonare brani da “Evolution”. Ho registrato l’album mentre ero in tour con “Ultimate Collection” e non vedo l’ora di condividere ancora una volta queste canzoni con i miei fan>>.

Anastacia

Il secondo appuntamento sarà il 5 luglio con l’ospite Deejay Time; l’evento sarà dedicato alla musica dance e hip hop, con la presenza di diversi artisti. Il 13 luglio saliranno sul palco i Boomdabash. A chiudere il Festival di Valmontone, sabato 20 luglio, saranno gli Stadio, che con il loro “Stadio Mobile – Live 4.0” faranno rivivere le emozioni dei grandi successi della loro carriera.

Durante l’evento sarà anche presente un’area dedicata alla ristorazione, nei pressi della Food Court e, inoltre, sarà data la possibilità ai visitatori di fare shopping  fino a tarda serata. Valmontone Outlet si trova a 40 km da Roma e comprende anche il parco divertimento Rainbow MagicLand. È il Factory Outlet Centre più frequentato d’Italia, ospita 180 negozi e conta più di 7 milioni di visitatori all’anno.

Anastacia: il coraggio di ripartire dalle ferite

Anastacia – cantautrice, compositrice e produttrice discografica – è tra gli artisti di maggior successo del terzo millennio. Con la pubblicazione di 7 album ha conquistato milioni di fan in tutto il mondo: Europa, Africa, Asia, Oceania e Sud America, collezionando 226 dischi tra oro e platino. La sua voce è considerata tra le più potenti al mondo e, proprio per il suo particolare timbro vocale, è stata definita “la bianca dalla voce nera”.

Negli ultimi anni la sua carriera è stata rallentata dalle sue battaglie personali con le gravi malattie. Fin da piccola ha dovuto lottare contro il morbo di Crohn, subendo una difficile operazione che le ha lasciato profonde cicatrici sul corpo, rendendola fragile e piena di paure. In seguito ha dovuto affrontare anche il cancro al seno; dopo questo evento ha deciso di fondare l’associazione, The Anastacia Fund, in collaborazione con The Breast Cancer Research Foundation, con lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica in merito al cancro.

In una intervista recente ha dichiarato di aver faticato molto per accettare il suo corpo cicatrizzato. Solo dopo un lungo percorso è riuscita a mostrarsi senza vergogna. Così ha deciso di parlarne, di non nascondere le sue ferite. Proprio questa scelta l’ha resa libera e capace di amarsi. Nonostante le difficoltà e i diversi ostacoli della vita, continua a sentirsi “benedetta”, ad essere grata, dichiarando più volte che “anche nei periodi più bui si può trovare qualcosa di positivo per andare avanti“.

L’Evolution di Anastacia

Il suo ultimo album, Evolution, è quasi un inno alla sua “evoluzione”, al cambiamento interiore. Un’artista capace di lasciare il segno, non solo attraverso la sua voce, ma soprattutto per la grinta e la voglia di lottare sempre: <<Una delle cose che riesco a fare meglio nella mia vita è volgere al positivo quello che di negativo mi capita, da qui anche l’approccio alla parola “cancer”, che non amiamo. Prendiamo solo le prime tre lettere: can (“potere”). Improvvisamente la luce è tornata a brillare. Affrontate la vita così: quando c’è qualcosa che non va, che sia la parola cancro, che sia la parola divorzio, ricordate che guarderete indietro e direte a voi stessi che c’è stato un motivo se è capitato. Per me il cancro è arrivato affinché io potessi aiutare le persone, affinché parlandone e condividendo la mia esperienza potessi fare la differenza>>.

La sua storia mostra il modo in cui a volte le cicatrici possono essere punti di svolta; una storia che trasmette forza a tutte le donne che vivono le sue stesse difficoltà.

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here