Riprende oggi al Sole Luna Doc Film Festival di Treviso la programmazione dei cortometraggi in concorso, iniziata lo scorso martedì.

Tra i documentari che concorrono in questa sezione è stato di particolare interesse Nowhere Line: Voices from Manus Island del regista londinese Lukas Schrank. Il cortometraggio racconta delle condizioni disumane in cui vivono dei rifugiati che hanno tentato di raggiungere l’Australia, ma che sono stati relegati dal governo australiano sull’isola di Manus, a nord della Papua Nuova Guinea. Non si tratta di un centro di accoglienza, ma di un vero e proprio campo di detenzione in cui vengono imprigionati i rifugiati che non hanno la possibilità né di raggiungere l’Australia né di tornare nei loro paesi di origine.

In questo campo di prigionia i detenuti sono isolati dal mondo e, essendo vietato l’ingresso al resto del mondo, il regista è riuscito a raccontare questa nostra triste pagina contemporanea attraverso la realizzazione di una animazione.

A Lukas Schrank il merito di aver trattato un tema, o meglio, di aver fatto conoscere un tema sorprendentemente sconosciuto alla maggior parte delle persone.

Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here