Al Jazeera: una piattaforma per i conservatori d’America

0
171
Al Jazeera: una piattaforma per i conservatori d'America

Al Jazeera, la famosa rete televisiva satellitare con sede in Qatar, è a un passo dal lanciare una piattaforma multimediale. Lo sforzo della famosa emittente parte dalla volontà di dar voce a quei conservatori che si sentono esclusi dalla conversazione mainstream.

Cosa ha annunciato Al Jazeera?

Lo scorso martedì, il quotidiano americano Politico ha diffuso la notizia: Al Jazeera ha annunciato il lancio di una piattaforma multimediale. Si chiamerà Rightly e sarà gestita da Scott Norvell, ex dirigente di News Corp. La notizia della nuova piattaforma conservatrice, che si rivolge agli americani di centro-destra, ha suscitato scalpore sui social media. La prima messa in onda è prevista per giovedì. Lo show vedrà, tra le altre cose, anche una serie di interviste.

Rightly arriva in un momento particolare

Al Jazeera è diventata una presenza significativa negli Stati Uniti nel 2013. All’epoca lanciò il canale di notizie e il sito web di sinistra Al Jazeera America. La rete, cha sede a Doha ed è finanziata dallo stato del Qatar, ha chiuso il canale televisivo statunitense nel 2016, ma è rimasta una presenza significativa grazie alla sua rete AJPlus. Il canale internazionale, Al Jazeera English, gode di grande popolarità negli Stati Uniti. Il lancio di uno sforzo conservatore arriva in un momento di crescente estremismo. Fox News, il canale di notizie di riferimento per la destra americana, si è spostato ancora più a destra.

Scott Norwell come caporedattore di Rightly

Politico ha riferito che Scott Norvell, ex membro dello staff di Fox News, sarà il redattore capo di Rightly. Norvell ha lasciato News Corp, che possiede Fox News, nel 2012. Lo show di giovedì si intitolerà Right Now with Stephen Kent, secondo Politico, e vedrà la presenza di Stephen Kent. Kent è un commentatore che al momento presenta Beltway Banthas, un podcast su “Star Wars, Politics & More”. Kent ha anche un contratto con Center Street, una società di libri conservatrice che ha pubblicato lavori di autori di estrema destra tra cui Donald Trump Jr e Corey Lewandowski.

Commenti