Al Cagliari non basta Borriello per la rimonta, l’Udinese vince per 2-1 con un determinante Perica

0
509

Allo Stadio Friuli va in scena la partita tra Udinese e Cagliari, entrambe le formazioni hanno disputato fin qui un buon campionato e ottenuto con largo anticipo l’obbiettivo principale, la salvezza.

I friulani non perdono in casa dal 19 febbraio, dove in quel caso la formazione di Delneri venne sconfitta dal Sassuolo, mentre l’ultima vittoria in trasferta per i rossoblu invece risale alla 30° giornata, quando la formazione trainata da Rastelli si impose con un 3-1 sul campo del Palermo.

https://www.youtube.com/watch?v=iw7OBRzYKZM

PRIMO TEMPO – Partita ricca di emozioni, anche nel primo tempo, dove i padroni di casa iniziamo veramente bene rinchiudendo nella propria metà campo la formazione sarda e sfiorando la rete del vantaggio in più occasioni, ma un ottimo Rafael blocca le iniziative dei friulani.

Al 5° minuto ottimo spunto di Zapata per Thereau che lascia partire un tiro rasoterra, troppo debole però per impensierire il portiere avversario, l’Udinese non abbassa i ritmi e si porta più volte alla conclusione, al 7° con una doppia chance sfiorano il vantaggio ma in questo caso un strepitoso Rafael nega la gioia del gol prima a Zapata e poi a De Paul sulla ribattuta.

Il trio d’attacco friulano è davvero motivato, al 16° De Paul sfiora il palo direttamente da calcio di punizione e poco più tardi Zapata scappa dalla marcatura avversaria e calcia in porta, ma la conclusione è deviata in corner da un giocatore rossoblu.

Il Cagliari si vede per la prima volta in attacco al 25° con un colpo di testa di Joao Pedro che non riesce ad inquadrare lo specchio della porta, nessun problema per Karnezis. Passano cinque minuti e la partita si potrebbe sbloccare, Barella atterra in ritardo Widmer, per l’arbitro Marini non ci sono dubbi sul calcio di rigore, dal dischetto va Thereau ma anche in questa occasione uno straordinario Rafael intuisce l’angolo giusto e para il penalty facendo rimanere il risultato in sostanziale equilibrio.

Sul finale di primo tempo, l’Udinese attacca a testa bassa cercando la via del gol, al 45° è proprio De Paul a far correre un brivido alla difesa sarda con una conclusione di destro, provvidenziale una deviazione di Murru che manda la palla in corner. Il primo tempo finisce con il predominio della formazione padrone di casa che chiude la squadra avversaria nella sua metà campo e andando vicinissima al vantaggio, sbagliando anche un rigore.

SECONDO TEMPO – Ad inizio ripresa il Cagliari prova ad essere maggiormente incisivo ma è sempre soggetto alle ripartenze friulane.

Al 61° prima sostituzione per i padroni di casa, fuori Badu dentro Kums, un minuto più tardi Thereau cerca di trovare il gol vincendo un duello areo con Isla, ma il suo colpo di testa non centra lo specchio della porta. Intorno al 68° cambio per entrambi i tecinici, tra le fila del Cagliari dentro Farias, fuori un Joao Pedro molto sottotono quest’oggi, mentre per l’Udinese dentro Perica fuori Therau; sostituzione azzeccata quella di Delneri, infatti due minuti più tardi proprio il nuovo entrato Perica sblocca la partita e porta in vantaggio i friulani, l’attaccante croato addomestica la sfera, punta Bruno Alves e lascia partire un destro potente che gonfia la rete, niente da fare in questa occasione per Rafael.

I padroni di casa forti del vantaggio ottenuto non si fermano più e trovano anche il raddoppio al 73° grazie ad Angella, sugli sviluppi di un corner Bruno Alves allontana la palla che finisce sui piedi di Perica che, entrato benissimo in partita, offre la palla al difensore friulano il quale due passi non sbaglia. Il croato cambia totalmente lo sviluppo della partita, sfiorando in altre due occasioni il gol del 3-0, prima colpisce il palo e poi una sua conclusione finisce a lato di poco.

Rastelli tenta di riprendere la partita mettendo in campo Faragò e Padoin per Barella e Deiola; la reazione del Cagliari arriva con il solito Borriello che all’85° dimezza lo svantaggio, Farias mantiene in campo un ottimo pallone, lo serve ad Isla che lo mette in mezzo per la testa di Borriello che buca un colpevole Karnezis il quale non riesce a trattenere la palla tra le braccia.

Tre minuti più tardi i sardi hanno una chance colossale per agguantare il pareggio, ma in questo caso Karnezis si supera e blocca in due tempi la conclusione di Farias che era stato mandato in porta da Borriello. Negli ultimi minuti di partita c’è spazio anche per Gabriel Silva che rileva Jankto.

Nei tre minuti concessi da Marini la formazione di Rastelli si riversa tutta in attacco cercando e sfiorando il gol del pareggio con Salamon che sull’uscita a vuoto di Karnezis calcia a porta vuota, ma un intervento di Danilo sulla linea salva il risultato.

Gara che termina sul risultato di 2-1 per l’Udinese con un finale al cardiopalma dove il Cagliari pur sotto di due reti è riuscito a trovare il gol con Borriello ed è andata vicinissima alla rete del pareggio. Squadra di Delneri che rimane all’11° posto e stacca proprio i rivali del Cagliari fermi al 12°.

Commenti