Agrumi: fonti di vitamina C e di fragranze energetiche

Gli agrumi da sempre sono importanti per la vitamina C che contribuisce al benessere della pelle. Questi frutti però stanno tornando alla ribalta anche per le loro fragranze che donano ottimismo e vitalità.

0
347
Agrumi vitamina C e profumi
L'importanza degli agrumi per la cura della pelle e nei profumi

Ormai è assodato il ruolo importante che ricoprono gli agrumi per la cura della pelle. Ricchi di vitamina C (che si chiama anche acido ascorbico) vengono utilizzati nei trattamenti di skincare per combattere gli effetti spiacevoli dei radicali liberi, gli agenti che vanno ad accelerare i processi di invecchiamento del nostro organismo.

Umberto Borellini, cosmetologo contattato da Vanity Fair, ha spiegato che la vitamina C non solo fornisce un apporto rilevante nel contrastare l’ossidazione cellulare, ma consente anche ai tessuti di auto-ripararsi per avere un’epidermide luminosa e liscia. L’esperto infatti ha ricordato che questa sostanza: “È soprattutto un ottimo supporto per la prevenzione e la riparazione dei danni che il nostro DNA accumula con gli anni, e risulta quindi fondamentale come strumento di prevenzione utile a tutte le età”.

La riscoperta delle fragranze agli agrumi

Quando si parla di vitamina C, inevitabilmente si finisce col pensare all’arancia. Tuttavia, è bene ricordare che questo non è l’unico frutto che contribuisce al benessere della pelle, infatti anche gli altri agrumi (mandarino, pompelmo, lime, chinotto, bergamotto, cedro e limone) possono svolgere la stessa funzione.

Di recente si è assistito anche ad un recupero dei profumi agli agrumi. Il compositore di fragranze Luca Maffei a Vanity Fair ha rivelato, infatti, che “queste note olfattive stanno vivendo una seconda giovinezza”.

Messi da parte per molti anni (soppiantati soprattutto dagli aromi esotici e da piante aromatiche) i profumi a base di agrumi sono tornati alla moda perché, secondo l’esporto, probabilmente forniscono un importante apporto energetico, particolarmente utile: “Dopo un periodo che ha limitato molto le attività fuori dalle quattro pareti domestiche”.

Vitamina E dove si trova? 6 alimenti che la contengono

Diverse ricerche scientifiche condotte negli Stati Uniti e in Giappone hanno dimostrato che quando le fragranze degli agrumi arrivano alla parte inferiore del cervello, vanno ad intervenire su due zone ben precise, che poi sono quelle che governano le emozioni, ossia l’amigdala e l’ippocampo. Maffei ha quindi detto che quest’azione va a suscitare “sensazioni di gioia, allegria e vigore”.