Aggiornamento coronavirus: il primo morto fuori dalla Cina e le compagnie aeree che sospendono il servizio dei voli verso il Paese asiatico

0
1009

L’infezione da coronavirus continua a far salire il numero di vittime e infezioni.

Ad oggi il numero dei morti sale a 305, mentre il numero delle infezioni accertate sale a 14.628. 43mila persone sono sotto osservazione nella provincia dello Hubei.

Isolato il coronavirus allo Spallanzani

Primo morto fuori dalla Cina

Fino a ieri i decessi si erano registrati solo in Cina ma arriva la notizia del primo decesso al di fuori del Paese, avvenuto proprio ieri nelle Filippine. La vittima è un cittadino della Repubblica popolare di 44 anni, rientrato da un viaggio Wuhan il 21 gennaio insieme alla compagna.

Poche ore prima della notizia, il governo filippino aveva fatto scattare il divieto di entrata nel Paese per tutti i viaggiatori, cinesi e non, in arrivo dalla Cina. Per i filippini di ritorno invece, che lavorano in Cina o a Hong Kong, è prevista una quarantena di due settimane.

E le autorità cinesi comunicano che anche Wenzhou è stata messa in quarantena. Sono stati bloccati tutti i trasporti e i cittadini obbligati a restare a casa. Wenzhou finora ha registrato 241 casi.

La diffusione crescente del virus sta portando sempre più Paesi a limitare o a vietare l’immigrazione ai viaggiatori stranieri, cinesi e non, che provengono dalla Cina. Dopo l’Italia e gli Stati Uniti, hanno provveduto anche Singapore, Australia e le Filippine. La Cina ha protestato contro queste decisioni, affermando “Gli amici si vedono nel momento del bisogno“.

Le compagnie aeree che sospendono il servizio

Contemporaneamente numerose compagnie aeree di tutto il mondo hanno cancellato i voli per la Cina. Ecco l’elenco: AIR CANADA, AIR FRANCE, AIR INDIA, AIR NUOVA ZELANDA, AIR SEOUL, AIR TANZANIA, AIRLINES AMERICANI, BRITISH AIRLINES, CATHAY PACIFIC AIRWAYS, DELTA AIRLINES, EGYPTAIR, EL AL ISRAEL AIRLINES, AIRLINES ETIOPICI, ETIHAD AIRWAYS, FINNAIR, HAINAN AIRLINES, KENYA AIRWAYS, LION AIR, LOT, LUFTHANSA, FILIPPINE AIRLINES, QANTAS AIRWAYS, ROYAL AIR MAROC, tutte le compagnie aeree russe, ad eccezione di Aeroflot, RWANDAIR, SAS NORDIC AIRLINE, SCOOT di Singapore, SHANGHAI AIRLINES, SINGAPORE AIRLINES, AIRLINES TURCHI, TURKMENISTAN AIRLINES, AIRLINES UNITED, VIETJET, VIETNAM AIRLINES, VIRGIN ATLANTIC.

Quanto all’Italia, non sono stati segnalati nuovi casi sospetti. Si resta in attesa di conoscere i risultati dei test per quelli già annunciati nei giorni scorsi.