Afghanistan: talebani annunciano la nascita dell’Emirato Islamico

0
366
L’Afghanistan è sull’orlo di una catastrofe umanitaria

I talebani hanno riconquistato l’Afghanistan e annunciano la nascita dell’Emirato Islamico. Il presidente Ghani ha lasciato il Paese ed è fuggito in Uzbekistan. La capitale afghana è nel caos. Spari ed esplosioni verificatesi in alcune zone della città e l’aeroporto internazionale è stato preso d’assalto dai cittadini che cercano di fuggire dai talebani. Gli USA stanno evacuando l’ambasciata. Il presidente americano Biden sta ricevendo numerose critiche interne. I repubblicani accusano Biden di aver creato un’altra Saigon. Ma lui si difende: “Questa non è Saigon, gli obiettivi in Afghanistan sono stati raggiunti”.

Afghanistan: talebani annunciano la conquista del potere?

Kabul è ora nelle mani dei talebani, che hanno annunciato la rinascita dell’Emirato Islamico. Diverse immagini diffuse sui social mostrano la bandiera bianca dei talebani che sventola sul pennone del palazzo presidenziale. L’Afghanistan è tornato definitivamente nella morsa degli insorti. I fondamentalisti, dopo aver affermato di volere un dialogo con il governo di transizione, hanno improvvisamente deviato sulla piena presa di potere. il presidente Ashraf Ghani è fuggito dal Paese. Secondo quanto riferito dal Al Jazeera, Ghani avrebbe raggiunto la capitale uzbeka Tashkent con sua moglie, il capo di gabinetto e il suo consigliere per la sicurezza nazionale. In un messaggio, il Presidente destituito ha affermato: “I talebani hanno vinto, ce l’hanno fatta a rimuovermi. Ora sono responsabili della tutela dei loro connazionali”. Ha poi sottolineato: “Non sono rimasto per evitare un bagno di sangue”.

Kabul è nel caos

Intanto l’Afghanistan sprofonda nel caos. Centinaia di afghani sono giunti al valico della Porta dell’Amicizia nella città di Chaman, al confine tra Afghanistan e Pakistan. Molti trasportano solo una borsa dopo essere fuggiti dalle loro abitazioni. Anche l’aeroporto di Kabul è stato preso d’assalto dai cittadini desiderosi di fuggire dai talebani. Diversi testimoni hanno riferito di aver sentito dei colpi sparati in aria e gente schiacciata e uccisa dalla folla.

Convocato il Consiglio di sicurezza ONU

Secondo quanto riferito da diversi media internazionali, il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite si riunirà oggi per discutere per discutere dell’emergenza in Afghanistan. Il premier britannico, Boris Johnson, ha lanciato un appello affinché nessuno riconosca il governo dei talebani. Johnson ha detto: “Nessuno vuole che l’Afghanistan sia un terreno fertile per il terrorismo o che ricada nella situazione precedente al 2001”.  La Russia invece si è detta pronta a collaborare con il governo di transizione dell’Afghanistan, ma per ora non ha parlato di riconoscere i talebani come legittime autorità del Paese.

Afghanistan: talebani annunciano presa di potere e i repubblicani attaccano Biden

Negli USA crescono i malumori. I repubblicani a Washington attaccano il presidente Biden. Molti GOP affermano che Biden è diventato il presidente del “Saigon moment”, “l’uomo che scappa”, “quello che ha riportato l’America indietro di 46 anni”.  Il rappresentate del Texas, Michael McCaul, ha dichiarato: “Biden avrà le mani sporche di sangue. L’amministrazione Biden ha sottostimato completamente la forza dei talebani”.

Il senatore Ben Sasse ha invece accusato entrambe le amministrazioni Trump e Biden di una “dottrina di debolezza”, che, secondo lui, ha portato all’attuale situazione in Afghanistan. Sasse ha detto: “Il disastro assoluto in Afghanistan – il vergognoso abbandono di Kabul in stile Saigon, la brutalizzazione delle donne afghane e il massacro dei nostri alleati – è il risultato prevedibile della dottrina della debolezza di Trump-Biden. I leader americani non hanno detto la verità che la nostra piccola forza di poche migliaia di persone è stata la spina dorsale dell’intelligence e del lavoro di successo delle forze speciali per decapitare le organizzazioni terroristiche. L’imminente sconfitta danneggerà gravemente l’intelligence americana e darà ai jihadisti un rifugio sicuro in Afghanistan, ancora una volta. L’America se ne pentirà”. Anche il leader GOP al Senato, Mitch McConnell ha criticato “l’uscita fallita” degli USA dall’Afghanistan.

Blinken risponde alle critiche

Il Segretario di Stato Antony Blinken risponde alle critiche affermando: “Quanto sta avvenendo a Kabul non è Saigon. I nostri obiettivi sono stati raggiunti”. Blinken nella sua dichiarazione sottolinea più volte che gli Stati Uniti hanno portato a termine la loro missione: “Saldare il conto di coloro che ci hanno attaccato l’11 settembre”.  Il presidente Biden ha annunciato un suo probabile discorso alla nazione.


Afghanistan: Kabul circondata, talebani al palazzo presidenziale