Afghanistan: continuano gli scontri a Kabul e Lashkar Gah

0
177
Kabul: spari contro un C-130 italiano dopo il decollo

L’Afghanistan è ripiombato in un clima da guerra civile dopo una serie di attentati che ne hanno scosso le fondamenta. Le decisione di agire sul campo presa sia da parte delle forze talebane che da quelle afghane ha devastato la parte sud e ovest del paese. In particolare, un forte scontro si è materializzato nella città di Lashkar Gah, situata nell’Afghanistan meridionale. Qui i talebani sembravano di essere certi di invadere la città definitivamente, dopo che avevano assediato ben nove distretti della regione. Lo ha confermato Majid Akhund, vicepresidente del consiglio provinciale di Helmand. Ma hanno dovuto scontrarsi sul campo contro le forze di sicurezza.

Lashkar Gah è un territorio che al pari di Herat riveste un ruolo strategico degno di nota per i talebani. E il motivo è semplice: è uno dei capoluoghi di provincia vitali per il governo ed è stata un avamposto fondamentale delle forze statunitensi.

Afghanistan: cosa è successo a Lashkar Gah e Kabul?

Lo scontro ha messo in difficoltà anche i civili residenti di Lashkar Gah, circa 200.000. E per questo motivo diversi generali delle forze afghane hanno sollecitato i civili a lasciare la zona di Helmand. Allo stesso modo è sotto attacco anche la capitale Kabul, dopo che un autobomba ha preso di mira la residenza del ministro della difesa Bismillah Khan Mohammadi provocando otto morti e venti feriti. La potente esplosione, come ha affermato il portavoce del ministero degli Interni Mirwais Stanekzai, è stata poi seguita da uno scontro a viso aperto tra i gruppi armati e le forze di sicurezza.

Tornando a Lashkar Gah, qui si si sono registrati alti numeri di morti e feriti, soprattutto attorno all’area della prigione e al quartier generale della polizia. Si parla di 40 civili uccisi e più di 100 feriti nelle ultime 24 ore in città, ma questi numeri, come ha affermato il titolare degli interni, sono destinati a salire.


Fuga dall’Afghanistan: in migliaia scappano dai talebani

Afghanistan: la violenza non cessa nella roccaforte Herat