Afghanistan: Baradar guiderà il nuovo governo afghano?

0
208
Afghanistan: talebani litigano sul nuovo governo

Mullah Baradar, co-fondatore dei talebani, guiderà il nuovo governo a Kabul, in Afghanistan. A riferirlo sono diversi media, che riportano anche che i massimi leader sono arrivati a Kabul e tra poco verrà annunciato il nuovo governo. Intano l’economia afghana rischia un collasso senza precedenti.    

Afghanistan: Baradar sarà alla guida del nuovo governo afghano?

Secondo quanto riportato da diversi media, sarà Mullah Baradar, co-fondatore dei talebani che venne catturato dalle forze di sicurezza nel 2010 a Karachi, in Pakistan, e scarcerato nel 2018, a guidare il nuovo governo dei talebani a Kabul. Diverse fonti hanno affermato che Baradar sarà affiancato dal mullah Mohammad Yaqoob, figlio del defunto cofondatore dei talebani mullah Omar, e da Sher Mohammad Abbas Stanekzai, in posizioni di rilievo nel governo. Le fonti hanno anche riferito che Haibatullah Akhunzada, il capo religioso supremo dei talebani, si concentrerà sulle questioni religiose e sul governo nel quadro dell’Islam. Un funzionario talebano ha detto a Reuters che “tutti i massimi leader sono arrivati a Kabul, dove i preparativi sono in fase finale per annunciare il nuovo governo”.

L’economia afghana verso il collasso

Il nuovo governo dei talebani dovrà affrontare una catastrofe umanitaria senza precedenti. L’Afghanistan è alle prese con la siccità e le devastazioni di un conflitto durato 20 anni. Molti afghani stavano lottando per sfamare le loro famiglie in mezzo a una grave siccità molto prima che i talebani prendessero il potere. Ora, milioni di persone potrebbero dover affrontare la fame. Per i talebani sarà dunque molto importante trovare legittimità agli occhi dei donatori e degli investitori internazionali per attuare una ripresa economica.

Tuttavia, la comunità internazionale ha dichiarato di non potersi fidare dei talebani.  Il presidente americano Joe Biden ha riferito che non ha intenzione di rilasciare miliardi in oro afghano, investimenti e riserve di valuta estera depositati negli USA che ha congelato dopo l’acquisizione dei talebani. I gruppi umanitari hanno avvertito della catastrofe imminente in quanto l’economia afghana è dipesa da anni dai milioni di dollari di aiuti esteri, e senza questi aiuti l’economia si avvierà verso il collasso.


Leggi anche: Hibatullah Akhundzada: chi è l’uomo che guida il nuovo Afghanistan