Afghanistan: a cosa sono serviti 20 anni di guerra?

0
279

Joe Biden ha annunciato poche settimane fa il ritiro delle sue truppe dall’Afghanistan, dopo vent’anni di una guerra che non ha portato nessun beneficio. Parte della popolazione afghana pagherà con la vita e la libertà questo ritiro, per quanto giustificato possa sembrare. Ma vediamo insieme cosa si cela dietro questa decisione.

Il punto della situazione

La decisione del presidente Joe Biden di ritirare tutte le truppe statunitensi dall’Afghanistan entro l’11 settembre da un lato ha perfettamente senso: sono stati mandati lì venti anni fa per sradicare Al-Qaeda, che aveva ucciso 3.000 americani nell’attacco al World Trade Center e al Pentagono. Questo obiettivo è stato raggiunto circa dieci anni fa. Da allora, le forze armate statunitensi hanno cercato di aiutare il governo del paese a costruire una società civile, mentre le forze armate hanno lavorato per tenere a bada i talebani. Ma malgrado questo impegno, nessun obiettivo è stato raggiunto. Quindi è ora di ritornare a casa.


Xi-Jinping: “Decisioni globali non spettano a pochi Paesi”


L’accordo

I negoziatori americani hanno firmato un accordo con i talebani, con il quale è stato deciso di ritirare tutte le truppe entro il prossimo primo maggio. In cambio l’America ha chiesto di rinunciare a qualsiasi futura cooperazione con Al-Qaeda. All’annuncio dello slittamento di data è arrivata una minaccia non tanto velata: se i soldati americani non avranno lasciato il suolo afgano entro il primi maggio, i talebani attaccheranno le truppe americane.

Mantenere gli aiuti umanitari

Il mese scorso, alla sua prima conferenza stampa da presidente, Biden ha sostenuto che sarebbe stato difficile, se non logisticamente impossibile, ritirare tutte le truppe in un lasso di tempo così breve. C’è, tuttavia, un problema ancora più grande, almeno dal punto di vista afghano. I soldati statunitensi, nonostante una presenza relativamente ridotta negli ultimi anni, hanno svolto missioni antiterrorismo al confine tra Afghanistan e Pakistan. Impedendo ai talebani di impadronirsi dell’intero paese e hanno protetto i diritti delle donne, che senza il loro aiuto, sono ridotte in schiavitù.

Le parole di Biden

“Continueremo a sostenere i diritti delle ragazze e delle donne afghane mantenendo un’assistenza umanitaria coerente. Chiederemo ad altri paesi della regione di intensificare gli aiuti. […] Non distoglieremo lo sguardo dalla minaccia terroristica. I talebani dovranno renderci conto dell’assenza di qualsiasi minaccia terroristica contro gli Usa nei suolo afghano”.


Morto Liam Scarlett: star della danza britannica


Commenti