Aeroporto di Edimburgo: arriva il traduttore tecnologico per migliorare la sicurezza

0
263
Aeroporto di Edimburgo: presentato nuovo traduttore simultaneo.

La tecnologia al servizio dell’efficienza degli addetti ai lavori e della sicurezza dei passeggeri. Sono questi i motivi per i quali all’aeroporto di Edimburgo è stato introdotto un nuovo dispositivo in grado di tradurre simultaneamente ben 74 lingue differenti. Il funzionamento di quest’importante strumentazione è stato spiegato di recente e, se dovessero esserci dei riscontri positivi, non si esclude che in futuro possa essere adottata anche da altri scali internazionali che ogni giorno accolgono turisti provenienti da tutto il mondo.

L’invenzione si chiama Pocketalk e si tratta di un innovativo strumento che traduce all’istante oralmente le parole pronunciate, oppure fa in modo che compaiano su un piccolo schermo. I dirigenti dell’aeroporto scozzese hanno dichiarato di aver dato il via libera all’utilizzo di questo dispositivo tecnologico per migliorare ulteriormente il livello di sicurezza dei viaggiatori, ma anche per abbattere qualsiasi tipo di barriera linguistica che spesso può causare dei problemi per quanto concerne la comunicazione.

Scozia: aeroporto internazionale di Edimburgo.

Gordon Dewar, amministratore delegato dell’aeroporto di Edimburgo ha sottolineato che, siccome quello della Scozia è uno scalo internazionale che sorge in una città e in uno Stato conosciuti e apprezzati per «diversità, inclusività e natura accogliente», l’obiettivo è far sì che i turisti si sentano ancor di più a proprio agio quando si apprestano a partire o arrivano dall’estero.

Aeroporto di Edimburgo: l’utilità del nuovo Pocketalk

Il dirigente, proseguendo con le sue affermazioni, ha aggiunto che il regolamento di sicurezza è molto importante, poiché tutti i lavoratori dell’aeroporto di Edimburgo hanno il compito e il dovere di tutelare al massimo i passeggeri. Dunque risulta fondamentale avere la possibilità di spiegare in maniera chiara e dettagliata come funziona l’intero iter di sicurezza, e adoperarsi affinché tutte le persone, di qualsiasi provenienza, lo comprendano appieno per trarne i dovuti vantaggi.

Regno Unito: dal 2022 ammessi liquidi a bordo degli aerei

E così, dopo aver assunto una serie di dipendenti madrelingua, con Pocketalk anche la tecnologia viene in aiuto dello scalo scozzese, garantendo una comunicazione efficace e precisa con tutti i turisti che giungono in Scozia per visitare il Paese o la città di Edimburgo.

Oltre al dirigente della struttura scozzese, è intervenuto anche Tomoaki Kojima, amministratore delegato dell’azienda Sourcenext che si occupa proprio della produzione del traduttore simultaneo. Questi ha rimarcato che il progetto è stato lanciato innanzitutto per «connettere culture» e per fare in modo che anche persone che non parlano la stessa lingua possano comprendersi al meglio e vivere delle nuove e interessanti esperienze. Finora la società è riuscita a ritagliarsi una quota di mercato che addirittura ha toccato una percentuale del 95%, e conta ben 600.000 utenti.

Il traduttore simultaneo Pocketalk.

Infine Kojima si è detto orgoglioso della nuova collaborazione avviata con l’aeroporto di Edimburgo allo scopo di rendere più comodi e semplici i viaggi per tutti i passeggeri. Ed ora l’azienda è impaziente di poter dare ufficialmente il via nei prossimi mesi a questo connubio.

Commenti