Aereo deviato a Minsk: Blinken, atto scioccante

La Bielorussia ha fatto deviare un aereo Ryanair per arrestare per arrestare un giornalista dell’opposizione

0
297
Caso aereo Minsk

Un aereo partito da Arene e diretto a Vilnius è stato deviato a Minsk. Le autorità bielorusse hanno costretto un aereo della compagnia Ryanair a deviare il proprio percorso per poter arrestare Roman Protasevich, il giornalista dell’opposizione che di trovava a bordo. Il segretario di Stato americano, Antony Blinken, ha condannato l’atterraggio forzato del volo Ryanair e lo ha definito un atto scioccante.

Aereo deviato a Minsk: cos’è successo?

Le autorità della Bielorussia hanno costretto un aereo della compagnia low cost Ryanair, che stava percorrendo la rotta Atene-Vilnius, a deviare il proprio percorso e atterrare a Minsk, la capitale della Bielorussia, per poter arrestare Roman Protasevich, il giornalista dell’opposizione che di trovava a bordo. Secondo quanto riferito, il presidente Aleksandar Lukashenko avrebbe autorizzato il dispiegamento di un jet da combattimento per costringere l’aereo, che trasportava circa 170 passeggieri, ad atterrare.  

Protasevich è accusato di “incitamento all’odio e al disordine di massa” per la sua gestione di un canale Telegram. Il giornalista riferisce regolarmente sugli abusi da parte del governo bielorusso. Vive in esilio in Lituania.

Blinken: “Un atto scioccante”

Il segretario di Stato americano, Antony Blinken, ha condannato l’atterraggio forzato del volo Ryanair da parte della Bielorussia e l’arresto del giornalista. Ha definito la decisione delle autorità bielorusse un “atto scioccante” che ha messo in pericolo la vita dei cittadini statunitensi e di tutti gli altri a bordo. In una dichiarazione, Blinken ha promesso che gli USA avrebbero risposto con i loro alleati e ha chiesto il rilascio immediato del giornalista. Il segretario di Stato ha detto: “Gli USA condannano ancora una volta le continue molestie e la detenzione arbitraria dei giornalisti da parte del regime di Lukashenko. Siamo con il popolo bielorusso nelle loro aspirazioni per un futuro libero, democratico e prospero. Inoltre sosteniamo la loro richiesta al regime di rispettare i diritti umani e le libertà fondamentali”.

Le dichiarazioni di Menendez

La condanna di Blinken è stata anche ripresa dal senatore Bob Menendez, presidente della Commissione per le relazioni estere del Senato. Menendez ha rilasciato una dichiarazione congiunta insieme ai capi per le relazioni estere nelle legislature di numerosi governi europei, tra cui Regno Unito e Germania. Nella dichiarazione si legge: “Questo atto sconsiderato ha messo i passeggeri e l’equipaggio in grave pericolo. È un promemoria dell’illegittimità dell’amministrazione che rivendica l’autorità a Minsk”. Il ministro degli Esteri del Regno Unito, Dominic Raab, ha aggiunto: “Ci stiamo coordinando con i nostri alleati. Questa azione stravagante di Lukashenko avrà gravi implicazioni”. L’incidente ha anche spinto gli USA e altri governi a chiedere indagini da parte del Consiglio dell’Organizzazione internazionale per l’aviazione civile.


Leggi anche: Bielorussia risponderà a sanzioni UE