Adelisa Selimbašić: Milano ospita la sua prima mostra personale

0
461
Adelisa

I musei stanno finalmente riaprendo al pubblico. Dopo mesi e mesi in cui era possibile visitarli solo da remoto. Inoltre ci si può spostare tra regioni gialle. Il che vuol dire che sarà possibile spostarsi per andare a vedere una mostra in un’altra regione. Permettendo dunque di scegliere tra una vasta opzione di mostre. Una delle quali è quella dell’artista italo-bosniaca Adelisa Selimbašić, che avrà luogo a Milano.

Cosa c’è da sapere sulla mostra di Adelisa Selimbašić?

Non ci incontreremo mai così giovani“. Questo è il titolo della mostra personale di Adelisa Selimbašić e curata da Luca Zuccala. Mentre la realizzazione è a cura di IPERCUBO, una galleria di arte contemporanea. La mostra propone venticinque opere dell’artista italo-bosniaca. Alcune sono di grandi dimensioni, mentre altre sono più piccole. Tutte hanno però un soggetto in comune: le donne. I corpi femminili si fanno portatori di riferimenti onirici e appaiono quasi tridimensionali, grazie a un uso particolare dei colori. Alcuni soggetti sembrano inoltre appartenere a epoche e tempi diversi da quello presente. I corpi femminili rappresentati non sono perfetti. Selimbašić mostra le loro imperfezioni, ma anche tutto il loro potenziale erotico. In un certo senso, l’artista sfida l’immagine generalizzata del corpo femminile. Rendendolo dunque più umano e reale. Soffermandosi sulla necessità di superare l’idea di “Un’identità di genere fissa e determinata“.


Mostre nei musei lombardi: tanti gli appuntamenti


Dove e quando

Spazio State of di Milano ospiterà la mostra di Adelisa Selimbašić. Inoltre, la mostra verrà inaugurata il 6 maggio e si concluderà il 6 giugno. Gli interessati potranno visitarla dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 18. Si dovrà prendere appuntamento, a causa delle limitazioni legate alla pandemia. La mostra è aperta anche il sabato e anche in questo caso solo su appuntamento. Per prenotarsi si deve visitare il sito ufficiale di Aretè Showroom. L’ingresso è libero e non comporta dunque ulteriori spese. Va tenuto conto inoltre che questa è la prima mostra personale di Selimbašić. In precedenza infatti le sue opere sono apparse in mostre collettive. Un grande traguardo per la giovane artista, che si fa oltretutto portatrice di un messaggio importante e ancora dibattuto.