Addio a Richard Stolley: pubblicò l’assassinio di JFK

0
232
Addio a Richard Stolley

Addio a Richard Stolley, il giornalista che pubblicò sulla rivista Life i fotogrammi del filmato di Zapruder sull’assassinio del presidente John Fitzgerald Kennedy. Stolley fu anche colui che lanciò la rivista People. Stonelly è morto il 16 giugno all’età di 92 anni a causa di un problema cardiaco.

Addio a Richard Stolley

Richard B. Stolley, un giornalista che ha lasciato un’impronta indelebile su due delle riviste americane più influenti del XX secolo, ottenendo una copia del filmato di Zapruder sull’assassinio del presidente John F. Kennedy per Life nel 1963 e in seguito costruendo un colosso dell’edicola come editore fondatore di People, è morto il 16 giugno in un ospedale di Evanston, Illinois, all’età 92 anni. Nato da padre operaio e madre insegnante di inglese, Stolley diceva spesso di sapere già all’età di 12 anni quale sarebbe stato il percorso della sua vita. Sarebbe diventato un giornalista. Iniziò così la sua lunga carriera come direttore del giornale del suo liceo in Illinois.

Stolley pubblicò i fotogrammi dell’assassinio di JFK?

Stolley deve la sua carriera a una persona così ordinaria che si è trovata in circostanze straordinarie. Abraham Zapruder, un sarto immigrato che, con la sua fotocamera da 8 millimetri, ha catturato l’assassinio di Kennedy a Dallas il 22 novembre 1963. Richard Stolley, allora capo dell’ufficio di Los Angeles della rivista Life, era salito su un aereo per Dallas per coprire gli eventi. Molti giornalisti si erano recati a Dallas in cerca di uno scoop sull’assassinio del Presidente. Stolley raccontò che un collaboratore di Life gli aveva detto che vi era l’esistenza di filmati amatoriali che documentavano il momento in cui Kennedy è stato assassinato. Il giornalista ha poi raccontato di essersi messo in contatto con Zapruder. Quest’utlimo gli ha mostrato quei 26 secondi di filmato che sarebbe diventato uno dei film più famosi e contestati della storia americana.

In delicate trattative, Stolley ha offerto a Zapruder 50 mila dollari in cambio di diritti di pubblicazione cartacea – un importo successivamente aumentato a 150 mila dollari per tutti i diritti – insieme alla promessa che Life non avrebbe sfruttato le immagini grafiche. Zapruder acconsentì. La rivista pubblicò 31 fotogrammi del filmato, ma non quello in cui si vede la testa di Kennedy esplodere a causa dell’impatto del proiettile. 


Come non l’avete mai visto: l’assassinio di Kennedy!