Acquaroli: chi è e da dove viene

Francesco Acquaroli, una vita nella politica fin da ragazzo

0
353
Acquaroli

Francesco Acquaroli è candidato unitario per le elezioni regionali 2020 nelle Marche. Deputato di Fratelli d’Italia.

Insieme a Raffaele Fitto, candidato in Puglia, Acquaroli costituisce la quota di Fratelli d’Italia degli aspiranti governatori dell’opposizione.

Francesco Acquaroli, 46 anni, nato a Macerata nel 1974, laureato in Economia e amministrazione dell’impresa. Già sindaco di Potenza Picena dal 2014 al 2018.

Acqaroli: da sindaco a deputato

In occasione delle elezioni regionali del 2015, si candida alla carica di governatore delle Marche sostenuto da Fratelli d’Italia e dalla Lega Nord. Classificandosi terzo. Pertanto resta sindaco di Potenza Picena.

Alle elezioni politiche del 2018 è eletto deputato di Fratelli d’Italia. L’8 giugno si dimette quindi dalla carica di Sindaco di Potenza Picena.

Attualmente è deputato tra le file di Fratelli d’Italia. Componente della commissione parlamentare per le questioni regionali.

La polemica e le distanze

Di Acquaroli ricordiamo un fatto successo lo scorso ottobre. Si presentò ad una cena di commemorazione per la Marcia su Roma guidata da Benito Mussolini nel 1922. Questo ha sollevato tante polemiche. L’evento è stato organizzato ad Acquasanta Terme, località a pochi chilometri da Pozza-Umito. In cui persero la vita 42 persone tra partigiani, civili e una bambina di 11 mesi. Acquaroli dichiarò poi di non essere a conoscenza dello scopo commemorativo dell’occasione e ne prese le distanze. Ma proprio per questo il Partito Democratico lo accusò di essere un ‘impresentabile’.

Il programma di Acquaroli: turismo, interessamento alle zone terremotate, sanità, lavoro, ecc.

Aquaroli ha sempre dichiarato che il suo programma non è una ‘lista della spesa’ perché tratta temi sensibili e importanti. Inoltre sulla sua pagina Facebook e in alcune interviste ha sempre manifestato apertamente l’idea di liberare le Marche dal malgoverno della sinistra.

Molte zone delle Marche presentano ancora ferite visibili causate dal sisma. Proprio su questo, secondo il suo programma, il neo candidato vuole intervenire. Ma anche spinta verso il turismo con infrastrutture, agricoltura sostenibile e difesa del territorio.

Commenti