Achille Empéraire: il pittore impressionista “Imperator”

0
152

Achille Empéraire è un pittore francese, che esprime l’arte pittorica del 1800. In realtà, lo stile impressionista del tempo guida il pittore, che sfugge all’influenza raffigurativa esasperata di Cézanne. Tuttavia il parallelismo “Cézanne ed Impressionismo” suggerisce ad Emperaire la scelta delle forme, dal carattere tondeggiante.

Achille Empéraire e la biografia

Achille Empéraire nasce ad Aix- en- Provence (Francia) il 16 settembre 1829 e decede a Bouches du Rhône l’8 gennaio 1898. All’età di quindici anni, Achille studia disegno attraverso delle lezioni private. Nel 1857, la città di Parigi cattura l’interesse di Achille, che  approfondisce la passione del disegno, presso la scuola di Thomas Couture. Tuttavia, Achille affronta una grave situazione di ristrettezze economiche, che lo conducono alla miseria. Di fatto, Empéraire chiede in ogni modo aiuto, per risolvere la sua condizione di povertà, per evitare un futuro per strada. A fronte di ciò, nelle lettere Achille scrive  ”Quando ogni tanto posso spendere ottanta centesimi per un pasto, sembra un’orgia …Il resto del tempo, per saltare un pasto reprimo la mia fame  mangiando pangrattato con vino e zucchero”.

Achille Empéraire e la vernice sulla tela

L’artista deve presentare la prima mostra a Parigi e decide alla vigilia della stessa di applicare uno strato di vernice. A fronte di ciò, Achille comprende il danno che la vernice causa al dipinto, con l’opera che risulta impresentabile, con il colore a pezzi. Allorché, diverse tele dell’artista francese, in futuro scompaiono probabilmente a causa dello stesso errore.

Achille Empéraire entra nella “Société libre” francese

Il Museo del Louvre commissiona al pittore un lavoro, che gli permette un guadagno di mille franchi, con cui adempie al suo sostentamento ed alla risoluzione di alcuni debiti. Nel 1873, Empéraire torna ad Aix, conosce Joachim Gasquet, che è un amico dell’imperatore. Nel 1881, Empéraire diviene membro della “Société libre des Artistes franc̹aises”, e risiede a la place 2, des Prêcheurs. Inoltre, il pittore francese emerge nella “Société”, nelle qualità caratteriali del coraggio e della testardaggine. A ragion per cui, Gasquet elogia nel collega ed amico “il coraggio incrollabile e l’orgoglio incondizionato”. Di fatto, lo stile pittorico dell’artista arriva sulle tele, attraverso la percezione di “fede nella bellezza, nell’arte e nel genio del mondo”.

L’incontro con Cézanne

Nel 1861, presso “l’Académie Suisse” di Parigi, Empéraire incontra Paul Cézanne, con cui instaura un legame di amicizia ed artistico. Tuttavia, lo stile raffigurativo di nudi e di paesaggi di Cézanne, non entusiasmano Empéraire, che prende le distanze sullo spessore rappresentativo. Inoltre, Cézanne dipinge l’amico nel ritratto “Achille Emperaire”, in cui regala all’artista la gloria su di un trono, poiché la vita lo mette a dura prova. In realtà, le influenze artistiche di Manet e di Tiziano conducono  Empéraire nella definizione stilistica. Inoltre, la corrente impressionista coinvolge il pittore nella distinzione artistica, della singolarità ed originalità. L’artista emerge attraverso il tratto di una matita sanguigna, che completa la tela con una pittura intrigante ed originale, con la cura dei particolari.

L’amicizia con Cézanne

Empéraire e Cézanne crescono entrambe nel territorio francese dell’Aix, in Provence. Tuttavia, Achille è più grande di dieci anni rispetto a Paul. A fronte di ciò, la pittura diviene una passione per entrambe, che porta i due artisti alla conoscenza ed amicizia, nella bottega francese di Charles Suisse. Inoltre, Cézanne in ricordo del caro amico esprime “Ragazzo di gran talento, non c’era nulla che non conoscesse dell’arte dei Veneziani che ha saputo spesso uguagliare!”.  

Le opere

Tra le principali opere pittoriche di Empéraire figurano: “Nu couché, Baigneuse de Saul, Portrait de femme en buste, Paysage de la campagne d’Aix, Nature morte ou pichet, Amazone, Nature morte aux pêches ainsi que plusieurs dessins, La République s’offrant aux hommagees de ses adorateurs ou Suzanne au bain, Le Duel, Bethsabée aux bains”.

La morte

Il pittore francese decede ad Aix- en- Provence l’8 gennaio del 1898, all’età di sessantotto anni.

Commenti