Accuse di spionaggio per Tesla di Elon Musk

0
483
Accuse di spionaggio

Accuse di spionaggio ai danni di Tesla di Elon Musk, sono mosse dalle autorità cinesi. Le stesse, hanno vietato e, stanno ancora vietando alle forze armate e alle grandi aziende di Stato, l’acquisto di tali modelli elettrificati.

Perché piovono accuse di spionaggio per Tesla?

La Cina sta vietando l’acquisto di auto elettrificate Tesla alle forze armate e alle aziende di Stato. Il mercato cinese, è il secondo automobilistico più importante per la casa di Elon Musk Tesla. Sebbene adesso, per qualcuno, non ci sia più libera scelta e si debba ovviare la decisione su altri modelli. Infatti, le autorità cinesi stanno vietando categoricamente l’acquisto di tali modelli elettrificati. Secondo quanto ha riportato Repubblica, dall’effettuazione di un’attenta valutazione di tutti gli apparati interni che compongono l’elettrica del pluri-miliardario Elon Musk,quindi, dopo un’attenta visione di telecamere, e determinati sensori, le autorità hanno preso una decisione. Una dura decisione che si risentirà molto a livello di mercato per la super innovativa e tecnologia auto, che ha letteralmente fatto un exploit, appena immessa sul mercato automobilistico.


Tesla: esercito cinese vieta l’utilizzo delle auto

La paura dello spionaggio

Quindi, dopo aver preso visioni degli apparati elettronici che compongono la vettura, è stata dichiarata “pericolosa.” Da ciò, si evince che coloro che lavorano per lo Stato cinese, hanno un obbligo ed un dovere verso la propria madre patria. Stiamo parlando di non acquistare alcun modello della vettura in questione. Secondo le disposizioni dei vertici militari, chi possiede una Tesla, devo parcheggiarla fuori le aree militari. La paura del governo è quella di essere costantemente spiati. Quindi ne andrebbe della sicurezza nazionale della Cina. Ma Elon Musk, che ha seguito la vicenda a distanza, ha deciso di commentare tutto l’accaduto. “Se Tesla usasse i modelli delle autovetture per spiare, non solo la Cina, ma qualsiasi altro paese del mondo, sarebbe chiusa ovunque.” Ha concluso.