Il 14 Ottobre è stato firmato l’accordo tra Virgin Orbit, Virgin Galactic e il gruppo pugliese Angel, che consentirà a breve di far partire voli suborbitali presso l’aeroporto di Grottaglie

La Virgin Orbit, che fornisce servizi per lanci in orbita di piccoli satelliti, la Virgin Galactic, che offre voli spaziali suborbitali per il mercato commerciale e il gruppo Angel attivo nei settori tecnologici, con il loro accordo permetteranno alla Puglia di diventare uno dei principali centri europei per i trasporti commerciali nello spazio. Il volo suborbitale è un tragitto aereo che raggiunge lo spazio, ma la cui orbita interseca l’atmosfera, restando entro la quota di 100 chilometri.

L’evento

Michele Emiliano, Presidente della Regione Puglia ha partecipato all’evento “Italy-us Space cooperation on Suborbital Flights”, che si è tenuto nella sede dell’Ambasciata d’Italia a Washington. Durante questo evento è stato firmato l’accordo tra Virgin Orbit, Virgin Galactic e Angel Group. Lo stesso Emiliano con una nota ne ha dato notizia.  All’evento durante il quale è stato firmato l’accordo hanno partecipato oltre il presidente della regione Puglia, il CEO di Angel Group, Vito Pertosa, l’ambasciatore italiano Armando Varricchio, il Rettore del Politecnico di Bari Eugenio Di Sciascio, e Angelo Petrosillo, il fondatore di Blackshape, azienda di produzione aeronautica. La Virgin Galactic e la Virgin Orbit sono state rappresentate dagli amministratori delegati: George T. Whitesides e Sirisha Bandla.

Lavoro di collaborazione

L’obiettivo è stato raggiunto tramite un lavoro di collaborazione da parte dei settori privati, delle istituzioni centrali italiane, delle istituzioni locali di Puglia e il mondo accademico. Infatti proprio l’idea di collaborare con voli suborbitali è nata dal Politecnico di Bari.

Areoporto di Grottaglie

Emiliano ha comunicato: “Si tratta del primo aeroporto d’Europa ad avere il decreto come spazioporto che abiliterebbe questo a struttura aeroportuale importantissima dalla quale già partono tutte le esportazioni pugliesi verso gli Stati Uniti. […] Mi auguro che a breve ci possano essere i primi voli turistici nei quali addestrare, diciamo così, gli aspiranti astronauti europei per questi primi voli. Ma soprattutto questi aerei consentirebbero di mettere in orbita i microsatelliti prodotti in Puglia a costi infinitamente inferiori a quelli dei lanciatori tradizionali”.

Condividi e seguici nei social
error

3 COMMENTS

  1. Molto interessante l’articolo sui voli su orbitali con sede a Grottaglie. Finalmente la Puglia pubblicizzata per un evento scientifico e non criminale!

    • poteva farselo nella sua bari, se non lo ha fatto è perché sa che è pericoloso quindi tanto vale farlo fare nel territorio di quei fessi dei tarantini.

  2. m emiliano (scritto volutamente in minuscolo) è l’attila di Taranto, ovviamente tut’altro che un complimento, fa di tutto per no dare i voli passeggeri a Taranto per farla rimanere nel sottosviluppo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here