Acconciature anti-caldo: come sopravvivere in estate con i capelli lunghi

0
267

Un pò Lolita e un pò manga, romantica o appariscente, la moda di quest’estate in fatto di hairstyle riprende quella anni ’50 ma con un tocco di modernità. Unica regola: non tagliare i capelli! Per sopravvivere al caldo basta imparare a fare un paio di acconciature; saranno poi gli accessori a renderle originali ogni volta.

Lo chignon: dama di corte o guerriera sailor?

Se esiste un’acconciatura fresca ed intramontabile quella è di sicuro lo chignon: un nodo di capelli che ci permette di scoprire il collo e valorizzare il viso in un paio di semplici mosse. Ma come possiamo fare ad avvolgere i capelli sulla testa senza necessariamente sembrare una ballerina o una dama di altri tempi? Vediamo alcune varianti di questa acconciatura così antica.

Lo chignon alto

Se guardiamo le immagini delle donne dell’antica Grecia ci accorgiamo che portare i capelli annodati in alto sulla testa è una tradizione antichissima; già all’epoca infatti le dame usavano raccogliere la propria chioma in uno stretto chignon, che spesso valorizzavano intecciandovi all’interno foglie di alloro o preziosi. Per questo motivo se vi serve un’acconciatura elegante e sofisticata ma allo stesso tempo pratica e fresca, lo chignon alto è quello che fa per voi: legate i capelli in una coda alta sopra le tempie e poi avvolgete la stessa intorno all’elastico fermando il tutto con delle forcine. Se poi preferite un look un pochino più casual potete tirare fuori dal nodo qualche ciocca di capelli in modo da renderlo “spettinato”, oppure avvolgere lo chignon con un foulard colorato: un tocco di modernità assicurato.

Lo chignon basso

Un pò più romantica invece è la versione bassa dello chignon, in cui lo stesso appare appena sopra la nuca. Anche in questo caso spettinare un pochino l’intreccio rende l’acconciatura più moderna, seppur comunque raffinata; un hairstyle perfetto per le occasioni speciali.

Lo space bun

Volete la praticità senza però rinunciare all’originalità? Lo space bun è quello che fa per voi! Un doppio chignon portato alto e stretto sulla sommità del capo per mettere in risalto il viso con un tocco sexy e giocoso. Se poi vi piace stupire perchè non arricchire l’acconciatura con punti luce ed elastici vistosi? Otterrete un divertente effetto “Sailor Moon”, per sentirvi delle guerriere.

La coda creativa: per cambiare tutti i giorni

Non c’è nulla di più veloce del legare i capelli in una semplice coda, alta o bassa che sia. Eppure questa spesso risulta sciatta e banale, non rende affatto giustizia al nostro look estivo. Per unire la praticità alla creatività vi do dei suggerimenti su come impreziosire la vostra coda di cavallo e renderla ogni giorno originale.

La bubble ponytail

Si tratta di un semplice coda alta fermata per tutta la sua lunghezza da elastici, in modo da formare delle vere e proprie “bolle” di capelli. Per un hairstyle sempre nuovo possiamo ogni volta decidere quanti e quali elastici usare: di un colore neutro per essere più eleganti; colorati e vistosi se vogliamo un look divertente.

La braided ponytail

Una delle acconciature più semplici è la braided ponytail, che unisce la coda alta alla treccia; quest’ultima può essere semplice o a lisca di pesce, meglio se impreziosita da accessori colorati. Un modo pratico e veloce per essere ordinate ma nello stesso tempo casual.

La coda bassa e la coda arrotolata

Centrale o laterale, magari intrecciata e un pò spettinata, la coda bassa è decisamente l’acconciatura di emergenza per eccellenza; basta un elastico ed il gioco è fatto! Neanche serve lo specchio: il bello di questa ponytail è che risulta sempre perfetta così come viene. Se poi vogliamo darle un tocco di eleganza possiamo fare un buco sopra all’elastico e far passare i capelli al suo interno dal davanti: otterremo una coda arrotolata dall’effetto retrò.


Pettinature estive comode per capelli lunghi


Le trecce: per tornare un pò bambine

In ultimo, ma non in ordine di importanza, abbiamo la treccia. Larga, stretta, singola o multipla, alta o bassa, la treccia è indubbiamente una delle acconciature più versatili e giovanili. Se vogliamo tornare un pò bambine sono perfette le due trecce laterali alla Pippi Calzelunghe, magari arrotolate a formare due larghi chignon. Per un look invece anni ’50 è sufficiente intrecciare ai capelli un bel foulard colorato, da usare anche per coprire l’elastico con un grande fiocco. Ancora, per uno stile un pochino più delicato possiamo fare una treccina alla francese frontale, che parte da una tempia e raggiunge l’altra, e tenere il resto dei capelli sciolto o legato in uno chignon basso. Ce n’è per tutti i gusti. Con pochissimo semplici passaggi possiamo davvero creare delle acconciature ad hoc, perfette per non soffrire il caldo estivo senza rinunciare a stile e personalità. E soprattutto, senza dover ricorrere al parrucchiere per sfoltire la nostra preziosa chioma.