Acclamato a Parigi l’astro nascente della lirica internazionale-Leonardo Tabajadi-

Si arricchisce di un nuovo e prestigioso capitolo la favola del tenore iraniano e leader dei diritti civili Leonardo Tabajadi che da anni vive in esilio in Francia. Questa volta ha ricevuto l’encomio da S.A.R. il principe Carlo Emanuele de Bourbon Parma e da S.A.R. la principessa Elisabetta Bourbon nell’ ambito delle celebrazioni del natale Franco-Russo nel castello Asnière a Parigi.

 Dopo il concerto gli hanno   dedicato parole dolcissime definendolo – una delle più belle voci del mondo- e fregiandolo per le sue alte qualità, con un sobrio cerimoniale, dell’alto riconoscimento di socio onorario del Club Bourbon.

 Si è esibito con un repertorio russo francese e italiano  davanti  a 300 persone tra cui l’ambasciatore della Federazione  Russa, della Bielorussia, del Marocco e soci del Bourbon Club di Parigi.

Ricorda sempre con orgoglio d’aver studiato canto in Toscana, attraverso gli studi italiani ha assorbito non solo il bel canto ma anche gli alti principi morali ed etici della cultura italiana, diventati passione per l’astro nascente della lirica internazionale, quei principi che gli consentono di cantare liberamente e fieramente contro le punizioni ingiuste, generando ovunque ammirazione . Ama l’Italia e anche stavolta ha proposto  arie  dell’opera  La Traviata di Verdi  insieme al repertorio napoletano-Torna a Surriento  e O’ sole mio .

Condividi e seguici nei social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RSS
Follow by Email
Facebook
Facebook