Il sovrappeso, sia che esso si presenti in forma lieve oppure in una variante più grave, può causare numerosi effetti nocivi per la salute: dalla maggiore probabilità dell’insorgenza di malattie cardiovascolari al diabete di tipo 2, dalle malattie respiratorie all’osteoartite.

Dimagrire: è sempre questa la risposta corretta. Spesso, però, perdere quei kg di troppo non è così semplice come sembra; uno dei metodi consigliati, abbinato ad una dieta sana ed equilibrata e ad una costante attività fisica, riguarda l’accelerazione del metabolismo.

Con il termine metabolismo si intende l’insieme di tutte quelle attività che il corpo umano svolge per mantenersi in vita: crescere, digerire, respirare, pensare, ad esempio. Esso fa parte del proprio patrimonio genetico familiare e non è possibile, ovviamente, intervenire per modificarlo.

Come aumentare il metabolismo.

Sono poche le persone che possono vantare un metabolismo veloce: esse sono maggiormente predisposte ad avere un corpo snello riuscendo a perdere peso più in fretta quando lo desiderano. Coloro che non sono tra i fortunati, comunque, non devono disperare: con alcuni accorgimenti è possibile accelerare il processo metabolico in modo naturale e, soprattutto, senza arrecare alcun danno alla salute.

Pur non potendo intromettersi del tutto nel corredo genetico, è ammissibile agire su di esso con lo scopo di velocizzarlo. Questo avviene integrando precisi alimenti o erbe alla propria dieta; le quali, secondo alcuni studi inerenti ai rimedi naturali, hanno il potere di stimolare il metabolismo basale.

Gli alimenti.

L’olio di cocco, ad esempio, può essere utilizzato in cucina al posto di quello più classico extravergine di oliva: esso è in grado di aiutare il corpo a bruciare i grassi in modo più veloce. Sempre a proposito di condimenti, è consigliabile ridurre l’uso del sale, essendo anche uno dei principali responsabili della ritenzione idrica e dell’ipertensione, ed aggiungere sapore alle pietanze con l’impiego delle spezie. La cannella, la curcuma e lo zenzero, in particolar modo, favoriscono l’assimilazione dello zucchero.

Nel menù settimanale è importante inserire anche alcune porzioni di pesce azzurro e di legumi: entrambi sono conosciuti per il giusto rapporto tra proteine e grassi, validi aiutanti per il metabolismo.

L’hummus di ceci, tipica crema originaria del Medio Oriente, può essere un’ottima idea per uno snack sfizioso e salutare.

Il the, invece, è ricco di antiossidanti: essi non solo favoriscono l’accelerazione del metabolismo, ma riducono anche la comparsa di radicali liberi e combattono l’insorgenza di cardiopatie coronariche.

Infine, molti vantaggi sono dati anche dalla frutta secca: se consumata in quantità moderate, a causa dell’alto apporto calorico, noci e mandorle contengono grassi in grado di velocizzare il metabolismo di coloro che le consumano abitualmente.

Al fine di incrementare l’attività metabolica, quindi, è utile ridurre il consumo di carboidrati, prediligendo un’alimentazione ricca di proteine magre e verdure. Inoltre è importante mantenere la muscolatura del corpo stimolata con l’attività fisica svolta in modo regolare e dormire almeno 7-8 ore al giorno. La mancanza di riposo adeguato, infatti, è una delle principali cause di stresse di aumento del peso corporeo.

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here