Abbracciarsi durante l’epidemia: ecco come ridurre i rischi di contagio

Esiste un modo per ridurre la possibilità di trasmettere il virus abbracciandosi comunque durante l'epidemia?

0
805
Abbracciarsi durante l'epidemia

Abbracciarsi durante l’epidemia di coronavirus è altamente sconsigliato. Eppure, l’abbraccio ha talmente tanti benefici per la nostra salute che potrebbe valere la pena farlo nonostante i rischi del coronavirus.

Abbracciarsi durante l’epidemia: un desiderio di molti

Abbracciarsi durante l'epidemia

Se la pandemia ti ha lasciato a desiderare una coccola, non sei solo. Circa il 60% delle persone negli Stati Uniti ha riferito di essersi sentito privato del contatto durante il primo mese di blocco. Questo è quanto suggerito da un recente studio.

Le conseguenze della mancanza di un abbraccio: gli studi

Tiffany Field dell’Università di Miami in Florida e i suoi colleghi hanno intervistato 260 adulti e hanno scoperto che coloro che hanno segnalato la privazione del contatto hanno ottenuto punteggi più alti su scale che misurano ansia, depressione, affaticamento, problemi di sonno e stress post-traumatico. La privazione del tatto era più comune nelle persone che vivevano da sole, ma colpiva anche quelle che vivevano con la famiglia o gli amici.

Abbracciarsi durante l’epidemia: l’importanza di farlo

Uno studio separato su più di 1000 adulti statunitensi ha rilevato che coloro che spesso abbracciavano, baciavano o si incontravano con amici e familiari in stato di isolamento avevano il 26% in meno di probabilità di percepire sintomi di depressione e il 28% in meno di sentire la solitudine, indipendentemente dal fatto che fossero sposati o conviventi. Le chat video regolari non mostravano gli stessi vantaggi.
“Abbiamo visto maggiori benefici per la salute mentale dai tipi di contatto che hanno coinvolto il tatto. I benefici che sappiamo derivare dal contatto ravvicinato sono diminuzione della frequenza cardiaca, livelli più elevati di ossitocina e livelli più bassi di cortisolo”, afferma Molly Rosenberg dell’Indiana School of Public Health di Bloomington, che ha guidato il lavoro.

Abbracciarsi durante l’epidemia: meglio evitare?

Dati questi vantaggi, è fuori discussione un rapido abbraccio? Rosenberg sottolinea l’importanza di limitare i contatti con i membri non familiari per prevenire la diffusione del coronavirus. La maggior parte dei governi continua infatti a consigliare alle persone di mantenere una distanza di almeno 1 metro dagli altri.

Ecco come fare

La vicinanza non è però l’unico fattore. “Poiché la maggior parte degli abbracci è solo un breve incontro (e il breve tempo è davvero fondamentale qui) penso che ci siano modi per ridurre i rischi a quello che è, per me, un livello accettabile, soprattutto visti i vantaggi dell’abbraccio“, afferma Linsey Marr presso Virginia Tech a Blacksburg.

Abbracciarsi durante l'epidemia

Evitare il contatto faccia a faccia è fondamentale. Marr consiglia di coprirsi il viso, puntare i volti in direzioni opposte e di non toccare il viso o gli indumenti dell’altra persona con il viso.
“Questo non è un atto spontaneo: devi pianificare e dovresti chiedere il consenso”, dice. “Sarebbe anche prudente lavarsi le mani prima e dopo l’abbraccio, e forse non espirare”, dice Margaret Hosie dell’Università di Glasgow, nel Regno Unito. Gli esperti sottolineano comunque che abbracciarsi non è privo di rischi e non dovrebbe essere una routine. Dovrebbe essere evitato ovviamente anche da chi si trova in gruppi ad alto rischio o mostra sintomi di malattia.

Potrebbe interessarti: Giornata Internazionale dell’Amicizia: idee per celebrarla al meglio