A Washington viene posata prima pietra della Casa Bianca

228 anni fa a Washington venne posata la prima pietra di quella che dal 1818 sarà conosciuta come Casa Bianca

0
595
A Washington

Il 13 ottobre 1792 a Washington venne posata la prima pietra della Casa Bianca. Originariamente l’edificio fu chiamato Palazzo Presidenziale. Nel 1811, per il suo esterno dipinto di bianco venne chiamata Casa Bianca. Il palazzo presidenziale venne progettato da James Hoban e approvato personalmente da George Washington. Il palazzo è situato in Pennsylvania Avenue, al blocco 1600, lungo la strada per il Campidoglio. Alla Casa Bianca hanno vissuto 44 presidenti americani.  George Washington, il primo Presidente, morì pochi mesi prime dell’inaugurazione dell’edificio, avvenuta il 1° novembre del 1800.

La Casa Bianca a Washington

228 anni fa, il 13 ottobre 1792, venne posata la prima pietra della Casa Bianca a Washington DC.

La Casa Bianca è sempre stata un simbolo della presidenza, del governo e del popolo americano. È la residenza ufficiale nonché il principale quartier generale del Presidente degli USA.

L’edificio si trova al numero 1600 di Pennsylvania Avenue a Washington DC. La costrizione, in arenaria bianca in stile georgiano, risale al 1792. I lavori terminarono nel 1800, e il primo Presidente a insediarvisi fu il secondo presidente USA John Adams. Dal 1° novembre 1800, giorno dell’inaugurazione, è la residenza esecutiva ufficiale del Presidente.  

L’architetto che costruì la Casa Bianca venne scelto in una competizione. Quest’ultima prevedeva nove proposte, una delle quali commissionata in via anonima da Thomas Jefferson. Il primo presidente della nazione, George Washington, giunse nel sito della residenza il 16 luglio 1792 per prendere la sua decisione relativa alla scelta dell’architetto. Nel suo discorso, ricordato come molto breve e diretto, Washington scelse di commissionare il lavoro a James Hoban, un architetto di origini irlandesi che viveva a Charleston, in South Carolina.

Il Palazzo Presidenziale

In diversi periodi della sua storia la Casa Bianca era conosciuta conosciuta come il Palazzo Presidenziale. Essa sopravvisse all’incendio avvenuto per mano dei britannici nel 1814. La struttura venne dapprima dipinta di bianco, per poi essere ricostruita nel 1817. A dare ufficialmente all’edificio il nome di Casa Bianca fu Theodore Roosevelt nel 1901.

Oggi l’agglomerato di strutture che comprendono la residenza del Presidente è conosciuto come il Complesso della Casa Bianca. Esso include la residenza esecutiva centrale fiancheggiata dalla East Wing e dalla West Wing.

La struttura della Casa Bianca

La residenza esecutiva ospita la casa del Presidente, così come le sale per le cerimonie e gli intrattenimenti ufficiali. Si innalza su tra piani: il ground floor, lo state floor e il second floor. Vi è poi un terzo piano che contiene un solarium, le camere degli ospiti e alcune sale di ricreazione per la first family.

La West Wing ospita invece l’ufficio del Presidente, lo studio ovale, gli uffici del suo staff, la stanza del Gabinetto e molto altro. Il noto giardino delle rose si estende lungo la West Wing.

La East Wing è l’ala dedicata alla first lady e allo White House Social Office.

In totale, la Casa Bianca include 132 stanze, 35 bagni, 412 porte, 147 finestre, 28 camini, 8 scale, 3 ascensori, 5 chef a tempo pieno, un campo da tennis, una pista da bowling, una sala proiezioni, un percorso per il jogging, una piscina e un’area verde. Il tutto copre un’area di 5100 metri quadri.


Leggi anche: Presidente Obama, happy birthday! ; Bill Clinton – happy birthday Mr. President!!